La storia secondaria del Patto del Diavolo: il sexting

581Report
La storia secondaria del Patto del Diavolo: il sexting

Il patto del diavolo
di mypenname3000
Diritto d'autore 2013

La storia secondaria del patto del diavolo: il sexting

Nota: questo avviene durante il capitolo 13 mentre Mary manda messaggi ad Alice a letto, raccontato dal punto di vista di Alice. Serve anche come prologo per il capitolo 14.

Bip! Bip! Bip!

"Prendi la sveglia, budino", mormorò mio marito Dean, assonnato.

Bip! Bip! Bip!

Cercavo di ignorarlo, volevo dormire ancora un po'. Dean si spostò, poi si allungò verso di me e fece scattare la sveglia. Mi baciò sulla guancia, il suo pizzetto mi graffiava il collo. Sembrava ridicolo con quella dannata cosa. Il suo viso era troppo stretto, i suoi capelli di una tonalità troppo chiara di castano, perché il suo pizzetto sembrasse normale.

“Buongiorno, Alice,” sussurrò Dean.

Sospirai, aprendo gli occhi. «Giorno» mormorai.

Avevo la vescica piena e sono andata in bagno. Dean doveva uscire per andare al lavoro prima di me, quindi se non l'avessi usato adesso, avrei dovuto aspettare finché non avesse finito di farsi la doccia. Anche dopo sei mesi di matrimonio, non mi sentivo ancora a mio agio nel condividere il bagno con mio marito. Ero nudo mentre andavo in bagno, una bella ragazza come avevo sempre pensato, ma Dean non poteva prendersi la briga di provare almeno a guardarmi.

Sesto mese di matrimonio e il fuoco era già spento.

Diavolo, era già sparito da mesi. Due mesi fa ho avuto una relazione con il mio istruttore di yoga, Esteban. Pensavo che Esteban fosse perfetto. Mi prestava attenzione, cosa di cui mio marito non poteva preoccuparsi, non da quando ha ottenuto la promozione a gennaio. Stavo per lasciare mio marito quando ho scoperto che Esteban stava trascorrendo lo stesso tempo di qualità con altre due puttane a cui insegnava yoga.

Quindi, non sapendo cosa fare, rimasi con Dean. Era un bravo ragazzo. Ci siamo divertiti molto quando uscivamo insieme, guadagnava bene. Sarebbe perfetto se potessi convincere mio marito a prestarmi più attenzione. E non solo sesso, anche se sarebbe carino più di una volta alla settimana, ma parlami, fatti i complimenti, confidami. Forse quando mi vedrà impennarmi nuda davanti a lui potrebbe semplicemente gettarmi sul letto e violentarmi.

Ma poi ieri mi sono riavvicinato a Mary Sullivan. Ho sempre avuto una fiamma segreta per Mary, fin da quando aveva quattordici anni, quando la vidi nuda. Era appena uscita dalla doccia, nuda, pensando di poter correre attraverso il corridoio verso la sua camera da letto. Era magra come una puledra, con un seno carino appena sbocciato e una sottile peluria rossa che le copriva la figa. Si bloccò come una cara alla luce dei fari e arrossì così graziosamente mentre la guardavo. Non ero mai stato attratto da una ragazza prima, ma l'innocenza di Mary riempì le mie fantasie per settimane.

Quando andavo al college, ho avuto a che fare con alcune ragazze, tutte con i capelli rossi, prima di incontrare Dean durante l'ultimo anno. Mi è piaciuto il divertimento che ho avuto con le ragazze, ma mi sono piaciuti di più gli uomini. O almeno finché non mi sono ritrovata a gocciolare come una cagna in calore quando Mary è entrata nel mio ufficio. Ho flirtato con lei e, con mio grande stupore, lei ha risposto. A quanto pare, il suo nuovo fidanzato, Mark, ha aperto gli occhi su tutto il divertimento che poteva avere a letto e ha accettato con entusiasmo la mia offerta di andare in un vicino motel segreto in cui scopavo Esteban.

Per tre ore abbiamo fatto l'amore dolcemente e da allora non sono riuscito a smettere di pensare a lei. Il corpo snello e puzzolente di Mary era maturato in una bellissima giovane donna dalle curve piacevoli. I suoi seni erano una manciata paffuta, il suo culo ben rotondo e i suoi fianchi piuttosto formosi. Oh, e la sua lingua era dinamite sulla mia figa. La ragazza conosceva bene la fica di una donna.

