Radio 3D, parte 2

196Report
Radio 3D, parte 2

PARTE 2

Dovresti leggere "Radio 3D" prima di leggere la Parte 2, per capire il contesto.
Avvertenza: questa storia inizia lentamente, costruendo i personaggi e la trama (ma diventa piuttosto calda in seguito).
================================================== ======================

Robert dormiva profondamente accanto a me mentre consideravo le mie molte opzioni. Sicuramente non avrei pubblicato la mia scoperta su Internet o altrove. Lo avrei nascosto. Continuerei semplicemente la mia ricerca come se non avessi fatto alcuna scoperta. Se in seguito scoprissi coppie di frequenze utili solo per il rilevamento della menzogna, le segnalerei. Se trovassi altre coppie di frequenze che fornissero coercizione della verità o iper-suggestionabilità, le aggiungerei ai miei registri privati. Testare l'iper-suggestionabilità dovrebbe essere divertente, soprattutto con mio marito, e ho iniziato a riflettere su cosa avrei potuto dargli come suggestione post-ipnotica. Cercherei di fargli fare qualcosa a cui è moralmente contrario e di farglielo divertire. Naturalmente non mi aspettavo che funzionasse, non più di quanto avrebbe funzionato con l’ipnosi normale, ma questo faceva parte di ciò che rendeva la scienza interessante: provare cose nuove. Alla fine mi sono addormentato pensando alle cose che avrei dovuto far fare a Robert.

Mi sono svegliato prima di Robert, come al solito, e mi sono assicurato che il mio trasmettitore fosse a portata di mano. Il mio problema con un ottimo test di suggestione post-ipnotica era trovare qualcosa a cui Robert era moralmente contrario che non lo avrebbe messo nei guai se lo avesse fatto davvero. Alla fine ho optato per un'idea che poteva potenzialmente metterlo nei guai, ma ho calcolato che era improbabile che ciò accadesse. E mi permetterebbe di testare un'altra idea: il controllo della memoria. La memoria è una cosa notoriamente volubile, e questo sarebbe un altro test interessante.

Ho acceso il trasmettitore e ho scosso Robert. Nessuna risposta.

"Robert, apri gli occhi." Egli fece.

“Robert, quando suonerà la sveglia, ti alzerai e uscirai in mutande per controllare la cassetta della posta. Sei sempre uscito in mutande per controllare la cassetta della posta ogni mattina, nel caso in cui qualcosa fosse stato consegnato durante la notte. Non è mai stato consegnato nulla durante la notte nella nostra casella di posta, ma sei convinto che un giorno qualcosa arriverà e ti senti obbligato a controllare per essere sicuro che non sia arrivato nulla. So che lo fai ed entrambi lo consideriamo normale.

Ho spento il trasmettitore e ho iniziato a prepararmi per il lavoro. Mentre stavo finendo un bagel e un caffè, Robert attraversò il soggiorno e uscì dalla porta principale. Tornò un minuto dopo e riferì: "Niente ieri sera".

Sono rimasto piuttosto sorpreso dal fatto che il suggerimento avesse funzionato e, a quanto pare, anche la modellazione della memoria avesse funzionato.

"Mm", ho riconosciuto. "Ti sei ricordato di controllare ieri mattina, caro?"

"Certamente, tesoro", ha detto mentre scompariva di nuovo sul retro della casa, e io lo accompagnavo a prepararsi per il lavoro.

Sono uscito per andare al lavoro, ma ho parcheggiato la macchina dietro l'angolo per assicurarmi che Robert partisse in orario. Lo fece e io andai nel mio ufficio.

-------------------------------------------------- -------------------------------------------------- -----------------------
"Bene, dottor Wright, come stanno procedendo i suoi esperimenti?" chiese il mio capo nel corridoio.

"Proprio come previsto, dottor Conner."

Sembrava scettico. "Vieni nel mio ufficio, per favore."

Lo seguii e prendemmo posto.

"C'è qualcosa che devi segnalare?" chiese.

Mi sono subito chiesto se potesse essere sulle mie tracce, ma ho pensato che fosse altamente improbabile. "NO. Parafrasando la famosa frase di Edison, ho determinato molte frequenze che non funzionano”.

