La mia sexy nuova astronave Capitolo 2_(0)

712Report
La mia sexy nuova astronave Capitolo 2_(0)

La mia sexy nuova astronave: capitolo 2



"Signore, questa forma di vita si registra in modo diverso. Polso, temperatura, respirazione... Signore, non è umana."

Stavo sognando di essere su un aereo. L'aereo è improvvisamente scomparso e io stavo volando attraverso l'atmosfera terrestre senza aiuto. Non provavo paura mentre mi muovevo silenziosamente tra le nuvole, guardando la Terra a chilometri di distanza. Il mio sogno sereno e pacifico è stato interrotto dal suono delle voci dei poliziotti.

"Dovremo assicurarci che sia registrata, signore."

"Salta, Tubbs. Attieniti all'obiettivo."

Ho aperto gli occhi alla vista degli agenti di polizia con le torce che camminavano nella mia camera da letto scarsamente illuminata. "Eh? Cosa sta succedendo? Cosa state facendo a casa mia?"

"Ho cercato di dirtelo, signore," rispose l'androide maggiordomo con voce spaventata e nervosa. "Sono diversi minuti che la chiamo attraverso l'altoparlante. Non sono riuscito a fermarli, signore."

"Stiamo cercando un fuggitivo", ha detto l'ufficiale che sembrava essere al comando. "Abbiamo informazioni che ci portano a credere che sarebbe in orbita attorno a Marte. A quanto pare è entrato nell'area poche ore fa."

"Beh, non c'è nessuno qui. Ho appena comprato questa nave ieri." Mentre rispondevo mi accorsi che tremavo un po'. Non capitava spesso che avessi a che fare con la polizia. "Dov'è stato visto l'ultima volta?"

"Vicino alla Terra. A quanto pare questo fuggitivo ha ucciso tutti a bordo di un trasporto medico, poi è scappato in un minipod. Potrebbe essersi intrufolato a bordo di qualsiasi nave in quel cantiere."

Ero già un po' nervoso. Dopo averlo sentito, un formicolio acuto mi percorse la schiena. Avevo appena acquistato la nave da un cantiere ed eravamo appena entrati nell'orbita di Marte poche ore prima. Improvvisamente mi sono sentito molto collaborativo con la polizia. Ancora non mi piaceva svegliarmi con la loro presenza in casa mia, ma potevo preoccuparmene quando ero sicuro che non c'erano assassini a bordo.

"Ehm, capitano?" disse un ufficiale in piedi vicino a una presa d'aria.

L'uomo al comando guardò verso di lui. "Cos'hai lì, Hooker?"

"Questo condotto è stato aperto, signore. Tra pochi minuti avrò un campione di DNA e un'analisi delle impronte digitali."

"Signor Jackson, avremo bisogno degli schemi di questa nave ADESSO."

"Va bene," risposi nervosamente. "Alfred, dagli tutto ciò di cui ha bisogno."

«Sì, signore», rispose Alfred con un inchino nervoso. "Ecco, fammi caricare gli schemi sul tuo infopad, agente."

L'ufficiale che scoprì che lo sfiato era stato manomesso ne rimosse la grata e fece brillare una luce lungo il pozzo lungo e stretto. Era largo circa tre piedi e alto due piedi, uno spazio difficile da attraversare per qualsiasi uomo. Mi chiedevo come mai non mi fossi accorto che lo sfiato era stato manomesso? D'altra parte, non stavo esattamente cercando quel genere di cose. Stavo esplorando quando sono entrato in questa stanza, senza tenere d'occhio un assassino.

"È stato ferito nella descrizione. C'è sangue, Hooker?" chiese il capitano.

"Sì, capitano. Solo una piccola macchia proprio qui nell'angolo. Dato che la ferita era al ginocchio sinistro, il nostro soggetto deve essere entrato in questa stanza. O ha trovato un'altra via d'uscita o è ancora qui."