Ho finito di fare pipì e quando mi sono asciugata ho tremato di piacere. Ero bagnato ed eccitato pensando a Mary. Dio, dovevo vederla oggi. Come al solito avevo con me il mio I-Phone. Di solito, quando ero in bagno, navigavo su Internet. Dean diceva sempre che ero come un uomo, che portavo una rivista da leggere in bagno.

Prima di arrossire, mi sono messa in posa davanti allo specchio e ho scattato una foto, catturando una mia bella foto in topless. Tirando lo sciacquone, uscii dal bagno. Dean mi passò accanto senza nemmeno degnare il mio seno o il mio sedere. Oh beh, se Dean non avesse voluto apprezzare la mia bellezza, Mary lo avrebbe fatto. Sono tornato sotto le coperte e ho fatto scivolare una mano nella mia figa bagnata, dando un colpetto al mio clitoride come mi veniva scritto con una mano sola.

“Ehi Mary, non riesco a smettere di pensare a ieri. vuoi vederci oggi? 13:00, stesso posto?" Ho allegato la foto che ho appena scattato e ho inviato il messaggio.

Dio, speravo che dicesse di sì. Ci fu un sibilo quando Dean iniziò a fare la doccia. Sarebbe rimasto da loro per un po'. Faceva lunghe docce, per aiutarsi a svegliarsi, affermò, e poi doveva radersi le guance e pettinarsi i capelli. Trascorreva in bagno quasi lo stesso tempo di una donna. Ho fatto scivolare delicatamente un dito nella mia fica succosa. Ho avuto tutto il tempo per farmi una bella jill prima che uscisse dalla doccia.

Il mio telefono squillò, Mary aveva mandato una risposta. "Non vedo l'ora di succhiare quelle tette!" A quel testo ne seguì un secondo. “Mark vuole comprare tutte le case dell'isolato. Ne parliamo dopo il divertimento! *-)”

Sbattei le palpebre, rallentando la velocità e infilai il dito nella mia fica bagnata. La sua fidanzata voleva comprare tutte le case del quartiere. Cominciavo a chiedermi se la fidanzata di Mary non le stesse mentendo. Sembrava che fingesse di avere molti soldi e di sognare in grande. E anche se lo avesse fatto, sarebbe stato difficile convincere la gente a vendere le proprie case se non volevano.

"Venderò l'intero quartiere", ho risposto con un messaggio.

Ho chiuso gli occhi e ho aggiunto un secondo dito. Ero caldo e appiccicoso e mi sentivo così bene. Presi il ritmo, sospirando forte a denti stretti. Il mio telefono ha squillato e ho aperto velocemente gli occhi. "non contare il segno fuori." C'era una foto allegata.

Era Mary, nuda. Era sdraiata sul letto, con i capelli ramati arruffati, i seni lentigginosi vivaci e i capezzoli scuri e duri. Oh, Dio, era così bella. Ho infilato un terzo dito nella mia fica e ho iniziato a scoparmeli freneticamente dentro e fuori. Ho immaginato di leccare quei capezzoli duri, di baciare le sue labbra rosse. Potevo quasi sentire le dita di Mary scivolare dentro di me, il suo pollice che mi massaggiava il clitoride, delicatamente, in piccoli cerchi.

"Oh, Maria!" Gemetti piano: “Sì, toccami! Sono così vicino, oh sì, sì!” Il mio orgasmo si è schiantato attraverso il mio corpo, la mia schiena si è inarcata contro il letto e mi sono morsa il labbro per trattenermi dal gridare ad alta voce la mia passione. Ho tirato fuori le mie dita appiccicose dalla figa. Ho chiuso gli occhi e ho leccato via il mio sapore dolce e piccante fingendo che fossero i succhi di Mary.

Ho preso il telefono, ho allargato le gambe e ho scattato una foto della mia fica succosa. "Sono appena venuto a guardare la tua foto." Ho allegato la foto e l'ho inviata.

"Più tardi ti farò venire di nuovo :-p", ha risposto Mary, insieme a una foto della sua figa, con la vulva lisciata e macchiata di sperma lattiginoso.

"quelli segni sono cum?" Ho risposto al messaggio.

"Sì *-)! abbiamo fatto una bella scopata!"

