Il mio amore Renè

82Report
Il mio amore Renè

Amore mio Rene'

Avevo 32 anni quando mia moglie mi ha lasciato, per un altro uomo. Non sapevo nemmeno che fosse infelice. Ma un giorno, quando sono arrivato a casa, ho trovato il furgone che faceva le valigie e stava per partire. La mia macchina era piena di tutto ciò che non poteva essere riposto nel furgone in movimento, mia figlia davanti con mia moglie che sistemava la cintura di sicurezza del bambino di nostro figlio. Sono rimasto sbalordito. Non sapevo cosa dire. Ho chiesto a mia moglie cosa stesse succedendo e lei ha semplicemente detto: "Ho trovato qualcuno migliore". Ero sbalordito, non capivo perché? Stavo con mia moglie da 9 anni. Eravamo usciti insieme per 1 anno prima di sposarci. Era l'unica ragazza con cui andassi a letto. Non c'era mai stato nessun altro per me.

È stato dopo che mia moglie, mia figlia, mio ​​figlio e il furgone se ne sono andati che sono arrivati ​​diversi amici che mi hanno aiutato in quel momento molto difficile. Il lavoro mi ha dato un congedo, per aiutarmi e che mi ha permesso di comprare dei mobili, poiché le ho detto che aveva preso tutto. Avevo il cuore spezzato per non dire altro. Ma con buoni amici sono riuscito a rimettermi in sesto, anche se ero ancora solo. Non avevo genitori o fratelli a cui affidarmi e così, tramite i miei amici, ho iniziato a frequentare l'abbeveratoio locale.

All'inizio rimasi fuori nella birreria all'aperto, principalmente perché mi vergognavo per quello che era successo. Ma presto sono diventato coraggioso e sono entrato e ho giocato a biliardo, ho guardato il calcio il sabato e ho iniziato a fare nuove amicizie.

L'hotel aveva anche una nuova cameriera che iniziò lì. Il suo nome era Renè. A 19 anni era un po' grassoccia, ma non grassa. Ha dato alla sua figura belle curve nei posti giusti. Aveva un seno grande e lunghi capelli scuri. Il suo sorriso ei suoi occhi erano uno dei motivi principali per cui continuavo a tornare in quell'albergo. Comunque siamo diventati buoni amici. Mi chiedeva spesso com'era la mia giornata e vorrei che mi cucinasse qualcosa nella cucina dell'hotel. All'inizio direi che cucinerei a casa. Ma, man mano che i giorni si trasformavano in settimane, scoprii che ogni tanto potevo comprare un pasto cucinato. Questo principalmente perché mia moglie è andata e mi ha portato in lavanderia.

Così, ho iniziato a comprare un pasto una volta alla settimana, il martedì sera. Era l'unica notte della settimana in cui l'albergo aveva pochi clienti, il che significava che io e René potevamo parlare. Dopo un po', avrebbe preparato la mia cena, quando ho varcato la porta d'ingresso dell'hotel. Poi mi serviva la cena, mi versava una birra e mi chiedeva com'era la mia giornata. Era quasi come avere di nuovo una moglie.

Questo è andato avanti per diversi mesi fino a quando ho sentito Rene' chiedere al pubblicano se poteva prendere in prestito il suo camion, così poteva muoversi. La casa in cui viveva, con altre 2 ragazze era stata venduta e aveva bisogno di trovare un altro posto dove vivere. René piacque molto al pubblicano e le prestò il camion. Ha anche affermato che avrebbe trovato qualcuno che l'aiutasse. Si guardò intorno, mi vide e mi chiese se potevo dare una mano per spostare dei mobili. Gli ho detto che sarei stato disposto. Ho guardato Rene' e i suoi occhi mi brillavano.

Quindi la sera successiva, martedì, dopo aver cenato e bevuto la mia goletta, abbiamo parlato di dove si sarebbe trasferita anche lei. A quel tempo non aveva trovato da nessuna parte e stava tornando a casa di sua madre. Così, ho organizzato un incontro con lei quel sabato per aiutare con l'imballaggio e il trasloco.

