Ho fatto un pompino al mio nuovo suocero al nostro matrimonio.

680Report
Ho fatto un pompino al mio nuovo suocero al nostro matrimonio.

Abbiamo celebrato il matrimonio più bello sulle rive del Lago Tahoe. Era metà maggio. Il tempo era semplicemente perfetto, così come l'ambientazione. Avevamo deciso per un matrimonio al tramonto e c'erano cinquanta amici e parenti. Entrambi i miei genitori erano lì e c’erano anche entrambi i genitori del mio nuovo marito, anche se non si sono mai detti nulla. Erano divorziati da quattro anni e non fu un divorzio piacevole. Dopo il matrimonio avevamo prenotato un'ampia sala per ricevimenti in uno dei grandi hotel con casinò. Il ricevimento è stato bello quanto il matrimonio. Mio padre non ha badato a spese per assicurarsi che tutto riportasse alla mente bellissimi ricordi per tutti gli anni a venire.

C'era più cibo e bevande di quanto potresti sognare. Il catering è stato perfetto. Ho avuto il mio primo bacio da sposata e il primo ballo da sposata con mio marito e poi molti uomini si sono messi in fila per ballare con me e darmi un bacio nuziale. Devo aver ballato ogni ballo per un'ora. Alla fine ho rinunciato perché dovevo andare davvero male in bagno. La mia vescica si stava rompendo. Percorsi il corridoio laterale e trovo il bagno delle donne. Ho dovuto lavorare duro per sollevare l'intero fondo del mio bellissimo abito da sposa bianco in modo da potermi sedere sul water. Un flusso di urina gialla è uscito da me finché ho pensato che non si sarebbe mai fermato, ma alla fine è successo. Riuscii a prendere il vestito e ad asciugarmi. Mi sono lavato le mani e sono tornato alla reception.

Subito dopo essere uscito dal bagno delle donne, Frank, il mio nuovo suocero mi ha incontrato nell'ingresso. "Vieni con me, voglio mostrarti una cosa." Non pensando che ci fosse qualche motivo per non andare con lui, lo seguii lungo il corridoio e in una stanza laterale. Chiuse la porta dietro di noi, si fermò davanti a me e disse. "Non ti ho ancora dato il benvenuto al bacio di famiglia." Poi mi ha afferrato il viso e mi ha dato un bacio lungo e forte come solo mio marito dovrebbe darmi. Ho provato a staccarmi ma non ci sono riuscito. Poi ha afferrato una delle mie tette. Il mio top era senza spalline e lui lo abbassò esponendo il mio seno. La sua bocca inghiottì il mio capezzolo destro. Gli ho urlato di alzarsi ma lui mi ha spinto su una sedia.

Immagino di essere rimasto scioccato perché non mi sono alzato e ho provato a correre mentre lui stava di fronte a me e si tirava fuori il cazzo dai pantaloni. Gli ho gridato di scappare ma lui è andato avanti e me l'ha sbattuto in faccia. “Ho un cazzo migliore di quello di mio figlio. Era meglio. La sua era probabilmente poco più di sette pollici ed era spessa con una forte curva verso il basso. Quello di Tim era poco meno di quindici centimetri ed era piuttosto magro e dritto. "Dai, apri la bocca e mostrami che bravo succhiacazzi sei." Ho iniziato a dirgli di no e a dirgli di lasciarmi uscire dalla stanza ma quando ho aperto la bocca, la sua testa di cazzo è scivolata tra le mie labbra. Mi afferrò la testa e mi tirò in avanti finché la maggior parte del suo cazzo non fu nella mia bocca. Ho provato senza successo a spingerlo via

Non è che fossi vergine prima di incontrare Tim o che io e Tim non avessimo scopato un sacco di volte prima d'ora, ma ero scioccata dal fatto che il padre di mio marito mi facesse una tale avance, soprattutto il giorno del nostro matrimonio. Avvolse le dita tra i miei capelli e mi tirò la testa su e giù per tutta la lunghezza del suo cazzo. Ho rinunciato a provare a combattere. Ho stretto le labbra attorno alla sua asta sperando di farlo venire e di farla finita il prima possibile. Mi sono insultato mentalmente perché mi stavo godendo quello che stava succedendo. Non avevo intenzione di fargli sapere che penso che sia molto bello e che mi piace essere controllato e maltrattato. Se mi avesse messo una mano tra le gambe avrebbe scoperto che ero fradicio.

