Il mio regalo per il controllo mentale

498Report
Il mio regalo per il controllo mentale

Ho il dono del controllo mentale. Almeno, penso che sia un regalo. Inizialmente pensavo fosse una maledizione. Il controllo mentale è molto limitato nell'obiettivo e nella durata, ma ha alcuni effetti a lungo termine. Inoltre, non ho davvero il controllo. In realtà, nessuno ha il controllo. Quindi è davvero controllo mentale? Confuso? Cercherò di spiegare.

Mi chiamo Charles, ma quasi tutti mi chiamano Chuckie, come un personaggio dei cartoni animati dei Rugrats. Odio quello spettacolo. Da bambino per me era tutto normale. I miei genitori sono entrambi ricercatori capofila che lavorano insieme in un centro medico sponsorizzato dall'università. È molto redditizio, quindi siamo benestanti.

Mia sorella ha tre anni più di me ed entrambe conduciamo un'esistenza piuttosto agiata. Il suo nome è Abigail. Le cose hanno iniziato a cambiare quando sono entrato nella pubertà. A poco a poco mi resi conto di un odore sottile ma distinto emesso dalle donne e dalle ragazze più grandi. Ho aspettato che qualcuno menzionasse l'odore ma nessuno lo ha fatto. All'inizio pensavo che fosse il sangue mestruale quello che sentivo, ma questo non era correlato a nulla di quello che sapevo. A causa del background dei miei genitori, ero consapevole del sesso e della riproduzione. Il corso di salute era una vecchia notizia per me.

Sapevo quando mia sorella aveva iniziato ad avere il ciclo perché l'avevo sentita menzionarlo a mia madre. Ho iniziato a osservare Abigail nella speranza di risolvere il mistero. L'odore è durato tre giorni accumulandosi e svanendo intorno alla metà del ciclo. Questo può essere ovvio, ma mi ci è voluto un po' per capire che mia sorella stava inviando segnali olfattivi annunciando al mondo che stava ovulando. Proprio come una cagna in calore! Non potevo crederci. Ho cercato sul computer i siti di ricerca medica per rilevare segnali olfattivi nelle femmine umane. Sono in corso molte ricerche sui feromoni, ma nessuna è stata accettata scientificamente. Questo di per sé sarebbe stato interessante ma poi sono stato distratto da qualcos'altro.

Ho iniziato ad arraparmi. Non solo un maschio giovane e sano, arrapato e pubescente. Molto più eccitante di così. Le mie erezioni semplicemente non diminuivano quando ero intorno a quel profumo. A casa andava tutto bene. Potrei semplicemente ritirarmi nella mia stanza. Ma a scuola? Impossibile! Non passava giorno senza che un gruppo di studentesse o insegnanti non ovulasse. L'educazione fisica era scomoda, soprattutto durante le attività miste. Ho un'erezione di media grandezza ma presto è diventato evidente a tutti la causa del mio disagio. I ragazzi mi prendevano in giro e la maggior parte delle ragazze si limitava a ridacchiare. La masturbazione era un sollievo temporaneo ma cavolo, come potevo farlo a scuola? Ho iniziato ad isolarmi il più possibile. Ho pensato di andare dai miei genitori ma ero troppo imbarazzato.

Una sera ero a casa con mamma e Abigail. Entrambi erano in calore. L'odore era davvero forte poiché, a quanto pare, i cicli di entrambi coincidevano. Stavo andando di sopra quando ho iniziato a percepire un altro odore. Era denso e muschiato. Veniva da me! Oh no! Ho pensato. Adesso comincerò a puzzare come un vecchio. Mi si è formato un nodo in gola e ho pensato che avrei iniziato a piangere. Continuai di sopra e incontrai Abigail nel corridoio. So che mi ha annusato perché mi ha lanciato uno sguardo davvero strano. La ignorai, andai nella mia stanza e chiusi la porta. Mi sono lasciato cadere sul letto. E poi, ho pensato.

La porta si aprì ed Abigail entrò. Il fatto che non bussasse né chiedesse di entrare mi fece incazzare. Diavolo, ero già incazzato.

"Non entrare", ho gridato. "Uscire!"

Abigail mi ha ignorato. "Io-io voglio solo..." Sembrava confusa e continuò verso di me. Quando Abigail fu a circa un metro di distanza qualcosa fece massa critica ed esplose nelle nostre menti. Sapevamo entrambi cosa dovevamo fare.

Onestamente non posso dire che la nostra scopata sia stata qualcosa di più del più basilare degli accoppiamenti tra animali. Certamente niente romanticismo, passione o tecnica. Il mio unico desiderio era entrare in Abigail e fecondare il suo uovo. Non sapevo se Abigail l'avesse fatta venire e francamente non mi importava. Siamo tornati in sé più o meno nello stesso momento. Abigail balzò in piedi, afferrò i suoi vestiti e corse fuori dalla stanza. Ho sentito sbattere la porta del bagno e iniziare la doccia.

