Omegle Chat #1 - Il nonno e Mariah fanno un giro

892Report
Omegle Chat #1 - Il nonno e Mariah fanno un giro

Nota: sfortunatamente, la storia è incompleta perché la connessione su Omegle è scaduta. Questo è completamente inedito da me. Godere.

xxxxxxxxxxxx

Sconosciuto: ((donna di 19 anni (può diventare molto, molto più giovane) in cerca di un maschio più anziano per l'incesto RP come mio padre, zio o nonno))

Tu: Quanto sei giovane, schifosa troia?

Sconosciuto: ((Qualsiasi valore inferiore a 17 anni, nessun limite))

Tu: Il cazzo del nonno gli è appena cresciuto nei pantaloni. Quando viene a trovarci sua nipote di 11 anni?

Sconosciuto: ((Oh okay! Vuoi che ti dia una descrizione!))

Tu: Sì tesoro. Dì al nonno che aspetto hai

Sconosciuto: ((Mariah, 5'2, capelli biondi, occhi azzurri, apparecchio, una spruzzata di lentiggini sul mio viso e labbra carnose. I miei capelli sono al centro della schiena))

Tu: il nonno adora il tuo apparecchio e le tue tette non sviluppate, Mariah. Oh e quelle lentiggini! tuo nonno si sta accarezzando il membro solo pensando di venire a trovarti.

Tu: Ehi, vuoi fare un giro in macchina?

Sconosciuto: "Davvero?" chiesi, saltando su e giù eccitato. "Certo! A mamma e papà va bene così."

Tu: 'Beh, allora andiamo', sorrido mentre guardo la tua piccola figura salire eccitata nella mia macchina. Faccio scorrere la mano sul mio membro in crescita prima di saltare in macchina.

Sconosciuto: Mi sono precipitato dalla parte dei passeggeri, sedendomi felice e sorridente. "Dove stiamo andando, nonno?" chiesi guardandoti.

Tu: 'Oh io e tu stiamo per fare un piccolo giro tesoro, ho qualcosa di molto speciale che voglio mostrarti', accendo il motore e mi metto in viaggio. "Sai che puoi avvicinarti un po' di più al nonno se vuoi Mariah"

Sconosciuto: Ho sorriso un po' e mi sono avvicinato un po' di più, scalciando di nuovo innocentemente. "Puoi almeno darmi un suggerimento?" Chiedo.

Tu: 'Beh, diciamo che ho fatto la stessa cosa a tua madre molto tempo fa.' Ho sorriso guardando la tua faccia troppo ingenua. Con la mano sinistra sul volante, ho iniziato a slacciarmi con cautela la cintura con la mano destra.

Sconosciuto: Ho abbassato lo sguardo mentre ti slacciavi la cintura. "G-Nonno, cosa stai facendo?" Aggrottai le sopracciglia e ti guardai, confuso. Questo non era successo in nessuno dei nostri altri viaggi prima.

Tu: 'Non preoccuparti tesoro, non hai niente di cui preoccuparti, sei con il nonno adesso.' Una volta allentata la cintura, apro la cerniera dei jeans e il mio membro da 7 pollici completamente eretto cade fuori. Si vedono anche un paio di pube grigi.
Sconosciuto: Sono rimasto senza fiato e mi sono tirato indietro un po', fissando il grosso, grosso... beh, sapevo cos'era, ma non potevo credere che lo stavi facendo! "Nonno, fermati, è disgustoso!" esclamai, voltando la testa e coprendomi gli occhia.

Sconosciuto: *occhi.

Tu: 'Maria! Faresti meglio ad ascoltare tuo nonno adesso.' esclamai, irritandomi leggermente. 'Ascolta tesoro, voglio solo insegnarti un paio di cose. N-hai mai visto uno di questi prima d'ora? Il pene di un uomo?'

Sconosciuto: Ho scosso velocemente la testa, tirando fuori la lingua. "Che rabbia, nonno! Non voglio vederlo!"