Ho iniziato a pensare che speravo che non avesse dello sperma sul mio vestito che qualcuno potesse vedere, specialmente Tim. Ho succhiato forte. Potevi vedere le mie guance tirate in dentro e ho fatto scivolare la lingua attorno alla sua testa di cazzo. Frank iniziò a gemere. “Oh cazzo. Sto venendo. Succhiami il cazzo, meravigliosa cagna. Ingoia il mio carico. Detto questo mi ha stretto il viso contro di sé e mi ha fatto esplodere il suo sperma in gola. Sono riuscito a trattenermi dai conati di vomito e ad ingoiarne ogni goccia. Tirò fuori, rimise la sua virilità nei pantaloni e chiuse la cerniera. Mentre lasciava la stanza disse: “Benvenuti in famiglia. La prossima volta farò una scopata alla tua giovane fica che non dimenticherai mai." Lasciò la stanza.

Sono tornato nel bagno delle donne e ho ripulito. Sono tornato alla reception. Circa un’ora dopo Tim mi sussurrò all’orecchio: “Andiamo nella nostra stanza. Devo fare una bella scopata a mia moglie." Ci siamo tenuti per mano e siamo andati all'ascensore. Ho visto Frank che mi osservava mentre uscivamo. Mi ha mandato un bacio. Ho pensato di raccontare a Tim cosa aveva fatto suo padre, ma ho deciso di lasciar perdere.


Non appena siamo entrati nella stanza, Tim mi ha buttato sul letto. "Ora farai il tuo primo sesso da donna sposata." Ho quasi riso. So di aver sorriso ma lui non sapeva perché. Ho dovuto dire a Tim di prendersela comoda mentre lavorava duramente per farmi togliere l'abito da sposa. Non volevo che fosse danneggiato. Non appena mi ha spogliato, si è spogliato in pochi secondi. Mi ha afferrato le ginocchia, mi ha allargato le gambe e si è tuffato con la faccia nella mia figa bagnata. La sua bocca aperta si spinse tra le mie labbra e attaccò il mio clitoride e il mio buco con la lingua. Ero felice che Frank mi avesse fatto fare un pompino invece di scoparmi. Come lo avrei spiegato se Tim avesse trovato la mia figa piena di sperma?

Tim mi ha martellato la fica per più di cinque minuti. Era super eccitato. Era la miglior scopata che mi avesse fatto negli ultimi mesi. Mi ha portato a due orgasmi e il mio sperma mi colava lungo le cosce. Alla fine gemette dicendo che era pronto a venire. Si tirò fuori e saltò vicino alla mia faccia. Il suo sacco di palle era già stretto e l'ho appena preso in bocca quando il suo cazzo è esploso e mi ha fatto esplodere un grosso carico di succo d'uomo in bocca. Ha pulsato quattro volte, aggiungendo ogni volta sperma nella mia bocca. L'ho tenuto lì perché sapevo che gli piaceva vedere i risultati dei suoi sforzi prima che lo ingoiassi. Deglutii e glielo mostrai di nuovo. Adesso, in meno di un'ora, ho avuto due grossi carichi di sperma nella pancia. Speravo di avere spazio per una fetta di torta nuziale.

Il mio nuovo marito mi ha detto di mettermi sulle mani e sulle ginocchia, una posizione che mi aveva fatto fare molte volte prima. Dopo averlo fatto mi ha fatto spostare in un punto diverso del letto. Non avevo dubbi sul motivo per cui lo fece. Voleva scoparmi da dietro e una cosa che gli piace davvero è guardare le tette rimbalzare avanti e indietro mentre una ragazza viene scopata. Lo commenta sempre mentre guardiamo un video porno che contiene una scena del genere. Potevo vedere che mi stava mettendo in fila in modo da poter guardare le mie tette 34-C allo specchio.

