BANDIERE A SCACCHI FATEMI SCOPARE.

569Report
BANDIERE A SCACCHI FATEMI SCOPARE.

Alla fine del 200esimo giro della gara modificata NASCAR Oswego Fall Classic del 1973, la bandiera a scacchi sventolò sulla mia Vega n. 2 con motore big block. Probabilmente 10.000 delle 15.000 persone sugli spalti tifavano per me. Agli altri o non piacevo o speravano semplicemente che il loro pilota preferito vincesse. Un'altra vittoria in una gara era nei libri con il mio nome sopra. Quella è stata la mia sesta vittoria della stagione su quattro piste diverse nel programma del tour del Nordest. È stata una buona cosa che la gara fosse finita quel giro perché potevo sentire che una delle mie slick posteriori larghe da 18 pollici stava iniziando a sgonfiarsi e non sarebbe durata un altro paio di giri. Ad aspettarmi nel cerchio dei vincitori del tratto anteriore ci sarebbero stati un trofeo, un assegno di 10.000 dollari e un bacio dalla ragazza del trofeo.

Mentre scendevo dalla macchina, il mio equipaggio di due persone è corso verso di me e ha festeggiato con me, e l'annunciatore si è avvicinato e ha posto le solite domande che fanno al vincitore sul sistema PA. Ho risposto alle sue domande e ho inserito alcune prese per i miei sponsor. Il promotore mi ha dato il trofeo e un assegno di grandi dimensioni. La ragazza dei trofei mi ha dato un bacio. Fu più di un bacio e sentii la sua lingua scivolare nella mia bocca. La ragazza trofeo di questa settimana in quella pista era una reginetta di bellezza diciannovenne locale. Indossava l'abito da concorso, la corona e la fascia, dimostrando che era Miss. Western New York Fall Festival. Le sussurrai all'orecchio di venire alla mia macchina ai box tra una ventina di minuti.

Il mio nome è Paul. Quando accadde quella sera avevo 26 anni e cercavo di guadagnarmi da vivere come autista di stock car. Avevo uno sponsor che pagava la maggior parte dei miei costi per viaggiare e mantenere la mia macchina e un paio di altri più piccoli che pagavano la bolletta dei pneumatici, le quote di iscrizione e il gas. In effetti, i soldi del mio portafoglio erano miei, anche se ne davo una parte ai membri dell'equipaggio quando andavo bene, per aumentare lo stipendio che potevo pagargli con i soldi degli sponsor. Avevo iniziato correndo con mini stock e street stock diversi anni fa. Il mio obiettivo era recuperare un giro della Winston Cup sul grande circuito. Il mio pilota di coppa preferito quell'anno, e ogni anno, era David Pearson che guidava la Mercury #21 sponsorizzata da Purolator per i Wood Brothers. Ero single, alto un metro e ottanta, 168# e avevo ben 7 pollici di virilità. Mi era stato detto che ero attraente e tra quelli che lo sapevano avevo la reputazione di apprezzare le ragazze e di riuscire a resistere a letto più del tempo necessario per renderle felici.

Venti minuti dopo, avevamo finito di caricare la macchina nel rimorchio e io mi ero tolto l'abito da autista con jeans e maglietta e mi ero ripulito quando lei si avvicinò rapidamente a me. Era ancora vestita allo stesso modo. Mi ha dato un grande abbraccio al collo. "Speravo che vincessi. Spero sempre che tu vinca." "Ti piacerebbe andare in un posto più privato?" le ho chiesto e lei ha annuito di sì. "Come ti chiami?" "Terry." Le presi la mano e la condussi su per le scale fino alla cabina degli annunciatori, ora vuota. Quando siamo entrati ho chiuso la porta dietro di noi, l'ho fatta girare e le ho dato un bacio profondo e persistente.

