Il capo più anziano

256Report
Il capo più anziano

Storia raccontatami dalla mia fidanzata.

Avevo appena compiuto 21 anni e avevo bisogno di un lavoro.

Alla fine ho trovato lavoro in un bar molto losco chiamato Marco's Bar. Quel posto era un buco infernale, pieno di vecchi bastardi e di donne vecchie e volgari.

Quando ho camminato il mio primo giorno, era ovvio che ero il pezzo di culo più giovane che fosse stato lì da molto tempo. Avevo tette sode, un culo grosso e un sorriso carino e innocente. I miei lunghi capelli scuri poggiavano sulle mie spalle nude e la mia pelle giovane risplendeva di giovinezza.

Ho avuto la mia parte di amanti, ma questo posto è diventato il mio bacino di uomini. Potrei avere chiunque volessi in questo posto.

Ho iniziato con il barista attraente. Aveva circa vent'anni e aveva un sorriso a cui non potevo resistere. Dopo aver lavorato lì per 3 settimane, l'ho affrontato verso la fine del mio turno e gli ho suggerito di venire a casa mia. Mi ha chiesto se fossi serio e ho detto: "sì, lo sono".

Sono arrivate le 2 del mattino e ho sentito bussare alla porta. Ho aperto la porta e c'era quest'uomo sexy. Lo accolgo e lo conduco nella mia stanza. Lì ho lasciato che accarezzasse il mio corpo. In pochi minuti sono nudo e il suo cazzo è nella mia bocca. Sapevo che aveva una ragazza ma non me ne poteva importare di meno perché volevo assaggiare il suo cazzo. L'ho succhiato finché non è quasi venuto. La mia bocca era bagnata del suo sperma.

Ha infilato lentamente le sue dita nella mia fica e ha aiutato la mia figa a bagnarsi. Prima era solo un dito, poi due, poi tre, poi il quarto dito mi è entrato nel culo. Tremavo già dall'eccitazione.

Ho smesso di succhiargli il cazzo pulsante e gli sono saltato sopra. L'ho cavalcato così forte che è arrivato in pochi minuti!

Ero così deluso. Scesi e gli chiesi di andarsene. Ha provato ad accarezzarmi ma ero così delusa che mi sono comportata come una stronza e gli ho chiesto di andare perché avevo la mattina presto.

Le due settimane successive furono imbarazzanti ma ci riuscii.

Poi un sabato sera ho visto un uomo maturo entrare nel club. Ha comandato tale autorità. Mi ha subito incuriosito. Ho chiesto in giro e ho scoperto che questo ragazzo era comproprietario.

Si è presentato e subito si è creata una connessione. Abbiamo iniziato a flirtare e sapevo che sarebbe successo qualcosa tra noi.

Rick, il proprietario o comproprietario, mi ha offerto un passaggio a casa e ho accettato.

Mentre prendevo la mia roba, una cameriera mi ha detto che dovevo stare attenta con Rick perché aveva una moglie. Ero scioccato! Non portava l'anello ma immagino fosse normale per lui. Uno stratagemma per attirare a letto le sue cameriere senza remore.

All'improvviso mi sono sentito a disagio per tutta la faccenda, ma ho comunque accettato il passaggio.

Siamo arrivati ​​a casa mia e lui si è avvicinato e prima ancora che potessi dire qualcosa, la sua mano mi stava massaggiando la figa e mi ha sussurrato all'orecchio: "Ti piace questo bambino?"

Avevo solo 21 anni e questo ragazzo aveva superato i quaranta, cosa dovevo fare? Ha chiesto di entrare ed io ero già fradicia, non ho resistito e allora l'ho lasciato entrare.

Entriamo e lui mi accompagna nel mio soggiorno. Ha raggiunto da dietro e mi ha slacciato i pantaloni. Rimasi lì, calmo e in pausa. Li ha tirati giù e all'improvviso mi è stato scoperto il culo. Lui fece un passo indietro per un secondo e mi guardò. Si meravigliò della mia giovinezza e della tensione della mia pelle. Rimasi lì e all'improvviso sentii le sue dita infilarmi nella fessura del culo. Mi ha chiesto di togliermi completamente i pantaloni.

Ho obbedito ai suoi ordini e mi sono tolto i pantaloni.

Mi ha tirato a terra e mi ha fatto piegare, con il culo in aria, la figa completamente esposta. Ho sentito la sua lingua infilarsi nella mia figa. Ero grondante di umidità.

Rick mi ha mangiato furiosamente. Ho cominciato a urlare! Ero così fottutamente eccitato!