Tim si allungò sul comodino e raccolse il lubrificante che c'era sopra. Ne ha spremuto un po' su una delle sue dita e poi me l'ha spinto nel buco del sedere. Lo ha spinto in tutta profondità. Poi ha tirato fuori, ha aggiunto un altro po' di lubrificante e ha infilato due dita dentro. Mi ha scopato il culo un paio di volte e poi ha tirato fuori di nuovo, ha messo del lubrificante sull'estremità del suo cazzo ancora duro e l'ha toccato sulla mia apertura anale. Prima che avesse la possibilità di infilarmelo nel sedere, mi sono spinto indietro e mi sono infilzato completamente sul suo cazzo. Gememmo entrambi quando il suo cazzo di buone dimensioni entrò nel mio stretto tubo di merda.

Tenendosi i miei fianchi, Tim mi ha scopato in profondità e con forza dentro la mia cacca. Come avevo immaginato, potevo vederlo guardare le mie tette che ondeggiavano avanti e indietro sotto il mio petto ogni volta che mi sbatteva contro. Lo ha fatto così forte che le mie tette mi stavano davvero schiaffeggiando sul mento. Mi ha martellato il culo come se stesse cercando di infilarmi il suo cazzo in gola dal profondo. Ogni volta che mi sbatteva il culo emettevo un grugnito. Alla fine ha sbattuto un'ultima volta e si è immerso fino in fondo nel mio cesso mentre il suo cazzo pulsava e sparava schizzi dopo schizzi nelle mie viscere. Mentre tirava fuori una grossa goccia del suo sperma uscì dal mio culo ben scopato, colò sulla mia figa e cadde sul materasso. Senza esitazione o domanda mi sono girato, ho preso il suo cazzo in bocca e l'ho succhiato fino in fondo.

Mi sono girata e sono crollata sul letto. Tim è crollato sopra di me e siamo rimasti lì per diversi minuti a baciarci. Ha giocato con le mie tette e io ho accarezzato il suo morbido pezzo di salsiccia. Alla fine ci siamo vestiti con abiti casual e siamo scesi per salutare i nostri invitati al matrimonio. L'evento finale del ricevimento è stata la torta nuziale. La nostra famiglia e gli ospiti tornarono tutti a casa, ma avevamo la stanza per altri tre giorni. Abbiamo sfruttato appieno la nostra luna di miele. Abbiamo fatto sci nautico, fatto escursioni, giocato d'azzardo, guardato spettacoli e mangiato in ottimi ristoranti. Una cosa che ricordo ancora, e che ho, è stato trovare un paio di pigne giganti che si trovano intorno a Tahoe. I più grandi sono grandi quasi quanto un pallone da calcio. Questo impiegava circa la metà del nostro tempo e l'altra metà del nostro tempo di veglia la passavamo a scopare e succhiare. Sono disposto a scommettere che alla fine della nostra luna di miele avevo più di un litro dello sperma di Tim nel mio corpo.

Eravamo a casa nel nostro appartamento da circa una settimana quando Tim dovette andare a Seattle per un colloquio di lavoro. Sarebbe rimasto via tre giorni e due notti. “Tesoro, mentre sono via, papà sarà in città. Gli ho detto che saresti felice di lasciarlo stare qui nell'appartamento mentre è qui. Mettilo semplicemente a suo agio. Il divano nel soggiorno è un divano-letto. Sarà una buona compagnia mentre sono via." Ho ripensato al giorno del nostro matrimonio e a come mi aveva portato in una stanza sul retro e mi aveva fatto succhiare e a come, anche se non era consensuale, mi ero divertito e a come la mia figa si era bagnata fradicia mentre era successo.

Ho accompagnato Tim all'aeroporto e ho salutato il suo aereo decollando. Quando sono tornato a casa, il padre di Tim era già lì. Mi ero vestita in modo sexy in modo che Tim avesse quell'immagine nella sua mente mentre era lontano da me. Frank si avvicinò a me e mi diede un grande bacio. Sicuramente non era un bacio sulla guancia come potresti pensare che potrebbe dare un suocero. La sua mano scivolò sotto la maglietta corta che indossavo, si infilò sotto il reggiseno e si chiuse attorno al mio seno destro. “Ciao Dora, abbiamo un paio di giorni insieme per conoscerci davvero bene. Cosa c'è per cena?" Gli ho tolto la mano. "Comportati bene. Tortini di pollo."

