La storia di Natale di Carol - Parte 1

626Report
La storia di Natale di Carol - Parte 1

24 dicembre

Carlo...

Carol Johnson è entrata nell'affollato centro commerciale un sabato, circondata dai suoi amici. Stavano parlando ad alta voce, soprattutto di ragazzi a scuola, come fanno la maggior parte delle matricole al liceo. Carol normalmente non sarebbe venuta al centro commerciale in una giornata impegnativa come quella, dato che odiava le grandi folle di persone, ma aveva comunque bisogno di un regalo per sua madre.

Lei e la sua migliore amica Lindsay si staccarono dal gruppo principale e si diressero verso una piccola gioielleria. Lungo la strada videro il villaggio di Babbo Natale, con l'uomo grasso seduto su una sedia, che parlava con un bambino di ciò che voleva per Natale

Lindsay improvvisamente ha avuto un'espressione subdola sul suo viso. "Ti sfido a sederti sulle sue ginocchia e dirgli cosa vuoi per Natale", disse ridacchiando. Carol sospirò e rise insieme. Era abituata alla sua amica che cercava di farle fare cose strane.

"Sono troppo vecchia per quello", disse Carol. "Dopo tutto, adesso siamo al liceo." "Dai, vivi un po'", piagnucolò Lindsay, prendendola per un braccio e trascinandola verso la fila di persone. "Lo farò se vuoi." "Bene", disse Carol, cedendo alle lusinghe della sua amica.

Mentre si mettevano in fila, Carol era contenta di aver ceduto. Credeva ancora segretamente in Babbo Natale, anche se sapeva che era una sciocchezza. Sapeva che in realtà non c'era un uomo che vivesse al polo nord con elfi che consegnassero giocattoli in tutto il mondo in una notte. Ma credeva ancora nell'idea di Babbo Natale, che il mondo potesse essere pieno di magia e meraviglia, se solo guardavi.

Prima che se ne rendesse conto, era il suo turno in fila. Mentre si avvicinava al centro commerciale Babbo Natale, avrebbe potuto giurare di aver visto uno strano sguardo sul suo viso. Ma decise che era solo la sua immaginazione e si sedette velocemente sulle ginocchia dell'uomo. Rise nella tradizionale risata di Babbo Natale e le chiese cosa volesse per Natale.

Ha scelto una cosa a caso che aveva visto online, poiché sapeva che non l'avrebbe trovata. Sorrise e promise di portarglielo. Poi, proprio mentre si alzava e si allontanava dalla zona, ha avvertito una strana sensazione, quasi come se un brivido le avesse attraversato il corpo. Si scrollò di dosso e aspettò che Lindsay finisse il suo turno con Babbo Natale. Poi le due ragazze si diressero verso la gioielleria.

***

Chris...

Se Carol avesse potuto ascoltare i pensieri di Babbo Natale, sarebbe rimasta sbalordita e forse inorridita. Quando la ragazza si era avvicinata, l'uomo aveva rapidamente guardato su e giù per il suo corpo, molto eccitato da quanto fosse sexy.

I suoi capelli biondo miele le scendevano appena oltre le spalle, i suoi occhi brillavano di un verde brillante, il suo corpo era snello e in forma, proprio come piaceva a lui. I suoi seni erano circa una coppa c, ma sembrava ancora che potessero crescere ancora un po' e il suo culo era fantastico nei leggings a tema natalizio che indossava.

Poi, quando si sedette sulle sue ginocchia, ci volle ogni grammo di forza di volontà per impedire al suo cazzo di fare una tenda nei suoi pantaloni. Tutta la forza di volontà che possedeva e un po' di magia. Sì, magia. Perché, a differenza della maggior parte dei Babbo Natale del centro commerciale, questo ragazzo era un vero affare. Lo stesso Chris Kringle.