Sconosciuto: *schifoso

Tu: Penso tra me e me 'Gesù, è proprio come sua madre.' Lascio la strada principale su una strada sterrata e mi sento un po' frustrato dal tuo atteggiamento. Guido sempre più lontano finché non ci sono solo alberi che ci circondano e una capanna di tronchi. 'Non aver paura tesoro, qui, toccalo un po',' sposto l'inguine nella tua direzione.

Sconosciuto: Ho scosso velocemente la testa, i miei capelli ondeggiavano mentre lo facevo. "G-Nonno, no!" Ho iniziato a sentire la maniglia della portiera del camion, volendo già scendere.

Tu: Mi allungo dietro di me e premo il pulsante di blocco in modo che tu non abbia idee. «Mariah, questa è la tua ultima possibilità. Non voglio farti del male piccola.'

Sconosciuto: "È così schifoso!" Ho scosso la testa e ti ho dato una rapida occhiata, per vedere se stavi scherzando. Non sembravi ti.

Straniero: esso.

Tu: Fisso i tuoi occhi azzurri pieni di paura, sono quasi pieni di lacrime, sei così spaventato che rende solo il mio cazzo più duro. Perdendo la mia fottuta rabbia con te, ti afferro per i tuoi capelli biondi.

Sconosciuto: Sono rimasto senza fiato quando mi hai afferrato per i capelli. "G-Nonno, no! S-Smettila!" Ho pianto, mettendo le mie mani molto più piccole sulle tue per cercare di scacciarlo.

Tu: 'Puoi continuare a urlare hun, nessuno ti aiuterà qui fuori!' Tirando forte i tuoi capelli combatto i tuoi sforzi e porto il tuo viso verso il mio membro. È alto e desideroso. DEVE essere succhiato. 'APRI la bocca Mariah! Aprilo!'

Sconosciuto: Ho scosso velocemente la testa, tossendo e sputando, le lacrime mi rigavano il viso. "G-Nonno! P-Per favore, fermati!" Ho provato a staccare la testa un'ultima volta, colpendoti ora il braccio.

Tu: Senza esitazione ho alzato la mano a palmo aperto e poi ho atterrato un solido SCHIOCCO sulla tua guancia lasciando un segno rosso ardente. 'Prendi tutto Mariah! Aprire!' Ho forzato la tua bocca vergine sul mio cazzo finché non ha colpito la parte posteriore della tua piccola gola

Sconosciuto: Ho imbavagliato, piangendo ancora più forte, tossendo forte mentre mi infilavi il tuo lungo cazzo in gola. "M-Mff!" Scossi la testa, cercando di allontanarmi, muovendo persino i denti contro il pene pulsante.

Tu: Le lacrime dai tuoi occhi, lo sputo del tuo bavaglio e il precum del mio cazzo mi hanno reso facile far scivolare il mio membro in profondità nelle pareti della tua gola. Sarei venuto proprio lì, ma i tuoi denti mi hanno fatto tirare indietro. Stavo per darti un'altra vescica rossa sul viso, ma ne volevo di più. Volevo distruggerti. Ho aperto di nuovo le portiere del camion e ti ho trascinato per i capelli verso la capanna di tronchi
Sconosciuto: "G-nonno, p-p-per favore! M-mi m-scusa! M-non lo farò più!" A questo punto stavo urlando forte, inciampando dietro di te il più velocemente possibile, senza sapere, troppo spaventato per pensare a cosa sarebbe successo in quella capanna di tronchi buia e minacciosa.

Tu: Niente mi fermerebbe a questo punto. Dovevo semplicemente fare a modo mio con te. Stavo per derubarti della tua figa vergine fosse l'ultima cosa che ho fatto. Con un solo lancio ti ho afferrato sotto le braccia e ti ho buttato sul letto mentre tornavo alla porta e l'ho chiusa a chiave, sorridendo.