Devo aver sonnecchiato un po' perché quando mi sono svegliato ho sentito "... è nella sua stanza che piange e non dice una parola. Tu...?"

Ho guardato mia madre e ho visto i suoi occhi velarsi. Ho urlato di rabbia e ho allungato la mano per spingerla via. Invece mi ritrovai a trascinare mia madre sul letto con me. Lungi dal resistere, la mamma mi ha effettivamente aiutato. Nel giro di pochi minuti ho depositato una dose di sperma nel grembo di mia madre.

Invece di saltare in piedi e lasciare la mamma vestita lentamente, come se fosse sotto shock per quello che era successo. Poi cominciò a camminare su e giù per la stanza, ovviamente cercando di ragionare nella sua mente. Continuavo a sdraiarmi sul letto, rassegnato alla mia rovina.

Alla fine ho detto: "Mi dispiace, mamma".

"Scusa? Sono io che mi dispiace. Non riesco proprio a capire cosa sia successo." Iniziò a torcersi le mani. "Devo avere un esaurimento nervoso."

"Non è stata colpa tua, mamma."

"Non essere ridicolo. Qui sono io l'adulto. O almeno dovrei esserlo."

"Per favore! Lasciami spiegare." Una volta che ho saputo che mia madre non mi avrebbe ucciso all'istante, ho dovuto togliermelo dal petto.

Lo sguardo perplesso di mia madre si è trasformato in interesse subito dopo aver iniziato la mia storia. Diamine! In realtà ha sorriso un paio di volte. Circa a metà del mio racconto ha preso carta, penna e un registratore vocale e mi ha fatto ricominciare da capo. Ovviamente avevo stuzzicato la sua curiosità scientifica. La mamma ha iniziato a farmi domande e a scarabocchiare appunti all'impazzata. Quando papà è tornato a casa ho dovuto ricominciare la storia una terza volta. Non mi importava. In realtà stavo ottenendo un ascolto comprensivo. Non posso dire che mio padre fosse felice quando seppe dell'incesto, ma anche lui si emozionò quando si rese conto delle possibilità scientifiche e di ricerca.

Alla fine la mamma si ricordò di assicurare ad Abigail che non era pazza e di darle una versione ridotta della mia storia. Quella sera andai a letto sapendo che la mia vita era cambiata ma almeno non era finita.

Abigail e io restammo a casa da scuola quel giorno. Mio padre è andato in ufficio e ha riportato un kit per prelevarmi vari campioni; sangue, urina, sudore, capelli, saliva, qualsiasi cosa a cui potessero pensare. La mamma ha prelevato campioni da se stessa e da Abigail per un test di gravidanza sensibile.

Il giorno successivo era sabato. Ci siamo seduti tutti per una conferenza di famiglia. Papà ha annunciato che i test di gravidanza erano risultati positivi. Abigail e la mamma non hanno reagito affatto. Avevano già superato la loro angoscia. Penso che entrambi sapessero istintivamente che la fecondazione era avvenuta subito dopo il rapporto. Papà mi ha suggerito la pillola del giorno dopo. Fu allora che accadde qualcos'altro. Abigail ha iniziato ad avere un attacco di panico e la mamma ha iniziato ad avere le vertigini. Papà e io siamo saltati giù dalle nostre sedie per aiutare, ma sia la mamma che Abigail sembravano già riprendersi.

"Penso", ha detto la mamma, "che questi bambini abbiano annunciato che vogliono nascere".
Abigail annuì in segno di consenso.

"Bene, non ne discuteremo più", ha detto papà. "Va bene?"

Questa volta abbiamo tutti annuito.

Mamma e papà hanno trascorso il resto della giornata in privato discutendo teorie su quanto accaduto e, credo, discutendo del mio futuro.

"Ti ritiriamo da scuola", annunciò la mamma.

Oh! Si stavano muovendo velocemente. Era solo domenica mattina. Papà e Abigail se ne erano andati in modo che io e la mamma potessimo parlare in privato.

"Sei una bomba a orologeria ambulante", ha aggiunto la mamma. Ho annuito. Ero felice che l'incidente dell'altra notte non fosse avvenuto in pubblico. Quel pensiero mi fece rabbrividire.

"E la mia educazione?"

"Avrai un insegnante privato. Un insegnante maschio, credo. Inoltre, resterò a casa con te per un po'."

"Cosa mi dici del tuo lavoro?"

"Oh, continuerà. Ci hai consegnato un progetto per il quale qualsiasi ricercatore venderebbe la propria anima. Tuo padre continuerà con la sua ricerca per fornirci un reddito e strutture per il nostro progetto personale. Tu ed io siamo lavoreremo insieme per scoprire cosa è successo."

"Cos'è successo?"

"Non lo sappiamo ancora. Forse non lo sapremo mai. Tuo padre e io abbiamo discusso ieri di molte possibilità."

"Qual è la tua ipotesi migliore?"