Era venuto in questa città in missione e sembrava che avesse trovato il suo obiettivo. La ragazza gli aveva detto cosa voleva per Natale, la sua stessa voce lo eccitava. Poi, quando si è alzata, ha usato un po' di magia per fermare il tempo.

Si alzò e le sollevò la maglietta, esponendo le sue tette senza reggiseno. Erano perfette, sode e della misura giusta per le sue mani. Era passato molto tempo dall'ultima volta che aveva tenuto in mano un paio di fresche tette adolescenti. Poi afferrò l'orlo dei suoi leggings e li tirò giù.

Sotto trovò un perizoma di pizzo rosso, che prontamente tirò di lato. "È già bagnata", disse ad alta voce mentre le infilava un dito nella fica. Trovò rapidamente il suo imene intatto. "Bene. Voglio essere io a corromperla", pensò mentre le riportava i vestiti allo stato originale.

Poi le sussurrò alcune parole all'orecchio, parole che gli avrebbero assicurato il successo quando sarebbe andato a trovarla quella sera. Alla fine tornò al suo posto e lasciò che il tempo riprendesse a scorrere, come se nulla fosse accaduto. La sua amica, non così sexy, era la prossima in fila. Ma Chris non le stava nemmeno prestando attenzione. Tutta la sua attenzione era su Carol e su cosa avrebbe portato quella notte.

***

Carlo...

Quando Carol si preparò per andare a letto quella notte, riuscì a malapena a contenere la sua eccitazione. Amava il Natale e non vedeva l'ora di vedere i volti della sua famiglia quando avrebbero aperto i regali che aveva comprato loro.

Mentre si infilava la camicia da notte, si fermò per un secondo ad ammirare il suo corpo. Pancia piatta e vita sottile. Certo, le sue tette potevano essere più grosse, ma sapeva di essere sexy. Amava tutti gli sguardi che riceveva dai ragazzi a scuola. E gli sguardi del padre della sua amica, anche se pensavano che lei non se ne fosse accorta.

All'improvviso sbadigliò e iniziò a sentirsi stanca. Guardò l'orologio sul comodino. "Perché sono così stanca? Sono solo le nove", pensò, ma non riuscì a sfuggire allo sfinimento che la stava invadendo. Si infilò nel letto, accoccolandosi sul suo orsacchiotto e si addormentò rapidamente.

***

Carlo...

Sembrava che fossero passati solo pochi istanti quando Carol aprì gli occhi, ma poteva vedere la luce entrare dalla finestra. Mentre si sedeva e si stiracchiava, si guardò intorno e fu colpita da una sorprendente rivelazione. Non era nel suo letto. "Dove sono?" si chiese, anche se, per qualche ragione, non si sentiva spaventata.

Mentre si alzava, la prima cosa che notò fu l'odore. L'aria era piena di profumo di menta piperita, cannella e qualcosa che non riusciva a identificare. Qualunque cosa fosse, le piaceva. Si guardò intorno nella stanza, cercando di trovare qualcosa che potesse dirle dov'era.

Era una grande stanza che chiaramente serviva a molteplici scopi. Oltre al grande letto, dall'aspetto molto costoso, c'era un grande tavolo fatto in casa nell'angolo. Un grande camino riempiva una parete, un fuoco che ardeva all'interno.

All'improvviso si aprì una porta ed entrò una ragazza. Indossava una minigonna verde con una camicetta rossa trasparente. Lunghi capelli neri le ricadevano sulla schiena e portava un vassoio di cibo. Mentre si chinava per posare il vassoio sul tavolo, la gonna si sollevò, rivelando che non indossava mutandine. Carol cercò di distogliere lo sguardo, ma non ci riuscì e sentì la sua figa bagnarsi alla vista.

"Scusami, dove sono?" chiese Carol mentre la ragazza si voltava. "Non dovrei dirtelo. Arriverà presto e ti racconterà tutto", disse la ragazza. "Chi ci sarà presto", chiese Carol. Ma la ragazza non ha risposto. Ha appena lasciato la stanza senza un'altra parola.

