Formazione Cristina

455Report
Formazione Cristina

Questa storia contiene stupro e schiavitù, forse qualche bestialità e ancora di più nei capitoli successivi (se questo ottiene buone recensioni).

Tutti i commenti sono apprezzati a meno che non siano solo per molestare me o il mio lavoro e non offrano alcuna visione. Grazie e buon divertimento

-------------------------------------------------- ---------

Christine è uscita dal negozio con un piccolo carrello pieno di generi alimentari per lei e per il suo amorevole marito da molti anni. L'ho guardata mentre camminava verso il retro del parcheggio poco illuminato, ho deciso di fare la mia mossa. Sono uscito da dietro la mia berlina bianca e sono quasi corso verso di lei, facendo poco rumore sull'asfalto mentre mi muovevo. Mi ha sentito proprio mentre sollevavo il sacco di tessuto nero intorno al suo viso poco prima che riuscisse a fare un giro completo. Ha iniziato a urlare quando ho iniziato a trascinarla all'indietro, ma le ho messo la mano sulla bocca e le ho bloccato il braccio dietro di lei mentre ci avvicinavamo alla mia macchina.

Ho fatto rapidamente una scansione del parcheggio per assicurarmi che nessuno mi vedesse. Ho proceduto ad aprire il mio baule e a gettarla dentro. Tiro fuori un rotolo di nastro adesivo e glielo avvolgo intorno al collo per tenere fermo il sacco mentre sbattevo il bagagliaio, salivo velocemente in macchina e partivo. Ci sono voluti solo pochi minuti di autostrada per arrivare a destinazione, un lotto di fabbrica abbandonato e mi sono fermato nel più vicino degli edifici vuoti.

Avevo già allestito l'edificio in modo che fosse quasi insonorizzato mentre entravo e scendevo dalla macchina. Ho premuto rapidamente l'interruttore e l'enorme porta in stile garage si è chiusa con un sibilo mentre si sigillava. Ridacchiai tra me e me per quanto fosse facile proprio mentre aprivo il bagagliaio, solo per sentire un forte e violento urlo di terrore. Le parole, se potevano essere contate come tali, anche noi smorzate dal sacco per essere capite e io ho riso più forte.

“Urla quanto vuoi. Nessuno ti sentirà. Un sorriso diabolico attraversò il mio viso mentre guardavo la donna mascherata che si agitava. "Sei esuberante, mi piace quella troia."

Lentamente le urla si trasformarono in piagnucolii soffocati e pianti quando finalmente si rese conto che tutti i suoi combattimenti erano inutili mentre me la caricavo sulle spalle e la portavo nel mio "salotto dell'amore" come lo chiamavo. In poche parole, era una grande tavola di compensato con diversi attacchi in pelle spessa e aveva braccia e gambe completamente posizionabili per facilità d'uso. L'ho adagiata dolcemente su di esso e l'ho legata, stringendo ogni cinghia sui polsi e sulle caviglie per assicurarmi che non potesse muoversi. Ha iniziato a piangere di più quando l'ho schiaffeggiata un paio di volte in faccia e le ho detto di stare zitta o sarebbe stata punita.

"Collaborerai puttana?" chiedo con un tono quasi gentile e lei scuote velocemente la testa di sì mentre tolgo la borsa. Le sorrido mentre tiro fuori un paio di forbici pesanti e comincio a tagliarle via i vestiti mentre lei singhiozza.

"Perché stai facendo questo?" Piange sommessamente, il che ottiene da me uno schiaffo forte e forte.

"Stai zitto e non ti farai male." La mia voce è densa di lussuria mentre finisco di tagliarle i pantaloni e gettare l'indumento a terra.

Mi alzo e faccio qualche passo indietro e ammiro il corpo voluttuoso della donna. Sorrido e le taglio reggiseno e mutandine, godendomi il sito mentre la guardo piangere e singhiozzare mentre è legata completamente nuda a un tavolo. Comincio a strofinarmi i jeans prima di alzare le spalle e togliermi i pantaloni e la camicia, poi finalmente i boxer. Ora mi trovo davanti alla donna singhiozzante con il mio membro da 8 pollici in piedi davanti a me.

"Sei una ragazza vergine?" chiedo con un sorriso malvagio cucito sulle mie labbra.

"N-No." Balbetta, aprendo finalmente gli occhi per vedermi nuda. Rido quando i suoi occhi si spalancano mentre il suo sguardo trova il mio grosso membro.

“Ti piace troia? Perché sicuramente gli piaci. dico con una risata sinistra.

"Cosa hai intenzione di farmi?" Chiede a chi le viene somministrata un'altra raffica di schiaffi, ma questa volta sulle tette nude invece che sul viso.

