È così sbagliato?

491Report
È così sbagliato?

È così sbagliato?

…si chiese Kitty.

È così sbagliato che io voglia essere sorpreso nel bel mezzo della mia routine e violentato?

Lei arrossì, vergognandosi di volere del sesso forzato da uno sconosciuto. Il rossore divenne più profondo quando si chiese: "hmm, da uno sconosciuto, o... estranei". La sua gola la tradì con una risatina involontaria.

Voleva aprire la porta di casa quando era a casa da sola ed essere sorpresa, ricacciata in casa e scopata, scopata senza pietà. A volte girava nuda per il primo piano della casa; la finestra della porta d'ingresso non aveva tende. A volte impiegava molto tempo per stirarsi deliberatamente davanti alla finestra del bagno. Ha pensato a modi per lottare ma senza lottare troppo duramente, e finire "accidentalmente" per aiutare i suoi stupratori a scoparle la figa - o il culo, o forse la gola - più a fondo. A volte pensava di essere immobilizzata e violentata mentre faceva sesso regolarmente e quei pensieri la rendevano ogni volta più cremosa e bagnata.

Scuotendo la testa, tornò alla conversazione. Aveva parlato con il suo compagno di stanza Tom di sfruttarla: avrebbe potuto trovare clienti e diventare una guardia del corpo... forse. Era disoccupata da circa un mese ed era disperata. Ha detto che ci avrebbe pensato. Segretamente, non voleva vederla sfruttata, ma sapeva che entrambi avevano delle bollette da pagare e sapeva che le piaceva davvero il sesso.

Il giorno dopo, ha chiesto a Steve, il suo amico di lavoro, "ehi, amico, cosa faresti se una ragazza ti chiedesse di sfruttarla?" "Che cosa?" Steve quasi sputò il suo drink. Tom ripeté: "Se una ragazza ti chiedesse di sfruttarla, cosa faresti?" Steve si asciugò le labbra con il dorso della mano, nascondendo un sorrisetto. Che razza di scherzo era questo? "Si, come no. Come se ciò accadesse.

"Ok, sul serio", disse Tom.

"Te lo ha chiesto una ragazza?" Steve stava sorridendo apertamente adesso.

"NO! Voglio dire, no. Tutto quello che ho detto è stato: "Cosa vorresti..." Tom fece un balzo indietro.

“Sì, che sia dannato. Fortunato figlio di puttana. Steve si chinò dietro il bancone per aggiustare ciò che all'improvviso si stava irrigidendo. Tossendo per schiarirsi la gola, disse: "Beh, prima immagino che debba fare un provino".

Tom, scettico: "Audizione?"

Steve continuò. "Sì. Provino. Ti faccio vedere cosa ha. Come dovresti venderlo se non puoi parlare della qualità del tuo prodotto? Agitò la lingua come se fosse una leccata di figa quando disse qualità, ed entrambi scoppiarono a ridere.

Tom, un po' sollevato, disse: "Quindi faresti da protettore alla ragazza, però?"

Steve afferrò la spalla di Tom a distanza di un braccio per enfatizzare. "Tizio. Hai una ragazza che chiede di essere sfruttata?" "SÌ." "Ha caldo?" "SÌ." «Allora sarò il primo fottuto cliente della fila. Ovviamente dovresti farlo.” "Giusto. OK. L'audizione, allora?"

"Sì, le facciamo l'audizione." Steve si aggiustò nuovamente, senza preoccuparsi di nascondersi dietro il bancone.

"Noi?" disse Tom, incerto. Pensò alla sua fantasia di stupro. Poi pensò a lei oggi a casa da sola, probabilmente in giro nuda. Stava già cercando di adattarsi quando il capo si avvicinò e disse: "Ragazzi, potete prenderne 15. Il camion non è ancora arrivato".

Fuori, Steve e Tom accesero le sigarette e Tom diede la notizia che era stato il suo compagno di stanza a chiederlo. Tom ha offerto: "Mi ha detto che ha sempre desiderato essere sorpresa e violentata". Steve ridacchiò: “Eh eh eh. Perché non lo facciamo a pranzo?"

Tom era davvero insicuro. “Non lo so amico, ne stavamo parlando proprio ieri sera. Non abbiamo preso alcun accordo. Non so se vuole davvero lanciarsi in questa situazione senza preavviso."