Lo sguardo sul volto del capitano passò da serio a mortalmente serio. "Secondo questi schemi, ci sono sette prese d'aria che conducono fuori da questa stanza", disse ad alta voce. «Prostituta, Coltrane, controllate tutte le prese d'aria in questa stanza. Dovremo aprirci a ventaglio per trovare tutti i posti a cui queste prese d'aria potrebbero portare. state attenti. McClain, Roman, Cagney, siete con me." Con ciò iniziò a uscire dalla stanza e lungo il lungo corridoio fino al turbocar con i suoi ufficiali alle calcagna. "Voglio vedere subito uno scudo al plasma attorno a questa nave. Nessuno può salire o scendere senza autorizzazione. Sistemate boe di avvertimento a mezzo chilometro di distanza in tutte le direzioni." Stava ancora parlando mentre proseguiva lungo il corridoio, ma non riuscivo a sentire.

Quando ho guardato Angela, sono rimasto piacevolmente sorpreso nel vedere che dormiva ancora. Ho pensato che fosse meglio lasciarla così per il momento e ho fatto una doccia. Non importa quanto fossi nervoso, sapevo che mi sarei sentito meglio se fossi stato pulito. Mentre mi stavo asciugando, ho sentito bussare alla porta della doccia. Ho aperto la tenda e ho visto che era il maggiordomo.

"Maestro, vieni qui! Presto, per favore. È urgente!"

Mi infilai un paio di boxer e uscii, ancora umido per la doccia piena di vapore. Non ci è voluto molto perché mi sentissi un vero idiota per aver fatto la doccia in un momento così cruciale. Quando emersi dallo scompartimento della doccia vidi una donna che teneva Angela in una presa alla testa da dietro. Riuscivo a malapena a chiudere la bocca per lo shock. La fuggitiva era una donna, e adesso era in vantaggio.

Era alta circa un metro e ottanta ed era molto muscolosa. Non saprei dire quanto pesasse, ma guardarla mi ha dato la netta sensazione che fosse molto più forte di qualsiasi donna media. Il suo vestito era di semplice spandex nero dalla testa ai piedi, con il cappuccio/maschera tirato giù da sopra la sua testa e una sorta di cintura di utilità intorno alla sua vita.

"Cosa vuoi?" chiesi, cercando di non sembrare troppo spaventato.

"Maestro, no!" Angela riuscì a urlare prima che il fuggitivo le coprisse la bocca con una mano guantata nera.

"Chiudi a chiave quella porta!" chiese.

Ho risposto dicendo: "Computer, chiudi le porte". Poi l'ho guardata mentre tutti noi il meccanismo si bloccava in posizione. "Se le fai del male, non collaborerò. Per favore, lasciala andare."

"Perché la gente lo dice sempre? Ora, perché dovrei lasciarla andare quando trattenerla mi dà un tale vantaggio?" Con la mano libera allungò una mano sul retro della sua cintura multiuso e tirò fuori un paio di manette dall'aspetto strano che non avevano catene che le tenevano insieme. "Sdraiati sul letto e mettiti questi sui polsi," ordinò, lanciandoli in aria.

"Che cosa hai intenzione di fare?" chiesi mentre li prendevo.

"Rompi il collo alla tua amichetta se non fai come ti dico. Hai detto che non avresti collaborato se le avessi fatto del male. Non ti credo. In effetti, penso che se avessi fatto qualcosa di veramente doloroso, come piegarla dito indietro, diventeresti molto obbediente se volessi che smettessi. Dico bene?" Afferrò il mignolo di Angela e lo piegò indietro. L'urlo acuto che seguì mi ferì nel profondo.

"Tutto bene tutto bene!" Ho risposto molto rapidamente in cima ai miei polmoni. "Va bene. Farò come dici. Per favore, non farle del male." Mi sono seduto sul letto e mi sono messo le manette. Ho fatto come hai chiesto. Ora per favore, lasciala andare!"

"Sdraiati! Continui a fare richieste e mi farai davvero incazzare." Ho obbedito sdraiandomi prono al centro del letto. "Mani sopra la testa." Non appena ho obbedito, le manette si sono attivate. Non ero assolutamente in grado di muovere i polsi. "Adesso spegni quel dannato droide maggiordomo."

"Alfred, sai cosa fare." Potevo sentire i sistemi di Alfred che si esaurivano mentre si spegneva.