Aggrottò la fronte. “Hai aumentato significativamente il tuo orario di lavoro per quasi 2 settimane e modificato gli orari dei tuoi assistenti. Ora sei tornato al tuo vecchio programma e stamattina stamattina cantavi nel corridoio mentre tornavi."

"Ero io? Non me ne ero reso conto."

“Dott. Wright, se hai scoperto un efficace rilevatore di bugie e stai cercando di nasconderlo per poterlo vendere a un'altra società..."

"Assolutamente no!" risposi indignato. "Se vuoi saperlo, io e mio marito abbiamo fatto davvero del bel sesso ieri sera, ed è per questo che sono così di buon umore, sospetto." Speravo che questo lo mettesse in imbarazzo abbastanza da fargli abbandonare la sua linea di domande. Non è stato così.

“Allora perché hai aumentato gli incrementi di frequenza da 1 millimetro a 5 senza discuterne prima con me? Non è il genere di cosa che faresti senza motivo.

Ops. Ho commesso un errore. Era confortante sapere, tuttavia, che probabilmente avrei potuto usare il mio trasmettitore per nasconderlo, ma non pensavo che fosse ancora necessario. Ho provato a sembrare imbarazzato. “Mi scuso, dottor Conner. Lascio che la mia impazienza abbia la meglio su di me. È stata una violazione del protocollo e la correggerò. Tuttavia, non dovremo testare nuovamente le frequenze a 5 millimetri, quindi non ci è costato molto tempo”.

Il dottor Conner non ha avuto ulteriori argomenti e sono tornato al mio laboratorio, tornando agli incrementi inutilmente stretti di 1 millimetro.

-------------------------------------------------- -------------------------------------------------- -----------------------
Quella notte, quando tornai a casa, decisi di divertirmi molto di più con Robert. Invece di dirgli cosa fare passo dopo passo con il trasmettitore, ho deciso di provare a cambiare il suo atteggiamento. Quando entrai, trovai Robert in cucina, accesi il trasmettitore e programmai mio marito.

“Robert, stasera non vuoi andare alla riunione della tua associazione. Sei stato arrapato tutto il giorno e non vedevi l'ora di tornare a casa e scoparmi. Vuoi scoparmi così tanto che stai quasi sbavando. Vuoi leccarmi la figa e scoparmi così tanto che farai qualsiasi cosa io voglia per convincermi a lasciartelo fare. Ogni volta che ti chiederò di rallentare o accelerare, lo farai. Niente sarà più importante per te che fare esattamente quello che ti chiedo. Ti piacerà tutto più di quanto tu abbia mai fatto prima, ma non avrai un orgasmo finché non ti dirò di venirmi dentro. Quando ti dirò di venirmi dentro, lo farai immediatamente e sarà il miglior orgasmo che tu abbia mai avuto.

Ho spento il trasmettitore nella mia borsa e, quando lo sguardo vuoto è scomparso dal viso di Robert, è stato sostituito da uno sguardo di pura disperazione. Disperazione sessuale. Fece di corsa i pochi passi che ci separavano e cominciò ad abbracciarmi e a baciarmi, sbattendomi il pube contro di me ovunque potesse.

"Oh, Rachael, Rachael, ho bisogno di scoparti adesso", ha detto mentre continuava a palparmi, poi ha iniziato ad aprire la cerniera del mio vestito.

"Oh, Robert, mi piacerebbe sentire il tuo cazzo dentro di me, ma ti dispiacerebbe leccarmi la figa per un po' prima?"

"Oh, mi piacerebbe mangiare la tua figa, tesoro!"

Abbandonando la cerniera, Robert si inginocchiò, mise le mani sotto la mia gonna e tirò giù con forza i miei collant e le mutandine, abbassandoli in un colpo solo, infilando la testa sotto la mia gonna e infilando la faccia nel mio inguine con il mio tubo attorno ai miei piedi.

"Tesoro, sarebbe più carino se mi portassi sul divano e mi togliessi le scarpe e cose del genere..."

Robert non solo mi prese in braccio, ma corse letteralmente in soggiorno e mi mise teneramente sul divano, poi mi tolse rapidamente le scarpe, i collant e le mutandine e cominciò a leccarmi ferocemente il clitoride.

