Il lottatore parte 2

244Report
Il lottatore parte 2

Il lottatore parte 2

Grazie a tutti coloro che hanno votato per la prima parte, mi è davvero venuta voglia di finire la storia nel modo in cui l'avevo pianificata inizialmente. La seconda parte è ambientata anni dopo.

Kate stava guardando dalla folla come faceva spesso, questa era la prima volta anche se dalla nascita del primo figlio suo e di Adam era passato un po' di tempo. Era profondamente orgogliosa del suo uomo ma voleva aspettare finché Alison, sua figlia, avesse potuto godersi l'occasione del suo primo evento. Il suo quinto compleanno era passato non molto tempo fa ed era davvero entusiasta di vedere suo padre dal vivo per la prima volta. Aveva spiegato a sua figlia che suo padre stava giocando da heel, il che significava che era un cattivo ragazzo nella partita. In verità Adam era uno degli eventi principali in questa fase, il capo probabilmente della migliore scuderia dalla terza e ultima rottura dello scudo.

Adam non vedeva davvero l'ora che arrivasse la partita; è stato un litigio tra lui e un ex membro ribelle della fazione. Avevano in programma molti spot fantastici per far divertire la folla. Stava aspettando la spinta che lui e gli scrittori avevano discusso dopo la partita. Una nuova corsa da campione significava più soldi e meno partite, il che ha reso le poche partite che ha giocato più importanti e, a suo avviso, ha fatto del suo meglio allora.

La musica del suo avversario ha colpito e dopo una veloce stretta di mano al gorilla ha fatto il suo ingresso con un bel pop. Il ragazzo si stava dirigendo verso la midcard dopo questa partita, erano buoni amici e compagni di viaggio ormai da alcuni anni mentre erano nella stalla insieme, ma anche Adam sapeva che il ragazzo aveva bisogno di più tempo prima di raggiungere il livello di cui aveva bisogno. per una spinta dell'evento principale.

Questa è stata la sua melodia e ha fatto il suo ingresso con il microfono in mano, la maggior parte del pubblico ha fischiato anche se in particolare c'erano i soliti applausi da parte dei ragazzi che sono sempre contrari a qualunque fosse la narrazione e da gran parte delle donne presenti. Qualcosa nel modo in cui Adam riempiva un paio di bauli lo ha sempre reso popolare tra loro. Ha alzato il microfono quando la folla si è calmata un po'. Adam aveva imparato a padroneggiare le sue abilità microfoniche e si divertiva a essere il tallone.

Adam - Houston Texas... sì aaaw!! Perché diavolo siamo tornati in questa discarica? Non avremmo potuto prendere Dallas? Troppo caro? E adesso devo lottare davanti a questi consanguinei?

Attese mentre i fischi regnavano ridendo mentre il caldo a buon mercato si diffondeva.

Adam: Avremmo dovuto lasciare che i messicani avessero questa scatola per il sudore, a cosa sei bravo? Chi sto prendendo in giro, nemmeno i messicani ti volevano..

Ridacchiò mentre si dirigeva lentamente verso la gabbia.

Adam - Adesso Steve.. Eravamo amici.. Ma sei diventato troppo grande per i tuoi stivali, eh? Ho iniziato a interrogare me e i fratelli. Quindi ora andrò nella legnaia e ti mostrerò una volta per tutte che sei solo un lottatore di terza classe che è riuscito a sopravvivere solo sotto le ali dei fratelli.

Arrivò alla gabbia e decise di irritare ancora un po' la folla e fece il giro dall'altra parte. Parlando come ha fatto.

Adam - Adesso capisco perché volevi la gabbia, pensavi che avresti ottenuto solo un fiammifero senza interferenze da parte dei fratelli qui dentro…. Non ho bisogno che i fratelli ti picchino? Diavolo, posso battere te e chiunque di questi contadini e consanguinei in qualsiasi incontro gli venga in mente.

Questo ha suscitato più fischi, Adam ha sorriso, amava incitare l'orgoglio maschile della folla, il fatto di aver usato i fratelli per finiture polverose nelle ultime settimane contro Steve li ha anche caricati.