“Dovrebbe essere ovvio, stupida puttana. Ti fotterò il cervello fino a quando non sarai una puttana logora e troppo usata. Rido allegramente mentre il suo viso si abbassa e i suoi occhi si appannano realizzando che sta per essere violentata. “Non preoccuparti, bella testolina. Sarò gentile, più o meno. dico mentre mi avvicino a lei lentamente.

Sollevo le sbarre delle gambe e le separo, facendola aprire completamente adesso. Mi metto tra le sue gambe e sputo nella mia mano prima di farla scorrere lungo il mio cazzo, bagnandola leggermente appena prima di mettere la punta nella sua entrata vaginale. "Eccomi!" grido allegramente mentre le spingo dentro metà membro con un solo affondo, ottenendo da lei un urlo fortissimo. Semplicemente sorrido e mi allungo quasi del tutto prima di rientrare, questa volta portando il resto di me stesso dentro di lei. Rimango immobile solo per pochi secondi prima di iniziare a scoppiettare dentro e fuori di lei quasi come un animale. Le sue urla e lacrime di dolore mi hanno solo fatto spingere più forte dentro di lei.

"Oh Dio. Sei stretto! urlo mentre sento che sto cominciando ad avvicinarmi al mio limite. Mi aggrappo a una delle sue tette con la mano sinistra e comincio a sbranarla violentemente ea pizzicarle dolorosamente i capezzoli mentre piego la testa in avanti e mordo con forza l'altro capezzolo. Sorrido e mordo più forte mentre lei urla a un volume assordante. Finalmente raggiungo il mio limite e butto indietro la testa mentre spingo le palle in profondità dentro di lei e scarico il mio seme mentre gemo. "Dio, sei una bella scopata!" le dissi giovialmente mentre le tiravo via il mio membro che si restringeva. La sua testa è voltata dall'altra parte ma posso sentire i suoi singhiozzi di dolore e tristezza e ridere mentre mi allontano da lei. “Adesso fai la brava ragazza e resta lì. Tornerò da te domani. dico prima di uscire dall'edificio con solo i miei vestiti in mano e spegnere le luci.

Storie simili

Oh!

Erano passati circa due mesi da quando avevo trasferito le scuole e mi sono trasferito nel mio nuovo quartiere. Non ero il ragazzo più bello, ma immagino sia vero che la personalità conta di più perché avevo un sacco di amiche e amiche. È stata un'altra noiosa domenica pomeriggio quando ho sentito bussare alla porta. Dato che stavo dormendo, mi sono alzato a fatica e sono andato ad aprire la porta. Alla porta c'era una delle mie amiche Tabatha o Tabby in breve. Abbiamo chiacchierato per un po' vicino alla porta e poi l'ho invitata a entrare. Siamo andati nella mia...

1.1K I più visti

Likes 0

La mia mamma arrapata prt1

Capitolo primo: Walter! Patty si scostò i lunghi capelli biondi ondulati dagli occhi e guardò con rabbia verso la porta della camera da letto di suo figlio. Walter, so cosa stai facendo lì dentro! Lo so assolutamente stufo di ascoltarti mentre ti masturbi nella tua stanza ogni giorno! Walter, stai ascoltando? Suo figlio adolescente non rispose. Il battito ritmico continuava più forte che mai, il rumore della testiera che sbatteva contro il muro mentre Walter si picchiava avidamente l'uccello, agitando il pugno su e giù cazzo rigido e dolorante. Walter! Patty imprecò e bussò con rabbia alla porta. Aveva trentaquattro anni...

178 I più visti

Likes 0

Frankenmamma; o, Mia madre Frank

Frankenmamma; o, Mia madre Frank INTRODUZIONE: La mamma trascorre il fine settimana nel dormitorio di suo figlio e le cose vanno diversamente... Naturalmente, essendo una matricola, l'unico corso d'arte disponibile era l'equivalente di Disegno 101. Non c'erano test. Il giorno in cui mi è stato detto di rappresentare un cavallo da disegno in una prospettiva a due punti ho chiamato la mamma in lacrime, implorandola di districarmi da questa pessima decisione. La mamma, essendo pragmaticamente mamma, ha rifiutato, confortandomi con il consiglio di concederle più tempo. Poco dopo, le mie fortune universitarie cambiarono. Ho preso un volantino, un invito per una...

161 I più visti

Likes 0

Onore del dovere

Ho sentito la brezza fredda sfiorarmi il viso e le ginocchia bruciarmi i polpacci mentre prendevo velocità correndo lungo il marciapiede. Solo a circa un miglio e mezzo da casa mia stavo appena iniziando la mia corsa notturna, felice che l'estate fosse tornata. Odiavo gli inverni perché passavo più tempo in palestra o mi allenavo durante le ore più calde della giornata. L'unica cosa brutta era che mi sentivo un po' dispiaciuta per averlo pensato, niente di brutto e divertente sarebbe mai successo mentre correndo a tarda notte. Ho vissuto nello Utah per l'amor di Dio! Ero in congedo medico anticipato...