Sconosciuto: Mi sono spinto giù dal letto e ti ho guardato per un momento, tirando su col naso mentre scivolavo giù dal letto e mi fermavo per una frazione di secondo, prima di urlare e correre alla porta.

Tu: 'Non c'è nessun posto dove dirigere Mariah. Adesso siete solo tu e il nonno». Ho iniziato a spogliarmi lentamente, sapendo che non avevi opzioni. Mi sono tolto la maglietta, ho fatto scivolare i jeans a terra e mi sono tolto gli stivali. Il mio corpo pieno, peloso, paffuto e leggermente sudato era in piena vista. In mezzo a tutto quell'uomo di 76 anni c'era un pene completamente eretto. Mi sono seduto sul bordo del letto con calma. "Ora Mariah, hai intenzione di toglierti quel tuo grazioso vestitino o dovrei?"

Sconosciuto: "N-No! Non ho intenzione di togliermelo!" Non riuscivo a guardarti, continuando a piangere, il viso rosso, le mani che si strofinavano sulle guance.

Tu: Continui a mettere alla prova la mia pazienza. Fortunatamente non mi dispiace un po' di preliminari. Mi avvicino a te, piagnucolando nell'angolo e premo il mio corpo contro di te. Il calore della tua struttura minuscola è incredibile, specialmente quando il mio cazzo ti colpisce. Mi chino per afferrare le estremità del tuo vestito e lentamente comincio a tirarlo su

Sconosciuto: Ho ansimato e ho cercato di spingerti via con le mie manine, ma non ci sono riuscito. Squigolai e battei i piedi, cercando di abbassare il vestito. "G-Nonno, fermati!"

Tu: I tuoi sforzi per scappare mi fanno solo ridere. Con un po' più di forza ti strappo via il vestito rivelando quei piccoli capezzoli e quelle graziose mutandine. "Il tuo corpo è bellissimo Mariah."

Sconosciuto: Ho cercato velocemente di coprirmi con le braccia, chiudendo forte le gambe. "S-S-smettila!" Tiro su col naso, guardandoti con gli occhi spalancati.

Tu: ti apro le gambe con le mani e ti strappo via le mutandine. Ti prendo in braccio e ti metto in spalla mentre ti porto verso il letto e ti costringo a metterti in ginocchio. 'Sai cosa dobbiamo fare alle ragazze cattive tesoro?'

Sconosciuto: "N-No!" Ho rapidamente chiuso le gambe strettamente, cercando di sedermi sulle mie ginocchia. Qualsiasi cosa per tenere le mie parti intime fuori dalla tua vista. "N-non lo farò più, nonno!"

Tu: 'Maledizione Mariah, devi imparare una lezione!' Uso uno dei miei piedi per tenerti la testa sul letto e costringerti ad alzare il culo. Con la mano destra afferro la cintura e la sollevo in aria. 'Apri le gambe o ti sculaccio con questa cintura Mariah!'

Sconosciuto: Ho strillato e ho aperto velocemente le gambe, non volendo farti arrabbiare più di quanto non fossi già. "M-mi dispiace tanto!" Ho urlato, la mia faccia sepolta nelle lenzuola che puzzavano di muffa.

Tu: ho abbassato la cintura e mi sono preparato per quello che aspettavo da tanto tempo. Mi sono messo in fila dietro di te. Potevo vedere le tue cosce tremare al pensiero di quello che stava per succedere. Mi sputo sulla mano e me la strofino su tutto il membro prima di metterla all'ingresso della tua figa. 'Ora non osare chiudere queste gambe tesoro.'

Sconosciuto: La mia piccola figa rosa e stretta sembrava richiamare il tuo grosso cazzo peloso e pulsante. Tirai su col naso e ti guardai da sopra la spalla, poi distolsi lo sguardo, troppo spaventata per guardarti di nuovo.

