È così sbagliato?

238Report
È così sbagliato?

È così sbagliato?

…si chiese Kitty.

È così sbagliato che io voglia essere sorpreso nel bel mezzo della mia routine e violentato?

Lei arrossì, vergognandosi di volere del sesso forzato da uno sconosciuto. Il rossore divenne più profondo quando si chiese: "hmm, da uno sconosciuto, o... estranei". La sua gola la tradì con una risatina involontaria.

Voleva aprire la porta di casa quando era a casa da sola ed essere sorpresa, ricacciata in casa e scopata, scopata senza pietà. A volte girava nuda per il primo piano della casa; la finestra della porta d'ingresso non aveva tende. A volte impiegava molto tempo per stirarsi deliberatamente davanti alla finestra del bagno. Ha pensato a modi per lottare ma senza lottare troppo duramente, e finire "accidentalmente" per aiutare i suoi stupratori a scoparle la figa - o il culo, o forse la gola - più a fondo. A volte pensava di essere immobilizzata e violentata mentre faceva sesso regolarmente e quei pensieri la rendevano ogni volta più cremosa e bagnata.

Scuotendo la testa, tornò alla conversazione. Aveva parlato con il suo compagno di stanza Tom di sfruttarla: avrebbe potuto trovare clienti e diventare una guardia del corpo... forse. Era disoccupata da circa un mese ed era disperata. Ha detto che ci avrebbe pensato. Segretamente, non voleva vederla sfruttata, ma sapeva che entrambi avevano delle bollette da pagare e sapeva che le piaceva davvero il sesso.

Il giorno dopo, ha chiesto a Steve, il suo amico di lavoro, "ehi, amico, cosa faresti se una ragazza ti chiedesse di sfruttarla?" "Che cosa?" Steve quasi sputò il suo drink. Tom ripeté: "Se una ragazza ti chiedesse di sfruttarla, cosa faresti?" Steve si asciugò le labbra con il dorso della mano, nascondendo un sorrisetto. Che razza di scherzo era questo? "Si, come no. Come se ciò accadesse.

"Ok, sul serio", disse Tom.

"Te lo ha chiesto una ragazza?" Steve stava sorridendo apertamente adesso.

"NO! Voglio dire, no. Tutto quello che ho detto è stato: "Cosa vorresti..." Tom fece un balzo indietro.

“Sì, che sia dannato. Fortunato figlio di puttana. Steve si chinò dietro il bancone per aggiustare ciò che all'improvviso si stava irrigidendo. Tossendo per schiarirsi la gola, disse: "Beh, prima immagino che debba fare un provino".

Tom, scettico: "Audizione?"

Steve continuò. "Sì. Provino. Ti faccio vedere cosa ha. Come dovresti venderlo se non puoi parlare della qualità del tuo prodotto? Agitò la lingua come se fosse una leccata di figa quando disse qualità, ed entrambi scoppiarono a ridere.

Tom, un po' sollevato, disse: "Quindi faresti da protettore alla ragazza, però?"

Steve afferrò la spalla di Tom a distanza di un braccio per enfatizzare. "Tizio. Hai una ragazza che chiede di essere sfruttata?" "SÌ." "Ha caldo?" "SÌ." «Allora sarò il primo fottuto cliente della fila. Ovviamente dovresti farlo.” "Giusto. OK. L'audizione, allora?"

"Sì, le facciamo l'audizione." Steve si aggiustò nuovamente, senza preoccuparsi di nascondersi dietro il bancone.

"Noi?" disse Tom, incerto. Pensò alla sua fantasia di stupro. Poi pensò a lei oggi a casa da sola, probabilmente in giro nuda. Stava già cercando di adattarsi quando il capo si avvicinò e disse: "Ragazzi, potete prenderne 15. Il camion non è ancora arrivato".

Fuori, Steve e Tom accesero le sigarette e Tom diede la notizia che era stato il suo compagno di stanza a chiederlo. Tom ha offerto: "Mi ha detto che ha sempre desiderato essere sorpresa e violentata". Steve ridacchiò: “Eh eh eh. Perché non lo facciamo a pranzo?"