La gelosia mi ha pugnalato il cuore. "Per fortuna, è da un po' che non mi faccio un pompino :-(" ho risposto con un messaggio. Ma perché ero geloso? Era perché lei veniva scopata e io no, o perché non ero io a scoparla? Mi stavo innamorando di lei?

Mary ha inviato un'altra scelta. "Vorrei che fossi tu." C'era una ragazza dai capelli neri con le trecce, riflessi blu e viola che le striavano i capelli, mangiando la fica di Mary.

"chi è quello?" La mia figa formicolava per l'eccitazione e il mio stomaco si ribellava per la gelosia. Cavolo, credo che mi sto innamorando di quest'angelo dai capelli rossi.

"Solo una troia che condivido /w mark *-)."

La doccia si fermò. Ho avuto tempo per un altro orgasmo. La mia figa era tutta succosa ed eccitata. La mia gelosia e la mia eccitazione si mescolavano in questa forza irresistibile. Il mio dito scivolò lentamente sulla mia fica, incapace di resistere. C'era qualcosa di così sbagliato nel pensare a Mary con un'altra persona, un'altra donna. Strisciando sempre più vicino al mio buco affamato. Ho stretto insieme le cosce. Il formicolio era così bello. Le mie dita hanno trovato il mio clitoride e ho iniziato a massaggiarlo in piccoli cerchi.

Il mio telefono ha squillato. Un altro messaggio di Maria. "Andare 2 ti farà venire così forte oggi."

Mi sono masturbato il clitoride più velocemente mentre Mary mi mandava messaggi disgustosi dopo messaggi disgustosi: "non vedo l'ora di leccarti la fica", "mi godrò la tua lingua sul clitoride", "ti infilerò il mio capezzolo nella figa" e "sono appena arrivato" sulla bocca delle troie, non vedo l'ora di inondarti la bocca / con il mio sperma. Mary era una ragazza così cattiva, i suoi messaggi alimentavano la mia lussuria e la mia gelosia. Ero così vicino che il mio pollice girava forte sul mio clitoride.

"Maria!" Ho gridato mentre arrivavo: “Oh, vaffanculo, Mary! Non quella troia! Fanculo a me!"

"Stai bene, budino?" gridò Dean dal bagno.

“Sì, mi sono appena scontrato con l’alluce”, ho urlato di rimando, respirando affannosamente, e ho mandato un messaggio a Mary, “sono appena tornato, non vedo l’ora che arrivi dopo. ti farà venire più forte di una troia! buon lavoro."

Mary ha inviato un'ultima foto, in posa davanti allo specchio del bagno. Un braccio alzato dietro i capelli, il suo seno vivace proteso in avanti, uno sguardo allettante della curva del suo culo e solo l'accenno della sua figa stretta che spunta sotto il suo cuore ardente. "Solo qualcosa per farti stare bene, tesoro", accompagnava la foto.

Mentre mio marito lasciava la camera da letto, ho inviato un ultimo messaggio. "Mangerò la tua fica e berrò il tuo miele."

"A chi stai mandando il messaggio?" chiese, indossando i suoi pantaloni grigi.

"Oh, solo Mary", dissi. "Era una delle mie damigelle d'onore."

"La rossa?" chiese. C'era un intoppo nella sua voce. Era quella la lussuria! La rabbia mi ha colto il cuore. Mio marito desiderava il mio amante? Quel bastardo!

Pensavo di arrabbiarmi con lui, ma non ne valeva la pena. Diavolo, come potevo arrabbiarmi quando ero io a tradirlo. "Sì", risposi, cercando di sembrare normale

Mi sono alzata e ho sfilata nuda davanti a mio marito, con le cosce appiccicose dei miei succhi, e ancora niente. È stata una fortuna avere Mary, perché una ragazza ha bisogno di apprezzare la sua bellezza. Mary aveva ragione, se Dean non avesse voluto approfittarsi della sua calda ed arrapata moglie, sarebbe stato per lui un danno. Diavolo, non sono sicuro di volere più la sua attenzione. Non quando ho Mary. Sono scivolata sotto la doccia e ho iniziato a lavarmi con il mio bagnoschiuma al gusto di albicocca, ricordando la doccia che io e Mary abbiamo fatto ieri.

