Giro dei bar

266Report
Giro dei bar

Aspettare che arrivasse era qualcosa che facevo più tutto il tempo, stava diventando piuttosto vecchio ed ero stanca di non avere l'attenzione di mio marito. Quando ci siamo sposati per la prima volta il sesso era così caldo che non ne avevamo mai abbastanza l'uno dell'altro. Ora che passava tutto il tempo in ufficio, non l'ho mai visto e non ha mai chiamato. Ho pensato che avesse una relazione, anche se l'ho affrontato ha giurato che non lo era, è solo qualcosa che le donne sanno. Ho deciso che non sarei rimasto a casa quel particolare venerdì sera; Volevo uscire, divertirmi e dimenticare di essere sposato. Ho indossato il mio miglior abito da cocktail nero, reggiseno push up e giarrettiera con calze autoreggenti. Ho scelto i miei tacchi a spillo neri da 3 pollici. Mi sono pettinato i capelli, ho messo un rossetto rosso e sono uscito per una notte in discoteca. Avevo un bell'aspetto e lo sapevo, e stavo andando alla festa come se fossi single.
Mi sono fermato con la mia Mercedes nera davanti al primo club, era un bar per gay e lesbiche, ed era divertente andarci senza pressioni, soprattutto se eri sposato a meno che tu non lo volessi. Sono entrato e mi sono avvicinato al bar guardando i ragazzi che erano semplicemente in fiamme. E le ragazze che sembravano delle vere lesbiche. Avvicinandosi al bar, il barista che era ovviamente lui stesso un lanciafiamme mi versò un LIT, la mia bevanda preferita. L'ho preso e ho trovato un tavolino nell'angolo da cui potevo osservare la scena nella stanza. Mi sono seduto e ho incrociato le mie lunghe gambe. Forse ero rimasto seduto lì tre secondi quando una ragazza con lunghi capelli rossi si avvicinò al mio tavolo. Indossava tacchi simili ai miei, indossava un bellissimo vestito color crema che abbracciava le sue curve. Era decisamente sexy, sorrideva mentre si avvicinava e io ricambiavo il sorriso.
"Aspetti qualcuno?" Lei mi ha chiesto.
"No, aiutati", risposi.
Anche lei si è seduta e ha incrociato le gambe, mi ha detto che si chiamava Debbie e che in questo momento era single. Le ho ordinato da bere e abbiamo parlato per almeno un'ora di ogni sorta di cose. Si è avvicinata a me più volte e ho anticipato un bacio ma non è successo. Le sue labbra erano carnose e carnose e mi sono ritrovata a pensare a come si sarebbero sentite sulle mie.
"Vuoi andare nel retro", mi ha chiesto.
"Cosa c'è là dietro?" ho chiesto.
Lei sorrise, mi prese la mano e ci dirigemmo verso un corridoio oltre il bar, c'erano tonnellate di stanze su ciascun lato del corridoio in cui entrammo in una circa a metà strada indietro. Nella stanza c'era un letto, un grande letto rosso e nient'altro. Si avvicinò al letto e sollevò la maglietta togliendola dalla testa. Sono rimasto fermo e ho guardato; sganciò il reggiseno color crema sul davanti e se lo tolse. Le sue tette andavano bene, erano almeno una coppa DD, aveva piccoli capezzoli stretti e duri con grandi macchie marroni che circondavano quel capezzolo rosso caldo. Fece scivolare le mani lungo la vita e si tolse la gonna che indossava. Sotto indossava un paio di calze autoreggenti nude. Li arrotolò e si tolse il perizoma color crema che indossava. Scosse i suoi lunghi capelli rossi e rimase nuda davanti a me. Il suo corpo era perfetto e bianco crema, la sua figa era rasata, liscia e liscia come quella di una ragazzina. Mi resi conto di quanto fosse bagnata la mia figa mentre mi avvicinavo a lei. Ad ogni passo che facevo lasciavo cadere un capo di abbigliamento finché non mi trovavo nudo direttamente di fronte a lei.
Le sue calde labbra rosse sfiorarono le mie mentre la mia mano trovava i suoi capezzoli duri. Le ho massaggiato delicatamente le tette e le ho tirato i capezzoli mentre le mie labbra trovavano l'incavo del suo collo. L'ho spinta giù sul letto, scivolando fino ai cuscini si è appoggiata alla testiera e ha allargato le gambe, la sua figa era cremosa e bianca, liscia e liscia, aveva piccole labbra strette e increspate con un bel clitoride rosa duro che sporgeva dalle sue labbra. Mi sono subito messo al lavoro, ho allargato le sue labbra e la mia lingua ha trovato il suo clitoride, così come i miei denti, ho mordicchiato e succhiato il suo clitoride indurito, lei gemeva e si dimenava sul letto mentre la scopavo con la lingua. Ho preso due dita e sono entrato nella sua fica stretta, era davvero stretta e bagnata fradicia. Ho aperto quelle piccole labbra interne per rivelare un bel foro rotondo attorno al quale c'era dello sperma luccicante. Ho infilato la lingua dentro di lei e ho iniziato a leccare il suo buco, le mie dita hanno trovato il suo buco del culo. Lei ha spinto i fianchi contro il mio viso mentre gemeva forte e mi veniva addosso.