"Ora per un po' di divertimento!" gridò il fuggitivo. Tirò le mani di Angela dietro la schiena poi, tirando un rotolo di nastro adesivo dalla sua cintura multiuso, avvolse il nastro attorno ai polsi di Angela diverse volte. Sbattendo violentemente la mia schiava sul pavimento, le ha legato insieme anche le caviglie, poi si è tappata la bocca.

Mi ha afferrato la caviglia sinistra e l'ha attaccata al poster in basso a sinistra del mio letto. Ho pensato di prenderla a calci in faccia, ma con le mani legate avrebbe potuto essere una condanna a morte. Ho notato che non aveva fretta. Si prese il suo dolce momento assicurandosi che entrambe le gambe fossero completamente immobilizzate. Fu solo quando ebbe finito che improvvisamente mi venne in mente cosa stava progettando di fare.

Non sono la persona più brillante, lo ammetto. Se tutto quello che voleva era scappare, avrebbe potuto farlo. Non c'era niente che potesse fermarla, almeno non che potessi vedere. Invece, aveva in mente qualcosa di molto più nefasto. L'ho letto nei suoi occhi mentre rimetteva il rotolo di nastro adesivo sulla sua cintura multiuso ed estraeva una lama di qualche tipo.

"Come ti chiami, capitano della nave?"

Vedendola con quella lama in mano non mi importava se suonavo impaurito quando rispondevo. "Il mio... il mio nome è Rodney Jackson. Qual è il tuo?" Non riuscivo a staccare gli occhi dalla lama.

"Oh, sono stato chiamato con molti nomi nel corso degli anni. 'Catburglar', 'assassino', 'stupratore'. Il mio nome, se vuoi saperlo, è Cleopatra. Hai idea di quanto tempo è passato dall'ultima volta che ho visto un uomo nudo?" Ha iniziato a tagliarmi le mutande. "Dovrei avvertirla: questo sarà spiacevole. Non è ironico, signor Jackson? Come è successo, voglio dire? Tutta questa tecnologia, e ho guadagnato il vantaggio su di te e una dozzina di agenti di polizia... con del nastro adesivo e un vecchio coltello da tappeto. Ora, resta fermo mentre mi sfilo da questi scomodi stracci."

«La polizia è ancora su questa nave» dissi tra le labbra nervose. "Vuoi rischiare di essere svestito quando arrivano qui?"

Lei rise. "Sembro preoccupato per quegli imbecilli? Hai chiuso tu stesso la porta. Ci vorrà almeno mezz'ora prima che si rendano conto di dove sono, e un'altra mezz'ora per attraversare quella porta. Con qualsiasi complicazione imprevista, potremmo alzarci a due ore intere per conoscersi, signor Jackson. Ho intenzione di conoscerla molto bene."

"Non farlo. Per favore. Ho i soldi. Posso pagarti."

Rise di nuovo, questa volta più a lungo e più forte. "Se avessi voluto i tuoi soldi, signor Jackson, li avrei già rubati. Quando è stata l'ultima volta che ti hanno succhiato il cazzo?" Tirò via da sotto ciò che restava dei miei boxer e se lo gettò sopra la spalla.

"Ti darò qualsiasi cosa!" Io ho supplicato. "Per favore, non farlo!"

È salita sul letto tra le mie gambe e ha trasformato qualcosa di meraviglioso come la fellatio in un incubo. Odiavo la sensazione della parte del mio corpo più sensibile nella sua bocca viscida e disgustosa. Avevo sperato che lo facesse solo abbastanza a lungo da darmi un'erezione, ma ha continuato. A peggiorare le cose, ho sentito un liquido freddo sul mio spincter. "Oh cazzo!" Mi sono lamentato non appena ho capito cosa sarebbe successo. Ha spinto il dito nel mio buco del culo e ho urlato come una banshee.

"Calmati, signor Jackson. Vede? Non è poi così male." Non appena ho smesso di urlare, ha affondato il dito dentro e fuori con una forza dolorosa. Poi è tornata a succhiarmi il cazzo ma non si è tolta il dito. Dopo diversi minuti alla fine si fermò, ma solo per arrampicarsi sopra di me. Si è posizionata direttamente sulla carne del mio uomo e ha tenuto la figa aperta con entrambe le mani. Non ho potuto farne a meno. Ho iniziato a piangere. Non volevo in alcun modo essere dentro questa donna.