Sabato sono arrivata presto a casa sua e l'ho aiutata a fare le valigie, quindi a caricare e guidare il camion a casa di sua madre. Una volta che abbiamo finito, René mi ha offerto dei soldi per aiutarlo. Ma ho rifiutato affermando che eravamo amici ed è questo che significava l'amicizia. Ha poi chiesto se fossi disposto ad andare a cena con lei, la sua sorpresa. Non potevo rifiutare, quindi le ho chiesto quando e dove. Mi raccontò di questo ristorantino che conosceva e che saremmo andati la sera seguente. Ho acconsentito e le ho detto che sarei passato a prenderla alle 18:00.


Quindi ora domenica per tutto il giorno, ero nervoso da morire. Non uscivo con un'altra donna da quasi 10 anni. Soprattutto qualcuno che aveva 13 anni più giovane di me. Mi sono assicurato di radermi molto bene, di usare l'acqua di colonia e di indossare gli unici vestiti decenti.

Entro le 18 sono arrivato da Rene's, poi dopo aver incontrato sua madre, sono entrato nel ristorante. La nostra cena si è svolta senza intoppi. Stavamo ridendo e parlando di una tempesta. Sentivo che eravamo buoni amici, non ho mai avuto biglietti per me, soprattutto pensando che Rene' avesse un vero interesse per me. Mentre la notte passava, finimmo per avere un berretto da notte nel suo hotel. Dico la sua principalmente perché ha lavorato lì. Il pubblicano al nostro arrivo chiuse bottega e ci augurò la buona notte. Ci siamo seduti per un'ora a parlare, quando René ci ha suggerito di fare una passeggiata lungo il fiume. Quindi, uscendo dall'hotel, abbiamo camminato per 200 metri fino al fiume e abbiamo iniziato la nostra passeggiata lungo la riva.

La luna era luminosa quella notte e il fiume era tranquillo. Ho tenuto la mano di Rene quando si è fermata e mi ha guardato. L'ho guardata per un po', quando ha detto: "James, cosa deve fare una ragazza per ricevere un bacio da te?" Ho guardato Rene' sbalordito, quando ha afferrato il davanti della mia maglietta mi ha tirato vicino e mi ha baciato forte sulle labbra. Mi ci sono voluti un paio di secondi per capire cosa stava succedendo. Ma, appena sono venuta anch'io, l'ho ricambiata con il bacio più appassionato possibile.

Non ero mai stato con una donna appassionata quando si baciava. La sua lingua ha immediatamente invaso la mia bocca e quando ho ripreso i sensi stavo usando la mia lingua per ricambiare il favore. Rene' mi teneva così le ho messo le braccia intorno alla vita e le ho lasciate scivolare giù fino alle sue guance. Ho afferrato entrambe le guance e l'ho tirata più vicino al mio inguine, che ormai il mio cazzo stava rispondendo e spingendo forte contro la parte anteriore dei miei pantaloni. Ero sicuro che avvicinando Rene' avrebbe potuto sentire quanto fossi duro. Quanto è stata la mia risposta al suo approccio.

Fu adesso che René smise di baciarmi e iniziò a mordermi il collo con i denti. Come ho detto, non ho mai avuto una donna così appassionata. Rene' mi stava mordendo il collo, piccoli morsi alla volta, e tra un morso e l'altro mi baciava il collo. Ho sentito le sue mani salire sulla mia camicia e slacciare tutti i bottoni, poi le sue mani sono scese sulla mia cerniera, tirandola giù. Con una mano iniziò a cercare il mio cazzo, che non era difficile da trovare. Ho sentito le sue mani calde afferrare il centro del mio cazzo e ha continuato a masturbarmi, su e giù. Quello che stavo facendo, le stavo sbottonando la camicetta. Aprendo la sua camicetta, le ho tolto il reggiseno da quelle deliziose tette, erano qualcosa come A 38DD. Ho immediatamente afferrato entrambi i capezzoli tra le dita e i pollici, tirandoli e ruotandoli.