Tu: Con un enorme gemito mi sono imposto di entrare nelle tue pareti vaginali. Oh buon Dio, la tua figa vergine rosa era stretta! Sono entrato circa un centimetro del mio cazzo quando ho rotto il tuo imene e il sangue si è aggiunto ai fluidi sul letto. Con un paio di spinte più forti sono arrivato a 3 pollici e ho sviluppato un ritmo. 'Ahhhhh Fanculo quella figa è così stretta Tesoro!' Ti ho afferrato per la vita e ho cercato di costringere il tuo corpo a tornare sul mio cazzo

Storie simili

Oh come l'amore ha artigli affilati, parte 3

Lo fissai con la confusione che mi si diffondeva sul viso prima di dire: “Sei un cosa? Darren mi fece un sorriso da gatto del Cheshire mentre rispondeva: Sono un Lemuriano. Arricciai le sopracciglia mentre lo guardavo accigliato. Con quel sorriso stampato in faccia, potevo dire che amava ogni minuto della mia confusione. Alla fine, non ce la facevo più e ho dovuto chiedere: Che diavolo è quello? Quel suo sorriso è diventato più grande in un sorriso Ho uno sporco segreto che voglio che tu indovini mentre lui rispondeva: Oh, sarà così divertente spiegare cosa sono. Vorrei iniziare parlando della...

1.7K I più visti

Likes 0

Bob troie sua moglie trofeo molto disponibile

BOB TROIA LA SUA MOGLIE DEL TROFEO MOLTO DISPONIBILE IL VOLUTTUOSO RICETTO DEL CAZZO: Bob guardò fuori dalla finestra di casa sua e guardò sua moglie, Vicky, guidare la sua auto sportiva di lusso su per il lungo vialetto circolare e parcheggiarla appena oltre la porta d'ingresso. Quando la Jag si fermò, lei scese e lui osservò il suo corpo assurdamente ben fatto ondeggiare intorno alla parte posteriore del veicolo e avviarsi verso la porta d'ingresso, ondeggiando provocatoriamente sui suoi stivali con tacco a spillo da 5 pollici. Era uno spettacolo pungente da vedere. Era vestita con una tuta arancione assolutamente...

1.7K I più visti

Likes 0

Il paradiso dei bikini

Questa è la seconda storia della serie, 'Soaked through' è dove tutto ha inizio... Trascorsa la serata con molta confusione, Debbie tornò al piano di sotto dopo che si era asciugata e si era cambiata. Indossava i suoi soliti abiti larghi e sbattuti al chiuso e si comportava come se gli eventi appena accaduti dopo il suo fradicio arrivo a casa da scuola non fossero accaduti. Non sapevo se dovevo parlarne o meno, visto che avrei dovuto essere il tutore, il responsabile. Mentre la serata volgeva al termine, ci salutammo entrambi e andammo a letto. Una volta che ero sdraiato lì...

1.7K I più visti

Likes 0

Muoversi nella parte 1

Scuole finite e anche noi.. Mia mamma ha comprato una nuova casa molto più vicina al lavoro.. Non è mai davvero in giro, praticamente sta al lavoro.. O con il suo nuovo amante di cui pensa che non sappia.. stabilirsi in posti nuovi è qualcosa che facciamo spesso.. Spero solo che questo sia l'ultimo.. L'auto si è fermata davanti alla nostra nuova casa, i camion stavano quasi per scaricare tutto in casa quando siamo arrivati, lasciandomi in macchina mia madre è andata a prenderli. È stato un viaggio piuttosto lungo, quindi sono uscito dall'auto e mi sono allungato un po', ero...

1.5K I più visti

Likes 0

Il patto del diavolo Capitolo 26: L'ordine di Maria Maddalena (fisso)

Il patto del diavolo per mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2013 Capitolo ventisei: L'ordine di Maria Maddalena Visita il mio blog su www.mypenname3000.com. «Entrate», dissi alle mie consorelle, invitandole nella mia stanza d'albergo. Beh, in realtà non era la mia camera d'albergo. Ieri sera, quando sono volato in SeaTac da Miami, la Provvidenza mi ha portato da un perito assicurativo di nome Curtis al ritiro bagagli dell'aeroporto. Abbiamo flirtato mentre aspettavamo i nostri bagagli e lui mi ha invitato nella sua camera d'albergo. Quando la Provvidenza ti dà un posto dove stare, con un ragazzo carino come stivale, non dici di no...