Ha mangiato, mangiato e mangiato la mia figa!

In pochi minuti si è tolto i vestiti e mi ha infilato il suo cazzo nudo. Gli ho chiesto di smettere ma Rick ha continuato a pomparmi nella figa.

Gli ho chiesto di mettersi il preservativo ma ha giurato che non mi avrebbe messo incinta. Ho provato a fermarmi ma gli orgasmi mi hanno attraversato e non ho potuto fare altro che spingere il mio culo nel suo cazzo il più forte possibile.

Ho chiesto a Rick: "che mi dici di tua moglie?"

Rick mi ha infilato le dita in bocca e mi ha chiesto di calmarmi.

"Mia moglie è a casa e non saprà mai del tuo culetto! Ora allarga le guance!"

Li ho ascoltati e li ho diffusi il più ampiamente possibile.

Le mie tette rimbalzavano avanti e indietro! Non potevo farlo smettere e non volevo che si fermasse più. Suo marito era mio stasera e avrei mangiato lo sperma di quest'uomo e gli avrei permesso di scoparmi come voleva!

All'improvviso il suo cazzo era nella mia bocca, soffocandomi e la sborra già usciva dagli angoli della bocca. Poi mi ha girato su un fianco e mi ha scopato di nuovo la figa finché non è venuto.

Ero grondante di sudore. Il mio corpo brillava della luce della luna che si riversava attraverso le mie finestre.

Potevo vedere il suo corpo più vecchio accanto a me. Una pancia leggera e il suo cazzo bagnato che si affloscia.

Mi sono addormentato con la testa sulla sua spalla.

Stavo dormendo per quello che mi è sembrato un'ora o giù di lì quando all'improvviso ho sentito il mio corpo girarsi, la mia faccia premuta sul tappeto e con un rapido sussulto, il suo cazzo sporgeva dal mio culo vergine!

Ho urlato e gli ho chiesto di rallentare ma...

(continua)

Storie simili

La mia mamma arrapata prt1

Capitolo primo: Walter! Patty si scostò i lunghi capelli biondi ondulati dagli occhi e guardò con rabbia verso la porta della camera da letto di suo figlio. Walter, so cosa stai facendo lì dentro! Lo so assolutamente stufo di ascoltarti mentre ti masturbi nella tua stanza ogni giorno! Walter, stai ascoltando? Suo figlio adolescente non rispose. Il battito ritmico continuava più forte che mai, il rumore della testiera che sbatteva contro il muro mentre Walter si picchiava avidamente l'uccello, agitando il pugno su e giù cazzo rigido e dolorante. Walter! Patty imprecò e bussò con rabbia alla porta. Aveva trentaquattro anni...

178 I più visti

Likes 0

Oh!

Erano passati circa due mesi da quando avevo trasferito le scuole e mi sono trasferito nel mio nuovo quartiere. Non ero il ragazzo più bello, ma immagino sia vero che la personalità conta di più perché avevo un sacco di amiche e amiche. È stata un'altra noiosa domenica pomeriggio quando ho sentito bussare alla porta. Dato che stavo dormendo, mi sono alzato a fatica e sono andato ad aprire la porta. Alla porta c'era una delle mie amiche Tabatha o Tabby in breve. Abbiamo chiacchierato per un po' vicino alla porta e poi l'ho invitata a entrare. Siamo andati nella mia...

1.1K I più visti

Likes 0

Frankenmamma; o, Mia madre Frank

Frankenmamma; o, Mia madre Frank INTRODUZIONE: La mamma trascorre il fine settimana nel dormitorio di suo figlio e le cose vanno diversamente... Naturalmente, essendo una matricola, l'unico corso d'arte disponibile era l'equivalente di Disegno 101. Non c'erano test. Il giorno in cui mi è stato detto di rappresentare un cavallo da disegno in una prospettiva a due punti ho chiamato la mamma in lacrime, implorandola di districarmi da questa pessima decisione. La mamma, essendo pragmaticamente mamma, ha rifiutato, confortandomi con il consiglio di concederle più tempo. Poco dopo, le mie fortune universitarie cambiarono. Ho preso un volantino, un invito per una...

162 I più visti

Likes 0

SEI UNA DONNA MOLTO EMOZIONANTE LIZ

Indossava una mia camicia nera, tacchi alti e il suo profumo preferito. La maglietta era appoggiata sulle sue spalle e completamente aperta mostrando il suo corpo lussureggiante e i capezzoli eretti. Aveva le sue magnifiche gambe spalancate mentre si dava piacere con un vibratore su mia richiesta. Lo sguardo sul suo viso mostrava che si stava ovviamente divertendo mentre guardavo. Il giorno prima mi aveva telefonato chiedendomi se avevo dei lavori che poteva fare per aiutarmi a pagare alcune bollette. In passato aveva fatto richieste simili e io l'avevo pagata per stirare e pulire. Questa volta le ho detto che sarei...