Ho abbassato la bocca fino ai suoi capezzoli, che ho cominciato a mordere e tirare, con i denti. Potevo sentire il gemito di Rene dalla mia attenzione ai suoi capezzoli e so che era un bel gemito. Per tutto il tempo Rene' stava ancora tirando il mio cazzo, e anche se mi piace essere masturbato da una donna, volevo mettere quel cazzo nel suo guanto dell'amore, più di ogni altra cosa. Ma poi ho fermato René e ho finito di spogliarla, cosa che ha anche finito di spogliare me. Presto eravamo entrambi nudi e alla luce della luna potevo vedere che era ancora più bella e gliel'ho detto.

Rene' mi spinse tra le braccia ed entrambi ci baciammo di nuovo appassionatamente. Mentre ci baciavamo, ci calammo sull'erba e io la feci sdraiare con la schiena a terra. Ora ho ricominciato a baciarla ea trascinare i miei baci fino al suo collo dove ho iniziato a morderla. Mi sono trascinato fino al suo seno, leccando, baciando e mordicchiando ciascuno a turno. Poi ho messo la bocca su un capezzolo e l'ho succhiato forte in bocca. L'ho lasciato andare con un tonfo e poi ho iniziato a mordermi il capezzolo in modo così morbido, ma abbastanza per sentire i gemiti di Rene. Mi sono spostato sull'altro capezzolo e ho iniziato lo stesso.

Ho continuato così per un po', poi ho trascinato baci sul suo ombelico, dove ho lasciato che la mia lingua leccasse il bordo e poi il buco. Dopo poco tempo trascinai di nuovo baci fino a mons, dove potevo sentire il suo profumo di donna. Mentre assorbivo il suo aroma, ho lasciato che la mia lingua scivolasse su tutta la sua regione pubica, ma solo vicino, anche se non toccando, il suo clitoride. Volevo dare a questa donna, che si è offerta a me, il massimo piacere che meritava.

Mi sono fatto strada fino al suo inguine, mettendomi tra le sue gambe. Le ho messo le braccia sotto le gambe e le ho sollevate in modo che le sue ginocchia fossero all'indietro verso il suo petto. Ora che si è chinata, ho abbassato la testa e ho iniziato a succhiare dal suo vasetto di miele, che ora gocciolava con i suoi succhi. Metto le mani su entrambi i lati delle labbra della sua figa e la allargo. Usando la mia lingua le ho cerchiato la figa. Ho infilato la lingua nella sua figa, per quanto potevo, poi ho fatto rotolare la lingua dentro di lei. Questo spinse Rene' ulteriormente e i suoi gemiti furono bassi e rumorosi. Ero contento che non fossimo vicini a niente.

A questo punto ho pensato che Rene' fosse vicino allo sperma, quindi ho messo la bocca dritta sul suo clitoride, qualcosa che stavo cercando di svuotare. Ora ho afferrato il suo clitoride tra le mie labbra, poi ho succhiato e fatto scorrere la mia lingua su di esso. Rene' esplose come un petardo. Alzandosi, mi afferrò la testa e mi tirò all'inguine più forte che poteva.

Quando ha iniziato a placarsi dal suo orgasmo, l'ho guardata negli occhi e ho visto che aveva quello sguardo sognante sul suo viso. Il mio cazzo era pronto per scoppiare così mi sono alzato quel tanto che basta e ho messo il mio cazzo nella sua figa. La sua fica era stretta e bagnata ma sono riuscita a infilarmi nella sua figa, tenendole le gambe abbassate contro il suo petto. Rene' ha detto, fottimi piccola, forte. Così ho iniziato a pompare il mio cazzo, dentro e fuori dalla sua fica, prendendo velocità tutto il tempo finché non le ho sparato il mio carico nello stomaco.