"Stai zitto, cazzo", cantava la folla, ansiosa che lui salisse sul ring e si prendesse una rivincita

Proprio in quel momento vide una ragazza tra la folla, non sua moglie, solo una pianta davvero bella, sua moglie era stata avvertita in anticipo di questo per evitare spiacevoli conseguenze in seguito.

Adam - Oh ehi tesoro… non sei poi così brutto? Cosa farai dopo questo? Ti dico cosa, lascia che ti dia il mio numero….

Ciò ha portato una serie di fischi ed è stato lo spunto per Steve di perdere la trama e scatenarsi fuori dal ring per attaccare Adam, cosa per la quale, prevedibilmente, la folla è esplosa. La partita è iniziata con una rissa a bordo ring e poi tra il pubblico. Quando era in mezzo alla folla, riceveva sempre una sculacciata o un palpeggiamento da alcuni dei punti più irritati. Adam aveva cambiato le sorti quando salirono sul ring e la partita iniziò come si deve. Dopo essersi assicurato che la gabbia fosse chiusa a chiave, si arrampicò attraverso le corde solo per essere preso da un superkick alla mascella. Steve iniziò a gettare Adam nella gabbia, cosa che sembrava dolorosa ma in realtà non lo era. Adam si fermò al 4° tentativo e colpì Steve negli occhi prima di colpire uno snap DDT. Adam ha deciso di arrampicarsi sulla gabbia a questo punto solo per essere seguito fino in cima e subire un suplex in quello che avrebbe dovuto essere il punto più doloroso della partita e lo è stato, ma è uscito illeso dall'urto.

Steve avrebbe potuto andarsene proprio in quel momento, ma ha deciso di saltare dalla corda più alta con il movimento del gomito. Poi ha optato per una copertura dimenticando che non c'erano schienamenti o sottomissioni nella partita. La folla contava “uno due tre quattro…”. prima che Steve si alzasse e si rendesse conto che doveva scavalcare o attraversare la porta. Giocando in faccia, naturalmente è andato a scavalcare, ma Adam si è ripreso abbastanza da prenderlo prima che finisse. A questo punto erano entrambi in cima alla gabbia e Adam gli ha dato un ddt sulla parte superiore della gabbia, poi si è preso un momento per posare mentre il suo avversario si alzava in piedi. Il punto previsto era che Adam lanciasse Steve dalla cima della gabbia sulla tela con una discesa dolorosa ma più controllata rispetto a prima con il suplex... ma qualcosa è andato storto con la gabbia quando Steve ha spinto via i bulloni tranciati e si è sentito un suono schioccante quando il lato della gabbia cedette. Steve è atterrato duramente sotto, mancando di poco la corda ad anello, ma era al sicuro. Adam però stava cadendo dall'altra parte verso il ring. Ha provato a saltare ma il suo piede destro è rimasto intrappolato nella gabbia. Colpì il banco degli annunci che misericordiosamente era stato truccato, ma la sua testa rimbalzò sui cronometristi mentre il suo corpo si schiantava. La folla che pensava che questa fosse una parte dello spettacolo è esplosa duramente.

Adam era privo di sensi mentre il pubblico cantava "punte di merda" merito all'arbitro in prima fila che ha agito rapidamente lanciando in alto il segno x per chiamare i medici, i canti sono morti in gola alla gente quando si sono resi conto che non faceva parte dello spettacolo. Adam aveva smesso di respirare e la sua lotta per la vita si è svolta non solo davanti al pubblico, ai fan e al suo amico Steve che a questo punto aveva abbandonato ogni pretesa di kafabe, ma davanti a sua moglie e suo figlio. I fan hanno cantato il suo nome esprimendo i loro migliori auguri mentre Adam l'Assassino, che ora respirava, veniva portato in ospedale.

Sua moglie è stata portata rapidamente all'ospedale dove ad Adam è stato dato il via libera anche se aveva riportato una commozione cerebrale e aveva un braccio e una caviglia rotti. Sua moglie aveva lasciato la figlia con qualcun altro non volendo che lei vedesse suo padre in quello stato. Ciò ebbe un effetto su Adam poiché amava sua moglie e sua figlia più di ogni altra cosa al mondo. Sarebbe rimasto in ospedale per alcune notti e sarebbe rimasto fuori servizio per alcuni mesi. Stava già iniziando a pensare al suo ritorno quando, poche settimane dopo, iniziarono ad emergere le registrazioni dell'evento.