Tom era davvero insicuro. “Non lo so amico, ne stavamo parlando proprio ieri sera. Non abbiamo preso alcun accordo. Non so se vuole davvero lanciarsi in questa situazione senza preavviso."

Steve voleva che andasse a modo suo, stava già lottando contro i suoi jeans da lavoro e disse: "Chi diavolo verrà avvisato quando verranno violentati? Avrebbe distrutto la sua fantasia. Inoltre, se le parli in anticipo, allora devi essere gentile con lei.

Tom voleva essere gentile con lei, ma una piccola parte di lui voleva essere cattivo, davvero cattivo, come vendetta per tutte le volte che lei lo aveva stuzzicato fino a farlo diventare duro e poi aveva detto allegramente "buonanotte!" Un piccolo ringhio gli attraversò il viso pensando di afferrarle i fianchi che si dimenavano e infilarle il cazzo nella figa mentre lei soffocava con il cazzo di Steve mentre lui riusciva a impedirle di liberarsi. L'immagine mentale lo ha fatto.

Tom riuscì a dire: "Allora come lo faremo?"

Steve si è avvicinato e hanno iniziato a cospirare. "Tu vai a casa per pranzo, quindi si aspetterà di sentire la porta, giusto?" "Giusto." "Okay, questo è quello che faremo..." Tom ascoltò e sorrise.

Le due ore successive sembrarono scorrere e volare mentre scaricavano il camion.


* * *

Kitty guardò l'orologio, con gli occhi annebbiati per aver letto le e-mail. Si alzò dal computer, si stiracchiò e notò che l'umidità del suo clitoride scivolava piacevolmente tra le sue gambe nude. Prese entrambi i seni attraverso la maglietta e strinse insieme le gambe. Una mano si abbassò per verificare esattamente quanto fosse bagnata; aveva voglia di scopare ed era a casa da sola. Era quasi ora che Tom tornasse a casa per pranzo. Hmm.

Scese al piano principale della casa e si guardò intorno in cerca di Tom. Non è ancora il momento. Si avvicinò al lavello della cucina e passò le mani sotto l'acqua calda. Poi afferrò il bordo del lavandino con una mano e appoggiò l'altro palmo bagnato, caldo dall'acqua, piatto contro la sua figa e gemette. Si è schiaffeggiata la figa un paio di volte e poi ha rimesso la mano sotto l'acqua calda. Si strofinò la mano sulla figa, ricoprendola dei suoi succhi e facendo profumare la cucina in modo delizioso.

L'acqua corrente le impediva di sentire Tom e Steve avvicinarsi di soppiatto dietro di lei, con il cazzo già fuori dai pantaloni. L'avevano osservata da dove erano accovacciati nella sala da pranzo. Ovviamente voleva un po' di cazzo e loro le avrebbero dato molto più di quanto si aspettasse.

Tom coprì rapidamente la bocca di Kitty e la afferrò per la vita, il suo cazzo premuto proprio tra le sue gambe sotto la figa. Dio, la sua figa era calda. Saltò e iniziò a dimenarsi e cercando di fare rumore. Non poteva liberarsi. Tom la prese in braccio e la fece girare verso Steve. Steve si fece avanti, accarezzandosi il cazzo con una mano e allungandosi per toccarle la figa. Ha iniziato a resistere con le gambe e Steve ha detto: “Shh. Non cercare di combattere. Possiamo portarti fuori sul prato davanti a casa e fare questa cosa, se vuoi." All'improvviso riuscì a infilarle le dita nella figa mentre lei iniziava a calmarsi. “È vero. Tu sai che lo vuoi. Abbiamo visto cosa stavi facendo. Non vorrai che lo raccontassimo a qualcuno, vero?" Lei piagnucolò attraverso la mano di Tom. Tom stava lentamente trascinando la testa del suo cazzo avanti e indietro tra le sue gambe, stuzzicandole sia la figa che il buco del culo. I suoi occhi sembravano arrabbiati e imploranti allo stesso tempo. Steve le diede una pacca sulla tetta. "Abbassa i toni." Lei saltò e gemette allo schiaffo. "Ho detto, calmati." Ha schiaffeggiato l'altra tetta mentre le infilava le altre dita nella figa. Divenne più forte contro la mano di Tom. Non poteva farne a meno. Questo era il suo sogno diventato realtà.