"Bene, torniamo ai primi uomini, non molto tempo dopo che si divise dalla linea delle scimmie. Probabilmente aveva la capacità di annusare l'odore delle femmine fertili, proprio come puoi fare tu. Nel corso dei millenni, alla fine perse quella capacità. Ciò non era necessariamente una cosa negativa. Quando l'uomo sviluppò l'agricoltura, si formarono i nuclei familiari e con essi il concetto di proprietà. Se un uomo poteva essere ragionevolmente sicuro che il figlio della sua femmina fosse il risultato del suo stesso seme, poteva trasferire la proprietà al suo erede senza preoccuparsi se il bambino fosse il prodotto di un rivale o addirittura di un estraneo che percepiva il profumo della sua donna quando lui non era nei paraggi.Da questi semplici inizi si svilupparono le civiltà.

“In qualche modo, questo gene dormiente da tempo è stato attivato nel tuo DNA, permettendoti di sentire l’odore di una femmina che ovula. Questo a sua volta attivava un altro gene che ti permetteva di emettere il tuo profumo, attirando la femmina che ovulava." Scossi la testa, non incredula, ma stupita.

"E l'altra cosa, quando tu e Abigail vi siete ammalate?"

La mamma sorrise. "Posso parlare solo per me in questo momento. Quando sono entrato nella tua stanza e mi sono avvicinato a te, i processi di ragionamento nel mio cervello sono andati in cortocircuito, per così dire, e tutto il resto è diventato istinto. Il mio ragionamento non è tornato fino a quando non è stata effettuata l'inseminazione. La mia impressione è che l'episodio si sia impresso in una parte più primitiva e non razionale del mio cervello. Quella parte del mio cervello equipara la sopravvivenza del bambino che cresce dentro di me con la sua stessa sopravvivenza. Ogni altra possibile spiegazione confina con il soprannaturale che gli scienziati respingono a priori poiché è qualcosa che non può essere riprodotto in condizioni di laboratorio. Eccoti qui. Tu sei il Santo Graal camminante e parlante della ricerca sui feromoni. Nessuna donna in età fertile può resisterti.

Sorrisi al pensiero. "Immagino che ci debba essere qualche lato negativo."

"Oh certo." La mamma era sobria adesso. "A causa della natura incontrollabile del fenomeno, posso vederti in prigione per violenza sessuale, morto o gravemente ferito da un marito indignato, affetto da una malattia a trasmissione sessuale o semplicemente rapito e usato come cavia per interessi governativi o aziendali. Sono sicuro di poter pensare ad altre possibilità, ma nessuna buona."

Merda! Ho pensato. Avevo di nuovo paura.

"Cosa succederà quando sarò adulto?"

"Bene, puoi diventare un eremita, unirti a un monastero o continuare a lavorare con noi per isolare il gene e comprendere il fenomeno."

"Le prime due scelte non mi sembrano adatte," dissi. "Quanto tempo ci vorrà per isolare il gene?"

"Non si può dire. Di solito confrontiamo il tuo DNA con altri nella stessa condizione. Dato che sei l'unica persona al mondo con questa condizione di cui siamo a conoscenza, non c'è nessuno con cui confrontarti."

"Non puoi clonarmi, vero?"

"Beh, tecnicamente possiamo, ma tutto ciò che otterremmo è una copia del DNA che già abbiamo."

"Allora come?"

"Dovremo esaminare il DNA dei vostri figli."

"Due campioni saranno sufficienti?" Ho cominciato a sperare.

"No. Ce ne serviranno centinaia. Forse migliaia."

"Che cosa?" Ero sbalordito. Questo era impossibile. "Come faremo ad avere mille figli? Ci siete solo tu e Abigail."

"No, ci sono mille potenziali madri solo in questa città."

"Ci sono? Come facciamo a convincerli a fare volontariato?"

Potevo dire che mia madre era infastidita dalla mia incapacità di comprendere. Lentamente e con precisione disse: "Non chiediamo volontari. Usa il tuo piccolo dono per garantire un corretto comportamento di accoppiamento".

"Non è pericoloso?"

"Ovviamente!" La mamma ha risposto. "È anche illegale, non etico e immorale. Questo è il motivo per cui dobbiamo tenerlo segreto a tutti. Tuo padre e io crediamo che valga la pena rischiare l'esperimento per i dati di cui abbiamo bisogno. Non preoccuparti. Ci occuperemo noi di "Tutto. Dovrai fidarti di noi. Darai un grande contributo alla scienza e forse ti divertirai molto."

"Mi fido di entrambi, mamma. Non posso ancora dire che sia stato divertente."

"Certo che non è così. È stato stupido da parte mia dirlo. Cercherò di farmi perdonare."

"Com'è quello?" Ho chiesto.

La mamma ha iniziato ad arrossire e a comportarsi in modo timido prima di rispondere. "C'è un altro effetto collaterale che devo menzionare. Mi eccito sessualmente solo stando intorno a te."

