Dominio su debole

1.5KReport
Dominio su debole

Karen ha concluso i suoi diciotto anni. Ha cinque fratelli, era la più grande. Hanno avuto una difficile situazione finanziaria come molte altre persone negli ultimi tempi. Era giunto il momento per lei di cercare perfettamente un lavoro con una stanza in affitto o qualcosa del genere. A causa delle cattive condizioni, non poteva permettersi molte cose. Comunque era una bella ragazza. Anche con la sua corporatura piccola di 5 piedi (1,65 m), aveva gambe lunghe e snelle incredibili, braccia sottili con dita lunghe.

Fortunatamente, sua madre è riuscita a trovarle un'offerta di lavoro come domestica per un uomo d'affari quarantenne. Decise di fare un tentativo, non che avesse altre offerte.

Ha preparato la sua piccola borsa ed è andata nel suo nuovo posto dove ora vivrà.

Aprì la porta e fu positivamente sorpreso da una ragazza affascinante. Aveva dei vestiti vecchi ma si vedeva comunque la sua bellezza. Soprattutto i suoi grandi occhi color ambra erano accattivanti, anche i suoi lunghi capelli biondi erano ben curati.

"Ciao, signorina, sei Karen?" chiese. Ha risposto sentendosi un po' timida.

"Si signore. Sono venuta qui per lavorare come domestica”. Distogliendo lo sguardo dalla sua seducente scollatura "Hmm circa 34°C" pensò e poi disse "Per favore, vieni" la invitò a entrare.

La portò in soggiorno “Siediti, ti porterò del tè per noi, e poi ti dirò quali sono le tue responsabilità”.

“Cucinerai per entrambi, pulirai la casa tutti i giorni ma solo due volte a settimana in modo più dettagliato...” Le parlò per qualche minuto del suo dovere. “Certo che col passare del tempo potrebbero esserci delle responsabilità in più per te, d'altra parte con più da fare ti darò vita anche io. Qualsiasi domanda?". Intimidita da un uomo più vecchio e nuovo nella sua vita, ha risposto “N-No, signore. Finalmente non per ora"

“Va bene, vieni con me ti porto a fare un giro per casa e ti faccio sistemare nella tua stanza”.

Il mese successivo è stato davvero comodo per Karen. Ha imparato lentamente il suo lavoro in casa, anche le abitudini di Tom. Era un bell'uomo di quaranta piedi 6,1 (1,85 m), gambe lunghe e robuste e viso elegante. Scherzava con lei e generalmente la faceva sentire rilassata intorno a lui. Era contenta che le avesse permesso di lavorare qui. Da quando ha abbandonato la scuola, è stato difficile per lei trovare un lavoro da fare. Non sarebbe facile trovare un altro lavoro. La maggior parte delle sue preoccupazioni svanì dopo il primo stipendio, per la prima volta aveva i suoi soldi. Era così felice, anche se ne manda ancora un po' ai suoi genitori, c'era ancora molto per lei.

Il secondo mese è stato un po' imbarazzante per lei. Tom a volte la tiene per la vita, quando per esempio stava lavando i piatti lui camminava da dietro, le metteva una mano sulla vita e le parlava. A volte passerà e accarezzerà la sua mano sul suo culetto stretto.

Sentiva che era scortese da parte sua, ma aveva paura di dirglielo. E se lui la licenziasse, le piaceva davvero lavorare qui e lo stipendio era ottimo. I suoi genitori erano orgogliosi di lei e grati per l'aiuto economico che aveva dato loro. Alla fine, non l'ha tirato fuori e gli ha lasciato fare a modo suo. Ne è valsa la pena perché ha pagato molto e ha persino menzionato qualcosa sul rilancio in un mese. Niente di specifico ma comunque.

Il secondo mese è stato delizioso per lui, l'ha abituata al suo tocco e alla sua vicinanza. Soprattutto la sua pelle liscia e chiara quando le toccava la vita e anche quel culo stretto meraviglioso. Era triste perché per ora poteva solo spazzolarlo, ma deve essere paziente per non spaventarla. Ha bisogno di abituarsi al suo piano passo dopo passo.

Per diminuire la sua possibile ansia la portò in un negozio di abbigliamento e le fece scegliere alcuni pezzi. Comunque, era ora di comprarle qualcosa di più alla moda, lui la voleva bella. Inoltre, le ha comprato dei corsi di trucco. Era felice di pensare che le sue amiche sarebbero state gelose di lei quando la vedranno vestita e truccata nuova. Non era preoccupata per i suoi regali perché diceva che era un bonus per un buon lavoro.