Steve voleva che andasse a modo suo, stava già lottando contro i suoi jeans da lavoro e disse: "Chi diavolo verrà avvisato quando verranno violentati? Avrebbe distrutto la sua fantasia. Inoltre, se le parli in anticipo, allora devi essere gentile con lei.

Tom voleva essere gentile con lei, ma una piccola parte di lui voleva essere cattivo, davvero cattivo, come vendetta per tutte le volte che lei lo aveva stuzzicato fino a farlo diventare duro e poi aveva detto allegramente "buonanotte!" Un piccolo ringhio gli attraversò il viso pensando di afferrarle i fianchi che si dimenavano e infilarle il cazzo nella figa mentre lei soffocava con il cazzo di Steve mentre lui riusciva a impedirle di liberarsi. L'immagine mentale lo ha fatto.

Tom riuscì a dire: "Allora come lo faremo?"

Steve si è avvicinato e hanno iniziato a cospirare. "Tu vai a casa per pranzo, quindi si aspetterà di sentire la porta, giusto?" "Giusto." "Okay, questo è quello che faremo..." Tom ascoltò e sorrise.

Le due ore successive sembrarono scorrere e volare mentre scaricavano il camion.


* * *

Kitty guardò l'orologio, con gli occhi annebbiati per aver letto le e-mail. Si alzò dal computer, si stiracchiò e notò che l'umidità del suo clitoride scivolava piacevolmente tra le sue gambe nude. Prese entrambi i seni attraverso la maglietta e strinse insieme le gambe. Una mano si abbassò per verificare esattamente quanto fosse bagnata; aveva voglia di scopare ed era a casa da sola. Era quasi ora che Tom tornasse a casa per pranzo. Hmm.

Scese al piano principale della casa e si guardò intorno in cerca di Tom. Non è ancora il momento. Si avvicinò al lavello della cucina e passò le mani sotto l'acqua calda. Poi afferrò il bordo del lavandino con una mano e appoggiò l'altro palmo bagnato, caldo dall'acqua, piatto contro la sua figa e gemette. Si è schiaffeggiata la figa un paio di volte e poi ha rimesso la mano sotto l'acqua calda. Si strofinò la mano sulla figa, ricoprendola dei suoi succhi e facendo profumare la cucina in modo delizioso.

L'acqua corrente le impediva di sentire Tom e Steve avvicinarsi di soppiatto dietro di lei, con il cazzo già fuori dai pantaloni. L'avevano osservata da dove erano accovacciati nella sala da pranzo. Ovviamente voleva un po' di cazzo e loro le avrebbero dato molto più di quanto si aspettasse.

Tom coprì rapidamente la bocca di Kitty e la afferrò per la vita, il suo cazzo premuto proprio tra le sue gambe sotto la figa. Dio, la sua figa era calda. Saltò e iniziò a dimenarsi e cercando di fare rumore. Non poteva liberarsi. Tom la prese in braccio e la fece girare verso Steve. Steve si fece avanti, accarezzandosi il cazzo con una mano e allungandosi per toccarle la figa. Ha iniziato a resistere con le gambe e Steve ha detto: “Shh. Non cercare di combattere. Possiamo portarti fuori sul prato davanti a casa e fare questa cosa, se vuoi." All'improvviso riuscì a infilarle le dita nella figa mentre lei iniziava a calmarsi. “È vero. Tu sai che lo vuoi. Abbiamo visto cosa stavi facendo. Non vorrai che lo raccontassimo a qualcuno, vero?" Lei piagnucolò attraverso la mano di Tom. Tom stava lentamente trascinando la testa del suo cazzo avanti e indietro tra le sue gambe, stuzzicandole sia la figa che il buco del culo. I suoi occhi sembravano arrabbiati e imploranti allo stesso tempo. Steve le diede una pacca sulla tetta. "Abbassa i toni." Lei saltò e gemette allo schiaffo. "Ho detto, calmati." Ha schiaffeggiato l'altra tetta mentre le infilava le altre dita nella figa. Divenne più forte contro la mano di Tom. Non poteva farne a meno. Questo era il suo sogno diventato realtà.