Ho fatto finta che fosse Mary a lavarmi il corpo, a insaponarmi i seni, a strizzarli delicatamente e a strofinare dolcemente la luffa sui miei capezzoli sensibili. Poi avrebbe lavato il mio ventre piatto, le mie gambe aggraziate, scivolando lungo l'interno della coscia, sempre più vicino, sempre più vicino alla mia figa dolorante. La luffa era eccitante e ruvida sul mio clitoride, scavando nel solco delle mie labbra. Strofinava la spugna avanti e indietro sulla mia vulva, andando sempre più velocemente, aggiungendo sempre più pressione, finché non urlavo il mio orgasmo.

Ho dovuto prendere l'asta della doccia perché ho quasi perso l'equilibrio quando sono arrivato sulla mia luffa. Ho riso stordito, pieno del mio orgasmo e dell'adrenalina che mi ha inondato il sangue dalla mia quasi catastrofe, ho finito tremante la mia doccia. Ho passato dieci minuti cercando di trovare l'outfit perfetto, qualcosa di appropriato per il lavoro, ma comunque davvero sexy.

Ho optato per la gonna a tubino più corta che avevo, un profondo blu reale con fili dorati intrecciati. Ho trovato una mezza maglietta blu corta che lasciava in bella vista gran parte del mio décolleté e lasciava la pancia nuda, poi ho indossato sopra un blazer blu scuro. Con il blazer addosso non si vedeva che avevo l'ombelico scoperto. Per essere ancora più cattiva, non indossavo né reggiseno né mutandine. Ho optato per un paio di calze autoreggenti marrone scuro, alte fino alla coscia, che arrivavano appena all'orlo della gonna.

Mi sono guardata allo specchio del bagno dopo essermi pettinata e truccata. Non avevo il blazer addosso. Sembravo una modella, una modella troia e pazza di sesso. Mary stava per incresparsi le mutandine quando mi ha visto. E poi potrei leccarla per pulirla!

Storie simili

Storia sexy di partner intimi-01

Questa è una storia del primo sesso con Roji, il suo primo partner intimo. Questa è la storia del mio amico Deepak Kumar. Deepak Kumar è un personaggio importante nella mia storia. Presenta una bella storia della sua vita sessuale in questa storia. La Storia come descritta dal mio carissimo amico Deepak Amici Sono Deepak, sono stato bravo negli studi fino all'età di diciotto anni. Ero uno studente brillante. Fino a quel momento non avevo amici speciali e mi occupavo solo di studio senza altre attività. Sono l'unico figlio dei miei genitori. I miei custodi erano anche servitori maschi. Sebbene mio...

2.2K I più visti

Likes 0

Fantasia di schieramento

Voglio raccontarvi tutto del mio schieramento in Turchia. Ero solo e non avevo voglia di fare come tutti gli altri ragazzi. Sai parlare con le ragazze dello stato sperando di poter organizzare qualcosa per quando tornerò. Ero in una stanza con 8 ragazzi in 4 letti a castello e volevo trovare qualcuno che fosse di stanza qui con la propria stanza. Forse anche una casa. Così sono andato al gruppo di vendita in giardino su Facebook e ho iniziato a cercare un amico nell'elenco dei membri. Chissà, forse conoscevo qualcuno qui. Bene, mi sono imbattuto in una ragazza di nome Lily...

2.1K I più visti

Likes 0

La mia prima volta con April

Ho conosciuto April quando avevo 16 anni. Eravamo insieme nella banda musicale del nostro liceo, aveva la mia stessa età, ma aveva già delle tette enormi. Giuro che dovevano essere almeno DD. Mi bastava solo pensare a loro per potermi masturbare, cosa che a quell'età facevo molto. Eravamo buoni amici, ma non sono mai riuscito a trovare il coraggio di chiederle di uscire. Se avessi le palle lo avrei fatto, non solo perché aveva il miglior portapacchi che abbia mai visto, e non perché il suo culo fosse altrettanto buono, ma davvero perché era l'unica ragazza che abbia mai incontrato che...

2.1K I più visti

Likes 0

SEI UNA DONNA MOLTO EMOZIONANTE LIZ

Indossava una mia camicia nera, tacchi alti e il suo profumo preferito. La maglietta era appoggiata sulle sue spalle e completamente aperta mostrando il suo corpo lussureggiante e i capezzoli eretti. Aveva le sue magnifiche gambe spalancate mentre si dava piacere con un vibratore su mia richiesta. Lo sguardo sul suo viso mostrava che si stava ovviamente divertendo mentre guardavo. Il giorno prima mi aveva telefonato chiedendomi se avevo dei lavori che poteva fare per aiutarmi a pagare alcune bollette. In passato aveva fatto richieste simili e io l'avevo pagata per stirare e pulire. Questa volta le ho detto che sarei...