Ho tenuto il mio cazzo dentro le calde pieghe della sua fica, ma ho lasciato che le sue gambe scivolassero intorno al mio corpo, così erano sdraiate accanto a me. Rene' mi ha tirato indietro i capelli e ci siamo baciati, dolcemente. Rene' aveva questo grande sorriso stampato in faccia e diceva: "Beh, è ​​quello che vuole una ragazza" ansimando tutto il tempo.

Dopo un po' sono rotolato via da René e mi sono sdraiato accanto a lei. Poi l'ho guardata e le ho chiesto se voleva tornare a casa mia. Rene' si limitò ad annuire. Così ci siamo alzati, abbiamo preso i nostri vestiti e abbiamo attraversato un piccolo parco, sì ancora nudi, fino agli appartamenti dove abitavo. Abitavo sul retro e il parcheggio faceva retromarcia sulla proprietà degli appartamenti.

Ci siamo intrufolati nel condominio, con un pizzico di fortuna, e nel mio appartamento. Una volta dentro ho baciato forte Rene' sulla bocca e le ho chiesto se voleva fare una doccia con me, lei ha solo annuito con la testa. Quindi, senza bisogno di spogliarci, siamo entrati sotto lo spruzzo della doccia.

Mentre ci lavavamo, entrambi iniziammo a lavarci a vicenda, il che si trasformò in un gioco l'uno con l'altro. Presto ero di nuovo duro, Rene' si girò, così le sue chiappe erano di fronte a me, Abbasso il mio corpo quel tanto che basta per spingere nella sua figa. Le presi i fianchi e iniziai a spingerla dentro di lei lentamente, poi sempre più forte e più velocemente. Ma, quando ho iniziato a prenderle il sedere, mi sono tirato fuori molto e mi sono spinto dentro, un po' più in alto, costringendo il mio cazzo nel suo culo. Ho iniziato a tirarmi fuori, quando Rene' ha detto: 'Nessuna piccola scopami anche lì.' Quindi, ho iniziato a spingere lentamente il mio cazzo nel suo culo, sentendo il diverso calore, mentre la doccia pioveva tutt'intorno a noi. Non riuscivo a credere a quanto fosse stretta, ma deve averlo adorato, perché stava spingendo indietro sul mio palo, il che mi ha spinto ulteriormente.

Ci andammo per un po', René ansimando e gemendo, io ansimando tutto il tempo. Poi il suo culo si è irrigidito e ha gemito un altro orgasmo, che mi ha mandato su e ho sparato il mio carico nelle sue viscere. Rimasi dentro di lei, avvolgendola con le braccia intorno a lei, finché il mio cazzo non divenne morbido, poi mi liberai. Rene' uscì dalla doccia e si sedette sul water, sorridendomi tutto il tempo. Dopo che ha finito è tornata sotto la doccia e abbiamo finito di lavarci. Più tardi ci asciugammo e andammo a infilarci nel mio letto, sdraiati a braccetto, addormentandoci in quel modo.

Mi sono svegliato più tardi quella mattina, quando è suonata la sveglia. Ho visto Rene' darmi le spalle, che mi ha permesso di cucchiaio con lei. Le ho baciato il collo e lei si è girata, sbadigliando mentre lo faceva. Le ho chiesto come dormiva e mi ha detto che era dolorante ma si sentiva meravigliosamente. Le ho detto che dovevo alzarmi e prepararmi per il lavoro. Quindi, mi ha baciato e mi ha detto di prepararmi. Sono scivolato nella doccia e mi sono lavato di nuovo. Sono uscito vestito e sono uscito a grandi passi in cucina dove ho scoperto che René aveva preparato toast e tè. Ci siamo seduti insieme e abbiamo parlato, mi ha detto che giornata era e quando ha iniziato a lavorare. Le ho detto che sarei passato dopo il lavoro. Poi le ho dato una chiave di riserva, con un bacio, e sono andato al lavoro.