Carol ha cercato di seguire la ragazza fuori, ma la porta era chiusa a chiave. Sospirò e si avvicinò al tavolo. Il cibo aveva un profumo delizioso e si rese conto che stava morendo di fame. Si sedette e prese un cucchiaio di uova. Poco prima che se lo portasse alla bocca, la porta si aprì di nuovo.

Questa volta entrò un uomo, la cui sola presenza attirò la sua attenzione. Era poco più di un metro e ottanta e sembrava molto muscoloso. I suoi capelli d'argento erano raccolti in una coda di cavallo e aveva una barba curata sul viso. "Allora, sei sveglio", disse.

Non riuscì nemmeno a rispondere prima che lui si avvicinasse e le facesse cadere con forza il cucchiaio dalla mano, le uova si sparpagliassero sul pavimento. "Non sai che è scortese mangiare senza la presenza dell'ospite", ha detto. "Sì, beh, è ​​scortese anche rapire qualcuno, quindi ecco", disse e gli fece la linguaccia.

Quello che è successo dopo l'ha scioccata. Carol è stata una brava ragazza per tutta la vita e raramente si è messa nei guai. Eppure, nel momento in cui ha parlato con la bocca a questo sconosciuto, il suo rapitore, lui l'ha schiaffeggiata. Il suo viso bruciava e le lacrime le sgorgavano dagli occhi mentre si strofinava la guancia. "Non mi parlerai in quel modo. Sei a casa mia e mi rispetterai", disse l'uomo.

Carol era così scioccata che non riuscì nemmeno a rispondere. L'uomo si sedette e cominciò a mangiare. "Adesso puoi mangiare", disse bevendo un sorso di caffè. Voleva rifiutare, ma stava morendo di fame. Quando iniziò a mangiare, lo guardò. Tutto in quest'uomo trasudava forza. Avrebbe dovuto pensarci a lungo per trovare un modo per scappare. "Ma perché dovrei scappare?" si sentì pensare. "Questo posto è meraviglioso e, a parte lo schiaffo, sono felice."

"Chi sei e perché sono qui?" chiese all'improvviso. "Ti dirò chi sono in tempo utile", ha detto. "Per quanto riguarda il motivo per cui sei qui, perché ti volevo qui. Ti trovo sexy e voglio godermi quel corpo giovane e perfetto", disse l'uomo. Carol era scioccata dalla sua franchezza, ma una piccola parte di lei era eccitata. Nessuno le aveva mai detto che era sexy prima. E, senza nemmeno rendersene conto, si ritrovò ad aspettare con impazienza qualunque cosa le stesse per fare.

***

Chris...

Chris Kringle adorava mangiare. Non era un segreto per nessuna delle ragazze che vivevano al polo nord con lui. Eppure è riuscito a mantenersi in forma, grazie alla sua magia. Era questa stessa magia che creava l'odore intorno al luogo che manteneva docili le ragazze che aveva rapito.

Quindi, quando è entrato nella stanza e ha trovato Carol che stava già mangiando, era comprensibilmente sconvolto. Eppure ora, mentre mangiava e la guardava fare lo stesso, non vedeva l'ora di vedere cosa sarebbe successo. "Allora, come mi hai rapito?", chiese Carol dopo aver posato la forchetta.

"Non è stato difficile", ha detto Chris. "Ieri, quando sei venuto a trovarmi al centro commerciale, sapevo che dovevo averti. Così ho congelato il tempo e ho piazzato un incantesimo che ti assicurasse di addormentarti presto e di rimanere addormentato fino al tuo arrivo." La ragazza sembrava sbalordita.

"Aspetta un attimo, cosa vuoi dire? Non ti ho mai visto prima", disse Carol. "Certo che l'hai fatto", rispose Chris. "Sembravo solo un po' diverso." "Sei pazza", disse Carol. "E inoltre, non esistono incantesimi magici." "Certo che ci sono", rispose Chris. "In quale altro modo potrei viaggiare in tutto il mondo in una sola notte?"