2K I più visti

Likes 0

Il Club dei Pensionati (12)

Andie si alzò e ci abbracciammo l'un l'altro. «Andiamo a letto», sussurrai. La sua risposta fu un gemito sommesso ed entrambi ci voltammo per andarcene, con lei che afferrava la sua borsa. Quando siamo arrivati, le ho chiesto: Mi piacerebbe farti piacere, mia cara. L'ho spinta delicatamente di nuovo sul letto, poi ho iniziato a far scorrere le mani su e giù per le sue gambe. Prendendo la fibbia e la cerniera dei pantaloni, ho aperto loro e ha raggiunto per la vita dei suoi pantaloni. Non sapevo cosa aspettarmi, dal momento che ha detto che non aveva avuto nessun cambiamento...

2K I più visti

Likes 0

Guerra a Geminar parte 3

Mi dispiace che ci sia voluto così tanto tempo per far uscire questa parte della storia. Il mio laptop si è bloccato e ho dovuto farlo riparare. Spero che questo sia valsa la pena aspettare. Ho cercato di farlo uscire il prima possibile, quindi potrei aver perso alcuni errori, quindi mi scuso in anticipo. Mi sono svegliato con la testa che mi girava e mi risuonava nelle orecchie. Ho avuto la sensazione che qualcuno mi stesse osservando e poi è tornato di corsa verso di me come un'onda anomala. Sono stato attaccato dalla ragazza dai capelli rossi con il vestito di...

2K I più visti

Likes 0

La prima gangbang di mia moglie!

Per cominciare ti dirò che siamo una coppia sposata da 20 anni e viviamo questo stile di vita da 19 anni. Mi piace guardare mia moglie Roxanne stare con e scopare altri uomini mentre guardo o da sola e lei può raccontarmelo quando torna a casa. Questa notte Roxanne stava uscendo da sola con l'idea di trovare uno strano cazzo, e l'ha fatto! Si è vestita tutta con décolleté nere da 5 pollici con tacco alto, calze cubane alte nere e abbronzate e con la linea che corre lungo la schiena, un reggicalze di pizzo nero, mutandine perizoma in pizzo nero...

2.2K I più visti

Likes 0

Mandy adora cucinare

Mandy e io siamo sposati da circa ventiquattro anni. È una splendida bruna di 45 anni e mezzo che è 5'6 130 libbre e ha una figura perfetta 34C - 24 - 35. Dopo la nascita del nostro unico figlio, Mandy ha messo su circa 25 libbre, ma in tutto e per tutto posti, il suo culo fantastico e una linea di busto aumentata Considerando i nostri ventiquattro anni di matrimonio, la nostra attività sessuale si è stabilizzata in una volta alla settimana o giù di lì e il più delle volte consiste nella richiesta di Mandy, faccio sesso orale prima...

1.9K I più visti

Likes 0

Ranchland - (Il vero) Capitolo 3

Mi scuso per aver postato male il primo capitolo 3. Dovrò smettere di farlo nelle prime ore del mattino. Per rimediare a quella cazzata, sto lavorando a un quarto capitolo, che posterò appena possibile. ___________________________________________________________________________________ Ranchland - (Il vero) Capitolo 3 Era tardo pomeriggio quando Ben e Amy tornarono alla casa di Ranchland. Amy aveva applicato più della crema anti-prurito che aveva dato un po' di sollievo a Ben, e combinata con molti bagni freddi per ridurre il calore nella sua pelle ustionata, la sua scottatura solare si era trasformata nella pelle secca e desquamata della guarigione. Amy ridacchiò mentre guardava...

2K I più visti

Likes 0

Camminatore di strada

Storia di Fbailey numero 213 Camminatore di strada Mia moglie ed io ci divertiamo un po' a giocare nel nostro matrimonio. I miei due giochi preferiti sono La piccola scolaretta cattolica e Streetwalker. Adoro quando la mia bellissima moglie indossa un vestito da scolaretta cattolica che ha ricevuto in una svendita la scorsa estate. Di solito sono il Capo Mater e devo punirla per qualcosa. Anche lei ci entra davvero. Fa sicuramente del buon sesso dopo. Ora lo Streetwalker permette alla mia moglie alta e snella di acquistare cose che non indosserebbe mai normalmente. A una svendita di un metro ha...

1.9K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.