Sono entrata al lavoro e subito la gente diceva di aver notato qualcosa di diverso, io sembravo più sicura di me. Ho appena alzato le spalle e ho fatto il mio lavoro. Dopo il lavoro, ho camminato per i 2 isolati fino all'hotel dove lavorava Rene'. Sono entrato e l'ho vista e il suo viso si è illuminato mentre mi avvicinavo. Ho sorriso e le ho chiesto com'era la sua giornata. Mi ha detto che era brava e che la cena sarebbe stata presto. Le ho detto che non potevo pagare, è stato allora che il proprietario dell'Hotel è venuto dietro di me e mi ha detto che per il mio lavoro, aiutare René, la cena della settimana era su di lui.

Poi mi chiamò da parte, mentre René andava in cucina. Mi ha detto di non fare mai del male a Rene'. L'ho guardato e ho capito che aveva un'ottima stima di lei, poi ho scoperto che era un amico di suo padre e il padrino di Rene. Quindi, gli ho promesso che, se non altro, mi sarei sempre preso cura di lei. Poi mi ha dato una pacca sulla schiena e mi ha detto di godermi la serata. Poco dopo è uscito René' e il proprietario le ha detto di chiudere a chiave quando aveva finito, perché stava tornando a casa. Rene' disse bene, ma mi guardò e sorrise, mentre lo diceva.

Dopo che ebbi finito di cenare e l'ultimo avventore se ne fu andato, René mi disse di aspettare nella sala giochi, mentre lei chiudeva. Mi sono seduto nella stanza, dove c'era un lungo divano aperto, uno come un futon, aperto come un letto. Ho aspettato lì per diversi minuti guardando tutte le macchine da poker che erano spente e sedendo lì in silenzio.

Poi ho sentito Rene' che si dirigeva verso la sala giochi, quindi ho guardato in direzione della porta. Quando girò l'angolo e rimase sulla soglia. Le ho chiesto cosa volesse fare adesso. Stava lì e si limitava a sorridere. La cosa successiva che seppi iniziò a muoversi lentamente verso di me togliendosi la camicetta, poi lasciandola cadere. Poi aprì la cerniera della gonna, la lasciò cadere e rimase lì. Rimase lì con solo il suo bar, senza mutandine. Ho chiesto se sua madre sapeva che non indossava le mutandine e si è limitata a sorridere. Poi le sue braccia le girarono intorno alla schiena e sganciarono il reggiseno, lasciandolo cadere a terra.

Mi sono seduto lì ipnotizzato dal corpo di Rene, era bellissima. Poi ha chiesto se era l'unica che si sarebbe spogliata. Non potevo spogliarmi abbastanza velocemente. Rene' si sedette sul divano e le accarezzò accanto, quando ero nudo. Mi sono seduto accanto a lei e l'ho baciata leggermente sulle labbra. Rene' sorrise e mi chiese se la mia serata stava andando bene. Le ho detto che era l'inizio di una grande settimana e se non fosse successo altro, solo perché lei era lì. Con questo Rene' mi avvolse le braccia intorno al collo e mi baciò forte sulle labbra e io risposi altrettanto appassionatamente.

Rene' mi ha spinto di nuovo sul divano mentre ci baciavamo. Il mio cazzo era duro e si drizzava ad angolo, mentre lei mi afferrava e iniziava ad accarezzarlo. Non potevo credere alla mia fortuna nel trovare una donna che mi voleva. Rene' iniziò a baciarsi lungo il mio corpo, fermandosi ai miei capezzoli, leccandoli e succhiandoli. Non ero mai stato toccato così ed ero subito pronto a scopare. Ma poi è andata al mio ombelico, e come le avevo fatto quella mattina. Cominciò a bordarlo con la lingua.

Si è avvicinata al mio cazzo e quando ha raggiunto il mio cazzo, mi ha accarezzato diverse volte e poi ha messo la testa del mio cazzo tra le sue labbra. Ora ha iniziato a leccare il bordo del mio cazzo e non potevo credere alla sensazione che avevo dalla sua bocca. Rene' ha iniziato a prendere tutto il mio cazzo nella sua bocca in profondità, facendomi gola fino a quando le sue labbra non hanno raggiunto la base del mio cazzo. Poi ha succhiato forte, come una cannuccia, mentre la sua bocca saliva sul mio palo. Quando ha raggiunto la cima, ha fatto scorrere la parte morbida sotto la testa del mio cazzo.