Adam ha sussultato per l'incidente e per gli sforzi dei soccorsi per rianimarlo, ma ciò che lo ha catturato e che gli ha davvero aperto gli occhi è stata la sua famiglia tra la folla, ripresa dalla telecamera. Sua figlia era naturalmente in lacrime e cercava rassicurazione in Kate, che era anche lei in lacrime mentre prendeva in braccio sua figlia per portarla via dalle scene mentre usavano i defibrillatori su di lui. Qualcosa in lui spezzò Adam e per la prima volta da quando era un ragazzo pianse fino a crollare del tutto.

Più tardi quella settimana chiamò il capo e poi annunciò il suo ritiro dal wrestling per motivi di salute. La reazione dei social media è stata massiccia; era una parte molto importante dello spettacolo in quel momento. Migliaia di lettere sono arrivate settimanalmente per i primi mesi, per lo più augurandogli ogni bene e devastando la sua partenza da parte dei fan.

--------------------------------- Cinque anni dopo-------------- ---------------

Adam era fuori a correre e Kate stava guardando lo spettacolo settimanale. Steve aveva appena rilanciato la Confraternita alla testa, il che era grandioso dato che tutti erano buoni amici con lui anche oggi. Anche la loro figlia era un piccolo segno e chiedeva sempre a Kate del personaggio degli Assassini e da dove provenisse. È rimasta stupita nel guardare i primi giorni in Giappone e nel vedere suo padre indossare una maschera.

Alison: Quindi anche papà ha avuto un incidente in Giappone?

Kate - Sì, non è stato poi così male…

Alison: Quindi è tornato allora?

Kate - Sì, dopo avermi incontrato, ha lottato di nuovo.

Alison-Perché? Cosa hai fatto per convincerlo a lottare di nuovo?

Kate ci pensò e arrossì sapendo che la sua storia d'amore con Adam aveva portato al suo ritorno al wrestling. Sorrise a sua figlia

Kate: Vuoi davvero che tuo padre combatta di nuovo, eh?

Alison - ... Già… voglio dire… penso che sia triste.. sai… senza.

Kate sapeva di avere ragione. Adam potrebbe comportarsi come se fosse felice di avere tutto alle spalle, ma lo desiderava davvero. Non si aspettava di sentirlo dalla sua giovane figlia.

Kate - Lo so… ma hai solo poche ore prima di andare a letto, è meglio andare a giocare..

Sua figlia scappa sapendo che l'avrebbe messa a letto se fosse rimasta troppo in giro. Kate sorrise guardandola scappare, l'avrebbe lasciata giocare per un bel po' stasera. Stava riflettendo sul problema del suo infelice marito. Si era rifiutato di parlare di wrestling per anni. Ogni anno ricevevano una chiamata e lui si rifiutava subito di parlare con loro. Ha smesso persino di guardare lo spettacolo non appena si è arreso. I fan vociferavano sempre del suo ritorno e speculavano sul vero motivo della sua assenza, soprattutto intorno al Rumble, il loro evento preferito. Adam era addirittura uscito e aveva detto che il motivo per cui non lo avrebbe fatto era di natura medica e che non poteva tornare per cercare di fermare le speculazioni. Era una completa bugia, Kate lo sapeva.

I suoi pensieri furono sconvolti dal ritorno di Adams. È entrato e ha abbracciato Kate da dietro baciandole il collo?

Adam: Bello spettacolo?

Kate - Uh sì... Steve ha riportato in vita la Confraternita

Adam: Oh, è fantastico per Steve, sarà molto felice.

Kate: Sai che Alison ti stava chiedendo perché non tornerai indietro. Sa che non sei felice.. Cosa le dico?

Adamo - Immagino…. Dovrei parlarle... dov'è?

Kate - È corsa verso la palestra. Si nasconderà lì finché non la farò andare a letto, come sempre.