Il terzo mese è iniziato in modo imbarazzante per lei. Lui è tornato dal lavoro, lei era in cucina a finire la cena. Rimase dietro di lei mentre le teneva la vita. Poi la sua mano destra le afferrò il mento e le girò la testa. La baciò per alcuni secondi.

“Grazie, per il bacio,” disse in tono giocoso. È rimasta lì paralizzata. "Ho intenzione di cambiare, tornerò tra un momento."

Durante la cena, lui non ha sollevato l'argomento, né lei ha detto nulla. Karen sperava solo che fosse solo questa volta.

Per la settimana successiva continuarono a toccarsi ea volte a baciarsi. Ha iniziato a sentirsi stressata dall'intera situazione, d'altra parte, non aveva un'altra opzione. Ogni volta che la toccava, iniziava a tremare e aveva paura che la baciasse.

Nella seconda settimana del terzo mese, le cose hanno iniziato a peggiorare.

Era domenica sera quando la chiamò in soggiorno. "Karen, puoi venire qui?" le chiese con tono normale. Ha appena finito il suo lavoro per oggi e non sospettando nulla si è avvicinata a lui. "Si signore? Qualcosa succede?" chiese innocentemente.

"Beh, tesoro, ti piace lavorare qui?" Lei lo guardò e disse con sicurezza “Sì, signore. Sono grato di poter lavorare qui”. Sapeva che non c'era modo di tornare indietro per lei. Senza i suoi soldi, la sua famiglia sarebbe stata separata e trovare un lavoro era come trovare un ago in un pagliaio al giorno d'oggi. Si alzò e la guardò. Aveva una camicetta bianca che mostrava la sua pancia piatta e sexy e leggings grigi che mostravano le sue bellissime gambe.

“Penso che sia ora di aggiungerti nuove responsabilità, sei qui abbastanza a lungo. Ricorda che non devi farlo se non vuoi, troverò qualcun altro al tuo posto”. Karen in preda al panico, non può perdere il lavoro! "Non preoccuparti, signore, gestirò qualunque cosa." Lei ha risposto in fretta.

“Certo che sarò onesto con te. Con una nuova responsabilità, avrai un aumento di 200 $". le sorrise. "Sarebbe meraviglioso, signore!" Ha risposto felicemente e ha iniziato a pensare a cosa comprerà per soldi extra. Sorrise e poi disse: "Ok, allora iniziamo. Siediti su una poltrona ma non appoggiarti su di essa”. Confusa si sedette e lo guardò con i suoi grandi occhi color ambra. Il rigonfiamento nei suoi pantaloni iniziò a crescere. "Ora non muoverti", disse e iniziò a togliersi i pantaloni. Paralizzata e spaventata, lei lo guardò negli occhi, lui le sorrise e poi disse. "Non preoccuparti, non ti farò del male e ti ci abituerai."

"No, non voglio!" Si alzò. Fece un passo indietro: "Oh caro, non c'è bisogno di gridare, ti ho detto che non ti costringerò a nulla. Allora vai in camera tua e fai le valigie, ti accompagnerò domani a casa tua”. Si alzò i pantaloni e iniziò ad andarsene.

Andò nel panico, "per favore aspetta!" Si voltò verso di lei e aspettò pazientemente. Era confusa, non c'era possibilità di lasciare questo lavoro ma non voleva nemmeno avere contatti sessuali con Tom. Aveva una scelta, ma era davvero? Dopo qualche minuto di lotta interna con le lacrime agli occhi. Si sedette sulla poltrona e senza guardarlo disse: "Lo-lo farò".

Felice della sua scelta si avvicinò a lei e iniziò a togliersi i pantaloni.

Ormai il suo pene era quasi al massimo delle condizioni. Le afferrò la testa con entrambe le mani e le sollevò la testa. “Apri la bocca e copriti i denti con le gengive. Non voglio che mi tocchino il pene. Ok dolcezza?"

"S-sì, signore." Spaventata e disgustata, aprì le sue labbra carnose per accoglierlo dentro. Mentre le sue lacrime le scendevano lungo le guance, la sua punta lentamente le entrò in bocca. Era umido e caldo dentro, è stata una sensazione incredibile. "Bene, sei così carino mia cara." Guardandola negli occhi, ha detto, “ora prova a muovere la lingua e inizia a succhiare. So che è la tua prima volta, fai del tuo meglio. Le lasciò andare la testa e le lasciò fare un lavoro.

