Il Partito Pt. 1-la cheerleader

317Report
Il Partito Pt. 1-la cheerleader

La sveglia mi ha svegliato. Gemetti e mi stropicciai gli occhi assonnato. Poi mi sono girato e ho premuto il pulsante snooze. Cinque minuti dopo suonò di nuovo la sveglia e mi alzai dal letto. Sono andato sotto la doccia e mi sono insaponato e fatto lo shampoo velocemente sul mio corpo nudo.

Esco dalla doccia e mi asciugo con un asciugamano. Pulii lo specchio appannato con l'asciugamano e mi guardai. A 16 anni, ero alto 6 piedi e 7 pollici e pesavo ben 180 libbre. Il mio cazzo era 6 pollici non eretto e 7 e mezzo duro. I miei capelli erano lunghi e leggermente ondulati.
Ho finito di asciugarmi e mi sono vestita. Scesi le scale fino al tavolo della cucina. Mio padre stava mangiando le sue solite uova e bacon.

Mi versai una ciotola di cereali e cominciai a mangiare.

“Sarò via per il fine settimana. Non sarò qui quando tornerai a casa", mi disse.

"Va bene", ho detto, senza fare domande, in parte perché non era insolito (papà era un uomo d'affari che viaggiava molto) e in parte perché ciò significava che avevo la possibilità di festeggiare. (mia madre se n'è andata quando ero giovane, il che significava che avrei avuto la casa tutta per me.) "Quando torni?"

«Probabilmente intorno a lunedì. Potrebbe volerci più tempo. Ti chiamerò se sarà possibile."

"Va bene. Beh, è ​​meglio che vada. La scuola inizia alle 20.
Detto questo ho preso la borsa e sono partito. Sono andato a scuola a piedi perché era abbastanza vicino. Mi ci sono voluti solo circa 10 minuti per arrivarci. Non appena l'ho fatto, ho iniziato a dire ai miei amici di organizzare una festa subito dopo la scuola. Ho detto loro di spargere la voce e di cercare di trovare qualcuno che comprasse la birra. All'ora di pranzo metà della scuola sapeva della festa. Sapevo che sarebbe stato fantastico.

Dopo la scuola, corsi a casa per prepararmi. Non appena mi fui cambiato d'abito sentii bussare alla porta. Mi sono affrettato ad aprirlo e sono entrate circa 50 persone contemporaneamente. Altri stavano arrivando. La festa era iniziata.
Più tardi quella notte, quando tutti si sono divertiti, le cose hanno iniziato davvero a migliorare. La gente ha iniziato a pomiciare e ad andare di nascosto in bagno per pompini e sveltine. Inoltre, qualcuno aveva portato dell'erba. Un sacco di erba.

Quasi tutti si erano sballati nel giro di mezz'ora dopo che l'hashish era stato fumato.
Ero seduto sul divano e stavo passando una canna al mio amico Jeremy, quando Aisha, una delle cheerleader della mia scuola, si è avvicinata a me. Si sedette e mi sorrise.

"Ehi", le ho detto, non proprio sicuro di cosa dire.

"Facciamo sesso", ha detto.

"Che cosa?!" chiesi, completamente scioccato da questo suggerimento improvviso.

"Dai. Sono giovane, sexy e arrapato. Non mi vuoi?" ha scherzosamente messo il broncio.

"Beh, sì, ma... ehm..." balbettai. Anche se il mio cervello non funzionava bene, il mio uccello sicuramente funzionava. Ora stavo sfoggiando un'erezione furiosa.

"Dai. Andiamo su nella tua stanza." Mi prese la mano e mi condusse su per le scale. L'ho seguita, non proprio sicuro di cosa lo avesse causato e, allo stesso tempo, non me ne fregava un cazzo. Quando siamo arrivati ​​in cima, ho girato a destra verso la mia camera da letto. Siamo entrati e abbiamo chiuso la porta. Aisha iniziò a togliersi i vestiti non appena chiuse la porta. Si è tolta la maglietta, esponendomi alle sue bellissime coppe. Lei si avvicinò a me e si sedette. Ha spostato la mia mano sul suo seno. Potevo sentire i suoi capezzoli diventare duri al mio tocco. Lei gemette piano, rendendo il mio cazzo ancora più duro.