"Che cosa!" Un'altra bomba!

"Lasciami finire, per favore." Sapevo che sarebbe stato difficile per la mamma, quindi ho cercato di tenere la bocca chiusa anche se avevo ancora più domande da porre.

"Credo che questo debba essere un effetto collaterale perché tua sorella è stata colpita allo stesso modo. Volevo tenerti lontano da questa parte. Manderemo Abigail in una scuola privata per completare la sua istruzione e avere il suo bambino in privato. Lei è sto avendo difficoltà a gestire i suoi sentimenti per te. Pensavo di poter lavorare con te e tenerti a debita distanza allo stesso tempo. Immagino di non essere più forte di tua sorella.

"Adesso conosci il potere che hai sulle donne in generale e su di me in particolare. Forse questo non è nemmeno tutto il tuo potere. Sei giovane e stai ancora maturando. A proposito, tuo padre è consapevole della situazione. Non ci nascondiamo nulla. Amo tuo padre e vorrei ancora condividere il suo letto, ma sessualmente desidero te. Sarò sempre disponibile. Conosco gli argomenti contrari, l'incesto e la nostra differenza di età. Capirò se ti senti disgustato dal fatto che mi lancio contro di te."

Mia madre si era spesa emotivamente per la sua confessione. Stava di fronte a me con la testa bassa, come se si stesse preparando per un rifiuto. Da parte mia, ho avuto una bella erezione. E non è stato nemmeno causato da qualche odore biochimico. Il pensiero di mia madre come partner sessuale era piuttosto eccitante per me. La mamma aveva ancora 40 anni e l'avevo sempre considerata molto attraente.

In pochi minuti sono passato dal sentirmi completamente dipendente alla realizzazione di quanto potere avessi davvero. Immagino che il detto "il potere corrompe..." sia assolutamente vero. Stavo già pensando a come avrei potuto sfruttare il mio nuovo talento a mio vantaggio. Voglio dire, aiutare i miei genitori con le scienze era tutto molto bello, ma cosa ci guadagnavo? Dieci o quindici minuti di sveltine con un gruppo di donne che probabilmente non avrei mai più rivisto non erano così emozionanti come pensavo all'inizio. Un piccolo ma devoto harem di schiave del sesso era più il mio stile. Ho deciso di mettere alla prova il mio potere. Dovevo sapere se la mamma avrebbe fatto qualcos'altro oltre a scopare per me.

"Mamma? Karen?" Non volevo più chiamarla mamma. Alzò lo sguardo. Non c'erano obiezioni alla mia familiarità. Bene, presto avrei scoperto quali erano i suoi livelli di resistenza. Mi sono avvicinato a mia madre e le ho messo le braccia intorno alla vita.

"Karen," dissi. "Non mi interessa se sei mia madre. Non mi interessa la differenza di età." Ho spostato le mani dalla sua vita ai fianchi. Ho sentito i suoi muscoli tendersi leggermente e poi rilassarsi. "Sono solo felice che tu sia così bella. Ti voglio davvero." Ho allungato la mano e ho irrigidito un capezzolo con il pollice. Karen sussultò leggermente e sporse la testa in avanti come se volesse baciarmi. L'ho spinta leggermente via e lei si è fermata, con un'aria confusa.

"Sei mia mamma o sei la mia ragazza?

"Non capisco", ha detto.

"Te lo spiegherò. Se vuoi essere mia madre, sai che non dovremmo farlo." Le stavo sbottonando la camicetta e facendo scivolare le mani dietro di lei per slacciarle il reggiseno. Merda! Non avevo mai slacciato un reggiseno prima. Piuttosto che armeggiare, lo conserverei per più tardi. "Come ragazza mia, non penserai ad altro che compiacermi e faremo ogni sorta di cose sexy l'una con l'altra."

"Non posso essere un po' entrambe le cose?"

"No," ho detto. "Lo voglio in un modo o nell'altro."

"Sembra che tu dimentichi che sono sposata. Ho un marito e guarda caso è tuo padre. A lui devo la mia prima lealtà."

"Non sto cercando di convincerti a essere sleale nei suoi confronti. Immagino che gli racconterai tutto quello che è successo tra noi oggi. Non è vero?" Le ho abbassato i pantaloni tirandoli per l'elastico in vita. Le mie dita si sono impigliate nelle sue mutandine e sono scese anche loro. Mi sono appoggiato sulle sue cosce, ho strofinato il viso contro i suoi peli pubici e gli ho dato un bacio.

"OH!" Karen sussultò. Sarebbe caduta se non si fosse presa sulle mie spalle. Mia madre sollevò ciascun piede mentre le toglievo le scarpe e finivo di toglierle i pantaloni e le mutandine. Seguirono un paio di gambaletti e lei era completamente nuda ad eccezione del reggiseno.

"Non è vero?" ho ripetuto.