Dilettantemente ha iniziato a muovere la testa su e giù sul suo cazzo. Anche se ha ancora molto da imparare per lui, è stato un paradiso stare tra queste giovani labbra. Non è stato con una donna per molto tempo, quindi non sorprende che non possa durare ancora a lungo. I suoi gemiti diventano più forti e i suoi respiri più acuti. “Oh, cazzo! Oh, cazzo! Continua così, piccola". Grazie alla sua lingua morbida sul suo cazzo sentì un'ondata di piacere. Ha rallentato perché la sua bocca ha iniziato a farle male. Quasi finendo, le afferrò la testa e iniziò a muoversi più velocemente tra le sue labbra ma non troppo in profondità per non soffocarla.

Chiamò e iniziò a spruzzare il suo carico nella sua bocca. Dopo alcuni secondi di piacere, lasciò andare la sua testa e tirò fuori il suo cazzo. "Ti sarei grato se ingoiassi, ma non è necessario", disse indifferente. Piangendo ancora più forte e sentendosi devastata, corse in bagno. Si alzò i pantaloni e tornò nella sua stanza. Mentre andava, sentì Karen vomitare. Con un sorriso giocoso, si disse: "Spero che si abitui presto ai pompini, altrimenti si indebolirà se vomiterà sempre".

Il giorno dopo le ha regalato uno smartphone. "È un bonus per un buon lavoro." Lo prese ma non gli parlò ancora sentendosi male. Lui non l'ha spinta, ha deciso di concederle due giorni di riposo per farla abituare a una nuova situazione.

Per due giorni non è successo niente tranne l'incontro con le sue amiche che erano invidiose del suo nuovo cellulare. Si sentiva benissimo per questo. Karen aveva il modello più nuovo, ma alcune delle sue amiche non avevano nemmeno un telefono. Questo bonus ha aiutato poco a dimenticare quello che è successo.

Allora vieni mercoledì sera. "Karen vieni qui." Sospettando cosa le riserverà. Camminò nervosamente verso un soggiorno. "S-sì?"

Era attratto da lei, controllandola dappertutto. Era vestita con un dolcevita rosso chiaro e una gonna corta nera a balze che mostrava le sue splendide gambe. Era felice della sua ingenuità se solo sapeva come funzionava il suo guardaroba su di lui. Mentre il suo cazzo si contorceva, chiese: "Ti piace il tuo nuovo smartphone?" Prudente della sua domanda, ha risposto brevemente: "Sì, signore". Sempre guardandola, "Bene, ora siediti con me, vedremo un film". Le fece spazio sul divano. “Devo, signore? Vorrei tornare in camera mia, sono stanco".

“Sì, te l'ho detto prima che avrai una nuova responsabilità. E questo per accompagnarmi la sera come mi piace». Alzando il tono disse: "Ora vieni a sederti". Senza altra scelta per lei, si sedette rassegnata mentre si sentiva impotente.

Ha interpretato un film, poi le ha messo la mano destra dietro e ha iniziato a massaggiarla lentamente e sensualmente. "Aaa", si tese dappertutto non sapendo cosa fare. "Shhh, goditi la nostra serata insieme e guarda il film." Dopo qualche minuto, mise la mano sinistra sotto i suoi vestiti. Era innamorato della sensazione della sua pelle giovane e liscia, era orgoglioso di se stesso per aver resistito così a lungo. Prima le accarezzò il ventre, dopo qualche istante si alzò lentamente. Ora mentre disegnava una linea con le dita attorno alla coppa del reggiseno, la sua mano destra iniziò a slacciarlo. Allo stesso tempo, le mani di Karen hanno afferrato Tom a sinistra, ma mentre sentiva cosa stava facendo dietro; perplessa cercò di fermarlo.

Questa volta non ha parlato. Si sentiva soddisfatto della sua lotta. Ignorando la sua lotta, continuò. Alla fine lo slacciò e poi con la mano sinistra si tirò su il reggiseno. Ora prendendo con entrambe le mani i suoi seni sodi. Tom iniziò a spremerli delicatamente.

“Ah! Io-io, no.

“Shh, guarda il film e non preoccuparti. Hai tutto qui puoi dare qualcosa da te stesso, non essere una ragazza egoista. Poi ha iniziato a baciarla mentre continuava a giocare con le sue tette.