"Di cosa stai parlando?", disse Carol anche se cominciava a farsi un'idea. "Andiamo", disse Chris. "Non sei una ragazza stupida. Puoi capirlo. Sei venuto a trovarmi al centro commerciale ieri e io viaggio in tutto il mondo in una notte. Ma forse hai bisogno di aiuto per mettere tutto insieme."

Si alzò e schioccò le dita. All'improvviso il suo corpo iniziò a cambiare e divenne la figura familiare che i bambini di tutto il mondo conoscevano come Babbo Natale. "In nessun modo, cazzo", disse Carol, a bocca aperta.

Continua...

Storie simili

I miei desideri, bisogni e desideri

Non ti vedo di persona da oltre quindici anni, ma ti vedo nei miei sogni giorno e notte. Penso all'unica notte che abbiamo passato insieme e a come voglio rimediare. Ero giovane e inesperto quando eravamo insieme quella notte. Non sapevo cosa fare, quindi non ho fatto niente. Voglio cancellarlo dalla tua memoria e crearne uno nuovo con te, che ti farà sorridere ogni volta che ci pensi. Voglio te. Ho bisogno di te. Desidero davvero stare con te. Ho questo blocco mentale che mi impedisce di lasciarmi andare e di godermi appieno il sesso. Non ho ancora avuto il mio...

2.1K I più visti

Likes 1

Serata di poker con sorella parte 4

Per i temi, voglio mettere e altro. Ma, lo prometto, nessun maschio su maschio. Voi stronzi siete fortunati. non riuscivo a dormire. Devo andare al lavoro tra 3 ore, quindi spero che tu ne sia grato! LOL Se non hai letto la parte 1 e 3 (2 è facoltativa e non consigliata per i finti di cuore), probabilmente ti perderai. Questa è una storia di Brother Sister Taboo con un'età superiore a 18 anni. Se ti fa piacere fammi sapere, e cercherò di scrivere di più. Qualsiasi commento o suggerimento per ulteriori scritti è il benvenuto. Molto di ciò che è...

2.1K I più visti

Likes 1

Fantasia di schieramento

Voglio raccontarvi tutto del mio schieramento in Turchia. Ero solo e non avevo voglia di fare come tutti gli altri ragazzi. Sai parlare con le ragazze dello stato sperando di poter organizzare qualcosa per quando tornerò. Ero in una stanza con 8 ragazzi in 4 letti a castello e volevo trovare qualcuno che fosse di stanza qui con la propria stanza. Forse anche una casa. Così sono andato al gruppo di vendita in giardino su Facebook e ho iniziato a cercare un amico nell'elenco dei membri. Chissà, forse conoscevo qualcuno qui. Bene, mi sono imbattuto in una ragazza di nome Lily...

2K I più visti

Likes 0

SEI UNA DONNA MOLTO EMOZIONANTE LIZ

Indossava una mia camicia nera, tacchi alti e il suo profumo preferito. La maglietta era appoggiata sulle sue spalle e completamente aperta mostrando il suo corpo lussureggiante e i capezzoli eretti. Aveva le sue magnifiche gambe spalancate mentre si dava piacere con un vibratore su mia richiesta. Lo sguardo sul suo viso mostrava che si stava ovviamente divertendo mentre guardavo. Il giorno prima mi aveva telefonato chiedendomi se avevo dei lavori che poteva fare per aiutarmi a pagare alcune bollette. In passato aveva fatto richieste simili e io l'avevo pagata per stirare e pulire. Questa volta le ho detto che sarei...

2K I più visti

Likes 0

Mandy adora cucinare

Mandy e io siamo sposati da circa ventiquattro anni. È una splendida bruna di 45 anni e mezzo che è 5'6 130 libbre e ha una figura perfetta 34C - 24 - 35. Dopo la nascita del nostro unico figlio, Mandy ha messo su circa 25 libbre, ma in tutto e per tutto posti, il suo culo fantastico e una linea di busto aumentata Considerando i nostri ventiquattro anni di matrimonio, la nostra attività sessuale si è stabilizzata in una volta alla settimana o giù di lì e il più delle volte consiste nella richiesta di Mandy, faccio sesso orale prima...