"Uh, sì. Tuo padre avrà bisogno di saperlo."

"E non ti chiederò di smettere di dormire con mio padre, quindi non ci saranno problemi. Giusto?" Ho condotto Karen verso un divano e l'ho fatta sedere sul bordo. Mi sono inginocchiato tra le sue gambe.

"Non sono ancora sicuro di capire cosa vuoi. Puoi avermi quando vuoi e tuo padre non si intrometterà. Vuole che siamo felici entrambi."

"Voglio che tu mi dica tutto proprio come una moglie leale. Pensa a me come al tuo secondo marito." L'ho vista rabbrividire quando l'ho detto e penso che il pensiero l'abbia eccitata.

"Cosa vuoi sapere?"

Ignorai la sua domanda per il momento. Mi sono mosso in avanti e ho iniziato a leccarle la vulva. Presto scoprii che mia madre era capace di orgasmi multipli. Aveva dei piccoli sintomi ogni 15-20 secondi e potevano essere meglio descritti come singhiozzi. Volevo darle un orgasmo mostruoso ma penso che mia madre sarebbe potuta stare tutto il giorno così e la mia lingua non era all'altezza.

"Dimmi cosa sta facendo papà," dissi alla fine. "Non mi stai dicendo tutto."

"Non ti nascondo niente. Lo giuro."

"Puttana bugiarda!" ringhiai. Mia madre si ritrasse fisicamente. Non l'avevo mai imprecata prima. "Nessun uomo sano di mente sopporterebbe che qualcuno scopi sua moglie a meno che non abbia un motivo nascosto. Vuole mantenere felici sua moglie e suo figlio? Non farmi ridere!" Mi sono alzato e ho iniziato a uscire dalla stanza. Speravo di fare la cosa giusta. Sapevo che avrei potuto dominare mia madre fisicamente, ma volevo possedere anche la sua mente.

"Carlo! Torna indietro!"

"No, grazie, mamma", ho gridato mentre me ne andavo. Andai nella mia stanza, mi sedetti sul letto e aspettai. Non ho dovuto aspettare molto. Qualcuno bussò alla porta e si aprì leggermente.

"Charles? Posso entrare?"

"Certo, mamma." La mamma entrò e si sedette sul letto accanto a me. Prima di entrare aveva indossato una vestaglia.

"Tuo padre vuole duplicare artificialmente e commercializzare il tuo feromone. Anche in una forma molto diluita, le vendite sarebbero astronomiche se fosse dimostrato che funziona davvero nell'attrarre la femmina umana verso il maschio umano. Come dice il proverbio, il sesso vende. Lo faremmo te l'ho detto presto. Dopotutto abbiamo bisogno della tua collaborazione. Ci sono così tanti dettagli da elaborare che potrebbe volerci un po' di tempo prima di poter iniziare a lavorare sul prodotto. Soddisfatto?" chiese e sorrise graziosamente.

"Quindi non dovevo preoccupare il mio cervello per nulla finché non fosse arrivato il momento di esibirmi."

"Beh, certamente non la metterei in questo modo. Sei ancora piuttosto giovane e sono sicuro che ti saresti annoiato dei dettagli. Dopo tutto, siamo i tuoi genitori e abbiamo a cuore il tuo miglior interesse. "

"Me lo stavo chiedendo," dissi scettico.

"Che cosa vuoi dire?" La voce e l'espressione della mamma mi dicevano che avrei ferito i suoi sentimenti.

"È il mio corpo ed è il mio talento. Correrei tutti i rischi, scopandomi donne strane solo per metterle incinta. Tu e papà stareste seduti a registrare dati e a racimolare soldi con questo prodotto ai feromoni."

"Ammetto che non abbiamo elaborato tutti i dettagli," ha ribattuto la mamma, "tuttavia non vorremmo certo metterti in pericolo. Vorremmo dare un'occhiata a tutti i rischi prima di lasciarti fare un'idea." trasferirsi. Per quanto riguarda il lato commerciale, non ci sono garanzie che saremo in grado di commercializzare un prodotto. Se lo facessimo, ne trarrai sicuramente dei benefici finanziari come parte della famiglia."

"Capisco," dissi senza impegno. Mentre mia mamma parlava, io tiravo fuori il mio cazzo e cominciavo ad accarezzarlo. Lei smise di parlare e cominciò a fissare.

"Sai, mamma," continuai, "potrei fare un sacco di soldi senza sudare. Se fossi potente come pensi, potrei uscire e trovare una signora ricca. Qualcuno con un'infinità di dollari in più." nome. Se le dessi un bambino, probabilmente vorrebbe sposarmi e subito! Avrei mezzo trilione di dollari. Che ne pensi?"

"Potrebbe funzionare," disse distrattamente. "Cosa vuoi?" La mamma stava diventando impaziente e penso che volesse che la facessi venire di nuovo. Le mie richieste erano formate solo a metà nella mia mente, ma ho deciso di provarci.