Lei si è chinata e mi ha baciato sulle labbra. Aprì le labbra e lentamente mi mise la lingua in bocca.
Abbiamo pomiciato così per circa cinque minuti, finché lei non si è staccata e mi ha sollevato la maglietta. Poi ci siamo tolti entrambi i pantaloni e la biancheria intima, lasciandoci nudi ed arrapati. Restiamo sdraiati così per un po', pomiciando nudi, con i nostri corpi che si sfregano l'uno contro l'altro.
All'improvviso si staccò e, prima che potessi rendermi conto di cosa stesse succedendo, era tra le mie gambe e mi faceva un pompino.

È stata una sensazione fantastica. Le sue labbra sul mio cazzo erano paradisiache. La sua bocca era così calda e bagnata. Ho iniziato a gemere di piacere. Ha mosso la testa su e giù, prendendo quanto più poteva di me nella sua piccola bocca. È stato un pompino estremamente incasinato, ma mi ha eccitato ancora di più.

Mentre mi stavo preparando a venire, ho allungato la mano lentamente, ho afferrato i suoi capelli biondi e le ho sollevato delicatamente la testa in modo da guardarla negli occhi azzurri. Sembrava così sexy così.

L'ho guidata dalla sua posizione tra le mie gambe e l'ho baciata di nuovo. Ho iniziato a strofinarle la figa con le dita, sfiorandole delicatamente il clitoride. Lei gemette di nuovo.

"Oh, Brad, è così bello", gemette mentre le passavo di nuovo sul clitoride. Vedendo il piacere che provava, ho deciso di leccarla.

Quando ho iniziato a scendere lungo il suo corpo, baciandola dolcemente mentre andavo, lei mi ha fermato.

"Non preoccuparti", disse. “Voglio solo scopare. No, ho bisogno di scopare. Ho bisogno di te dentro di me, Brad.
Mi ha tirato su finché siamo pari e mi ha baciato ancora una volta. Poi si è abbassata e ha guidato il mio cazzo nella sua figa fiammeggiante.

Entrambi gememmo di piacere quando entrai in lei. Era così calda e stretta. Nella mia esperienza limitata, è stata una delle migliori fighe che abbia mai avuto. Ho iniziato a scopare il suo stile da missionario. Ho iniziato lentamente, ma ho aumentato il ritmo man mano che andavamo avanti.

Le succhiavo e leccavo i capezzoli mentre andavamo, guadagnandomi piccoli gemiti di piacere.
"Oh Dio, è così bello!" gemette mentre raggiungeva l'orgasmo, l'orgasmo correva attraverso il suo corpo. “Giirami. Voglio farlo alla pecorina.

Ho fatto come mi era stato detto e l'ho messa a carponi. Sono entrato nella sua figa da dietro e ho detto di martellare davvero.

“Ohhh! Oh Dio!!" urlò mentre un altro intenso orgasmo la attraversava.

"Oh merda, penso che sborrerò!" Gliel'ho detto, mentre la sensazione familiare cominciava a insinuarsi nelle mie palle.

“Bene, tirati fuori. Lo voglio tutto in bocca!”

Queste parole da sole mi hanno quasi fatto venire in quel momento, ma sono riuscito a tirarmi fuori. Si voltò e affrontò il mio cazzo.

Ho iniziato a masturbarmi nella sua bocca aperta. In pochi secondi stavo venendo. Ho sparato 4 corde di sperma direttamente nella sua bocca.

"Buonissimo, buonissimo", disse mentre lui giocava con lo sperma nella sua bocca prima di ingoiarlo tutto. "Voglio andarci di nuovo", mi sussurrò all'orecchio.

Non ho avuto bisogno che me lo dicessero due volte e mi è venuta subito un'altra erezione. Prima che me ne rendessi conto, le stavo accarezzando di nuovo la figa. I gemiti che emise furono incredibili da sentire. Ho iniziato a risalire lungo il suo corpo. Questa volta le lascerei dire di no.

Quando sono arrivato alla sua figa, ho infilato lentamente due dita dentro, ottenendo ancora più gemiti di piacere. Ho continuato a scoparla con le dita finché un altro orgasmo non l'ha attraversata. "Ah merda!" urlò sollevando i fianchi.
Ho tirato fuori le dita e ho iniziato a strofinarle sulle labbra della sua figa e sul clitoride. Ogni volta che passavo sul clitoride, una piccola increspatura attraversava il suo corpo. Adesso gemeva più forte.

Mi sono abbassato in modo che il mio viso fosse allo stesso livello della sua figa tagliata. Tirai fuori la lingua e cominciai a leccarle le labbra. Ho tracciato la sua figa più e più volte prima di seppellire la mia faccia in lei. Ho tirato fuori la lingua il più lontano possibile. Ho leccato tutto l'interno della sua bellissima figa.