Con il vuoto negli occhi, abbassò le mani. Con rassegnazione, ha ceduto non vedendo altra opzione.

Dopo un po' si fermò e si tirò giù i pantaloni. Successivamente, le afferrò la mano sinistra sottile. "Prendi il mio pene e fallo oscillare su e giù finché non ti dico di fermarti."

Ha iniziato lentamente, su e giù, è stato un immenso piacere per Tom. Mentre continuava a farlo, su e giù, con la sua mano delicata. Con la sua mano destra sul suo ginocchio, iniziò a strofinarla gradualmente più in alto. Infine, le ha toccato i bikini. “No, per favore,” disse e smise di accarezzarlo.

“Non preoccuparti, non ti penetrerò. Non ti ho permesso di fermarti, quindi continua"

In qualche modo, rassicurata, Kate riportò la sua attenzione sul suo cazzo. Guardandole la mano, notò che si era fatta le unghie di un colore rosa chiaro. Il suo pene si contrasse nella sua presa ed era ancora più sexy. Non ha commentato preoccupato che si renderà conto che il suo abbigliamento ha un effetto su di lui.

“Più veloce, ah! aa." Accelerò un po', su e giù con la sua mano sensuale. La sua mano destra si mosse sotto il suo bikini, poi iniziò a toccarle la figa. Prima sentì le sue labbra esterne con il pollice, poi lentamente con il resto della mano, con il suo gemito involontario arrivò un'ondata di piacere attraverso la sua testa. Cominciò a singhiozzare debolmente, ma continuò a muovere la mano, su e giù.

“Non fermarti ora! ah, hoho,” si tese e iniziò a sborrarle sulla mano. È stato un grande orgasmo per Tom "O-ok puoi fermarti". Ha iniziato a pensare che ama il controllo più di un semplice atto sessuale. Prese la mano dolorante e rimase seduta a guardare il muro con occhi vuoti. Dopo l'ondata di piacere, le staccò la mano. Si appoggiò al divano rilassato riposando dopo la sua dose di adrenalina. "Puoi andare, grazie." Non voltandosi indietro, andò in bagno nella sua stanza.

Fino al quinto mese, non molto cambiato, ebbe un altro aumento di pari importo. Ogni sera la chiamava in soggiorno per molestie, seghe o pompini. Inoltre, ha iniziato a pagare pochi soldi a una delle sue amiche per dirgli cosa è alla moda nella loro cerchia e cosa vorrebbe ottenere Kate. Ogni sabato le faceva un regalo sapendo cosa le piaceva. Con i regali, la sua guardia è diminuita e ha iniziato a vedere la sua situazione in una luce leggermente più brillante. Le piaceva quando i suoi amici erano gelosi di lei.

Poi venne il quinto mese in cui Karen lavorava a casa di Tom come domestica. Era domenica appena un giorno dopo il regalo più bello che aveva ricevuto da lui e il più costoso. Era davvero felice per tutto il giorno. Karen fu sorpresa quando lui non la chiamò in soggiorno alla solita ora. Sconcertata andò a chiedergli se aveva bisogno di lei. “No, per ora hai tempo libero”.

Gioiosa è tornata nella sua stanza per rilassarsi ecc.

Erano le prime del mattino. È strisciato nella sua stanza solo con i suoi boxer, lei stava dormendo come al solito in una camicia da notte di cotone rosa da lunga a metà attillata e alcune mutandine. Assicurandosi che dormisse, si tolse i boxer. Successivamente con un cazzo mezzo rigido, ha rimosso la sua copertura. Stava dormendo sulla schiena, il che lo rendeva felice. 'Semplificherà le cose', pensò.

Alla fine, le tolse delicatamente le mutandine.

Karen ha fatto un bel sogno, ma all'improvviso si è contratta con il cervello che si stava svegliando lentamente.

All'improvviso sentì che qualcuno stava spingendo qualcosa dentro di lei. Le fece molto male, urlò disorientata e cercò di muoversi. Poi qualcuno l'afferrò per le spalle e lei non riuscì a staccarsi dal suo aguzzino. “Rilassati piccola, è la tua prima volta. È normale che faccia un po' male".

“Fa male, basta! Nooo!" La ignorò e spinse di mezzo pollice all'interno del suo canale dell'amore. Cominciò a piangere rumorosamente e lottare. “Ah! Ah! Nooo, ti prego di fermarti. Sono vergine!"