Adam - Va bene… vado a chiacchierare con lei… stai bene?

Kate - Certo, forse quando glielo avrai detto potrai dirlo a me?

Kate si allontanò e Adam dovette chiedersi cosa fosse appena successo; li aveva lasciati abbastanza felici quel giorno. Certamente non mancavano di nulla, il lavoro li pagava più di quanto potevano spendere a meno che non impazzissero, e anche in quel caso i loro genitori se la passavano davvero bene. Il complesso era grande appena al largo della costa, era un posto bellissimo e sua moglie, che aveva trascorso i primi anni del loro matrimonio indossando magliette da wrestling, era maturata fino a diventare una bellissima donna che indossava abiti. Era un'ottima madre per il loro bambino.. Si diresse verso la palestra in cui aveva tenuto un anello di allenamento anche se non ci andava da anni e stava pensando a cosa dire a sua figlia.

Svoltò l'angolo e fu accolto da uno spettacolo che fino a pochi istanti prima non poteva nemmeno immaginare. Sua figlia era appollaiata sulla corda del missile con la sua vecchia maschera su un tappetino da addestramento sotto. Si fermò di colpo, lei non lo aveva visto. Parte del problema legato all’indossare una maschera troppo grande è la perdita della vista, soprattutto nella periferia.

Alison: La signora Assassina è sulla corda più alta, cosa farà?

Con grande stupore di Adams, lei saltò dal centro eseguendo perfettamente un cigno sul tappeto sottostante.

Adam - Ehi Alison… Cosa….

La domanda gli morì in gola; era abbastanza ovvio di cosa si trattasse. Lo guardava spaventata, sapeva di essere stata sorpresa a fare qualcosa di sbagliato. Lei scese velocemente dal ring togliendosi la maschera che nascondeva dietro la schiena come se lui non la vedesse già.

Adam si avvicinò e la fece sedere sul ring, costringendola a sorridere per metterla a suo agio.

Adam - Sai... non è sicuro provare queste cose da soli... potresti davvero farti male?

Alison - Mi dispiace, papà.. pensavo solo...

Adam: Ascolta come faccio a lottare…. Non posso tornare indietro, ok?

Alison - Ma… perché no, non capisco… cosa abbiamo fatto di sbagliato?

Adam non lo capiva affatto; perché sua figlia dovrebbe incolparsi per il suo ritiro? Perché era arrabbiata per questo, chiaramente amava gli spettacoli ma perché avrebbe voluto che tornasse indietro.

Adam, abbiamo sbagliato?

Alison - Dopo il tuo incidente ho chiesto a mamma se stavi bene, lei ha detto che lo eri ma avresti avuto bisogno del nostro aiuto per riportarti indietro, non capisco perché non sei tornata indietro. Pensavo che se fossi potuto venire con te, non avresti avuto paura.

Sconvolto da ciò, all'inizio non era sicuro di come rispondere, per guadagnare tempo si allungò dietro di lei e prese la maschera.

Adam: L'Assassina, eh? Ascolta ragazzo. Quando ho avuto quell'incidente ho capito una cosa al riguardo, ero davvero egoista. Ero... ho visto te e tua madre in mezzo alla folla e quella notte avrei potuto morire. Sapevo che era sbagliato. Se morissi, lascerei te e tua madre da sole... Sai...

Alison ci pensò ma annuì.

Adam - Quindi vedi, non posso tornare indietro.. A volte mi manca ma...

Alison: Hai paura...

Adamo - Cosa...? Ehm...no...ehm...

È stato salvato da Kate girando l'angolo

Kate - Ok, ragazzina, è ora di fare il bagno..

Sollevata di poter scappare dopo essere stata sorpresa, saltò oltre sua madre verso la casa. Kate non lo ha dato a vedere ma aveva ascoltato l'intera conversazione dall'angolo. Il ragazzo l'aveva inchiodato alla fine e lei poteva vedere il sollievo sul suo viso quando l'aveva portata via.

Kate, vieni all'ora dell'assassino per cena.