Mi sono avvicinato alle sue tette e le ho succhiate forte; Ho ritrovato la sua bocca, mentre la mia lingua cercava la sua. La sua bocca era bagnata, mi sono staccata e l'ho guardata, lei sorrideva, mi ha girato e ha cominciato a succhiarmi le tette, scendendo lungo la mia pancia piatta fino al punto tra le mie gambe che in quel momento era bagnato fradicio. La mia figa gocciolava e non vedevo l'ora di sentire la sua bocca sulla mia fica. Lei allargò le mie labbra e cominciò a succhiarmi e leccarmi il clitoride. Era difficile e volevo che mi scopasse, lei mi ha messo due dita nella figa, le ho detto che ne volevo un'altra; ha infilato il terzo nel mio buco stretto e ha iniziato a lavorarli dentro e fuori in modo approssimativo. Ho oscillato i fianchi, ho preso la mia mano e ho iniziato a toccarmi il clitoride con il dito mentre lei leccava un lato, e il dito mi scopava forte. Sapevo che stavo per venire, l'ho avvertita e lei ha tirato fuori le dita e ha infilato la lingua nella mia figa. Le mie gambe si irrigidirono mentre entravo nella sua bocca.
Ci eravamo vestiti e l'ho baciata un'ultima volta, mentre lasciavo la stanza, ho controllato l'orologio: mi ci erano volute solo 2 ore per trovare il suo culo caldo. Sono uscito alla mia Mercedes e sono entrato dirigendomi al bar successivo. Sono andato in un bar a circa 2 minuti lungo la strada, ho lasciato che il parcheggiatore mi parcheggiasse e sono entrato nel bar. Era semplicemente un vecchio rock bar degli anni '70. La musica era ad alto volume, i ragazzi erano accaldati e le bevande erano fredde e perfette. Sono andato al bar ordinando un altro LIT, quando un ragazzo al bar con i capelli scuri che gli sfioravano le spalle mi ha sorriso e ha consegnato al barista i soldi per il mio drink. Gli ho sorriso, lui ha indicato un tavolo e io l'ho seguito. Abbiamo parlato per circa un'ora e la sua mano ha trovato la mia gamba sotto il tavolo. Era duro e caldo, e gli ho lasciato sentire la mia gamba, lui si è spostato lungo la mia coscia verso la mia figa. Allargai leggermente le gambe mentre mi appoggiavo a lui, il suo dito trovò la mia figa; si infilò sotto le mie mutandine e si strofinò l'esterno delle labbra. Potevo dire che era estremamente eccitato, ha mosso il dito per infilarsi tra le mie labbra e colpire solo il clitoride, ed ero ancora molto bagnato dal mio divertimento con Debbie.
Uscimmo dal bar, con la sua mano sulla mia schiena; abbiamo chiesto al parcheggiatore di darci la mia macchina. Si mise al volante e prese il posto del passeggero. Guidammo fino a un luogo appartato e parcheggiammo; spense le luci, si sporse verso di me e cominciò a baciarmi. La sua mano sulla mia nuca, mi chinai più vicino a lui, l'odore della sua colonia era inebriante. Volevo essere scopato e speravo davvero che avesse un grosso cazzo duro da infilarmi dentro. Ho trovato la maniglia della porta con la mano destra e ho aperto la porta. Si allontanò guardandomi con aria interrogativa. Scesi e mi avvicinai al cofano della macchina. Mi sono sdraiato sul cofano; sorrise e scese dirigendosi davanti alla macchina. Mi afferrò le gambe e mi tirò verso di lui. Mi tolse rapidamente le scarpe, srotolò giù le calze e mi tolse le mutandine e il reggicalze prima che potessi rendermi conto di cosa mi aveva colpito.
Il suo cazzo era duro, potevo vederne i contorni, ed era grosso, ero contento perché ero fradicio. Le sue mani mi allargarono violentemente le cosce; Ero ancora più eccitato che mi avrebbe scopato violentemente. Le sue mani poi andarono alle mie tette; li tirò fuori dalla parte superiore del mio vestito e colpì forte quello destro, ancora e ancora facendo stare sull'attenti il ​​mio capezzolo. Mi ha allargato ancora di più le gambe e ha tirato fuori il cazzo dai pantaloni, tenendolo in mano e me lo ha strofinato sulle labbra della figa. Gli piaceva la dolce figa rasata e liscia, e me lo disse. Pulsavo, volevo sentirlo dentro di me così tanto. Mi ha toccato il buco per assicurarsi che fossi pronto per il suo cazzo. Era alto almeno 8 o 9 pollici, in un colpo solo era dentro di me, potevo sentire la punta del suo cazzo che sfregava sul mio piccolo punto di benessere nel profondo della mia fica. Si tenne stretto alle mie gambe mentre cominciava a scoparmi più forte e più velocemente. Il suo cazzo si mosse più velocemente e con più forza, io cominciai a venire, gli spruzzai addosso il mio sperma. L'ho sentito gemere forte mentre squirtavo di nuovo, il mio corpo tormentato dall'orgasmo. Si è tuffato così profondamente che potevo sentirlo, le sue palle rimbalzavano contro il mio buco del culo, ha gemuto di nuovo ed è venuto dentro di me. Si tirò fuori e si sdraiò sopra di me.
Sono risalito in macchina, l'ho lasciato al bar e stavo andando verso un altro quando ha chiamato il marito. Voleva sapere dove fossi, gli ho detto che stavo andando e ho incontrato un amico per cena. Mi voleva a casa, ha detto che era arrapato e voleva scoparmi. Pensavo che fosse fantastico, e non sapeva che non avrei lavato i piatti, mi avrebbe scopato dopo Debbie, e Jeremy mi aveva scopato. Non vedevo l'ora che arrivasse il prossimo venerdì sera al bar.