Il suo vestito bianco lungo fino alla caviglia era senza maniche con cinghie sulle spalle. Le ho fatto scivolare le spalline sulle spalle e le ho abbassato la maglietta, esponendo le sue vivaci tette coppa B. Subito ho iniziato a leccarle e masticarle i capezzoli, che erano già eretti e duri, mentre le stringevo i seni con entrambe le mani. Terry inclinò la testa all'indietro e gemette di piacere. Dopo diversi minuti mi fermai e mi slacciai i jeans. Terry osservava con impazienza. Con solo una piccola spinta, i miei jeans e i miei pantaloncini caddero a terra e ne uscii. I miei sette pollici duri balzarono fuori e puntarono verso il bersaglio previsto.

Terry subito si inginocchiò e succhiò il mio cazzo nella sua bocca. Questa giovane ragazza sapeva come succhiare il cazzo. Ha preso gran parte della mia asta ma non fino in fondo alla gola. Succhiando forte e dondolandosi rapidamente su e giù mentre giocavo con le mie palle, leccava la parte inferiore della mia testa di cazzo ogni volta che le arrivava alle labbra. Mi ha prestato un'attenzione orale spettacolare per circa cinque minuti mentre mi abbassavo e giocavo con le sue tette, facendole rotolare i capezzoli tra le dita e facendoli rimbalzare su e giù. Alla fine le ho detto di alzarsi e girarsi.

Quando lo ha fatto, ho spinto in avanti le spalle di Terry in modo che fosse piegata in vita con le braccia sul bancone di controllo e guardasse la pista. Le ho tirato l'orlo del vestito fino alla vita e con i denti le ho abbassato le mutandine e le ho baciato e leccato le natiche mentre le sue mutandine cadevano a terra e lei se le toglieva. Le allargai le gambe e mi avvicinai a lei. Quando ho messo la mano tra le sue gambe e le ho massaggiato la figa, la sua fica liscia e appena rasata era bagnata fradicia. Ho fatto scivolare il mio cazzo tra le labbra della sua figa e con esso ho massaggiato il suo clitoride. Lei si contorceva e gemeva. "Mettimelo dentro, Paul. Scopami bene. Ti voglio dentro di me." Con una sola spinta ho spinto lentamente tutti i miei sette pollici nel suo tunnel dell'amore caldo, umido e stretto. Ero nel profondo di Terry e l'ho tenuto lì, immobile, per diversi secondi. "Cazzo sì, è così bello. Fottimi, Paul." Ho iniziato a pompare la fica di Terry, dapprima lentamente, poi sempre più velocemente. Per i successivi quindici minuti le ho sbattuto la carne addosso. Ha avuto diversi orgasmi, ognuno più forte e rumoroso di quello precedente.

Terry era uno stronzo molto vocale e rumoroso. "Oh sì, Dio sì, fottimi con quel cazzo meraviglioso, Paul. Fottimi forte. Dammelo. Sì." Quando non faceva queste affermazioni incoraggianti gemeva costantemente. Nessuno dei due si rendeva conto che per la maggior parte del tempo premeva accidentalmente il pulsante del microfono appoggiandosi su di esso, e la nostra sessione di scopata veniva trasmessa alle poche persone che erano ancora ai box o lavoravano in pista. Nessuno ci ha fermato ma tutti quelli rimasti ascoltavano attentamente. Ero finalmente pronto a scaricare il mio carico. "Sto arrivando. Dove lo vuoi?" "Nella mia bocca. Vieni nella mia bocca." Mi sono tirato fuori e Terry si è girata ed è caduta in ginocchio prendendomi in bocca il più velocemente possibile. Circa un altro minuto di suzione e le ho riempito la bocca con diverse grosse corde di sperma caldo e denso, salato. Deglutì più velocemente che poteva, ma una parte del liquido le colava ancora dagli angoli della bocca e le pendeva dal mento. Lo tirai fuori e lei raccolse quello che le gocciolava dal mento e lo succhiò dalle dita. "È stato meraviglioso. Sei il migliore, proprio come avevo sentito dire. Grazie. Puoi scoparmi ogni volta che vuoi. Ti darò il mio numero di telefono." Mi sono tirata su i jeans e ho rimesso dentro la mia virilità ben sfruttata. Mi sono messa in tasca il suo numero di telefono per poi unirlo con gli altri numeri che avevo per le donne in altre città con tracce.