Rimase tranquillo finché non finimmo di mangiare e andammo in soggiorno. Era seduto sulla sedia, quindi mi sono seduto sul divano. Aveva il controllo della TV in mano. Aveva scoperto che uno dei canali a cui ci eravamo iscritti era un canale per adulti Triple X. Frank accese la TV su quel canale, si avvicinò e si sedette accanto a me sul divano. Ho iniziato ad alzarmi ma lui mi ha tirato giù e mi ha messo una mano tra le gambe sulle mutandine perizoma. È stato facile per lui infilare un dito sotto il piccolo pannello frontale e trovare l'apertura per il mio sesso. Ho fatto un tentativo infruttuoso di allontanargli la mano e poi ho rinunciato.

Mi baciò il collo e mi succhiò il lobo dell'orecchio. I formicolii iniziarono a correre su e giù per il mio corpo e a concentrarsi nella mia figa. Ho provato a ragionare con lui, dicendogli che quello che voleva non era giusto e che suo figlio lo avrebbe ferito se lo avesse scoperto. Era come parlare con un muro di pietra. Non ha mai nemmeno riconosciuto che stavo parlando con lui. Quando ha afferrato la parte inferiore del mio top corto, ho chiuso gli occhi e ho alzato le braccia mentre me lo toglieva. Il mio reggiseno è arrivato subito dopo e ho tenuto le braccia in avanti in modo che scivolasse via facilmente. Sapevo già che aveva un bel cazzo grosso per via di quello che era successo il giorno del mio matrimonio e avevo accettato il fatto che per un paio di giorni avrei ricevuto un sacco di scopate e succhiate. bel pezzo grosso di carne umana. Ero pronto a sottomettermi alla lussuria di mio suocero.

Si inginocchiò davanti a me, mi sbottonò i pantaloncini corti e aprì la cerniera. Sollevai i fianchi dal divano in modo che potesse abbassarli e toglierli insieme al perizoma. Adesso ero nudo sul divano davanti al mio nuovo suocero. Mi ha allargato le ginocchia e ha dato un piccolo bacio al mio monticello rasato e poi ha fatto scivolare la lingua tra le labbra della mia figa. Non ci volle molto prima che mi portasse al mio primo orgasmo della notte. Tenevo la sua testa stretta contro la mia fica mentre i miei succhi scorrevano e il mio corpo tremava. Gli ho scopato la faccia più forte che potevo, flettendo i fianchi e strofinando il clitoride contro la sua faccia. Ho gridato e lo ho implorato di non fermarsi. Quando vengo, vengo duro. Dopo che sono sceso dal mio climax strabiliante, si è alzato, mi ha preso la mano e mi ha aiutato ad alzarmi. "Spogliami adesso." I primi bottoni della sua camicia furono, ma senza dire una parola lo ritrovai nudo quanto me. Adesso ero in ginocchio davanti a lui e il suo cazzo quasi completamente duro era proprio davanti alla mia faccia. «Non dovrei dirti cosa fare, Dora.» Mosse i fianchi in avanti finché la testa del cazzo non toccò le mie labbra. Ho chiuso gli occhi e ho aperto la bocca.

Frank era un po' più lungo e un po' più grosso di suo figlio. Il suo non era il cazzo più grande che avessi mai avuto, ma era bello, grosso e sodo. Ho sempre amato i cazzi grossi. Ho dovuto allungare la bocca per farlo entrare ma ero felice di farlo. Ne ho preso la maggior parte mentre mi teneva la testa e mi scopava la bocca. Speravo che si rendesse conto che se, quando avessi raggiunto di nuovo l'orgasmo, avesse dato una bella spinta forte al suo cazzo, sarebbe riuscito a penetrarmi fino in gola senza imbavagliarmi. Sapevo che non sarei stato in grado di dirgli quando farlo.