"Conosco un modo per farla tacere." Steve ridacchiò. “Falla mettersi in ginocchio. Mi succhierà il cazzo."

Kitty ricominciò a lottare mentre veniva costretta a inginocchiarsi. Era così bagnata. Voleva quasi fare qualunque cosa le chiedessero, purché la scopassero. Non aveva visto l'altro uomo che la teneva, ma il suo cazzo la stava facendo impazzire mentre glielo spingeva avanti e indietro tra le gambe. Il cazzo era tutto bagnato adesso e premeva contro il suo buco del culo mentre un cazzo le veniva infilato in bocca.

Iniziò a succhiare e alzò lo sguardo perché sapeva che lui doveva voler vedere i suoi occhi. Chiuse forte gli occhi quando il cazzo all'ingresso posteriore iniziò a spingere dentro. Si fermò dopo che la testa fu dentro e lei gemette contro il cazzo che stava succhiando mentre il suo buco del culo si abituava alle dimensioni. Succhiò più forte e sentì che uno dei suoi polsi veniva lasciato andare e portato alle palle. Ha iniziato ad accarezzare le palle e ad ingoiare la punta del cazzo in gola, e ha iniziato a gemere di nuovo mentre il cazzo nel suo culo ha iniziato a muoversi solo un po'. Sentì una mano raccogliere i succhi della figa e poi sentì le dita attorno al buco del culo lubrificare il cazzo, che ora era a diversi centimetri nel suo culo. Kitty usò la mano per accarezzare il cazzo che stava succhiando e le rese la mano tutta viscida di sputo per farlo andare più velocemente. Voleva essere cattiva e sporca. Metterlo su per il culo le ha fatto questo. Ora il cazzo nel suo culo stava iniziando a muoversi indietro; il suo sedere si spinse all'indietro, non volendo lasciarlo andare. Steve sorrise. “Vedi, sappiamo che lo vuoi. Sei una ragazzina sporca, vero?" Kitty mormorò "Mmm-hmm" attorno al suo cazzo e poi iniziò a piagnucolare mentre il cazzo nel culo cominciava a scoparla, il che faceva sì che il cazzo nella sua bocca le colpisse la parte posteriore della gola ad ogni colpo. "Ohhh sì," Steve alzò gli occhi al cielo e le afferrò la nuca per scoparla in faccia. Dio, mi sentivo bene. Ma lui voleva scoparle la figa.

Steve le afferrò entrambi i polsi e li tirò su, con il sedere ancora impalato. "Tienila in piedi", disse a Tom. Tom la prese in braccio e Steve cominciò a colpire la figa di Kitty con il suo cazzo, che era tutto viscido a causa della sua saliva. Tom continuava a dondolarla un po', su e giù, perché si stava godendo ogni momento trascorso nel prendere in giro il suo compagno di stanza. Gemeva mentre il cazzo che le colpiva il clitoride lo faceva gonfiare oltre ogni immaginazione e ora era super sensibile. Steve ha puntato il suo cazzo tra le labbra della sua figa e ha mosso la testa per stuzzicarle il clitoride. Tom si stava divertendo perché la faceva contorcere il culo ancora di più nel suo cazzo. Steve le fece scivolare la testa tra le labbra e la stuzzicò come se stesse per metterla dentro. Rise quando lei cercò di seguire il suo cazzo con i fianchi, ma Dio quanto era così eccitato vedendo quello sguardo impotente sul suo viso. Lasciò che il suo cazzo si tuffasse solo di un centimetro e guardò con malato fascino mentre la testa di Kitty rotolava all'indietro e lei gemeva. L'ha tirato fuori. "Vuoi questo?" Lei si è limitata a gemere. Le ha dato uno schiaffo al clitoride. Poteva sentire Tom gemere, lo schiaffo doveva averla fatta stringere il culo. Lo colpì di nuovo, senza preavviso. "Lo vuoi?" Tutto quello che riuscì a pronunciare fu un debole "per favore!" e poi seppellì il suo cazzo dentro di lei.

Kitty l'ha perso. Iniziò a gemere con tutta la sua forza. Questo era un sovraccarico. Aveva un cazzo nel culo e un altro nella figa, e loro la tenevano a mezz'aria, sollevandola e infilando i loro cazzi dentro mentre la portavano giù e poi su di nuovo. I suoi occhi rotearono all'indietro e lei resistette mentre la scopavano a sangue.