"Roberto! Con più leggerezza, per favore!” esclamai, e Robert passò ad un tocco morbido come una piuma.

"Mi dispiace tanto, tesoro", cercò di dire senza alzare la lingua di dosso. "È meglio questo?"

«Molto meglio, sì.»

La sua lingua era molto piacevole dopo essere passato a una pressione minore, ma dopo il mio enorme orgasmo della sera prima, non ero molto arrapato. Ho deciso di lasciare che Robert mi mangiasse per molto tempo, e avrei visto se questo mi avrebbe fatto eccitare abbastanza da provare un altro orgasmo stasera. Anche se no, mi sarei goduta la sua lingua per molto, molto tempo.
Poi mi sono reso conto che non avevo mangiato e che avevo un po' di fame. Ho deciso di provare qualcosa che in precedenza avrei pensato fosse troppo sconsiderato. Cenavo mentre Robert mangiava me.

"Robert, mi faresti un panino?"

Robert balzò in piedi e iniziò a correre di nuovo in cucina: "Che tipo?" gridò mentre correva.

Faceva abbastanza caldo che ho deciso di togliermi il vestito e il reggiseno mentre aspettavo, mi sono appoggiata sui cuscini del divano e ho acceso la TV. Avevo registrato Ya-Ya Sisterhood mesi prima e non l'avevo mai guardato, dato che Robert non aveva mai voluto farlo. L'ho avviato e Robert è tornato di corsa con il mio panino.

"Vuoi che ti lecchi ancora un po' la figa?" chiese con entusiasmo. Se fosse stato un cane, penso che avrebbe ansimato e scodinzolato.

"Sì, Robert, vorrei..." Non ho nemmeno finito la frase e lui mi stava leccando di nuovo, delicatamente. Allargo le gambe per mettermi comodo. "Non ti dispiace se guardo un film mentre mi mangi, vero?"

"Oh no!" egli esclamò. Mi tolse la lingua di dosso per parlare per un momento, ma mantenne la testa a posto. "Sarebbe meraviglioso! Sono così felice che tu voglia che ti lecchi mentre guardi.

Ora, se stai pensando che ad un certo punto potrei iniziare ad avere rimpianti per come stavo trattando Robert, posso assicurarti che il mio unico rimpianto era di non aver fatto la mia scoperta anni prima.

Ho chiesto a Robert di portarmi un bicchiere di tè freddo mentre lavoravo sul mio panino e mi godevo il film. Dopodiché gli ho chiesto di portarmi una fetta di torta. Tra questi eventi, Robert mi leccava costantemente come chiedevo, e non chiedeva mai cibo per sé. Quindi, il mio dispositivo potrebbe essere uno strumento efficace per perdere peso oltre a tutto il resto.

Ho deciso di utilizzare questa situazione come prova di resistenza per entrambi. Non sapevo per quanto tempo avrei potuto resistere, non sapevo per quanto tempo avrei potuto volerlo, e non sapevo per quanto tempo Robert avrebbe potuto continuare così.

Per due ore ho guardato il film e Robert mi ha divorato, anche se ho dovuto cambiare posizione alcune volte. Robert non sembrava mai stancarsi o addirittura perdere l'entusiasmo. Non avrei pensato che fosse possibile, ma non avevo intenzione di lamentarmi. Finché i suoi colpi erano così leggeri, mi godevo ogni momento.

Quando il film finì, spensi la TV e pensai a cosa avrei fatto dopo mentre Robert continuava a girare felicemente.

Mi venne in mente che con questo dispositivo, supponendo che funzionasse su tutti gli uomini così come aveva funzionato su Robert e sui soggetti dei miei test in ufficio, avrei potuto fare sesso con qualsiasi uomo volessi. E in quasi tutte le circostanze purché ci fosse la privacy in modo da poter mantenere il controllo. E non c’era motivo per cui non potessi controllare più uomini alla volta, se lo avessi voluto. Quei pensieri, aggiunti agli effetti della prolungata leccata di clitoride di Robert, mi hanno dato un forte brivido e ho deciso che era ora.