Presto ho potuto sentire un orgasmo che cresceva. Quando è arrivato non volevo sperare che avesse fatto la cosa giusta. Ho messo le mani sulle sue natiche e l'ho attirato a me mentre spingevo il viso in avanti. La sua asta mi scivolò in gola. Lo tenni fermo mentre tiravo ripetutamente la testa indietro e la sbattevo in avanti, seppellendo il naso in profondità nei suoi peli pubici. Frank gemette: “Oh cazzo sì, ingoia il mio cazzo di cazzo, meravigliosa troia. Posso sentire la testa del cazzo che sfrega contro le pareti della tua fottuta gola stretta. Sono venuto di nuovo ma sono rimasto deluso dal fatto che Frank non l'avesse fatto. Mi ha spinto indietro e il suo cazzo duro ha puntato verso il soffitto.

Frank mi guardò: “letti a scomparsa e non molto comodi. Penso che condividerò il tuo letto per le prossime due notti." Lo guardai e sorrisi. Poi mi sono alzato e l'ho portato da Tim e dal mio letto king size. «Sali sul letto. Voglio vedere quanto è diventato bravo quello stronzo di mio figlio. Ho implorato: “Lasciami essere al top. Voglio cavalcare il tuo meraviglioso grosso cazzo, Frank.

Frank salì sul letto sulla schiena e si tenne in modo da puntare verso l'alto. Gli ho messo una gamba sopra e ho premuto la mia figa finché Frank non è stato seppellito nelle palle in profondità nella mia quim. Lo sentii premere contro la parete posteriore della mia vagina. Mi sono sollevata finché solo la punta della sua erezione era ancora all'interno della mia apertura vaginale, poi mi sono rilassata e sono ricaduta finché il mio sedere non è atterrato sul suo bacino. Ho messo le mani sul suo petto e ho iniziato a ruotare rapidamente il culo in modo da fargli una bella scopata mentre giaceva lì. Frank allungò una mano e mi strofinò il clitoride mentre lo scopavo; portandomi a un climax rapido e duraturo. Ero in fiamme per la sensazione del suo cazzo duro che scivolava dentro e fuori dalla mia fica e si schiacciava contro la parte posteriore della mia vagina e le sue dita che mi accarezzavano il clitoride. Alla fine l'ho sentito irrigidirsi e subito dopo il suo uccello ha iniziato a pulsare dentro di me mentre uno spruzzo dopo l'altro del suo seme mi penetrava profondamente. Ero felice di prendere la pillola.

Sono crollato e sono caduto in modo che le mie tette fossero sulla sua faccia. Frank ha iniziato ad allattarmi i capezzoli. Prima ne succhiò uno, poi passò all'altro e poi di nuovo indietro. Il suo cazzo si stava ammorbidendo ma rimaneva abbastanza grande da poterlo trattenere dentro di me. Ho continuato lentamente e delicatamente a muovermi in modo che continuasse a dare piacere alla mia figa ben scopata per diversi minuti mentre mi baciava il seno e le labbra. Quando finalmente fui completamente soddisfatto, mi abbassai e usai la bocca per ripulire tutta la miscela del suo e del mio sperma che era sul suo cazzo e nei suoi peli pubici. Non pensavo minimamente al mio nuovo marito o al fatto che Frank fosse il padre di mio marito. Poi mi sono accoccolato a lui e ci siamo addormentati.

Il sole stava appena entrando dalla finestra quando sentii Frank farmi girare. Mi piace dormire fino a tardi ma lui non ne voleva sapere. Ieri sera, quando abbiamo finito, ero così esausta che non ero nemmeno andata in bagno a lavarmi. Avevo sperma secco su tutto il pelo pubico e lungo le cosce. La mia fica era ancora piena dello sperma di Frank. L'ho spinto via. "No Frank, devo andare a pulirmi e devo fare una pipì davvero terribile." Scherzando mi spinse sulla pancia premendo con decisione sulla vescica. Ho quasi pisciato sul letto. Balzai in piedi e lui guardò il mio corpo nudo mentre quasi correvo in bagno.