Poteva sentire il cazzo nel culo cominciare a stringersi. Arrossì pensando allo sperma caldo che avrebbe ricevuto e pensò: "oh Dio, è bello. Voglio tutta quella brutta sborra nel culo. Ha iniziato a muovere i fianchi a tempo con i ragazzi e non passò molto tempo prima che sentisse un caldo carico di sperma scaricarle nel culo, fuoriuscendo attorno al cazzo che continuava a pomparlo mentre il cazzo nella sua figa iniziava a sparare un sacco di sperma. Ha lottato il più a lungo possibile, finché non ha spremuto tutto da loro.

Caddero soddisfatti sul pavimento. Kitty si alzò di scatto quando guardò dietro di sé. “Tom?!?!?!” lei urlò...


* * *

Kitty sorrise quando vide i ragazzi uscire dalla porta per andare al lavoro, Steve le fece scivolare una frizzante banconota da 50 dollari piegata nella sua mano tremante. Sarebbe stato pazzesco.





Questo è il mio primo post: tutti i commenti, suggerimenti e critiche sono benvenuti! Vuoi una parte 2?

Storie simili

Storia sexy di partner intimi-01

Questa è una storia del primo sesso con Roji, il suo primo partner intimo. Questa è la storia del mio amico Deepak Kumar. Deepak Kumar è un personaggio importante nella mia storia. Presenta una bella storia della sua vita sessuale in questa storia. La Storia come descritta dal mio carissimo amico Deepak Amici Sono Deepak, sono stato bravo negli studi fino all'età di diciotto anni. Ero uno studente brillante. Fino a quel momento non avevo amici speciali e mi occupavo solo di studio senza altre attività. Sono l'unico figlio dei miei genitori. I miei custodi erano anche servitori maschi. Sebbene mio...

2.2K I più visti

Likes 0

Fantasia di schieramento

Voglio raccontarvi tutto del mio schieramento in Turchia. Ero solo e non avevo voglia di fare come tutti gli altri ragazzi. Sai parlare con le ragazze dello stato sperando di poter organizzare qualcosa per quando tornerò. Ero in una stanza con 8 ragazzi in 4 letti a castello e volevo trovare qualcuno che fosse di stanza qui con la propria stanza. Forse anche una casa. Così sono andato al gruppo di vendita in giardino su Facebook e ho iniziato a cercare un amico nell'elenco dei membri. Chissà, forse conoscevo qualcuno qui. Bene, mi sono imbattuto in una ragazza di nome Lily...

2.1K I più visti

Likes 0

La mia prima volta con April

Ho conosciuto April quando avevo 16 anni. Eravamo insieme nella banda musicale del nostro liceo, aveva la mia stessa età, ma aveva già delle tette enormi. Giuro che dovevano essere almeno DD. Mi bastava solo pensare a loro per potermi masturbare, cosa che a quell'età facevo molto. Eravamo buoni amici, ma non sono mai riuscito a trovare il coraggio di chiederle di uscire. Se avessi le palle lo avrei fatto, non solo perché aveva il miglior portapacchi che abbia mai visto, e non perché il suo culo fosse altrettanto buono, ma davvero perché era l'unica ragazza che abbia mai incontrato che...

2.1K I più visti

Likes 0

SEI UNA DONNA MOLTO EMOZIONANTE LIZ

Indossava una mia camicia nera, tacchi alti e il suo profumo preferito. La maglietta era appoggiata sulle sue spalle e completamente aperta mostrando il suo corpo lussureggiante e i capezzoli eretti. Aveva le sue magnifiche gambe spalancate mentre si dava piacere con un vibratore su mia richiesta. Lo sguardo sul suo viso mostrava che si stava ovviamente divertendo mentre guardavo. Il giorno prima mi aveva telefonato chiedendomi se avevo dei lavori che poteva fare per aiutarmi a pagare alcune bollette. In passato aveva fatto richieste simili e io l'avevo pagata per stirare e pulire. Questa volta le ho detto che sarei...