Ho chiesto a Robert di accelerare la lingua e di usare le mani per accarezzarmi tutto il corpo. Ho iniziato a chiedergli di stringermi il seno, ma mi piaceva così tanto quello che le sue mani stavano già facendo che ho deciso di non cambiare quello che stava facendo. Invece ho iniziato a massaggiarmi il seno. So che alcune puttane di film porno lo fanno per eccitare gli uomini che guardano, ma non l'avevo mai fatto prima. Anche se lo stavo facendo adesso, lo stavo facendo per me. Robert non si è lamentato.

Mi sono sentito ribollire fino al limite e ho spinto i miei fianchi contro il viso di Robert mentre la prima ondata di orgasmo mi colpiva. Non ricordo di aver preso una decisione consapevole in tal senso, ma ricordo di avermi pizzicato i capezzoli, qualcos'altro che non avrei mai preso in considerazione prima, e che ha amplificato il mio piacere dieci volte. Mi sono dondolato, sgroppato e dimenato. Ho avvolto le mie caviglie e ho stretto la testa di Robert tra le mie cosce, e mi dispiace dire che non mi importava se gli faceva male. Ho stretto con tutta la forza che le mie gambe avevano da offrire, e ho continuato a sgroppare e girarmi. Durante tutto questo, ero straordinariamente silenzioso, trattenendo involontariamente il respiro, ansimando, poi trattenendo di nuovo il respiro. Dato che non avevo detto a Robert di fermarsi, ha continuato a parlare. Forse a causa di quanto mi stavo muovendo, e del fatto che gli tenevo la testa in una morsa, la sua testa si era mossa quel tanto che bastava da far sì che la sua lingua non potesse più coprire completamente il mio clitoride, e stava lavorando duramente sulle labbra della mia figa. Ricordo che mi balenò in mente il pensiero che il mio orgasmo doveva essere al limite e allora avrei dovuto iniziare a scendere. Fu allora che la lingua di Robert toccò di nuovo il mio clitoride e io urlai come se fossi un assassino. Ho urlato, ho pianto, ho sussultato, ho sgroppato. Le mie cosce hanno iniziato a rilasciare e a stringere la testa di Robert, e ho pensato che sarei svenuta, è stato così bello per così tanto tempo. In effetti, ad un certo punto, dovevo essere svenuta, perché ricordo di essermi ripresa in mezzo a violente convulsioni e di aver detto a Robert di fermarsi. Ha smesso di muovere la lingua, ma la ha tenuta fuori e io ho tenuto la sua testa bloccata al suo posto. Ad ogni feroce convulsione, la lingua di Robert mi massaggiava ancora un po'. È diventato come le montagne russe dell'orgasmo. Avrei una contrazione di tutto il corpo che farebbe sì che la lingua di Robert mi stimoli nel modo giusto per darmi un'altra ondata di orgasmo. Quando il mio corpo iniziava a rilassarsi da quell'onda, si verificava un'altra contrazione post-orgasmo e il processo si ripeteva. In ciascuno di questi orgasmi non riuscivo a respirare, erano così intensi. Sembrava che ci volesse un'eternità, ma alla fine i picchi iniziarono a diminuire, anche se molto lentamente. Ad un certo punto finalmente mi sono ricordato della testa del povero Robert tra le mie gambe e le ho slacciate. Nel momento in cui l'ho fatto, l'aria fresca mi ha colpito la figa e mi ha riportato indietro in un orgasmo incontrollabile e prolungato. Non so cosa stesse facendo la lingua di Robert in quel momento e non mi importava. Quando ho iniziato a scendere da quel livello, ho avuto la sensazione opprimente che qualcosa fosse incoerente o mancasse. Mi ci sono voluti diversi minuti per concentrarmi abbastanza da sentire che avevo una sensazione di vuoto nell'inguine. Mi sono sentito stupido per aver impiegato così tanto tempo a realizzare che avevo letteralmente un buco che doveva essere riempito. Avevo grandi difficoltà a respirare e probabilmente ero sotto gli effetti della privazione di ossigeno dovuta a uno sforzo prolungato a un livello che la mia respirazione non riusciva a tenere il passo nonostante ansimassi in aria per quelli che sembravano metri cubi alla volta. Tuttavia, ricordo chiaramente di aver pronunciato in modo udibile la frase "fottimi" e ha avuto l'effetto desiderato. Robert era preparato come mai prima d'ora. Ho sentito il suo cazzo entrare in me e colpire il mio punto A sulla parete di fondo quasi nello stesso momento. A quel punto i miei orgasmi precedenti non si erano ancora del tutto calmati e quando il suo cazzo colpì la mia parete di fondo pensai che stavo per esplodere. Sono entrato in uno strano tipo di urla e ansiti combinati... inspirando aria, urlando. Ogni muscolo era fuori controllo e aveva convulsioni ancora e ancora. Robert mi stava martellando ripetutamente, forte e veloce. Dubito che avesse mai gobba così velocemente prima. Penso che stesse urlando o urlando, ma non ne sono sicuro. Le mie gambe cercarono di mettersi in posizione fetale, ma furono bloccate dal corpo di Robert, che, combinato con il suo costante ritiro e spinta, ebbe l'effetto di fargli prendere a calci nel sedere i miei talloni ad ogni ciclo. I muscoli delle mie gambe poi andarono in crisi, facendo vibrare rapidamente i miei piedi contro la parte bassa della schiena di Robert e facendo battere le mie ginocchia contro i lati della sua gabbia toracica. Ricordo che in quel momento mi chiedevo se il mio cuore avrebbe potuto sopportare le richieste che gli venivano poste e ho capito che non mi importava. Mi sentivo così dannatamente bene che non mi importava se fossi davvero morto.