"Conosco un modo per farla tacere." Steve ridacchiò. “Falla mettersi in ginocchio. Mi succhierà il cazzo."

Kitty ricominciò a lottare mentre veniva costretta a inginocchiarsi. Era così bagnata. Voleva quasi fare qualunque cosa le chiedessero, purché la scopassero. Non aveva visto l'altro uomo che la teneva, ma il suo cazzo la stava facendo impazzire mentre glielo spingeva avanti e indietro tra le gambe. Il cazzo era tutto bagnato adesso e premeva contro il suo buco del culo mentre un cazzo le veniva infilato in bocca.

Iniziò a succhiare e alzò lo sguardo perché sapeva che lui doveva voler vedere i suoi occhi. Chiuse forte gli occhi quando il cazzo all'ingresso posteriore iniziò a spingere dentro. Si fermò dopo che la testa fu dentro e lei gemette contro il cazzo che stava succhiando mentre il suo buco del culo si abituava alle dimensioni. Succhiò più forte e sentì che uno dei suoi polsi veniva lasciato andare e portato alle palle. Ha iniziato ad accarezzare le palle e ad ingoiare la punta del cazzo in gola, e ha iniziato a gemere di nuovo mentre il cazzo nel suo culo ha iniziato a muoversi solo un po'. Sentì una mano raccogliere i succhi della figa e poi sentì le dita attorno al buco del culo lubrificare il cazzo, che ora era a diversi centimetri nel suo culo. Kitty usò la mano per accarezzare il cazzo che stava succhiando e le rese la mano tutta viscida di sputo per farlo andare più velocemente. Voleva essere cattiva e sporca. Metterlo su per il culo le ha fatto questo. Ora il cazzo nel suo culo stava iniziando a muoversi indietro; il suo sedere si spinse all'indietro, non volendo lasciarlo andare. Steve sorrise. “Vedi, sappiamo che lo vuoi. Sei una ragazzina sporca, vero?" Kitty mormorò "Mmm-hmm" attorno al suo cazzo e poi iniziò a piagnucolare mentre il cazzo nel culo cominciava a scoparla, il che faceva sì che il cazzo nella sua bocca le colpisse la parte posteriore della gola ad ogni colpo. "Ohhh sì," Steve alzò gli occhi al cielo e le afferrò la nuca per scoparla in faccia. Dio, mi sentivo bene. Ma lui voleva scoparle la figa.

Steve le afferrò entrambi i polsi e li tirò su, con il sedere ancora impalato. "Tienila in piedi", disse a Tom. Tom la prese in braccio e Steve cominciò a colpire la figa di Kitty con il suo cazzo, che era tutto viscido a causa della sua saliva. Tom continuava a dondolarla un po', su e giù, perché si stava godendo ogni momento trascorso nel prendere in giro il suo compagno di stanza. Gemeva mentre il cazzo che le colpiva il clitoride lo faceva gonfiare oltre ogni immaginazione e ora era super sensibile. Steve ha puntato il suo cazzo tra le labbra della sua figa e ha mosso la testa per stuzzicarle il clitoride. Tom si stava divertendo perché la faceva contorcere il culo ancora di più nel suo cazzo. Steve le fece scivolare la testa tra le labbra e la stuzzicò come se stesse per metterla dentro. Rise quando lei cercò di seguire il suo cazzo con i fianchi, ma Dio quanto era così eccitato vedendo quello sguardo impotente sul suo viso. Lasciò che il suo cazzo si tuffasse solo di un centimetro e guardò con malato fascino mentre la testa di Kitty rotolava all'indietro e lei gemeva. L'ha tirato fuori. "Vuoi questo?" Lei si è limitata a gemere. Le ha dato uno schiaffo al clitoride. Poteva sentire Tom gemere, lo schiaffo doveva averla fatta stringere il culo. Lo colpì di nuovo, senza preavviso. "Lo vuoi?" Tutto quello che riuscì a pronunciare fu un debole "per favore!" e poi seppellì il suo cazzo dentro di lei.