1.8K I più visti

Likes 0

SEI UNA DONNA MOLTO EMOZIONANTE LIZ

Indossava una mia camicia nera, tacchi alti e il suo profumo preferito. La maglietta era appoggiata sulle sue spalle e completamente aperta mostrando il suo corpo lussureggiante e i capezzoli eretti. Aveva le sue magnifiche gambe spalancate mentre si dava piacere con un vibratore su mia richiesta. Lo sguardo sul suo viso mostrava che si stava ovviamente divertendo mentre guardavo. Il giorno prima mi aveva telefonato chiedendomi se avevo dei lavori che poteva fare per aiutarmi a pagare alcune bollette. In passato aveva fatto richieste simili e io l'avevo pagata per stirare e pulire. Questa volta le ho detto che sarei...

1.8K I più visti

Likes 0

Mandy adora cucinare

Mandy e io siamo sposati da circa ventiquattro anni. È una splendida bruna di 45 anni e mezzo che è 5'6 130 libbre e ha una figura perfetta 34C - 24 - 35. Dopo la nascita del nostro unico figlio, Mandy ha messo su circa 25 libbre, ma in tutto e per tutto posti, il suo culo fantastico e una linea di busto aumentata Considerando i nostri ventiquattro anni di matrimonio, la nostra attività sessuale si è stabilizzata in una volta alla settimana o giù di lì e il più delle volte consiste nella richiesta di Mandy, faccio sesso orale prima...

1.7K I più visti

Likes 0

Piccola cosa rotta

Piccola cosa rotta DarksX per sexstories.com Potrei chiedere alla mamma di lasciarmi venire a vivere con te dopo che si sono sposati, sai, ha detto Ava sedendosi di traverso sul divano enorme che avevo davanti alla TV. La giovane ragazza si è svegliata tardi, ha mangiato una ciotola di cereali per colazione, poi è venuta in soggiorno a farmi compagnia mentre controllava i compiti del fine settimana sul tablet. Mi sono seduto sulla comoda poltrona reclinabile sul lato destro della grande sala TV, perpendicolare a dove sedeva lei, e ho guardato una gara di Formula 1. La mia settimana era stata...

1.8K I più visti

Likes 0

La storia di Margo 2 - Carlo

Abbiamo iniziato a baciarci e, naturalmente, ho lasciato che mi accarezzasse il seno. Non ero sicuro di quanto sapesse della mia disponibilità a fare altre cose, ma ha messo una mano sulla mia gamba e gli ho permesso di allungare una mano sotto la mia gonna e strofinare la mia coscia sul bordo delle mie mutandine. In quel momento mi sono girato leggermente e ho messo la mano sul rigonfiamento dei suoi pantaloni. Il suo respiro accelerò mentre lo strofinavo vigorosamente lì. Lui, ovviamente, lo prese come un permesso per giocare con la mia figa, prima all'esterno delle mie mutandine e...

1.6K I più visti

Likes 0

Dominio su debole

Karen ha concluso i suoi diciotto anni. Ha cinque fratelli, era la più grande. Hanno avuto una difficile situazione finanziaria come molte altre persone negli ultimi tempi. Era giunto il momento per lei di cercare perfettamente un lavoro con una stanza in affitto o qualcosa del genere. A causa delle cattive condizioni, non poteva permettersi molte cose. Comunque era una bella ragazza. Anche con la sua corporatura piccola di 5 piedi (1,65 m), aveva gambe lunghe e snelle incredibili, braccia sottili con dita lunghe. Fortunatamente, sua madre è riuscita a trovarle un'offerta di lavoro come domestica per un uomo d'affari quarantenne...

1.4K I più visti

Likes 0

Sesso fedele

I suoi baci le scesero lungo il collo, senza fine finché non raggiunse i suoi seni. Prende uno dei grossi seni nella sua mano, massaggiandolo delicatamente. Le sue labbra si spostano sul capezzolo sinistro, succhiandolo non appena le sue labbra lo avvolgono. La sua mano libera le scorre lungo lo stomaco, fino ai pantaloni. Spinge la mano dentro rudemente mentre la sua mano raggiunge la sua destinazione. Le sue mani vanno sotto il tessuto noto come le sue mutandine, toccandola in quel momento. Rilascia la mano dal suo seno, togliendosi lentamente i pantaloni. Una volta che sono fuori, li lancia attraverso...

1.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.