Deliravo e mi chiedevo perché il tremore non si fermasse. Poi una serie di pensieri cercarono di prendere forma nella mia mente. “Ho programmato Robert. E non può smettere di scoparmi finché non glielo dico. No, non era quello. Che cosa devo dirgli?»

"Robert, vieni dentro di me", mi sentii dire.

Da qualche parte lontano, ho sentito delle urla, ed erano così forti che le ho sentite. Ha fatto vibrare tutto il mio corpo.

Il mio corpo si sentiva strano. Stavo avendo un orgasmo che non si fermava. No, alla fine ha smesso. No, eccolo di nuovo. È sparito di nuovo. Passavano i momenti e non tornava. Ho lottato per aprire gli occhi e, quando l'ho fatto, un altro orgasmo mi ha scosso. Stavo ansimando. Non riuscivo a prendere abbastanza aria. Il mio cuore batteva forte. Potevo vedere il mio petto sussultare ad ogni battito cardiaco. Ho provato ad alzare la testa e un altro orgasmo mi ha scosso violentemente dalla testa ai piedi. La mia schiena si inarcò in aria e la mia testa ricadde all'indietro. Altre convulsioni... convulsioni calde e confortanti che mi facevano sentire così bene che non volevo che si fermassero. I miei occhi erano di nuovo chiusi, ma qualcosa mi disturbava la mente. Dov'era Roberto? Non l'avevo visto. Quando le scosse sembravano scomparse di nuovo, ho rischiato di alzarmi sui gomiti, aspettandomi un’altra scossa, ma non è arrivata. Avevo le vertigini, molto vertigini. Dov'era Roberto? Lo sentivo ansimare. Ero sul divano. I miei piedi penzolavano. Ho potuto sedermi sul bordo del divano e i miei sensi hanno iniziato a tornare in me, così come la memoria degli eventi che hanno fatto precipitare la situazione attuale. Mi ero morso la lingua. Robert era sul pavimento e aveva la faccia piena di lividi. Oh, sì, avevo una spiegazione per questo. Lo sperma era dappertutto sul cazzo di Robert. Ho mosso un piede e ho sentito lo sperma sul pavimento. Riuscii ad alzarmi instabile e sentii lo sperma gocciolare lungo le gambe. Mi sono sentito stordito, ho iniziato a cadere e non sono riuscito a trattenermi. Sono atterrato proprio sopra Robert. Probabilmente lo ha ferito ancora di più. Forse anche io stesso.