1.9K I più visti

Likes 0

Camminatore di strada

Storia di Fbailey numero 213 Camminatore di strada Mia moglie ed io ci divertiamo un po' a giocare nel nostro matrimonio. I miei due giochi preferiti sono La piccola scolaretta cattolica e Streetwalker. Adoro quando la mia bellissima moglie indossa un vestito da scolaretta cattolica che ha ricevuto in una svendita la scorsa estate. Di solito sono il Capo Mater e devo punirla per qualcosa. Anche lei ci entra davvero. Fa sicuramente del buon sesso dopo. Ora lo Streetwalker permette alla mia moglie alta e snella di acquistare cose che non indosserebbe mai normalmente. A una svendita di un metro ha...

1.8K I più visti

Likes 0

Creare un mondo migliore... il giorno del nostro matrimonio

La mattinata era stata frenetica, con capelli e trucco da fare, ma il prosecco aiutava ad alleviare lo stress. Ma poiché sua sorella Lucy l'ha aiutata a vestirsi, Leanne era ansiosa di iniziare la sua nuova vita da donna sposata. Questo e il fatto che stasera sarebbe stata scopata dall'enorme cazzo nero di Darrell, lui avrebbe preso la sua verginità invece di suo marito. Adorava la sensazione della lingerie sexy che indossava sotto il suo abito da sposa e non vedeva l'ora di farla vedere a Darrell, inoltre non vedeva l'ora di vedere Matt nel suo. Sia la sposa che lo...

1.9K I più visti

Likes 0

La mia prima esperienza gay_(2)

Introduzione Era venerdì sera ed ero seduto a casa a guardare il porno come al solito. Quando ho deciso di guardare Craigslist, cosa che di solito facevo perché mi eccitavo così tanto da tutti i cazzi là fuori che avevano bisogno di succhiare. Stasera finirebbe per essere un po' diverso dalla maggior parte delle sere però. Ho finito per bere da pochi a molti e pubblicare la mia aggiunta che non avevo mai fatto prima. Ho pubblicato il mio annuncio dicendo che ero 26 bianco in buona forma e cercavo un bel cazzo grosso da succhiare. Ora a questo punto della...

1.7K I più visti

Likes 0

GANG BANG A SORPRESA

Anche se questo è accaduto quasi 15 anni fa, mi viene ancora duro quando ci penso. Ho deciso che è ora di condividerlo con il resto del mondo. Questa storia è vera. Scusa non ci sono cazzi mostruosi, ma penso che la verità sia comunque più calda. Mia moglie, chiamiamola Suzy, aveva 19 anni quando ci siamo sposati e io sono stata la sua prima volta. L'ho incoraggiata a cercare la propria sessualità e per il tempo ha resistito. Suzy è alta 5'6 circa 118 libbre bionda fragola con un fantastico set di tette 34C e un culo tondo e sodo...

1.8K I più visti

Likes 0

Non ho mai saputo il suo nome

Non ho mai saputo il suo nome ….Una moglie solitaria…. una casa in campagna…. un bell'uomo di riparazione... una tempesta…. una strada allagata che porta lontano dalla casa…. un continuo acquazzone…. le luci si spengono e non c'è altro da fare che aspettare. La casa si raffredda senza riscaldamento elettrico. Cosa possono fare per riscaldarsi mentre aspettano? La mente di una moglie inizia a fantasticare. ….Suo marito, capitano di mare, torna a casa solo due volte l'anno. Prende una grande coperta da metterci sopra mentre aspettano sul divano. Fuori sta diventando più buio. Ha delle candele... ma l'oscurità è molto erotica...

1.7K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.