Mentre scendevamo le scale, tutti guardavano nella nostra direzione e molti di loro applaudivano o esultavano. Non sapevamo perché.





710

Storie simili

GANG BANG A SORPRESA

Anche se questo è accaduto quasi 15 anni fa, mi viene ancora duro quando ci penso. Ho deciso che è ora di condividerlo con il resto del mondo. Questa storia è vera. Scusa non ci sono cazzi mostruosi, ma penso che la verità sia comunque più calda. Mia moglie, chiamiamola Suzy, aveva 19 anni quando ci siamo sposati e io sono stata la sua prima volta. L'ho incoraggiata a cercare la propria sessualità e per il tempo ha resistito. Suzy è alta 5'6 circa 118 libbre bionda fragola con un fantastico set di tette 34C e un culo tondo e sodo...

1.9K I più visti

Likes 0

La troia arrapata di papà, capitolo 1

Capitolo 1 “Oh papà! SÌ! Fottimi, fottimi! Oh Dio! Kattie ha urlato mentre rimbalzava sul cazzo di suo padre. Sì! Prendi questo cazzo, piccola troia! ringhiò Richard, stringendo la presa sul sedere di sua figlia. Era così morbida e paffuta nei punti giusti. Cosce spesse e un piccolo spreco, Kattie era la definizione di sexy. Ed era la migliore puttanella che un papà potesse desiderare. Ciao? C'è qualcuno in casa? una voce chiamò dal piano di sotto. Era sua madre. Oh merda! ansimò Kattie, mentre saltava giù dal grembo di suo padre e afferrava la sua vestaglia. Suo padre si tirò...

953 I più visti

Likes 0

L'altra donna_(0)

L'altra donna Di Signorina Irene Clearmont Una fantasia che si è avverata. Copyright © 2011 (novembre) Preambolo. ---------------- Suppongo che ci sia un punto in ogni matrimonio in cui uno dei partner si smarrisce. Bene, OK allora, non tutti i matrimoni, ma devo ammettere che è successo a me, quel momento in cui dici a te stesso: 'C'è qualcun altro in questo matrimonio, qualcuno che non ho ancora incontrato, qualcuno che si sta intromettendo. ' Questa è la storia di un'intrusione diventata invasione. Una donna ha aperto la porta ed è entrata. Ovviamente tutti ci aspettiamo che l'altra donna sia una...

841 I più visti

Likes 0

3 sorella malvagia

Improvvisamente mi sono venute in mente tre lettere speciali. WTF ero avventatamente sotto la doccia con me e la mia mente correva a ciò che Izzy aveva detto prima di cenare. -se ottieni anche solo un pompino avventato, dirò a tutti in quella stanza cosa hai fatto con quelle donne- merda mormorai Max, so che sei matto e mi dispiace. So che quello che ho fatto è sbagliato ma mi dispiace. Mi sono fatto impazzire pensando se tu e spero che tu mi perdonerai. All'improvviso ricordi di quella notte in cui l'ho trovata spaventata da cagare guardando un film e di...

1.8K I più visti

Likes 0

I giovani vogliono essere presi da modello

“Sono come un animale, che si nutre di lei, mentre consuma il mio ardente desiderio. Una volta nutrito, non più il lupo. Un amico mi ha parlato della figlia di un amico che voleva intraprendere la carriera di modella. Mi è stato dato il suo portafoglio limitato e altre informazioni; Il suo nome Alla - 23 anni - mai sposata - alta circa 5' 6 - non più di 115 libbre - lunghi capelli ramati - i suoi lineamenti del viso squisiti sono privi di imperfezioni come porcellana fine - corpo flessuoso - seno piccolo - culo perfetto a forma di...