Una strana sensazione cominciò a prendermi. Strano, eppure era una sensazione familiare e gradita. Un'onda si stava precipitando verso di me, superandomi, travolgendomi. Poco prima che colpisse, mi resi conto di aver sentito il cazzo di Robert tra il mio addome e il suo. L'onda mi ha portato via. Ancora una volta, mi sono dimenato e dimenato, il mio corpo fuori dal mio controllo. Era così dannatamente bello. Forse Robert sarebbe dovuto andare in ospedale, ma l'unica cosa a cui riuscivo a pensare era quanto mi sentivo dannatamente bene. Mi sembrava di sentire ogni nervo della mia figa. Potevo sentire ogni muscolo vaginale contrarsi e rilassarsi, ancora e ancora e ancora. Potevo sentire le mie tette dall'interno. Erano elettrizzati. Erano premuti contro il petto di Robert ed entrambi sembravano piccoli clitoridi spinti ai limiti della sensazione fisica. L'onda cominciò a placarsi e, con mia sorpresa, non ci furono più convulsioni. Tutto il mio corpo si sentiva estremamente sensibile. Le sensazioni nelle mie tette sembravano espandersi, in tutto il petto, poi giù fino all'inguine e su fino alla gola. Mi sentivo come se stessi per vomitare proprio prima che un altro orgasmo mi colpisse. La mia testa è volata indietro e ho urlato di nuovo. Ancora una volta, alla fine crollai addosso a Robert, mentre entrambi cercavamo di far entrare nei polmoni più aria di quanta ne potessimo trattenere in una sola volta. Ancora una volta, non ho avuto convulsioni dopo l'ultimo orgasmo.

Un'altra strana sensazione. Avevo di nuovo voglia di cazzo e la sensazione era così forte che avevo quasi la nausea. Potevo ancora sentire il cazzo di Robert e sapevo che era molle. Dubitavo che anche il miglior pompino sarebbe riuscito a far rivivere il suo cazzo per un bel po' di tempo, e comunque non ero capace di mangiarlo. Inoltre, non era quello il buco che dovevo riempire. Ho iniziato a chiedermi se ci fosse qualcosa su cui avrei potuto strisciare che si adattasse alla mia fica, non ero sicuro se avrei potuto gattonare. Poi la sensazione ha iniziato a cambiare. Deve essere stata puramente la mia immaginazione, o immaginazione combinata con una memoria molto acuta, ma aiutatemi, ho sentito un enorme cazzo iniziare a scivolare dentro di me. Sembrava che ci volesse un'eternità. Stava entrando, dentro e dentro. L'ho sentito passare attraverso la cervice e continuava a venire. La memoria sicuramente non era più un fattore. Ho sentito, e voglio dire, per quanto riguarda il mio cervello, ho sentito davvero quel cazzo riempirmi l'utero e proseguire fino all'esofago. Fisiologicamente impossibile, ma il mio cervello diceva che era reale. Ho sentito quel cazzo salirmi in gola e in bocca, e ho cominciato ad avvolgerlo con la lingua, girandoci attorno più volte, accarezzandolo, stuzzicandolo, leccandolo. Poi l'ho sentito gonfiarsi per tutta la sua lunghezza. Conoscevo i segnali. Stava per scaricarsi. Ho sentito il primo impulso attraversarmi e il mio corpo ha iniziato a tremare. Un orgasmo più intenso di qualsiasi cosa avessi mai sperimentato fino ad allora mi colpì. Lo amavo. Ci ho nuotato dentro. L'ho mangiato. Mi ha mangiato. Mi sono girato, rotolato e mi sono tuffato. Non riuscivo a respirare affatto, ma non mi importava. Dovevo essere morto ed ero in uno stato di eterna beatitudine orgasmica.

Qualche tempo dopo, ho cominciato a svegliarmi. Robert era in ginocchio accanto a me ed era preoccupato per me. Eravamo entrambi nudi. Nel soggiorno. I miei ricordi hanno iniziato a tornare. Tutti loro. Incredibilmente meraviglioso. Mi strinsi le braccia al petto in un tentativo irrazionale di trattenere la memoria. Non era necessario, poiché non ho mai dimenticato nessuna parte della serata in cui ero cosciente. Meno male che le case in questo quartiere sono così distanti, ho pensato, altrimenti la nostra serata potrebbe essere finita presto con l'intervento della polizia o dei vigili del fuoco.