Storie simili

Il sexy shop – storia 16

In primo luogo, mi chiamo Lucy e ho 24 anni, 5 piedi e 5 con capelli biondi lunghi e folti, seno 32b e pesavo a quel tempo circa 110. La maggior parte delle persone direbbe che ero ben messa, il mio ex ha sempre detto che ero ben scopabile. Non ho trovato difficile trovare ragazzi. Sono appena venuti da me e ho avuto difficoltà a dire di no. Giovani, vecchi, belli, brutti, magri o grassi. Se avevano un cazzo ne avevo bisogno dentro di me. Lavoravo al bordello da poco più di quattro mesi e continuavo a scoparmi il padre di...

613 I più visti

Likes 0

BANDIERE A SCACCHI FATEMI SCOPARE.

Alla fine del 200esimo giro della gara modificata NASCAR Oswego Fall Classic del 1973, la bandiera a scacchi sventolò sulla mia Vega n. 2 con motore big block. Probabilmente 10.000 delle 15.000 persone sugli spalti tifavano per me. Agli altri o non piacevo o speravano semplicemente che il loro pilota preferito vincesse. Un'altra vittoria in una gara era nei libri con il mio nome sopra. Quella è stata la mia sesta vittoria della stagione su quattro piste diverse nel programma del tour del Nordest. È stata una buona cosa che la gara fosse finita quel giro perché potevo sentire che una...

352 I più visti

Likes 0

La mia prima volta_(44)

La mia prima volta Non crederei mai, nemmeno in un milione di anni, che lo direi a qualcuno, ma devo solo condividerlo con qualcuno. Sono ormai molti anni che scopo mia nuora. Quando si è trasferita fuori dallo stato, la nostra relazione di sesso reciproco è finita. Credimi, darei il mio dado sinistro per riaverla; Ma un uomo deve fare ciò che deve fare. Una notte stavo navigando in rete e mi sono imbattuto in un sito porno di cui non sapevo esistesse. Spettava agli uomini gay incontrare altre persone che la pensavano allo stesso modo. Mentre scorrevo gli elenchi e...

258 I più visti

Likes 0

Il nostro primo incontro parte 1

Era una fredda notte di ottobre. Il caminetto stava bruciando e abbiamo avuto un paio di drink. Ci siamo seduti casualmente a fissare il fuoco e chiedendoci cosa stessero pensando l'un l'altro. Lanciai un'occhiata a mia moglie, Stacie. Era in un altro mondo. Il silenzio è stato rotto da Heather che chiedeva a Stacie se stava pensando? Stacie ha risposto con una risatina, Oh niente di importante. In realtà mi stavo chiedendo com'era la tua vita sessuale? Avresti potuto bussare a me e Bill mentre iniziavano a ridacchiare e a discutere dell'intimità della loro vita sessuale. Bill e io sedevamo ad...