1.3K I più visti

Likes 1

Mi scopo la mamma del mio amico

Alicia che fai stasera? chiesi a mia sorella. Vado a stare con il mio amico a casa sua Pensi di potermelo passare? Come si chiama? Sono sempre stato protettivo nei suoi confronti, e ora che ha 16 anni ci saranno molti ragazzi che cercheranno di approfittarsi di lei. Anche io penso che sia sexy, ed è mia sorella. Non preoccuparti, penso che sia gay. Anzi, gay. Sai? Avevo fretta, non avevo più tempo per interrogarla. Sii prudente urlai mentre uscivo dalla porta. Sono saltato sul mio F-150 sollevato e ho iniziato a guidare. C'era questo night club di 18 e più...

1K I più visti

Likes 0

L'harem dell'imperatore - Parte 1

Nell'harem dell'imperatore 1. Sai chi sono? chiesi alla ragazza incatenata di fronte a me. La donna sembrava così piccola rannicchiata davanti alla mia virilità eretta. Evitò il mio sguardo e si inginocchiò in silenzio. Rispondetemi! urlai, facendo schioccare la frusta che avevo in mano contro il pavimento di marmo decorato. Non avrei mai potuto usare la frusta su di lei, ovviamente, apprezzavo troppo la pelle impeccabile delle mie donne e non cicatrizzavo mai una di loro, ma lei non lo sapeva. «Sei l'imperatore Domiziano», disse piano. Hai ucciso la mia famiglia. “Ah ti sbagli amore mio,” risposi velocemente. Sono stati i...

922 I più visti

Likes 0

Inaspettato..Parte 2

Cosa sta succedendo qui? La voce riecheggiò nella stanza, e subito lei capì chi era, suo fratello. Emyd si girò con calma sul letto e parlò con calma. Hey Josh, umm Aria è caduta disse mentre si alzava. Aria ha cercato di nascondersi sotto le coperte. mmhmm Josh si rivolse a Emyd I giochi al piano di sotto, vieni? Chiese. sì disse mentre faceva qualche passo verso la porta, ma poi si rivolse ad Aria Dovresti restare a letto per un po', sai, per ogni evenienza.. Mentre usciva e lasciava Aria, lei poteva ancora sentire le sue labbra sulle sue. Aria...

897 I più visti

Likes 0

Eva ed io capitolo 3

Gli eventi della scorsa notte mi hanno fatto guardare Eva sotto una luce diversa. Sapevo che dovevo averla. Avevo bisogno di seppellire il mio cazzo in profondità nella figa stretta di mia figlia. Stavo leggendo il giornale al tavolo della cucina quando è entrata Eva, con indosso i suoi culotte di pizzo blu e il reggiseno abbinato. I suoi peli neri di micio, che teneva ben curati, erano chiaramente visibili attraverso il materiale di pizzo dei suoi pantaloncini. Indossavo la vestaglia perché ero appena uscita dalla doccia. Eva si è fatta una tazza di caffè e si è seduta accanto a...

776 I più visti

Likes 0

Ashley & Madison III capitolo 2

Jim e Beverly sedevano nella vasca ricordando certe cose accadute molti anni fa. Jim ha appena rivelato che si sarebbe riconciliato con suo fratello Raymond. Jim sta raccontando a sua moglie Beverly i molti modi in cui suo fratello Raymond ha tradito uomini molto importanti in altre sette segrete del Minotauro e del Satiro. Quindi riprendiamo la storia con Jim che racconta a Beverly una nuova storia sulle gesta di suo fratello gemello Raymond. Jim guardò sua moglie dall'altra parte della vasca da bagno e disse: “Sai che ci sono così tante cose che non sai su mio fratello. Ricordi la...

821 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.