Si fermò in modo che potesse accogliere il suo cazzo, non voleva finalmente danneggiarla fisicamente. "Non sei più vergine carina." Poi ha spinto ancora un po'. “Ah! Fa male." Scosse la testa in segno di diniego, le sue lacrime stavano inondando il cuscino. La baciò sul viso. Pollice dopo centimetro di questa tortura e poi smettila. Aspettò che la sua figa si sentisse un po' più a suo agio. Poi lo sentì tirare fuori il suo pene duro, sospirò con la speranza che fosse tutto. Ma in poco tempo lo sentì afferrarla più forte e poi la peggiore sensazione di sempre. Si spinse indietro dentro di lei. “Ahhhhh! Abbassati!”

Ha ignorato le sue suppliche e ha continuato a scoparla.

Mentre piangeva per il dolore, sopra la sua testa, i suoi gemiti diventano più forti e i suoi respiri più acuti. Lui gentilmente ma con fermezza le stava scopando la figa. Lui era in paradiso e lei era all'inferno. La sua pancia e la sua vagina erano in fiamme. Non ha mai provato un dolore di questo tipo. Ad ogni spinta dentro, sussultava e sussultava. Alla fine, non poteva più trattenersi, era troppo eccitato. Con un grugnito animalesco, ha iniziato a spruzzare il suo carico nella sua figa. Mentre ondate di piacere si impadronivano del suo corpo. Pianse di dolore, vergogna e felicità che finalmente fosse finita.

Si sdraiò accanto a lei e afferrò la sua tenera tetta. Stava riposando e lei piangeva dall'angoscia.

Fine

Meaby ci sarà una continuazione. Grazie per il tuo tempo

Storie simili

BANDIERE A SCACCHI FATEMI SCOPARE.

Alla fine del 200esimo giro della gara modificata NASCAR Oswego Fall Classic del 1973, la bandiera a scacchi sventolò sulla mia Vega n. 2 con motore big block. Probabilmente 10.000 delle 15.000 persone sugli spalti tifavano per me. Agli altri o non piacevo o speravano semplicemente che il loro pilota preferito vincesse. Un'altra vittoria in una gara era nei libri con il mio nome sopra. Quella è stata la mia sesta vittoria della stagione su quattro piste diverse nel programma del tour del Nordest. È stata una buona cosa che la gara fosse finita quel giro perché potevo sentire che una...

351 I più visti

Likes 0

Incontrare di nuovo Taylor al Park

Erano passati diversi mesi da quando io e Taylor ci eravamo messi insieme e, col passare del tempo, ho finito per vedere la mia vecchia ragazza. Stavo cercando di lasciarmi l'esperienza alle spalle, ma ogni volta che facevo sesso, sembrava che finissi sempre per pensare a Taylor. Ero ossessionato da lei, al punto che passavo davanti a casa sua, sperando disperatamente di incontrarla. Avevo iniziato a rendermi conto che non l'avrei mai più rivista, ma continuavo a portare il mio cane a fare passeggiate intorno al lago tutti i giorni, a volte anche due volte. Ancora una volta, non mi sarei...

329 I più visti

Likes 0

Wartime Comfort House Diario - Giorno 7 British Sausage

Avevo incaricato la signorina Yamaha di portare la giovane madre coreana Maple a nutrire la mia debole moglie del posto ogni volta che andavo a consumare con Cherry, oltre alle sue normali poppate quotidiane. Sapevo che il nutrimento extra avrebbe aiutato Cherry a diventare più forte. Sono stato anche incuriosito dall'orgasmo di mia moglie dopo che ho sparso i miei semi e mi sono ammorbidito, quindi ho deciso di lasciare la mia virilità nel suo grembo ogni volta che raggiungevo l'orgasmo. Mi eccitavo baciando appassionatamente mia moglie mentre accarezzavo i suoi seni sodi in crescita (quasi coppa B ora) e i...

1.1K I più visti

Likes 0

Catherine- prima parte._(1)

Lentamente, Catherine si sveglia dal letto sentendo l'aria fredda della California inondare la sua stanza. Si alza dal letto solo per sentire le piastrelle fredde sul pavimento. Allontanandosi dal letto, si prepara per la scuola. Entrando in bagno, ricordò la scorsa notte quando si era toccata per la prima volta. È stata un'esperienza strana, aveva sentito parlare e voci sulla masturbazione ma non l'aveva mai fatta da sola, anzi, a se stessa. Guardandosi allo specchio Catherine vide una ragazza con i capelli castani e gli occhi castani, un seno un po' sviluppato che sembra un po' insolito per una diciottenne. Si...