Non potevo resistere ancora a lungo e gliel'ho detto. Rene' mi ha fatto una gola profonda di nuovo e ho sparato al mio carico. Ha aspettato lì finché non avessi finito, spruzzandosi il mio seme in fondo alla gola. Potevo sentire la sua gola bere tutto il carico che potevo dare. Quando ho finito, ha sollevato la testa del mio cazzo e ha leccato la fessura all'estremità. Poi mi ha guardato negli occhi e le ho detto quanto l'amavo in quel momento.

Ci siamo sdraiati insieme sul divano, a braccetto, io che giocherellavo con la sua figa, lei che mi accarezzava il cazzo. Stavamo facendo due chiacchiere quando ho capito che ero pronto a rimpinzare Rene. Ma lei aveva altre idee. Rene' spingendomi sul petto, mi è salito sopra, inserendo il mio cazzo nella sua figa in attesa. Spinse lentamente verso il basso finché le sue labbra della figa non toccarono il mio inguine. Si è seduta lì per diversi minuti ad aggiustarsi, quando ha iniziato a lavorare sul mio cazzo, usando solo i muscoli della sua fica. Stringere e poi rilassare. Ha continuato fino a quando non ce l'ho più fatta. Quindi, ho tirato Rene' vicino a me e ci ho fatto rotolare.

All'inizio fu sorpresa, poi sorrise, avvolgendo le gambe intorno alla mia vita. L'ho baciata profondamente e poi ho iniziato a scoparla duramente. L'ho picchiata forte e veloce fino a quando non l'ho spinta forte e sono arrivata mentre anche lei raggiungeva l'orgasmo. Ci siamo tenuti l'un l'altro nel bagliore della nostra scopata. Dopo poco sono sceso da René e le ho chiesto di venire a casa con me, cosa che mi ha subito detto che l'avrebbe fatto.

Bene, questa è la mia storia. Rene' si è trasferito da me e siamo stati insieme per 6 mesi prima di sposarci. Per i successivi 18 mesi abbiamo vissuto nel mio appartamento in affitto. Ogni sera, dopo il lavoro, gironzolavo per l'albergo. Cenare, che cucinava mia moglie, con una birra e parlare con lei fino all'orario di chiusura. Poi tornavamo a casa e ci fottevamo stupidi.

18 mesi dopo il matrimonio, Rene' mi ha dato due gemelli. Inoltre, la notte in cui sono nati i gemelli, ho preso tutti i nostri compleanni, incluso quello di Rene e della mia età e quella sera ho partecipato all'Ozlotto. Bene, abbiamo vinto e vinto oltre 15 milioni di dollari. Ciò significava che potevamo comprare una casa e avere altre cose, con abbastanza per stare bene per il resto della nostra vita. Lavoro ancora part-time e Rene' lavora nei fine settimana in hotel. Le darò un po' di tempo lontano dai gemelli e da me. Ma abbiamo ancora scopato come conigli ogni volta che abbiamo l'occasione.

L'ultima cosa divertente è che la mia ex moglie ha cercato di ottenere parte delle mie vincite. Ma potevo permettermi un buon avvocato e i tribunali si sono trovati a mio favore, cosa che ha fatto incazzare l'ex. Soprattutto da quando il tizio per cui è scappata, l'ha abbandonata dopo 2 anni e ha preso tutti i soldi per un viaggio all'estero, da cui non è mai tornato. Questo l'ha lasciata vivere di benessere. Ora mio figlio maggiore viene ogni fine settimana e sta con me e René. Ora sta iniziando a chiamarla mamma e ama molto i gemelli (1 maschio, 1 femmina). Quindi ora, dopo 4 anni, tutto sta andando per il meglio. E questa è la nostra storia.