La testa di Adam venne strappata dai suoi pensieri più profondi, era spaventato, voglio dire che non aveva del tutto torto. Se fosse tornato indietro e avesse avuto un altro incidente, lei avrebbe potuto subire le conseguenze. Nel suo cuore sapeva che voleva tornare; gli mancava quasi quanto la sua forza di volontà per starne lontano. Perché non l'hanno capito? Stava sacrificando il suo sogno di diventare papà, indipendentemente da quanto lo rendesse infelice.

Kate, stai bene, Adam?

Adam - Arrivo subito.. Dammi un secondo..

Adam guardò l'anello ed era davvero tra il metterci il piede e il pensare di demolirlo. Guardò la maschera come se guardasse se stesso. Lo lanciò sul ring e andò a mangiare con la sua famiglia.

Il giorno dopo arrivarono i genitori per portare via la figlia per il fine settimana. L'organizzazione è stata organizzata da Kate che quella sera aveva inviato alcuni messaggi. Mentre lui era fuori a correre, lei ha fatto le valigie. Tornò a guardarla perplesso.

Kate: Andiamo, stiamo uscendo?

Adam: Ho dimenticato qualcosa.

Kate - No, ci siamo sposati a giugno, il mio compleanno è stato il mese scorso. È solo una cosa impulsiva, non accetterò un no come risposta.

Adam: Dov'è Alison?

Kate: Mamme, andiamo, ci vogliono un paio d'ore per arrivare alla capanna

Adamo - Immagino...

La capanna era il luogo in cui Adam e Kate si innamorarono per la prima volta e si scambiarono la verginità, è anche il luogo in cui concepirono la loro figlia, quindi il posto era speciale per entrambi. Era chiaro che Kate stava conducendo lo spettacolo qui e Adam doveva semplicemente assecondarlo.

Adam: Allora dove vuoi andare in vacanza quest'anno?

Kate: Stavo pensando a New York..

Adam: Davvero una vacanza in città quest'anno? Non come te

Kate - Penso che ad Alison piacerebbe davvero, ci sono un sacco di cose da vedere in TV.

Adam: Sì, suppongo che tu abbia ragione? Vuoi che faccia un giro alla guida?

Kate - No, sto bene

Adam: Sai che ho beccato il ragazzo sul ring l'altro giorno?

Kate- Davvero?

Adam: Sì, aveva la mia vecchia maschera dal Giappone..

Kate - Oh, gliel'ho dato, me lo ha chiesto

Adamo: La maschera?

Kate: No, il tuo tempo in Giappone. Ha visto l'incidente, un ragazzo a scuola glielo ha mostrato

Adam: Oh, cosa hai detto?

Kate - L'avevo detto, se fosse stato per questo non mi sarei innamorata di te e lei non sarebbe qui

Lei rise ma era vero, nessun incidente, nessuna cura da parte di Kate, nessun innamoramento... nessuna figlia, nessun cambio di carriera.

Sorrise quando arrivarono al lago, portò le valigie per il fine settimana nella capanna e si voltò e lei non si vedeva da nessuna parte. Si guardò intorno e la notò sulla riva. Scese.

Kate, sì, mi sto... giusto ricordando

Adamo: La prima volta? Sembra una vita fa.

Kate - Sì. Ti amo tanto.

Si baciarono al tramonto e tornarono alla capanna. Sapeva che stavano andando in camera da letto; avevano una vita sessuale molto attiva. Entrambi si godevano spesso il corpo dell'altro. Questa volta, anche se lei era decisamente al comando, lo fece passare lentamente, i suoi fianchi ondeggiavano davanti a lui, lo stava davvero accendendo mentre lui si sentiva irrigidirsi.