Ha spinto lentamente verso il basso fino a quando il mio membro è scomparso completamente dentro di lei. Una volta saldamente in quella posizione, mi afferrò per le spalle, piantò i piedi esattamente sul letto su entrambi i lati di me e iniziò ad arare il suo inguine contro il mio senza pietà. Questo è stato in realtà piuttosto doloroso. Inutile dire che ho urlato a squarciagola. Mi coprì la bocca e continuò.

"Hai intenzione di venire?" chiese mentre sentiva la pressione crescere. "Non sono ancora pronto per quello. Immagino che dovrò solo fermarlo." Pensavo che mi avrebbe lasciato riposare un momento. Invece, abbassò le ginocchia e mi morse la carne del petto, tenendosi stretta alla mia bocca per attutire le urla. Il morso si trasformò in mordicchiare, poi leccare, poi baciare dolcemente il punto in cui mi aveva morso. Odio ammetterlo, ma ha funzionato. Non avevo perso l'erezione, ma non stavo neanche per venire. Lei, d'altra parte, ha avuto un orgasmo molto potente che l'ha lasciata sdraiata sul mio petto gemendo e respirando pesantemente. Sfortunatamente, non aveva finito. Dopo una breve tregua mi ha afferrato le spalle, ha ripiantato i piedi e ha ricominciato a sbattere il suo inguine contro il mio. Potrei non essere mai in grado di spiegare quanto sia stato doloroso.

"Adesso mi verrai dentro!" urlò mentre picchiava furiosamente. Alla fine, dopo quella che sembrò un'eternità, ci fu un'esplosione che proveniva dalla direzione della porta della mia camera da letto.

"CONGELARE!" urlò il capitano mentre lui e molti altri ufficiali arrivavano di corsa puntando le pistole contro il fuggitivo. Sfortunatamente, la porta della camera da letto era abbastanza lontana perché lei avesse il tempo di scendere da me e correre verso il condotto che l'agente Hooker aveva lasciato aperto. Ci è scomparsa dentro in un lampo e se n'era andata. "È tornata nelle prese d'aria! Coprite le altre prese d'aria, vado a cercarla!"

«Tutte le prese d'aria coperte, signore», disse una voce alla radio del capitano. "Se passa di qui, lo abbiamo preso."

"È una 'lei', Cagney", rispose il capitano mentre cercava di arrampicarsi nella piccola apertura. "La nostra fuggitiva è una donna."

Non riuscivo a guardare il capitano che si infilava goffamente nel condotto di ventilazione. L'unica emozione che potevo provare in quel momento era l'umiliazione assoluta e completa. Un agente si è avvicinato casualmente e ha tagliato il nastro adesivo sulle mie gambe, quindi ha premuto un pulsante sulle manette. Finalmente ero libero. Ha poi tagliato via il nastro dai polsi e dalle caviglie di Angela. Si è appena tolta il nastro dalla bocca ed è venuta di corsa da me in lacrime. Il pezzo di nastro adesivo che le copriva la bocca le pendeva ancora dal viso. L'ho tolto e l'ho abbracciata come se fosse la mia unica amica nell'Universo. Sembrava così in quel momento.

"L'abbiamo presa!" abbiamo sentito dalla radio di questo particolare ufficiale. Sembrava la voce del capitano. "Sto arrestando il soggetto adesso. Chi è ancora con la vittima?" Odiavo quel suono. Adesso sarei stato conosciuto come 'la vittima'.

"Sono l'agente Greene qui, signore. Sempre con la vittima."

"Bene. Scopri cosa è successo a Hooker, Coltrane e Winslow."

non potevo più ascoltare. Stavano ancora chiacchierando di qualcosa, ma non mi importava più. Mi infilai sotto le coperte, avvicinai Angela e cercai disperatamente di dimenticare quello che era appena successo. Mentre facevo il cucchiaio con Angela, dovevo stare attento a non avvicinarmi troppo perché la base dell'inguine era dolorosamente tenera.

"Avremo bisogno che tu scenda alla stazione e presenti un rapporto", ho sentito dire dal capitano.