Solo per farti sapere, Rene' è stato seduto accanto a me da quando ho iniziato a scrivere la nostra storia, ci sono voluti tre giorni, perché ogni volta che arriviamo a una parte iniziamo a fare l'amore e questo sforzo viene sospeso di nuovo.

Storie simili

Il patto del diavolo Capitolo 26: L'ordine di Maria Maddalena (fisso)

Il patto del diavolo per mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2013 Capitolo ventisei: L'ordine di Maria Maddalena Visita il mio blog su www.mypenname3000.com. «Entrate», dissi alle mie consorelle, invitandole nella mia stanza d'albergo. Beh, in realtà non era la mia camera d'albergo. Ieri sera, quando sono volato in SeaTac da Miami, la Provvidenza mi ha portato da un perito assicurativo di nome Curtis al ritiro bagagli dell'aeroporto. Abbiamo flirtato mentre aspettavamo i nostri bagagli e lui mi ha invitato nella sua camera d'albergo. Quando la Provvidenza ti dà un posto dove stare, con un ragazzo carino come stivale, non dici di no...

6 I più visti

Likes 0

Tutto sbagliato con

Ogni cosa che non va in Era stupro se ti piaceva? di Cuore legato Narrativa, Bondage e restrizione, Crudeltà, Dominazione/sottomissione, Droga, Maschio/Adolescente, Sesso orale, Stupro, Riluttanza, Romanticismo, Sculacciata, Adolescente, Verginità, Scritto da donne, Giovane Introduzione: Lise, una ragazza del secondo anno, ha avuto una relazione con Alex, che si era già diplomato al liceo. Liza ha rotto con Alex. Ma chissà cosa può succedere a una festa? 1: Festeggiare? Capitolo I - Liza Lise! Lisa! Elisabeth!! Alex mi ha chiamato mentre passavo. Ho continuato a camminare a passo svelto, mettendo distanza tra me e il mio ex ragazzo. 2: Wtf, non...

653 I più visti

Likes 0

Papà non può più dire di no alla sua ragazza

Mia madre aveva un ragazzo quando ero molto, molto giovane. Gli piaceva giocare con le ragazze e giocava con me alle spalle di mia madre. Questo ha creato impulsi sessuali in me che sarebbero emersi costantemente crescendo. Ciò ha causato molte angosce e problemi mentali a causa del fatto che non sapevo come liberarmi da quegli impulsi, ma sapevo che doveva esserci un modo per soddisfare questi impulsi e liberarmi. Andando avanti anni dopo, mia madre sposò Bruce, il mio nuovo patrigno. Abbiamo avuto una vita familiare molto piacevole fino a quando quegli impulsi non sono ricominciati in pieno vigore. Il...

353 I più visti

Likes 0

La nuova vecchia casa di Will: parte 3

Prima quel giorno.... Ciao, sono Rachel Phillips, sto chiamando il reverendo Greene? “Aspetta per favore” disse con calma la donna che rispondeva al telefono. Dopo un minuto di attesa, l'operatore donna ha risposto al telefono: “Rev. Greene ti parlerà adesso. Grazie disse Rachel. Dopo circa mezzo minuto, Rachel sentì e il vecchio tossendo iniziò a parlare al telefono. “Salve, sono il Rev. Greene, dal sito web” «Salve, reverendo Greene. Sono interessato alla tua organizzazione e ho alcune domande a cui potresti voler rispondere. Beh, perché non leggete il sito Web, la maggior parte delle domande che potreste avere saranno su- Voglio...

569 I più visti

Likes 0

Aggiornamento incompiuto della terza parte del campo

Giona:- Celeste io..i..io sono.. Celeste:- Jonah non è colpa tua, non lo è mai stata, tutte le cose che hai fatto non sei mai stato tu, ti ha contorto, ti ha trasformato in qualcosa che non sei Giona:- Ma.. Celeste:- No ma è mister, alla fine arrivi a fare l'eroe, devi finire questo, finire di lancia per sempre, proteggi il campo e proteggi te stesso Giona:- Ma tu..io..io.. Celeste:- Conosco Jonah ed è troppo tardi per fare qualsiasi cosa, voglio che tu faccia una cosa per me, Jonah, voglio che tu sia l'eroe, finisci quello che ho iniziato e uccidi Lance...