Robert si era ripreso per primo e mi aveva fatto rotolare sulla schiena. Soddisfatto che fossi vivo e respirassi, prese un panno umido e me lo applicò sulla fronte. Una delle sue mani mi massaggiava dolcemente il seno. Sembrava estremamente erotico, ma il mio corpo non sembrava avere più risorse per sviluppare quella sensazione. Non mi importava. Il mio bagliore era così ricco che era quasi palpabile. Robert si è sdraiato accanto a me e mi ha detto quanto gli era piaciuto tutto, inclusa la leccata di figa sorprendentemente devota ed estesa. Ha detto che era il più felice che fosse mai stato in vita sua. L'ho notato come un effetto collaterale positivo.

Ho guardato l'orologio sul DVR e ho fatto un calcolo basato sull'ora approssimativa in cui ho iniziato il film, sulla sua durata e sull'ora corrente. Era passata almeno un'ora dalla fine del film. Dopo la riflessione e l'analisi, ho considerato che questi test di resistenza avevano avuto un discreto successo e ho deciso che meritavano ulteriori studi.

Storie simili

Urla appiccicose

Era di circa 5'6 per lo più gambe, con una bella pelle abbronzata, capelli castani lunghi fino alle spalle. Aveva un bel seno da qualche parte intorno ai 36 o 38 gradi C. indossava una gonna corta nera fottimi e una canotta rosa. Alcune scarpe nere sexy con cinturino da 3 pollici. Siamo andati a cena fuori e poi siamo andati a vedere un film di ragazze sdolcinate. Era ora di riportarla a casa sua. Mi sentivo un po' deluso a questo punto, non stavo ricevendo alcuna indicazione che ci sarebbe mai stato un secondo appuntamento. Siamo tornati a casa sua...

1.5K I più visti

Likes 0

Sesso fedele

I suoi baci le scesero lungo il collo, senza fine finché non raggiunse i suoi seni. Prende uno dei grossi seni nella sua mano, massaggiandolo delicatamente. Le sue labbra si spostano sul capezzolo sinistro, succhiandolo non appena le sue labbra lo avvolgono. La sua mano libera le scorre lungo lo stomaco, fino ai pantaloni. Spinge la mano dentro rudemente mentre la sua mano raggiunge la sua destinazione. Le sue mani vanno sotto il tessuto noto come le sue mutandine, toccandola in quel momento. Rilascia la mano dal suo seno, togliendosi lentamente i pantaloni. Una volta che sono fuori, li lancia attraverso...

1.2K I più visti

Likes 0

Effrazione in cabina

Spesso le persone avevano un'impressione sbagliata di Ted a causa della sua altezza. I suoi antenati provenivano dalla Norvegia ed era alto 6'-4 pollici ed era molto muscoloso grazie alle ore trascorse in palestra, quindi molte persone pensavano che non fosse così intelligente. Suo padre era in realtà un noto scienziato e brevettò diverse invenzioni che diedero vita a prodotti molto redditizi. Dopo la morte dei genitori, Ted ereditò la loro considerevole proprietà e, dopo aver conseguito diversi titoli di studio, ebbe la capacità di assecondare la sua passione, ovvero scrivere libri. Scrisse principalmente di argomenti tecnici e storici, ma scrisse...

455 I più visti

Likes 0

Fantasia di schieramento

Voglio raccontarvi tutto del mio schieramento in Turchia. Ero solo e non avevo voglia di fare come tutti gli altri ragazzi. Sai parlare con le ragazze dello stato sperando di poter organizzare qualcosa per quando tornerò. Ero in una stanza con 8 ragazzi in 4 letti a castello e volevo trovare qualcuno che fosse di stanza qui con la propria stanza. Forse anche una casa. Così sono andato al gruppo di vendita in giardino su Facebook e ho iniziato a cercare un amico nell'elenco dei membri. Chissà, forse conoscevo qualcuno qui. Bene, mi sono imbattuto in una ragazza di nome Lily...