1.2K I più visti

Likes 0

Tutto sbagliato con

Ogni cosa che non va in Era stupro se ti piaceva? di Cuore legato Narrativa, Bondage e restrizione, Crudeltà, Dominazione/sottomissione, Droga, Maschio/Adolescente, Sesso orale, Stupro, Riluttanza, Romanticismo, Sculacciata, Adolescente, Verginità, Scritto da donne, Giovane Introduzione: Lise, una ragazza del secondo anno, ha avuto una relazione con Alex, che si era già diplomato al liceo. Liza ha rotto con Alex. Ma chissà cosa può succedere a una festa? 1: Festeggiare? Capitolo I - Liza Lise! Lisa! Elisabeth!! Alex mi ha chiamato mentre passavo. Ho continuato a camminare a passo svelto, mettendo distanza tra me e il mio ex ragazzo. 2: Wtf, non...

1.9K I più visti

Likes 0

Le Sorelle Calzino (Capitoli 9-12)

CAPITOLO NONO Jeff ci ha lasciati davanti alla casa di Kim intorno alle 8:30 e lei ci ha incontrato sulla porta con indosso una delle soffici vecchie vesti. “Sono appena uscito dalla doccia ragazze. Vieni nella mia camera da letto, ci cambiamo lì. Phil se n'è appena andato e mi sono quasi dimenticato del tempo! Phil se n'è appena andato, eh? Ho scherzato. E cosa stavate combinando voi due per aver perso la cognizione del tempo? “Stavamo scopando, Mar! Cosa hai pensato? Kim sorrise a me e Beth e scoppiammo tutti a ridere. Quando arrivammo nella stanza di Kim, lasciò cadere...

1.8K I più visti

Likes 0

STIVALI DA COWBOY ROSSI

Christy ha sbirciato nel suo armadio cercando di decidere quale vestito indossare per la sua solita uscita del sabato sera, e poiché è di Ft. Worth, il Texas, la sua destinazione sarebbe stata sicuramente uno dei tanti bar da cowboy che punteggiavano il paesaggio di Metroplex. Alla fine ha deciso per un vestito lungo in stile country che fosse scollato sulla parte superiore, ma abbastanza ampio da consentire la sua libertà di movimento sulla pista da ballo. Posò l'indumento sul letto e si sedette davanti al suo specchio cosmetico per spazzolarsi i lunghi capelli biondi. Non c'era dubbio, Christy aveva un...

1.4K I più visti

Likes 0

La tua mascella è caduta e sei coperto di sperma

>> Giochi con il tuo vibratore, gemendo forte mentre mi intrufolo > nella tua stanza. I tuoi occhi dietro la testa come me > tocca il tuo corpo nudo. Mi senti ma non aprire gli occhi come > le mie mani violano la tua figa infilando le mie dita nel tuo bagnato > fica. Ti dico vuoi un vero cazzo, vero? > gemi mentre ti lego le braccia al letto. quindi diffondi il tuo > gambe larghe legandole al fondo del letto. Giaci > impotente di fronte a me mentre ti guardo con il cazzo dentro > la mia mano...

989 I più visti

Likes 0

Fantasia di schieramento

Voglio raccontarvi tutto del mio schieramento in Turchia. Ero solo e non avevo voglia di fare come tutti gli altri ragazzi. Sai parlare con le ragazze dello stato sperando di poter organizzare qualcosa per quando tornerò. Ero in una stanza con 8 ragazzi in 4 letti a castello e volevo trovare qualcuno che fosse di stanza qui con la propria stanza. Forse anche una casa. Così sono andato al gruppo di vendita in giardino su Facebook e ho iniziato a cercare un amico nell'elenco dei membri. Chissà, forse conoscevo qualcuno qui. Bene, mi sono imbattuto in una ragazza di nome Lily...

2.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.