1.8K I più visti

Likes 0

La storia di Margo 2 - Carlo

Abbiamo iniziato a baciarci e, naturalmente, ho lasciato che mi accarezzasse il seno. Non ero sicuro di quanto sapesse della mia disponibilità a fare altre cose, ma ha messo una mano sulla mia gamba e gli ho permesso di allungare una mano sotto la mia gonna e strofinare la mia coscia sul bordo delle mie mutandine. In quel momento mi sono girato leggermente e ho messo la mano sul rigonfiamento dei suoi pantaloni. Il suo respiro accelerò mentre lo strofinavo vigorosamente lì. Lui, ovviamente, lo prese come un permesso per giocare con la mia figa, prima all'esterno delle mie mutandine e...

1.6K I più visti

Likes 0

Le vere avventure di Alice -Prologo-_(1)

Le vere avventure di Alice - Prologo - NESSUN vero sesso in questo capitolo, ma ce ne saranno molti nei capitoli futuri. Sono rimasto vergine fino a... Tutti hanno almeno 18 anni in questa avventura. Potrei non specificare l'età esatta ma sono tutti maggiorenni. Sono stato convinto a scrivere la mia storia da quando avevo diciotto anni da mia figlia Barbara. Spero che ti piaccia il primo capitolo della mia avventura. La mia vita è cambiata nel 1974 ea 41 anni mi tengo ancora in forma. Nel 1974 ero il maggiore di dodici figli. I miei undici fratelli erano bianchi, neri...

948 I più visti

Likes 0

Scopando il mio collega_(1)

Lasciatemi solo dire che sono un uomo sposato. Ho una moglie adorabile con un avvertimento: poco dopo che ci siamo sposati ho scoperto che era stata sbattuta in gruppo da alcuni dei suoi amici al liceo. Permettetemi anche di assicurarvi che questo non ha cambiato il modo in cui mi sentivo per lei, solo il mio impegno a rimanere monogamo. In altre parole, me la cavo quando mia moglie non guarda. Sarò breve, perché questa è una storia vera, e queste storie sono sempre brevi. C'era questa ragazza ebrea troia al mio lavoro. So che aveva figli perché ho visto le...

611 I più visti

Likes 0

Il sexy shop – storia 16

In primo luogo, mi chiamo Lucy e ho 24 anni, 5 piedi e 5 con capelli biondi lunghi e folti, seno 32b e pesavo a quel tempo circa 110. La maggior parte delle persone direbbe che ero ben messa, il mio ex ha sempre detto che ero ben scopabile. Non ho trovato difficile trovare ragazzi. Sono appena venuti da me e ho avuto difficoltà a dire di no. Giovani, vecchi, belli, brutti, magri o grassi. Se avevano un cazzo ne avevo bisogno dentro di me. Lavoravo al bordello da poco più di quattro mesi e continuavo a scoparmi il padre di...

529 I più visti

Likes 0

Educare Anna (Parte 1)_(0)

Anna aveva 15 anni, anche se la sua famiglia diceva sempre che ne dimostrava 19, con lunghi capelli biondi, occhi nocciola e una figura snella alta un metro e settanta e un seno di 38 D che aveva preso da sua madre. Sebbene Anna fosse una delle prime sviluppatrici, era sempre stata timida e consapevole del proprio corpo, essendo la più alta della sua classe veniva sempre scelta per le battute e le prese in giro dai suoi compagni di classe. Solo quando era a casa poteva davvero rilassarsi ed essere se stessa, la maggior parte delle volte guardava la TV...

288 I più visti

Likes 0

Guerra a Geminar parte 3

Mi dispiace che ci sia voluto così tanto tempo per far uscire questa parte della storia. Il mio laptop si è bloccato e ho dovuto farlo riparare. Spero che questo sia valsa la pena aspettare. Ho cercato di farlo uscire il prima possibile, quindi potrei aver perso alcuni errori, quindi mi scuso in anticipo. Mi sono svegliato con la testa che mi girava e mi risuonava nelle orecchie. Ho avuto la sensazione che qualcuno mi stesse osservando e poi è tornato di corsa verso di me come un'onda anomala. Sono stato attaccato dalla ragazza dai capelli rossi con il vestito di...

1.8K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.