"Voglio il 51% di qualsiasi impresa commerciale che coinvolga il mio feromone. Voglio avere l'approvazione preventiva di qualsiasi piano per l'operazione Knock-up. Voglio che Abigail rimanga a casa. Ho dei piani per lei. Voglio che tu sia il mio difensore con papà . Se mi viene in mente qualcos'altro, te lo farò sapere."

"Tuo padre potrebbe avere qualcosa da dire al riguardo. E io?" Penso che la mamma fosse delusa dal fatto che non le avessi fatto alcuna richiesta sessuale.

"Sai cosa voglio. Sei la mia ragazza?"

"Questo risponde alla tua domanda?" Mia madre si alzò e si tolse la vestaglia. Il suo reggiseno era già tolto. Ammiravo il corpo di mia madre. Non ho guardato bene prima. Non essendo un giudice delle dimensioni delle coppe, tutto quello che posso dirti è che le sue tette erano belle manciate. Si è davvero presa cura di se stessa.

"Sei la mia ragazza?" Ho chiesto.

"Sì," disse. "Sarò anche tua moglie, amante, puttana e qualsiasi altra cosa tu voglia che io sia." Karen si inginocchiò accanto a me, appoggiò la testa sul mio petto e mi abbracciò. "Voglio anche avere più figli tuoi. Tuo padre e io stavamo discutendo se dovevo prendere la pillola o farmi legare le tube quando è nato questo bambino per evitare un altro incidente. Ma voglio che tu mi allevi finché non sarò consumati." Ha abbassato la testa sul mio cazzo e ha iniziato a succhiarlo.

"Potrei desiderare che anche Abigail avesse più bambini," sussultai mentre il piacere offerto dalla bocca e dalla lingua di Karen mi sopraffaceva.

Karen smise di succhiare e disse: "Non avrai problemi con Abigail. L'unica opposizione che avrai sarà con tuo padre". Ha ripreso a succhiare.
Ho deciso di preoccuparmi di papà più tardi.

Nell’era dell’informazione non esiste privacy. Grazie alla posizione e ai legami dei miei genitori, ottenere dati medici, economici e altri dati personali non è un problema. La nostra madre candidata ideale è una professionista single o non sposata tra la metà e la fine degli anni '20. È finanziariamente stabile, fisicamente sana e psicologicamente ben adattata. La sua cartella clinica viene esaminata per assicurarsi che non abbia malattie genetiche o trasmesse sessualmente. Naturalmente, la nostra potenziale madre di mio figlio non può assumere la pillola anticoncezionale. È utile se vive da sola e non ha alcuna relazione attuale. Se è probabile che subisca danni in qualche modo, la trasmettiamo. Naturalmente, lo stigma della maternità non sposata non può essere evitato.

Sono un allevatore di pari opportunità. Non discrimino in base alla razza, alla religione o all'origine etnica. I rapporti altezza-peso delle donne sono nella media e il loro aspetto varia da semplicemente attraente a straordinariamente bello.

Per spostarmi indosso una giacca appositamente progettata foderata con filtri al carbone che assorbono gli odori. All'inizio abbiamo provato a mascherare i profumi, ma i migliori mi facevano sentire come se fossi caduto in una vasca di profumo scadente, il che, ovviamente, attirava l'attenzione. Era qualcosa di cui non avevo bisogno.

All’università non mancano gli studenti che hanno bisogno di soldi. I miei genitori annunciarono che avevano bisogno di donne disposte a farsi collegare per un breve periodo a monitor che misuravano l’attività cerebrale in cambio di un piccolo compenso. L'unica condizione era che al momento della misurazione avessero l'ovulazione e non utilizzassero alcun contraccettivo chimico. Tuttavia, c'erano molti volontari per i soldi facili. Il volontario è stato messo in una cabina chiusa e gli è stato detto di rilassarsi e ascoltare Mozart.

Quello che non sapeva era che ero agganciato in una cabina proprio accanto a lei. Non potevamo vederci né sentirci, ma potevamo percepire i reciproci odori. Non fingevo di interessarmi ai dettagli tecnici ma, oltre ad eccitarmi sessualmente, i miei genitori scoprirono che i volontari erano altamente suscettibili alla suggestione mentre erano sotto l'influenza del mio profumo. Sono stati creati molti fan di Mozart! Questa conoscenza si è rivelata preziosa quando il programma di allevamento è iniziato effettivamente.

Abbiamo deciso che sarebbe stato meglio presentarmi alla porta della vittima quando sapevamo che era a casa da sola. La sua cartella clinica ha dato ai miei genitori una buona stima di quando stava ovulando. Mi toglievo la giacca prima di raggiungere la sua porta. Suonavo il campanello e aspettavo che rispondesse. Per la mia età e taglia (non mi impongo) non sono percepito come una potenziale minaccia e nessuno si è rifiutato di aprire la porta. Se non sento il suo odore, non sta ovulando. Annuncio solo che vendo abbonamenti a riviste con titoli oscuri. Lei diceva: "No, grazie" e io me ne andavo.