1.9K I più visti

Likes 0

SEI UNA DONNA MOLTO EMOZIONANTE LIZ

Indossava una mia camicia nera, tacchi alti e il suo profumo preferito. La maglietta era appoggiata sulle sue spalle e completamente aperta mostrando il suo corpo lussureggiante e i capezzoli eretti. Aveva le sue magnifiche gambe spalancate mentre si dava piacere con un vibratore su mia richiesta. Lo sguardo sul suo viso mostrava che si stava ovviamente divertendo mentre guardavo. Il giorno prima mi aveva telefonato chiedendomi se avevo dei lavori che poteva fare per aiutarmi a pagare alcune bollette. In passato aveva fatto richieste simili e io l'avevo pagata per stirare e pulire. Questa volta le ho detto che sarei...

1.9K I più visti

Likes 0

Ranchland - (Il vero) Capitolo 3

Mi scuso per aver postato male il primo capitolo 3. Dovrò smettere di farlo nelle prime ore del mattino. Per rimediare a quella cazzata, sto lavorando a un quarto capitolo, che posterò appena possibile. ___________________________________________________________________________________ Ranchland - (Il vero) Capitolo 3 Era tardo pomeriggio quando Ben e Amy tornarono alla casa di Ranchland. Amy aveva applicato più della crema anti-prurito che aveva dato un po' di sollievo a Ben, e combinata con molti bagni freddi per ridurre il calore nella sua pelle ustionata, la sua scottatura solare si era trasformata nella pelle secca e desquamata della guarigione. Amy ridacchiò mentre guardava...

1.9K I più visti

Likes 0

Non ho mai saputo il suo nome

Non ho mai saputo il suo nome ….Una moglie solitaria…. una casa in campagna…. un bell'uomo di riparazione... una tempesta…. una strada allagata che porta lontano dalla casa…. un continuo acquazzone…. le luci si spengono e non c'è altro da fare che aspettare. La casa si raffredda senza riscaldamento elettrico. Cosa possono fare per riscaldarsi mentre aspettano? La mente di una moglie inizia a fantasticare. ….Suo marito, capitano di mare, torna a casa solo due volte l'anno. Prende una grande coperta da metterci sopra mentre aspettano sul divano. Fuori sta diventando più buio. Ha delle candele... ma l'oscurità è molto erotica...

1.7K I più visti

Likes 0

Le Sorelle Calzino (Capitoli 9-12)

CAPITOLO NONO Jeff ci ha lasciati davanti alla casa di Kim intorno alle 8:30 e lei ci ha incontrato sulla porta con indosso una delle soffici vecchie vesti. “Sono appena uscito dalla doccia ragazze. Vieni nella mia camera da letto, ci cambiamo lì. Phil se n'è appena andato e mi sono quasi dimenticato del tempo! Phil se n'è appena andato, eh? Ho scherzato. E cosa stavate combinando voi due per aver perso la cognizione del tempo? “Stavamo scopando, Mar! Cosa hai pensato? Kim sorrise a me e Beth e scoppiammo tutti a ridere. Quando arrivammo nella stanza di Kim, lasciò cadere...

1.6K I più visti

Likes 0

Oh!

Erano passati circa due mesi da quando avevo trasferito le scuole e mi sono trasferito nel mio nuovo quartiere. Non ero il ragazzo più bello, ma immagino sia vero che la personalità conta di più perché avevo un sacco di amiche e amiche. È stata un'altra noiosa domenica pomeriggio quando ho sentito bussare alla porta. Dato che stavo dormendo, mi sono alzato a fatica e sono andato ad aprire la porta. Alla porta c'era una delle mie amiche Tabatha o Tabby in breve. Abbiamo chiacchierato per un po' vicino alla porta e poi l'ho invitata a entrare. Siamo andati nella mia...

1.2K I più visti

Likes 0

Sesso fedele

I suoi baci le scesero lungo il collo, senza fine finché non raggiunse i suoi seni. Prende uno dei grossi seni nella sua mano, massaggiandolo delicatamente. Le sue labbra si spostano sul capezzolo sinistro, succhiandolo non appena le sue labbra lo avvolgono. La sua mano libera le scorre lungo lo stomaco, fino ai pantaloni. Spinge la mano dentro rudemente mentre la sua mano raggiunge la sua destinazione. Le sue mani vanno sotto il tessuto noto come le sue mutandine, toccandola in quel momento. Rilascia la mano dal suo seno, togliendosi lentamente i pantaloni. Una volta che sono fuori, li lancia attraverso...

1.2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.