Kitty l'ha perso. Iniziò a gemere con tutta la sua forza. Questo era un sovraccarico. Aveva un cazzo nel culo e un altro nella figa, e loro la tenevano a mezz'aria, sollevandola e infilando i loro cazzi dentro mentre la portavano giù e poi su di nuovo. I suoi occhi rotearono all'indietro e lei resistette mentre la scopavano a sangue.

Poteva sentire il cazzo nel culo cominciare a stringersi. Arrossì pensando allo sperma caldo che avrebbe ricevuto e pensò: "oh Dio, è bello. Voglio tutta quella brutta sborra nel culo. Ha iniziato a muovere i fianchi a tempo con i ragazzi e non passò molto tempo prima che sentisse un caldo carico di sperma scaricarle nel culo, fuoriuscendo attorno al cazzo che continuava a pomparlo mentre il cazzo nella sua figa iniziava a sparare un sacco di sperma. Ha lottato il più a lungo possibile, finché non ha spremuto tutto da loro.

Caddero soddisfatti sul pavimento. Kitty si alzò di scatto quando guardò dietro di sé. “Tom?!?!?!” lei urlò...


* * *

Kitty sorrise quando vide i ragazzi uscire dalla porta per andare al lavoro, Steve le fece scivolare una frizzante banconota da 50 dollari piegata nella sua mano tremante. Sarebbe stato pazzesco.





Questo è il mio primo post: tutti i commenti, suggerimenti e critiche sono benvenuti! Vuoi una parte 2?

Storie simili

Famiglia di proprietà - CH3: Non si torna indietro

Questa è la continuazione della storia di una famiglia che si sottomette al vicino nero. Se non ti piacciono le storie su gay, interrazziali, incesto, bestialità o sesso giovanile, per favore vai avanti. Se ti piacciono questi argomenti, divertiti. Apprezzo le critiche COSTRUTTIVE. I due giorni successivi furono molto simili. Ho lavorato a casa di Ty imparando i suoi investimenti e migliorando il suo sistema di archiviazione, se così si può chiamare un sistema. Da quello che ho potuto dire è entrato in denaro lasciatogli da un membro della famiglia mentre era al college. Ha lavorato in una scuola superiore dall'altra...

1.5K I più visti

Likes 0

Bella Lilly

Nota dell'autore: se non sei un fan delle storie in cui la maggior parte dei personaggi ha poca o nessuna morale, per favore non leggere questo. Sei stato avvisato. Vai avanti se questo concetto non ti incuriosisce. Ci sono alcune persone malvagie e incasinate in questa storia. Il figlio sessualmente attivo può essere il minore dei mali. Questa non è una storia d'amore spensierata. Il suo pezzo compagno Juicy J è molto più ottimista e spensierato. Sentiti libero di leggere quella storia (sulla sorella di Lilly) se preferisci quello stile. Questo è anche un racconto a strati con diversi personaggi. Un...

1.2K I più visti

Likes 0

Festa in piscina_(1)

Ehi, tutti, gridò Gene, guardate questo, appena prima di fare una capriola selvaggia dal trampolino nella piscina del suo cortile!!! Il resto della folla gli ha rivolto una finta standing ovation e Tom ha gridato: Darei tre e mezzo a quello, e tutti sono scoppiati a ridere e poi sono tornati a fare conversazione e ad accarezzare i loro drink! Era la solita folla, le quattro coppie che erano state amiche da quando si erano trasferite nella suddivisione vent'anni prima. In estate era il nuoto e il golf, mentre durante la stagione più fredda, era il bowling o le carte, scegli...

1.1K I più visti

Likes 0

Una Milf insegna a un ragazzo più giovane

Eva guardò fuori dalla finestra della sua camera da letto. Aveva sentito aprire il cancello del suo vialetto. Era Jim, il figlio dei suoi migliori amici Alice e Mike, che arrivava per falciare il suo prato. Eva era una vedova di cinquantacinque anni, che viveva da sola alla periferia di una piccola città universitaria. Suo marito Eddy era morto tre anni prima. Eva stava solo ora iniziando a riprendere in mano la sua vita dopo la morte della sua anima gemella. Dio sa cosa le sarebbe successo senza il sostegno dei suoi amici e del loro figlio Jim. Alice era stata...