880 I più visti

Likes 0

Inaspettato..Parte 2

Cosa sta succedendo qui? La voce riecheggiò nella stanza, e subito lei capì chi era, suo fratello. Emyd si girò con calma sul letto e parlò con calma. Hey Josh, umm Aria è caduta disse mentre si alzava. Aria ha cercato di nascondersi sotto le coperte. mmhmm Josh si rivolse a Emyd I giochi al piano di sotto, vieni? Chiese. sì disse mentre faceva qualche passo verso la porta, ma poi si rivolse ad Aria Dovresti restare a letto per un po', sai, per ogni evenienza.. Mentre usciva e lasciava Aria, lei poteva ancora sentire le sue labbra sulle sue. Aria...

814 I più visti

Likes 0

Il sexy shop – storia 16

In primo luogo, mi chiamo Lucy e ho 24 anni, 5 piedi e 5 con capelli biondi lunghi e folti, seno 32b e pesavo a quel tempo circa 110. La maggior parte delle persone direbbe che ero ben messa, il mio ex ha sempre detto che ero ben scopabile. Non ho trovato difficile trovare ragazzi. Sono appena venuti da me e ho avuto difficoltà a dire di no. Giovani, vecchi, belli, brutti, magri o grassi. Se avevano un cazzo ne avevo bisogno dentro di me. Lavoravo al bordello da poco più di quattro mesi e continuavo a scoparmi il padre di...

613 I più visti

Likes 0

Stazione Anton.

Mi dispiace per le persone che si prendono una pausa da Link perché sono TOTALMENTE perplesso e ho pensato a una nuova idea per una storia, Kai, con i suoi lunghi capelli castani e ricci con l'aiuto della brezza, le sferzava la nuca. Le sue lunghe ciglia, che quasi nascondevano i suoi occhi celesti, le tenevano lontano lo sporco dagli occhi. Mentre il cavallo si impennava davanti a lei, Kai alzò le braccia davanti a lei e si inchinò dolcemente al cavallo. I suoi movimenti rapidi erano taglienti e Kai non sapeva se poteva domare il cavallo o no. Dopo circa...

601 I più visti

Likes 0

Mom Eyes The Kids Capitolo nove e dieci

Diana non era sicura se si vedesse, ma si sentiva come se stesse ansimando come un cane mentre si muoveva verso la figlia nuda mentre la ragazza si adagiava in modo così provocatorio sul letto. E dagli sguardi che l'adolescente le lanciava con i suoi occhi sensuali e abbassati, Diana era abbastanza sicura che la ragazza ne fosse entusiasta quanto lei. Diana si sedette sul lato del letto. Il suo piano originale era stato quello di sedurre la ragazza nello stesso modo in cui aveva fatto con Jimmy, iniziando chiedendole quanto spesso Holly si fosse fregata con una preoccupazione genitoriale fraudolenta...

552 I più visti

Likes 0

La mia confessione_(1)

Questa è la mia partecipazione alla sfida Calling All Writers - Chapter 6 sul forum Sex Stories su www.xnxx.com. (Questo è per quegli stronzi che rubano storie e le pubblicano altrove.) Il tema di questa sfida era scrivere una storia sull'amore non corrisposto, facendo riferimento alla canzone All I Have to do is Dream, resa popolare dagli Everly Brothers come singolo di successo pubblicato nell'aprile 1958. C'è un problema: gli scrittori che hanno accettato la sfida dovevano scrivere dal punto di vista del sesso opposto. Sono un uomo, quindi ho dovuto scrivere come una donna. ATTENZIONE: questa non è una bella...

499 I più visti

Likes 0

Il dildo di mia figlia, parte 4

Le due settimane successive trascorsero quasi senza drammi. Nicole aveva rinunciato a farmi pressioni affinché la scopassi e ogni giorno godevamo di una quantità generosa di attività sessuale. Le cose rallentarono a malapena quando le vennero le mestruazioni. Seghe e pompini venivano ancora somministrati con grande regolarità. Era felice di permettermi di toccarle il culo e il clitoride, ma non mi permetteva di avvicinarmi al suo buco della figa. Inaspettatamente, ho scoperto che quel piccolo filo che pendeva da lei era uno spettacolo stranamente erotico. Non passava giorno in cui non ci masturbassimo insieme ad un certo punto. Era diventato il...

375 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.