"Non credo", risposi.

"Signor Jackson, posso simpatizzare con quello che deve passare, ma abbiamo bisogno di tutte le prove che possiamo ottenere. Oggigiorno c'è più parità di condizioni. Anche gli uomini vengono stuprati".

Non aveva idea di quanti danni avesse appena fatto usando la parola "r". Non ero solo una vittima, ero una vittima di stupro. "Fuori discussione," risposi fermamente, cercando di mantenere una parvenza di dignità. "Hai tutte le prove di cui hai bisogno per rinchiuderla per il resto della sua vita naturale."

"Posso darti questa carta nel caso tu cambiassi idea?" Annuii e presi la carta.

"'L'ufficio del capitano Cragan.' Ti chiamo se succede". Si, come no. Ho pensato.

Suppongo che la mia prima mattinata sulla mia nave sarebbe potuta andare meglio, ma ero contenta che fosse finita. Mi sono lavato, ho riacceso Alfred e gli androidi hanno portato ad Angela e me cibo in abbondanza. Angela è rimasta con me, accarezzandomi dolcemente il corpo. Oltre ad andare in bagno, mi rifiutavo di alzarmi dal letto tutto il giorno.

Storie simili

Storia sexy di partner intimi-01

Questa è una storia del primo sesso con Roji, il suo primo partner intimo. Questa è la storia del mio amico Deepak Kumar. Deepak Kumar è un personaggio importante nella mia storia. Presenta una bella storia della sua vita sessuale in questa storia. La Storia come descritta dal mio carissimo amico Deepak Amici Sono Deepak, sono stato bravo negli studi fino all'età di diciotto anni. Ero uno studente brillante. Fino a quel momento non avevo amici speciali e mi occupavo solo di studio senza altre attività. Sono l'unico figlio dei miei genitori. I miei custodi erano anche servitori maschi. Sebbene mio...

2.2K I più visti

Likes 0

Fantasia di schieramento

Voglio raccontarvi tutto del mio schieramento in Turchia. Ero solo e non avevo voglia di fare come tutti gli altri ragazzi. Sai parlare con le ragazze dello stato sperando di poter organizzare qualcosa per quando tornerò. Ero in una stanza con 8 ragazzi in 4 letti a castello e volevo trovare qualcuno che fosse di stanza qui con la propria stanza. Forse anche una casa. Così sono andato al gruppo di vendita in giardino su Facebook e ho iniziato a cercare un amico nell'elenco dei membri. Chissà, forse conoscevo qualcuno qui. Bene, mi sono imbattuto in una ragazza di nome Lily...

2.1K I più visti

Likes 0

La mia prima volta con April

Ho conosciuto April quando avevo 16 anni. Eravamo insieme nella banda musicale del nostro liceo, aveva la mia stessa età, ma aveva già delle tette enormi. Giuro che dovevano essere almeno DD. Mi bastava solo pensare a loro per potermi masturbare, cosa che a quell'età facevo molto. Eravamo buoni amici, ma non sono mai riuscito a trovare il coraggio di chiederle di uscire. Se avessi le palle lo avrei fatto, non solo perché aveva il miglior portapacchi che abbia mai visto, e non perché il suo culo fosse altrettanto buono, ma davvero perché era l'unica ragazza che abbia mai incontrato che...

2.1K I più visti

Likes 0

SEI UNA DONNA MOLTO EMOZIONANTE LIZ

Indossava una mia camicia nera, tacchi alti e il suo profumo preferito. La maglietta era appoggiata sulle sue spalle e completamente aperta mostrando il suo corpo lussureggiante e i capezzoli eretti. Aveva le sue magnifiche gambe spalancate mentre si dava piacere con un vibratore su mia richiesta. Lo sguardo sul suo viso mostrava che si stava ovviamente divertendo mentre guardavo. Il giorno prima mi aveva telefonato chiedendomi se avevo dei lavori che poteva fare per aiutarmi a pagare alcune bollette. In passato aveva fatto richieste simili e io l'avevo pagata per stirare e pulire. Questa volta le ho detto che sarei...