La maggior parte delle volte sono stato fortunato. Il bersaglio avrebbe aperto la sua porta. Catturerei il suo profumo e inizierei a produrre il mio profumo. Quando i suoi occhi si velarono, sapevo che ero dentro. Grazie a molta pratica con Karen e Abigail, la mia scopata non è così frenetica e sono più capace di controllarmi. Una volta dentro, con la porta chiusa, inizio un'induzione ipnotica, che ho imparato a memoria. Una volta che ho il mio cazzo dentro, le dico che si sente bene per quello che sta succedendo e che le piace l'idea di rimanere incinta di me, partorire e crescere mio figlio. Questo evita che la donna provi panico o rimorso dopo che l'ho scopata, come è successo ad Abigail e Karen, e mi permette di scappare in modo pulito. Infine, le do una parola in codice ipnotico che le dice di collaborare quando viene invitata a partecipare a uno studio a lungo termine su lei e suo figlio. Naturalmente saranno i miei genitori a chiederle di collaborare. Tra le domande che i miei genitori vogliono avere una risposta;
È davvero genetica o qualcos'altro?
Se si tratta di geni, quali geni sono e come sono stati attivati?
C’è stato un fattore ambientale coinvolto?
I miei figli erediteranno questi geni?
I miei figli saranno in grado di trasmettere questi geni ai loro figli?

Viviamo in una grande area metropolitana dove le gravidanze non coniugate difficilmente sollevano un sopracciglio. Non mi aspetto che le mie attività facciano scattare allarmi. Quando diventerò un po’ più grande spero di poter diffondere il mio seme negli Stati Uniti e in Canada e forse anche all’estero.

Mia sorella e mia madre stanno diventando piuttosto grandi ora e ho diverse altre gravidanze al mio attivo al momento in cui scrivo. Sorprendentemente, mio ​​padre si lamentò solo della percentuale che chiedevo all'impresa. L'unica concessione che gli ho fatto è stata quella di fargli recuperare i costi iniziali se avesse sviluppato un prodotto a base di feromoni di successo. Alla fine si è ripreso. Immagino che pensasse che una fetta di torta fosse meglio di niente. Se succede qualcosa su questo fronte lo farò sapere ai miei amici online. In caso contrario, beh, c'è sempre quella signora con miliardi di dollari.

Fine

Storie simili

Serata di poker con sorella parte 4

Per i temi, voglio mettere e altro. Ma, lo prometto, nessun maschio su maschio. Voi stronzi siete fortunati. non riuscivo a dormire. Devo andare al lavoro tra 3 ore, quindi spero che tu ne sia grato! LOL Se non hai letto la parte 1 e 3 (2 è facoltativa e non consigliata per i finti di cuore), probabilmente ti perderai. Questa è una storia di Brother Sister Taboo con un'età superiore a 18 anni. Se ti fa piacere fammi sapere, e cercherò di scrivere di più. Qualsiasi commento o suggerimento per ulteriori scritti è il benvenuto. Molto di ciò che è...

2.1K I più visti

Likes 1

Oh come l'amore ha artigli affilati, parte 3

Lo fissai con la confusione che mi si diffondeva sul viso prima di dire: “Sei un cosa? Darren mi fece un sorriso da gatto del Cheshire mentre rispondeva: Sono un Lemuriano. Arricciai le sopracciglia mentre lo guardavo accigliato. Con quel sorriso stampato in faccia, potevo dire che amava ogni minuto della mia confusione. Alla fine, non ce la facevo più e ho dovuto chiedere: Che diavolo è quello? Quel suo sorriso è diventato più grande in un sorriso Ho uno sporco segreto che voglio che tu indovini mentre lui rispondeva: Oh, sarà così divertente spiegare cosa sono. Vorrei iniziare parlando della...

1.7K I più visti

Likes 0

Bob troie sua moglie trofeo molto disponibile

BOB TROIA LA SUA MOGLIE DEL TROFEO MOLTO DISPONIBILE IL VOLUTTUOSO RICETTO DEL CAZZO: Bob guardò fuori dalla finestra di casa sua e guardò sua moglie, Vicky, guidare la sua auto sportiva di lusso su per il lungo vialetto circolare e parcheggiarla appena oltre la porta d'ingresso. Quando la Jag si fermò, lei scese e lui osservò il suo corpo assurdamente ben fatto ondeggiare intorno alla parte posteriore del veicolo e avviarsi verso la porta d'ingresso, ondeggiando provocatoriamente sui suoi stivali con tacco a spillo da 5 pollici. Era uno spettacolo pungente da vedere. Era vestita con una tuta arancione assolutamente...