967 I più visti

Likes 0

Una sorella e l'eroe della sua migliore amica

Questa è la mia prima storia in assoluto, per favore dimmi cosa ne pensi .. Mi chiamo Jack, sono 6'1'' e sono scolpito, voglio dire scolpito, da tutte quelle ore in palestra. A scuola faccio wrestling e sono stato campione dei pesi massimi nei miei ultimi due anni di scuola. Dopo la scuola sono andato a MMA e all'età di 20 anni sono stato campione di MMA. Ho gli occhi azzurri e i capelli castani che tengo corti. Comunque torniamo alla storia. Vivo con mia madre e mia sorella, che ha 3 anni meno di me. Eravamo vicini ma avevamo ancora...

913 I più visti

Likes 0

La storia di Ann parte 2

La storia di Ann parte 2 Ann non era affatto a disagio nel retro di questo veicolo e con gli orgasmi appena avvenuti, insieme a chiunque la stesse succhiando, questo la portò di nuovo a un climax tremante. Le piaceva quando suo marito si contorceva e giocava con i suoi capezzoli, ma quello che amava ancora di più era quando giocava con loro e le succhiava la figa, specialmente il clitoride. Gli uomini che l'avevano presa apparentemente erano molto bravi a dare piacere alle donne. Era sdraiata lì incapace di muoversi ed era così consumata da tre orgasmi piacevoli, quasi di...

870 I più visti

Likes 0

Il migliore amico di mio fratello_(0)

Mio fratello Lance aveva quattro anni più di me, il che significava che aveva una grande quantità di simpatici amici. Avevo appena compiuto 16 anni e adoravo i ragazzi, i loro occhi erano sempre fissi sulle mie tette 36 D e sulla mia figura snella. Avevo lunghi capelli neri e grandi occhi castani. Mio fratello e la maggior parte dei suoi amici erano al college. Aveva un amico dalla scuola media, TJ. All'inizio era un ragazzo goffo, ma quando è andato al liceo è cresciuto in se stesso. Ha iniziato a fare sport e il suo corpo ha continuato a migliorare...

830 I più visti

Likes 0

Ora cosa devo fare?

Sono cresciuto in una città di medie dimensioni, una famiglia della classe media e per lo più al riparo dalla vita della grande città di Chicago, a poche ore di distanza. Non facevamo rave party e orge, ma ovviamente li sapevamo. Ero la più grande di tre anni e sempre molto protettiva nei confronti della mia sorellina. La mia famiglia e io abbiamo cercato di tenerle lontano dalla realtà della vita cittadina il meglio che potevamo. Il mondo mi si è davvero aperto quando sono andato al college alla Northwestern University. Ho trovato le tentazioni della grande città di droghe, orge...

686 I più visti

Likes 0

Omegle Chat #1 - Il nonno e Mariah fanno un giro

Nota: sfortunatamente, la storia è incompleta perché la connessione su Omegle è scaduta. Questo è completamente inedito da me. Godere. xxxxxxxxxxxx Sconosciuto: ((donna di 19 anni (può diventare molto, molto più giovane) in cerca di un maschio più anziano per l'incesto RP come mio padre, zio o nonno)) Tu: Quanto sei giovane, schifosa troia? Sconosciuto: ((Qualsiasi valore inferiore a 17 anni, nessun limite)) Tu: Il cazzo del nonno gli è appena cresciuto nei pantaloni. Quando viene a trovarci sua nipote di 11 anni? Sconosciuto: ((Oh okay! Vuoi che ti dia una descrizione!)) Tu: Sì tesoro. Dì al nonno che aspetto hai...

723 I più visti

Likes 0

Legare papà

Prima sei entrato e mi hai detto che volevi insegnarmi del mio corpo, poi mi hai baciato. Hai giocato con i miei seni e il mio gattino. Mi hai fatto sentire così bene. Ma non sono riuscito a vedere il tuo cazzo. Ho deciso che avrei preso in mano la situazione... Ho deciso che avrei aspettato finché non ti fossi addormentato. Sapevo dove teneva alcuni dei suoi giocattoli. Non sono così dolce e innocente come sembro. Ho preso delle manette, dei ceppi e una benda dalla tua scorta. Come ripensamento, ho afferrato un bavaglio. Mi sono intrufolato nella tua stanza. Eri...

597 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.