Le ho massaggiato il clitoride mentre la leccavo, ottenendo ancora più gemiti e sussulti di piacere.

"Oh cavolo!!" ha urlato e ha spinto la mia faccia nella sua figa mentre raggiungeva di nuovo l'orgasmo.
Quando ebbe finito con l'orgasmo, tornò a carponi alla pecorina. L'ho picchiata per dieci minuti buoni, procurandole orgasmi multipli.

"Sborrerò di nuovo", le ho detto mentre continuavo a battere forte, con le palle che schiaffeggiavano il fondo della sua figa.

"Fallo e basta. Lo voglio tutto dentro di me.

"Oh Dio!" Ho urlato mentre rilasciavo il mio sperma dentro di lei. Le ho sparato diverse corde e lei è venuta di nuovo.
Alla fine di tutto questo, le sue ginocchia tremavano per l'orgasmo e le mie palle si sentivano prosciugate.

“È stato fantastico”, le ho detto.

"È stato il migliore che abbia mai avuto", mi sussurrò.

Poi si è rialzata e mi ha baciato, mi ha abbracciato e si è addormentata subito. Il mio sonno seguì presto, ero stanco per il sesso. Restammo lì fino al mattino, coperti di sudore e di sperma.

Continua. (se vi è piaciuto questo)


Per favore commentate e date qualche consiglio per aiutarmi. Questa è solo la mia seconda storia di sesso e la apprezzerei molto.

PS So che questo non è il massimo, ma il prossimo sarà meno affrettato.

Storie simili

SEI UNA DONNA MOLTO EMOZIONANTE LIZ

Indossava una mia camicia nera, tacchi alti e il suo profumo preferito. La maglietta era appoggiata sulle sue spalle e completamente aperta mostrando il suo corpo lussureggiante e i capezzoli eretti. Aveva le sue magnifiche gambe spalancate mentre si dava piacere con un vibratore su mia richiesta. Lo sguardo sul suo viso mostrava che si stava ovviamente divertendo mentre guardavo. Il giorno prima mi aveva telefonato chiedendomi se avevo dei lavori che poteva fare per aiutarmi a pagare alcune bollette. In passato aveva fatto richieste simili e io l'avevo pagata per stirare e pulire. Questa volta le ho detto che sarei...

1.9K I più visti

Likes 0

Non ho mai saputo il suo nome

Non ho mai saputo il suo nome ….Una moglie solitaria…. una casa in campagna…. un bell'uomo di riparazione... una tempesta…. una strada allagata che porta lontano dalla casa…. un continuo acquazzone…. le luci si spengono e non c'è altro da fare che aspettare. La casa si raffredda senza riscaldamento elettrico. Cosa possono fare per riscaldarsi mentre aspettano? La mente di una moglie inizia a fantasticare. ….Suo marito, capitano di mare, torna a casa solo due volte l'anno. Prende una grande coperta da metterci sopra mentre aspettano sul divano. Fuori sta diventando più buio. Ha delle candele... ma l'oscurità è molto erotica...

1.7K I più visti

Likes 0

Wartime Comfort House Diario - Giorno 7 British Sausage

Avevo incaricato la signorina Yamaha di portare la giovane madre coreana Maple a nutrire la mia debole moglie del posto ogni volta che andavo a consumare con Cherry, oltre alle sue normali poppate quotidiane. Sapevo che il nutrimento extra avrebbe aiutato Cherry a diventare più forte. Sono stato anche incuriosito dall'orgasmo di mia moglie dopo che ho sparso i miei semi e mi sono ammorbidito, quindi ho deciso di lasciare la mia virilità nel suo grembo ogni volta che raggiungevo l'orgasmo. Mi eccitavo baciando appassionatamente mia moglie mentre accarezzavo i suoi seni sodi in crescita (quasi coppa B ora) e i...

1.1K I più visti

Likes 0

Matrimonio parte 1 (pilota)

Mia moglie ed io eravamo sposati da 11 anni. La nostra storia non è affascinante, l'ho incontrata a un festival rock ed era ubriaca. Sono diventata la sua preda mentre mi infilava la lingua in bocca e danzava intorno alle mie gengive. Prima ancora che potessi battere le palpebre, avevo una ragazza di 23 anni che mi succhiava la faccia con i fumi di bourbon che uscivano dal suo corpo. Normalmente qualcuno come me si sarebbe tirato indietro, ma ero bloccato nella foga del momento e ho visto quanto fosse bella. Alcune persone potrebbero averla definita una skank, una troia o...