1.7K I più visti

Likes 0

Il paradiso dei bikini

Questa è la seconda storia della serie, 'Soaked through' è dove tutto ha inizio... Trascorsa la serata con molta confusione, Debbie tornò al piano di sotto dopo che si era asciugata e si era cambiata. Indossava i suoi soliti abiti larghi e sbattuti al chiuso e si comportava come se gli eventi appena accaduti dopo il suo fradicio arrivo a casa da scuola non fossero accaduti. Non sapevo se dovevo parlarne o meno, visto che avrei dovuto essere il tutore, il responsabile. Mentre la serata volgeva al termine, ci salutammo entrambi e andammo a letto. Una volta che ero sdraiato lì...

1.7K I più visti

Likes 0

Più di quanto si aspettasse per la parte 2

PIÙ DI QUANTO HA CONTRATTO PER LA PARTE 2 La prima parte descriveva JB un contadino vedovo e benestante che ha un amico che gli ammette (mentre ubriaco) di avere una fantasia di essere trattenuta con una barra di sollevamento e che JB la sorprende, la trattiene, la prende in giro, poi la rilascia e la lascia furiosa per l'intero incidente... Riportando la mia borsa di chicche sul mio camion non ho potuto fare a meno di ridacchiare quando l'ho sentita urlare e maledirmi per l'intera passeggiata. Immagino che il mio scenario di stupro potrebbe essere stato un po' troppo per...

1.6K I più visti

Likes 0

Muoversi nella parte 1

Scuole finite e anche noi.. Mia mamma ha comprato una nuova casa molto più vicina al lavoro.. Non è mai davvero in giro, praticamente sta al lavoro.. O con il suo nuovo amante di cui pensa che non sappia.. stabilirsi in posti nuovi è qualcosa che facciamo spesso.. Spero solo che questo sia l'ultimo.. L'auto si è fermata davanti alla nostra nuova casa, i camion stavano quasi per scaricare tutto in casa quando siamo arrivati, lasciandomi in macchina mia madre è andata a prenderli. È stato un viaggio piuttosto lungo, quindi sono uscito dall'auto e mi sono allungato un po', ero...

1.5K I più visti

Likes 0

Dominio su debole

Karen ha concluso i suoi diciotto anni. Ha cinque fratelli, era la più grande. Hanno avuto una difficile situazione finanziaria come molte altre persone negli ultimi tempi. Era giunto il momento per lei di cercare perfettamente un lavoro con una stanza in affitto o qualcosa del genere. A causa delle cattive condizioni, non poteva permettersi molte cose. Comunque era una bella ragazza. Anche con la sua corporatura piccola di 5 piedi (1,65 m), aveva gambe lunghe e snelle incredibili, braccia sottili con dita lunghe. Fortunatamente, sua madre è riuscita a trovarle un'offerta di lavoro come domestica per un uomo d'affari quarantenne...

1.6K I più visti

Likes 0

Urla appiccicose

Era di circa 5'6 per lo più gambe, con una bella pelle abbronzata, capelli castani lunghi fino alle spalle. Aveva un bel seno da qualche parte intorno ai 36 o 38 gradi C. indossava una gonna corta nera fottimi e una canotta rosa. Alcune scarpe nere sexy con cinturino da 3 pollici. Siamo andati a cena fuori e poi siamo andati a vedere un film di ragazze sdolcinate. Era ora di riportarla a casa sua. Mi sentivo un po' deluso a questo punto, non stavo ricevendo alcuna indicazione che ci sarebbe mai stato un secondo appuntamento. Siamo tornati a casa sua...

1.5K I più visti

Likes 0

JJ: Riunione con papà

Stava guardando un film nel seminterrato, la luce blu tremolante gli faceva sembrare un po' alieno il viso. La mamma l'aveva mandata fuori dalla stanza di famiglia, stava passando una specie di serata del vino con le sue amiche. A papà di solito piaceva essere lasciato solo durante le serate del vino della mamma... qualcosa sui livelli di estrogeni troppo alti. Sapeva che quel giorno era un po' scontroso, ma era passato così tanto tempo da quando le aveva prestato attenzione. I suoi amici erano al campo estivo ed era annoiata e sola. Si avvicinò al divano e si appoggiò allo...

1.5K I più visti

Likes 0

Il patto del diavolo Capitolo 26: L'ordine di Maria Maddalena (fisso)

Il patto del diavolo per mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2013 Capitolo ventisei: L'ordine di Maria Maddalena Visita il mio blog su www.mypenname3000.com. «Entrate», dissi alle mie consorelle, invitandole nella mia stanza d'albergo. Beh, in realtà non era la mia camera d'albergo. Ieri sera, quando sono volato in SeaTac da Miami, la Provvidenza mi ha portato da un perito assicurativo di nome Curtis al ritiro bagagli dell'aeroporto. Abbiamo flirtato mentre aspettavamo i nostri bagagli e lui mi ha invitato nella sua camera d'albergo. Quando la Provvidenza ti dà un posto dove stare, con un ragazzo carino come stivale, non dici di no...

1.3K I più visti

Likes 1

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.