287 I più visti

Likes 0

3 sorella malvagia

Improvvisamente mi sono venute in mente tre lettere speciali. WTF ero avventatamente sotto la doccia con me e la mia mente correva a ciò che Izzy aveva detto prima di cenare. -se ottieni anche solo un pompino avventato, dirò a tutti in quella stanza cosa hai fatto con quelle donne- merda mormorai Max, so che sei matto e mi dispiace. So che quello che ho fatto è sbagliato ma mi dispiace. Mi sono fatto impazzire pensando se tu e spero che tu mi perdonerai. All'improvviso ricordi di quella notte in cui l'ho trovata spaventata da cagare guardando un film e di...

523 I più visti

Likes 0

Urla appiccicose

Era di circa 5'6 per lo più gambe, con una bella pelle abbronzata, capelli castani lunghi fino alle spalle. Aveva un bel seno da qualche parte intorno ai 36 o 38 gradi C. indossava una gonna corta nera fottimi e una canotta rosa. Alcune scarpe nere sexy con cinturino da 3 pollici. Siamo andati a cena fuori e poi siamo andati a vedere un film di ragazze sdolcinate. Era ora di riportarla a casa sua. Mi sentivo un po' deluso a questo punto, non stavo ricevendo alcuna indicazione che ci sarebbe mai stato un secondo appuntamento. Siamo tornati a casa sua...

357 I più visti

Likes 0

Appuntamento misterioso

Si scrollò la pioggia dall'ombrello mentre entrava nel club - il tempo non stava collaborando, ma sapeva che l'avrebbe aspettata, e questo è stato sufficiente per farla uscire stasera - anche di fronte all'acquazzone lei avevo appena sopportato. Si tolse l'impermeabile e svelò un vestito semplice che le sembrava tutt'altro che semplice. L'abito terminava a metà coscia e la leggera irregolarità nel modo in cui scivolava sulle gambe lasciava intendere la possibilità che le giarrettiere reggessero le calze nere a fantasia che le definivano le gambe lunghe. I tacchi a spillo rosso scuro segnalavano che questa donna era più di quanto...

136 I più visti

Likes 0

Proprietà dei fuorilegge del diavolo (parte 3)

Capitolo 4: Inizia la rottura di Hannah Proprio come pensava Hannah, i motociclisti tornarono subito al bar. Erano via solo da circa un'ora, ma quando sono entrati nel parcheggio Hannah ha notato che c'erano almeno altre 10 moto sedute lì. Il suo cuore batteva per il terrore mentre veniva trascinata di nuovo nella grande taverna, con gli altri Fuorilegge proprio dietro di lei. C'erano diversi motociclisti che bazzicavano nel salone e bevevano birra, ma non appena videro Hannah si alzarono e la seguirono nel retro. Prendi il tuo culo nudo, troia, ordinò Tank, spingendo il piccolo asiatico verso il materasso mentre...

797 I più visti

Likes 0

DEMONE Parte 4

Il ripetuto bussare mi ha svegliato. Era di nuovo Jayce? Non avevo bisogno delle sue stronzate così presto la mattina. Gettai le coperte e scesi dal letto, presi gli occhiali e mi avvicinai alla porta. Oh sei tu. Sono stato sollevato che non fosse Jayce a chiedere più soldi. Era Max, il tesoro che ho rapito due sere fa. Ehi, Korra. Sarebbe meglio se me ne andassi? Ha chiesto gentilmente. No, entra. Ti preparo da mangiare o qualcosa del genere. Gli feci segno di entrare. Sei stato occupato, dissi, ignorando la piccola fitta di rimpianto nel mio cuore. Entrai in cucina...

727 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.