Ero seduto sul water e un fiotto di calda pipì gialla scorreva nella tazza quando Frank entrò. Anche lui era ancora nudo e aveva il cazzo in mano. "Vai via, sto facendo pipì." Invece di andare, mi ha detto: “Apri le gambe e lasciami guardare”. Non so perché, ma ho allargato le gambe mentre il flusso di urina continuava a scorrere. Quando mi fermai, mi prese la mano e mi condusse sotto la doccia. "Dai, pulirò il tuo corpo disordinato per te." Ha regolato la temperatura dell'acqua della doccia, si è messo il sapone sulle mani e ha iniziato a strofinarmi il corpo. Ha trascorso molto tempo sulle mie tette e tra le mie gambe. Stavo cominciando ad eccitarmi di nuovo molto.

“È il tuo turno”, mi porse il sapone. Poteva avere vent'anni più di me ma era ancora in ottima forma. Gli ho lavato il petto e la schiena e poi mi sono inginocchiato per lavargli le parti inferiori. Frank ha preso in mano la sua virilità e mi ha detto di aprire la bocca. Pensavo volesse succhiargli il cazzo così ho aperto la bocca per fargli un pompino mattutino. Invece di spingersi nella mia bocca ha iniziato a pisciarmi in bocca. Nessuno mi aveva mai fatto una cosa del genere. Mi sono soffocato e ho avuto un conato di vomito e ho sputato velocemente la bocca piena di piscio e ho chiuso la bocca. Frank mise il pollice e l'indice su entrambi i lati della mia mascella e strinse. "Apri quella maledetta bocca." Ho dovuto aprire la bocca mentre lui stringeva. Poi mi ha messo il suo cazzo in bocca mentre la pipì ne usciva ancora. "Rondine. Bevi la mia pipì, Dora. Ha tenuto la mia bocca chiusa attorno al suo cazzo e ho dovuto ingoiare gran parte della sua urina calda e salata. Alcuni mi hanno spruzzato dal naso. Quando ebbe finito, tirò fuori: “Brava ragazza. Ora torniamo a letto."

Ero incazzato, in più di un modo, ma tornai a letto dove Frank mi fece una sveltina senza pensare al mio piacere. Poi se ne andò per gran parte della giornata. Ho avuto il tempo di sedermi e pensare a cosa stava succedendo a me e al mio nuovo suocero e come ciò avrebbe potuto influenzare il mio rapporto con mio marito. Se Tim lo scoprisse, mi lascerebbe o litigherebbe pesantemente con suo padre o cosa? Frank aveva iniziato, ma non avevo combattuto molto duramente e poi ero la sua troia consenziente. Dovrei dirlo a Tim?

Quando Frank ritornò all'appartamento avevo una bella cena pronta e lo incontrai sulla porta vestito con una camicia da notte babydoll trasparente. La mia figa era bagnata dall'attesa. Quella notte fu molto simile alla prima. Mi ha scopato la bocca e la fica portandomi a diversi orgasmi violenti. Ha messo due carichi di sperma in ciascuno e non ne ho mai abbastanza. Alla fine abbiamo dormito. La mattina dopo abbiamo fatto di nuovo la doccia. Questa volta non mi ha pisciato in bocca ma su di me, dai peli della testa ai peli della figa. Poi me lo ha fatto succhiare un'ultima volta prima che partisse per casa sua. Ho assaporato a lungo il suo carico di sperma in bocca prima di ingoiarlo e leccarmi le labbra.

Sono andato all'aeroporto e sono andato a prendere Tim. Tornando a casa mi ha raccontato con entusiasmo del suo colloquio di lavoro e di come si aspettava di ricevere un'ottima offerta di lavoro. Più tardi, a casa, commentò che non avevo detto molto e mi chiese se andava tutto bene e se mi era piaciuta la visita di suo padre. Ho pensato e ho deciso che glielo avrei detto.