2K I più visti

Likes 0

Il Club dei Pensionati (12)

Andie si alzò e ci abbracciammo l'un l'altro. «Andiamo a letto», sussurrai. La sua risposta fu un gemito sommesso ed entrambi ci voltammo per andarcene, con lei che afferrava la sua borsa. Quando siamo arrivati, le ho chiesto: Mi piacerebbe farti piacere, mia cara. L'ho spinta delicatamente di nuovo sul letto, poi ho iniziato a far scorrere le mani su e giù per le sue gambe. Prendendo la fibbia e la cerniera dei pantaloni, ho aperto loro e ha raggiunto per la vita dei suoi pantaloni. Non sapevo cosa aspettarmi, dal momento che ha detto che non aveva avuto nessun cambiamento...

2K I più visti

Likes 0

Guerra a Geminar parte 3

Mi dispiace che ci sia voluto così tanto tempo per far uscire questa parte della storia. Il mio laptop si è bloccato e ho dovuto farlo riparare. Spero che questo sia valsa la pena aspettare. Ho cercato di farlo uscire il prima possibile, quindi potrei aver perso alcuni errori, quindi mi scuso in anticipo. Mi sono svegliato con la testa che mi girava e mi risuonava nelle orecchie. Ho avuto la sensazione che qualcuno mi stesse osservando e poi è tornato di corsa verso di me come un'onda anomala. Sono stato attaccato dalla ragazza dai capelli rossi con il vestito di...

2K I più visti

Likes 0

La prima gangbang di mia moglie!

Per cominciare ti dirò che siamo una coppia sposata da 20 anni e viviamo questo stile di vita da 19 anni. Mi piace guardare mia moglie Roxanne stare con e scopare altri uomini mentre guardo o da sola e lei può raccontarmelo quando torna a casa. Questa notte Roxanne stava uscendo da sola con l'idea di trovare uno strano cazzo, e l'ha fatto! Si è vestita tutta con décolleté nere da 5 pollici con tacco alto, calze cubane alte nere e abbronzate e con la linea che corre lungo la schiena, un reggicalze di pizzo nero, mutandine perizoma in pizzo nero...

2.2K I più visti

Likes 0

Mandy adora cucinare

Mandy e io siamo sposati da circa ventiquattro anni. È una splendida bruna di 45 anni e mezzo che è 5'6 130 libbre e ha una figura perfetta 34C - 24 - 35. Dopo la nascita del nostro unico figlio, Mandy ha messo su circa 25 libbre, ma in tutto e per tutto posti, il suo culo fantastico e una linea di busto aumentata Considerando i nostri ventiquattro anni di matrimonio, la nostra attività sessuale si è stabilizzata in una volta alla settimana o giù di lì e il più delle volte consiste nella richiesta di Mandy, faccio sesso orale prima...

1.9K I più visti

Likes 0

Ranchland - (Il vero) Capitolo 3

Mi scuso per aver postato male il primo capitolo 3. Dovrò smettere di farlo nelle prime ore del mattino. Per rimediare a quella cazzata, sto lavorando a un quarto capitolo, che posterò appena possibile. ___________________________________________________________________________________ Ranchland - (Il vero) Capitolo 3 Era tardo pomeriggio quando Ben e Amy tornarono alla casa di Ranchland. Amy aveva applicato più della crema anti-prurito che aveva dato un po' di sollievo a Ben, e combinata con molti bagni freddi per ridurre il calore nella sua pelle ustionata, la sua scottatura solare si era trasformata nella pelle secca e desquamata della guarigione. Amy ridacchiò mentre guardava...

2K I più visti

Likes 0

Piccola cosa rotta

Piccola cosa rotta DarksX per sexstories.com Potrei chiedere alla mamma di lasciarmi venire a vivere con te dopo che si sono sposati, sai, ha detto Ava sedendosi di traverso sul divano enorme che avevo davanti alla TV. La giovane ragazza si è svegliata tardi, ha mangiato una ciotola di cereali per colazione, poi è venuta in soggiorno a farmi compagnia mentre controllava i compiti del fine settimana sul tablet. Mi sono seduto sulla comoda poltrona reclinabile sul lato destro della grande sala TV, perpendicolare a dove sedeva lei, e ho guardato una gara di Formula 1. La mia settimana era stata...

2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.