2K I più visti

Likes 0

Il Club dei Pensionati (12)

Andie si alzò e ci abbracciammo l'un l'altro. «Andiamo a letto», sussurrai. La sua risposta fu un gemito sommesso ed entrambi ci voltammo per andarcene, con lei che afferrava la sua borsa. Quando siamo arrivati, le ho chiesto: Mi piacerebbe farti piacere, mia cara. L'ho spinta delicatamente di nuovo sul letto, poi ho iniziato a far scorrere le mani su e giù per le sue gambe. Prendendo la fibbia e la cerniera dei pantaloni, ho aperto loro e ha raggiunto per la vita dei suoi pantaloni. Non sapevo cosa aspettarmi, dal momento che ha detto che non aveva avuto nessun cambiamento...

2K I più visti

Likes 0

Guerra a Geminar parte 3

Mi dispiace che ci sia voluto così tanto tempo per far uscire questa parte della storia. Il mio laptop si è bloccato e ho dovuto farlo riparare. Spero che questo sia valsa la pena aspettare. Ho cercato di farlo uscire il prima possibile, quindi potrei aver perso alcuni errori, quindi mi scuso in anticipo. Mi sono svegliato con la testa che mi girava e mi risuonava nelle orecchie. Ho avuto la sensazione che qualcuno mi stesse osservando e poi è tornato di corsa verso di me come un'onda anomala. Sono stato attaccato dalla ragazza dai capelli rossi con il vestito di...

2K I più visti

Likes 0

La prima gangbang di mia moglie!

Per cominciare ti dirò che siamo una coppia sposata da 20 anni e viviamo questo stile di vita da 19 anni. Mi piace guardare mia moglie Roxanne stare con e scopare altri uomini mentre guardo o da sola e lei può raccontarmelo quando torna a casa. Questa notte Roxanne stava uscendo da sola con l'idea di trovare uno strano cazzo, e l'ha fatto! Si è vestita tutta con décolleté nere da 5 pollici con tacco alto, calze cubane alte nere e abbronzate e con la linea che corre lungo la schiena, un reggicalze di pizzo nero, mutandine perizoma in pizzo nero...

2.2K I più visti

Likes 0

Mandy adora cucinare

Mandy e io siamo sposati da circa ventiquattro anni. È una splendida bruna di 45 anni e mezzo che è 5'6 130 libbre e ha una figura perfetta 34C - 24 - 35. Dopo la nascita del nostro unico figlio, Mandy ha messo su circa 25 libbre, ma in tutto e per tutto posti, il suo culo fantastico e una linea di busto aumentata Considerando i nostri ventiquattro anni di matrimonio, la nostra attività sessuale si è stabilizzata in una volta alla settimana o giù di lì e il più delle volte consiste nella richiesta di Mandy, faccio sesso orale prima...

1.9K I più visti

Likes 0

Ranchland - (Il vero) Capitolo 3

Mi scuso per aver postato male il primo capitolo 3. Dovrò smettere di farlo nelle prime ore del mattino. Per rimediare a quella cazzata, sto lavorando a un quarto capitolo, che posterò appena possibile. ___________________________________________________________________________________ Ranchland - (Il vero) Capitolo 3 Era tardo pomeriggio quando Ben e Amy tornarono alla casa di Ranchland. Amy aveva applicato più della crema anti-prurito che aveva dato un po' di sollievo a Ben, e combinata con molti bagni freddi per ridurre il calore nella sua pelle ustionata, la sua scottatura solare si era trasformata nella pelle secca e desquamata della guarigione. Amy ridacchiò mentre guardava...

2K I più visti

Likes 0

Piccola cosa rotta

Piccola cosa rotta DarksX per sexstories.com Potrei chiedere alla mamma di lasciarmi venire a vivere con te dopo che si sono sposati, sai, ha detto Ava sedendosi di traverso sul divano enorme che avevo davanti alla TV. La giovane ragazza si è svegliata tardi, ha mangiato una ciotola di cereali per colazione, poi è venuta in soggiorno a farmi compagnia mentre controllava i compiti del fine settimana sul tablet. Mi sono seduto sulla comoda poltrona reclinabile sul lato destro della grande sala TV, perpendicolare a dove sedeva lei, e ho guardato una gara di Formula 1. La mia settimana era stata...

2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.