«Tuo padre ci ha provato con me. All'inizio ho detto di no, ma non avrebbe accettato un no come risposta. Dopo che abbiamo iniziato, non ho potuto resistere e ho fatto sesso con lui diverse volte volentieri mentre era qui. Mi dispiace tanto." Tim mi sorrise: “Lo so già. Ho parlato con papà e mi ha raccontato tutti i dettagli sporchi. Questo era il suo piano quando è arrivato qui. So anche cosa hanno fatto i vostri due al matrimonio. Prima che me ne andassi abbiamo scommesso cento dollari che ti avrebbe portato a letto e ti avrebbe scopato, che tu lo volessi o no. Scommetto che non gli ci sarebbe voluta più di un'ora prima che tu lo scopassi e lo succhiassi volontariamente. Ho vinto la scommessa." Gli ho detto che potrebbe essere passata poco più di un'ora. Tim rise.

"Papà tornerà il prossimo fine settimana così potremo entrambi farti una bella scopata allo stesso tempo." Tim mi ha baciato e ha afferrato una manciata di tetta.


1015

Storie simili

L'altra donna_(0)

L'altra donna Di Signorina Irene Clearmont Una fantasia che si è avverata. Copyright © 2011 (novembre) Preambolo. ---------------- Suppongo che ci sia un punto in ogni matrimonio in cui uno dei partner si smarrisce. Bene, OK allora, non tutti i matrimoni, ma devo ammettere che è successo a me, quel momento in cui dici a te stesso: 'C'è qualcun altro in questo matrimonio, qualcuno che non ho ancora incontrato, qualcuno che si sta intromettendo. ' Questa è la storia di un'intrusione diventata invasione. Una donna ha aperto la porta ed è entrata. Ovviamente tutti ci aspettiamo che l'altra donna sia una...

840 I più visti

Likes 0

GANG BANG A SORPRESA

Anche se questo è accaduto quasi 15 anni fa, mi viene ancora duro quando ci penso. Ho deciso che è ora di condividerlo con il resto del mondo. Questa storia è vera. Scusa non ci sono cazzi mostruosi, ma penso che la verità sia comunque più calda. Mia moglie, chiamiamola Suzy, aveva 19 anni quando ci siamo sposati e io sono stata la sua prima volta. L'ho incoraggiata a cercare la propria sessualità e per il tempo ha resistito. Suzy è alta 5'6 circa 118 libbre bionda fragola con un fantastico set di tette 34C e un culo tondo e sodo...

1.9K I più visti

Likes 0

La troia arrapata di papà, capitolo 1

Capitolo 1 “Oh papà! SÌ! Fottimi, fottimi! Oh Dio! Kattie ha urlato mentre rimbalzava sul cazzo di suo padre. Sì! Prendi questo cazzo, piccola troia! ringhiò Richard, stringendo la presa sul sedere di sua figlia. Era così morbida e paffuta nei punti giusti. Cosce spesse e un piccolo spreco, Kattie era la definizione di sexy. Ed era la migliore puttanella che un papà potesse desiderare. Ciao? C'è qualcuno in casa? una voce chiamò dal piano di sotto. Era sua madre. Oh merda! ansimò Kattie, mentre saltava giù dal grembo di suo padre e afferrava la sua vestaglia. Suo padre si tirò...

953 I più visti

Likes 0

3 sorella malvagia

Improvvisamente mi sono venute in mente tre lettere speciali. WTF ero avventatamente sotto la doccia con me e la mia mente correva a ciò che Izzy aveva detto prima di cenare. -se ottieni anche solo un pompino avventato, dirò a tutti in quella stanza cosa hai fatto con quelle donne- merda mormorai Max, so che sei matto e mi dispiace. So che quello che ho fatto è sbagliato ma mi dispiace. Mi sono fatto impazzire pensando se tu e spero che tu mi perdonerai. All'improvviso ricordi di quella notte in cui l'ho trovata spaventata da cagare guardando un film e di...

1.8K I più visti

Likes 0

I giovani vogliono essere presi da modello

“Sono come un animale, che si nutre di lei, mentre consuma il mio ardente desiderio. Una volta nutrito, non più il lupo. Un amico mi ha parlato della figlia di un amico che voleva intraprendere la carriera di modella. Mi è stato dato il suo portafoglio limitato e altre informazioni; Il suo nome Alla - 23 anni - mai sposata - alta circa 5' 6 - non più di 115 libbre - lunghi capelli ramati - i suoi lineamenti del viso squisiti sono privi di imperfezioni come porcellana fine - corpo flessuoso - seno piccolo - culo perfetto a forma di...