2K I più visti

Likes 0

Mi sono svegliato - Parte 2

PASSANDO AL SUO NUOVO GIOCO Avevo passato le ultime settimane da quando mi ero diplomato al liceo uscendo con Ronnie. Ho anche trascorso diverse notti con lei nel suo appartamento in centro. Mia madre non era il suo solito severo. Dopo essere stata lontana da casa diversi giorni, non mi ha interrogato nemmeno un po'. Penso che abbia avuto molto a che fare con mia sorella maggiore Katrina che mi ha coperto. Passava da Ronnie tanto tempo quanto me. Lei e l'assistente di Ronnie, Mel, si stavano dando da fare. La scorsa settimana, Katrina aveva ricevuto un invito da Ronnie, perché...

2K I più visti

Likes 0

La storia di Robert Capitolo 12

Dopo il ballo (((Suoneria))) (((Suoneria))) Un forte squillo invadente mi investì, presi il telefono, aggrovigliato in bambine nude. Ciao? Buongiorno Robert Marcus disse allegramente, Sveglia le ragazze di Erik e mandale dal loro nonno che hanno una giornata di preparazione da fare, e unisciti a me sul balcone per un caffè. Abbiamo un po' di logistica da coprire”. Ho gentilmente dato di gomito e baciato gli angioletti svegliandoli tirandoli su dal letto. Hanno raccolto i loro abiti come ho trovato una veste. Alicia, Tawny, Sam e Shelly si sono rotolati nel mio punto caldo ormai assente e hanno continuato a sonnecchiare...

1.9K I più visti

Likes 0

Non ho mai saputo il suo nome

Non ho mai saputo il suo nome ….Una moglie solitaria…. una casa in campagna…. un bell'uomo di riparazione... una tempesta…. una strada allagata che porta lontano dalla casa…. un continuo acquazzone…. le luci si spengono e non c'è altro da fare che aspettare. La casa si raffredda senza riscaldamento elettrico. Cosa possono fare per riscaldarsi mentre aspettano? La mente di una moglie inizia a fantasticare. ….Suo marito, capitano di mare, torna a casa solo due volte l'anno. Prende una grande coperta da metterci sopra mentre aspettano sul divano. Fuori sta diventando più buio. Ha delle candele... ma l'oscurità è molto erotica...

1.7K I più visti

Likes 0

3 sorella malvagia

Improvvisamente mi sono venute in mente tre lettere speciali. WTF ero avventatamente sotto la doccia con me e la mia mente correva a ciò che Izzy aveva detto prima di cenare. -se ottieni anche solo un pompino avventato, dirò a tutti in quella stanza cosa hai fatto con quelle donne- merda mormorai Max, so che sei matto e mi dispiace. So che quello che ho fatto è sbagliato ma mi dispiace. Mi sono fatto impazzire pensando se tu e spero che tu mi perdonerai. All'improvviso ricordi di quella notte in cui l'ho trovata spaventata da cagare guardando un film e di...

1.7K I più visti

Likes 0

Muoversi nella parte 1

Scuole finite e anche noi.. Mia mamma ha comprato una nuova casa molto più vicina al lavoro.. Non è mai davvero in giro, praticamente sta al lavoro.. O con il suo nuovo amante di cui pensa che non sappia.. stabilirsi in posti nuovi è qualcosa che facciamo spesso.. Spero solo che questo sia l'ultimo.. L'auto si è fermata davanti alla nostra nuova casa, i camion stavano quasi per scaricare tutto in casa quando siamo arrivati, lasciandomi in macchina mia madre è andata a prenderli. È stato un viaggio piuttosto lungo, quindi sono uscito dall'auto e mi sono allungato un po', ero...

1.5K I più visti

Likes 0

Appuntamento misterioso

Si scrollò la pioggia dall'ombrello mentre entrava nel club - il tempo non stava collaborando, ma sapeva che l'avrebbe aspettata, e questo è stato sufficiente per farla uscire stasera - anche di fronte all'acquazzone lei avevo appena sopportato. Si tolse l'impermeabile e svelò un vestito semplice che le sembrava tutt'altro che semplice. L'abito terminava a metà coscia e la leggera irregolarità nel modo in cui scivolava sulle gambe lasciava intendere la possibilità che le giarrettiere reggessero le calze nere a fantasia che le definivano le gambe lunghe. I tacchi a spillo rosso scuro segnalavano che questa donna era più di quanto...

1.3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.