900 I più visti

Likes 0

Inaspettato..Parte 2

Cosa sta succedendo qui? La voce riecheggiò nella stanza, e subito lei capì chi era, suo fratello. Emyd si girò con calma sul letto e parlò con calma. Hey Josh, umm Aria è caduta disse mentre si alzava. Aria ha cercato di nascondersi sotto le coperte. mmhmm Josh si rivolse a Emyd I giochi al piano di sotto, vieni? Chiese. sì disse mentre faceva qualche passo verso la porta, ma poi si rivolse ad Aria Dovresti restare a letto per un po', sai, per ogni evenienza.. Mentre usciva e lasciava Aria, lei poteva ancora sentire le sue labbra sulle sue. Aria...

815 I più visti

Likes 0

35Harry Potter e la spada di Grifondoro - Capitolo finale

Disclaimer: queste storie non sono mie tutti i personaggi appartengono a JK Rowling. Diciannove anni dopo... Aspetta cosa? Diciannove? Perché diciannove? Queste cose non accadono in quantità pari di anni come due, dieci o venti? O anche incrementi di cinque anni? Perché dovrei andare contro le convenzioni e usare un numero dispari come diciannove? “Oh, guardami; Sono un tale ribelle. Colloco il mio epilogo diciannove anni nel futuro! Sono un tale trend setter. Chi sono io per andare contro le convenzioni? Quindici anni dopo... Non importa quante volte Harry vedesse la nuova Hogwarts, il petto del mago si gonfiava di meritato...

732 I più visti

Likes 0

Stazione Anton.

Mi dispiace per le persone che si prendono una pausa da Link perché sono TOTALMENTE perplesso e ho pensato a una nuova idea per una storia, Kai, con i suoi lunghi capelli castani e ricci con l'aiuto della brezza, le sferzava la nuca. Le sue lunghe ciglia, che quasi nascondevano i suoi occhi celesti, le tenevano lontano lo sporco dagli occhi. Mentre il cavallo si impennava davanti a lei, Kai alzò le braccia davanti a lei e si inchinò dolcemente al cavallo. I suoi movimenti rapidi erano taglienti e Kai non sapeva se poteva domare il cavallo o no. Dopo circa...

602 I più visti

Likes 0

MAX è un Freak parte 10

Carol indossava solo un grembiule che non le copriva il culo, indossava anche tacchi a spillo da 5 pollici, senza reggiseno, le sue tette erano trafitte ed era sia imbavagliata che tappata. Aveva il collare, il collare del cane diceva Max's Slut. Suo figlio/maestro Max aveva appena finito di usarla, era mezzogiorno di sabato, quindi gli stava preparando il pranzo. La sua bocca puzzava di sperma, ne aveva appena inghiottito un boccone solo dieci minuti prima ma Master Max non le aveva ancora permesso di usare il collutorio. Domani era un giorno speciale, era il loro secondo anniversario come Master &...

540 I più visti

Likes 0

Il buono, il cattivo e il Molly - Capitolo dodici

Ti stai divertendo? chiesi quasi nervosamente mentre io e Molly camminavamo per la città. Sì. Questo è carino. rispose educatamente con un piccolo sorriso. Quando vivi così vicino a un posto ti dimentichi di dare un'occhiata e di fare il turista di tanto in tanto. Sì! Questo posto è davvero fantastico. C'è anche una piccola gelateria carina qui. Ho visto un'ultima volta che ero qui con D- con Diane. Non potevo lasciarmi scappare che stavo uscendo con Daisy alle spalle di Molly – anche se Molly alla fine avesse comprato la storia del supergenio, uscire con sua sorella che all'epoca aveva...

521 I più visti

Likes 0

BANDIERE A SCACCHI FATEMI SCOPARE.

Alla fine del 200esimo giro della gara modificata NASCAR Oswego Fall Classic del 1973, la bandiera a scacchi sventolò sulla mia Vega n. 2 con motore big block. Probabilmente 10.000 delle 15.000 persone sugli spalti tifavano per me. Agli altri o non piacevo o speravano semplicemente che il loro pilota preferito vincesse. Un'altra vittoria in una gara era nei libri con il mio nome sopra. Quella è stata la mia sesta vittoria della stagione su quattro piste diverse nel programma del tour del Nordest. È stata una buona cosa che la gara fosse finita quel giro perché potevo sentire che una...

353 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.