1.2K I più visti

Likes 0

Tutto sbagliato con

Ogni cosa che non va in Era stupro se ti piaceva? di Cuore legato Narrativa, Bondage e restrizione, Crudeltà, Dominazione/sottomissione, Droga, Maschio/Adolescente, Sesso orale, Stupro, Riluttanza, Romanticismo, Sculacciata, Adolescente, Verginità, Scritto da donne, Giovane Introduzione: Lise, una ragazza del secondo anno, ha avuto una relazione con Alex, che si era già diplomato al liceo. Liza ha rotto con Alex. Ma chissà cosa può succedere a una festa? 1: Festeggiare? Capitolo I - Liza Lise! Lisa! Elisabeth!! Alex mi ha chiamato mentre passavo. Ho continuato a camminare a passo svelto, mettendo distanza tra me e il mio ex ragazzo. 2: Wtf, non...

1.9K I più visti

Likes 0

Le Sorelle Calzino (Capitoli 9-12)

CAPITOLO NONO Jeff ci ha lasciati davanti alla casa di Kim intorno alle 8:30 e lei ci ha incontrato sulla porta con indosso una delle soffici vecchie vesti. “Sono appena uscito dalla doccia ragazze. Vieni nella mia camera da letto, ci cambiamo lì. Phil se n'è appena andato e mi sono quasi dimenticato del tempo! Phil se n'è appena andato, eh? Ho scherzato. E cosa stavate combinando voi due per aver perso la cognizione del tempo? “Stavamo scopando, Mar! Cosa hai pensato? Kim sorrise a me e Beth e scoppiammo tutti a ridere. Quando arrivammo nella stanza di Kim, lasciò cadere...

1.8K I più visti

Likes 0

STIVALI DA COWBOY ROSSI

Christy ha sbirciato nel suo armadio cercando di decidere quale vestito indossare per la sua solita uscita del sabato sera, e poiché è di Ft. Worth, il Texas, la sua destinazione sarebbe stata sicuramente uno dei tanti bar da cowboy che punteggiavano il paesaggio di Metroplex. Alla fine ha deciso per un vestito lungo in stile country che fosse scollato sulla parte superiore, ma abbastanza ampio da consentire la sua libertà di movimento sulla pista da ballo. Posò l'indumento sul letto e si sedette davanti al suo specchio cosmetico per spazzolarsi i lunghi capelli biondi. Non c'era dubbio, Christy aveva un...

1.4K I più visti

Likes 0

La tua mascella è caduta e sei coperto di sperma

>> Giochi con il tuo vibratore, gemendo forte mentre mi intrufolo > nella tua stanza. I tuoi occhi dietro la testa come me > tocca il tuo corpo nudo. Mi senti ma non aprire gli occhi come > le mie mani violano la tua figa infilando le mie dita nel tuo bagnato > fica. Ti dico vuoi un vero cazzo, vero? > gemi mentre ti lego le braccia al letto. quindi diffondi il tuo > gambe larghe legandole al fondo del letto. Giaci > impotente di fronte a me mentre ti guardo con il cazzo dentro > la mia mano...

989 I più visti

Likes 0

Fantasia di schieramento

Voglio raccontarvi tutto del mio schieramento in Turchia. Ero solo e non avevo voglia di fare come tutti gli altri ragazzi. Sai parlare con le ragazze dello stato sperando di poter organizzare qualcosa per quando tornerò. Ero in una stanza con 8 ragazzi in 4 letti a castello e volevo trovare qualcuno che fosse di stanza qui con la propria stanza. Forse anche una casa. Così sono andato al gruppo di vendita in giardino su Facebook e ho iniziato a cercare un amico nell'elenco dei membri. Chissà, forse conoscevo qualcuno qui. Bene, mi sono imbattuto in una ragazza di nome Lily...

2.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.