Ha aperto la cerniera del vestito lasciandolo cadere sul pavimento rivelando calze nere, bretelle e un reggiseno abbinato. Questa era la prima volta che non aveva mai indossato nulla di così provocante. Si mosse verso di lui e cominciò a baciarlo mentre lo spogliava. Ben presto rimase in mutande, cosa che lei si sbarazzò rapidamente e lui si liberò del suo grosso cazzo spesso 9 pollici e stava già sbavando al pensiero di lei. Lo spinse di nuovo sul letto e cominciò a succhiargli avidamente il cazzo e lui si stava divertendo. Ha iniziato bene in questo modo in passato ed è migliorata solo con la pratica. Lei si abbassò le mutandine e cambiò posizione a cavalcioni su di lui, all'inizio non si era accorto che si stava concentrando sulla sua figa, non ne aveva mai abbastanza di mangiarla ma aprì gli occhi e lì che brillava davanti a lui c'era un cuore a forma di gioiello. Aveva una spina nel culo, questo lo sconvolse, ne avevano discusso una volta quando erano più giovani e lei gli aveva detto che non le piaceva.

Adamo – Eh…. è questa una spina?

Kate, sì, faremo un'altra prima volta oggi.

Adam: Pensavo che non ti piacesse?

Kate: Niente più domande, ok?

Era stata ingiusta, ma lui non avrebbe perso l'occasione. Bene, pensava che si sarebbe divertito e se fosse riuscito a farlo divertire anche a lei. Lui allungò la mano toccandole il plug e la sua bocca lasciò il suo cazzo e lei si sporse un po'.

Kate, puoi tirarlo fuori. L'ho indossato un paio di volte, sai, per abituarmi

Lui allungò una mano dietro e cominciò a tirarlo fuori delicatamente guardandolo affascinato mentre le allargava il buco del culo. Poi è scoppiato ed è venuto fuori che era molto più grande di quanto si aspettasse.

Kate - Uhhh… mi sembra stranamente soddisfacente. Doveva essere grosso.. Da preparare eh.

Adam cominciò a spingerlo dentro. Osservando da vicino mentre allungava lentamente l'ano all'indietro, lo teneva nella sua massima estensione mentre Kate gemeva, mentre spuntava completamente dentro.

Kate - oooooh Dio, sono felice che ti diverti laggiù... Come vuoi farlo...

Era stato invitato e non aveva bisogno di un altro invito, come aveva sognato. Si sedette contro la testiera e tirò fuori di nuovo lentamente il tappo dal suo ano, meravigliandosi ancora una volta quando venne fuori mentre Kate gemeva. Rimase a bocca aperta ma lentamente si richiuse completamente. È ora che Adam la sconvolga. L'afferrò e le tirò l'ano verso la faccia. Le leccò l'ano e Kate emise un grido involontario mentre si dimenava sotto la sua lingua.

Kate - Oh... ehi... è intenso, non avrei mai pensato che potesse sembrare... Uh... così bello...

Adam - Sei pronto per provarlo…. Eh sicuro?

Kate, sì, hanno il lubrificante nel cassetto.

Lei scese e Adam recuperò il lubrificante applicandolo velocemente sul suo cazzo e con piacere mettendone un po' sul suo dito mentre sua moglie guardava chinarsi. Lui ne applicò un po' attorno all'ano e poi le inserì lentamente il dito con altro lubrificante nel culo. Kate rilassò il sedere per permettergli di entrare e le sembrò... non male.

Poi guardò il suo cazzo chiedendosi la dimensione di quello che stava per prendere.

Adamo - Sei sicuro?

Kate: Basta con le domande che ho detto.

Adamo - Sì, mamma.

Adam ne sapeva abbastanza per sapere che sua moglie era nervosa ma determinata e lui era abbastanza felice di provarci. Lui allineò il suo cazzo al suo culo e lei si costrinse a rilassarsi mentre Adam cominciava a spingere il suo cazzo contro la sua increspatura lei ebbe il suo primo momento di dubbio quando la pressione aumentò poi all'improvviso sembrò scoppiare. Era una strana sensazione mentre lei il buco del culo veniva allungato ma Adam rallentava l'avanzata di tanto in tanto chiedendole se stava bene. Poi è andato tutto dentro, tutti i 9 pollici del suo cazzo. Gli posò la mano per fermarlo.

Kate - Dammi un secondo...

Adam: Come ci si sente?

Kate: È davvero grande, mi sento come se fossi schiacciata laggiù. Fa un po' male ma è anche... interessante.

Adamo, interessante?

Kate: Difficile da spiegare, è bello, un po' diverso. Puoi provare a muoverti un po'.

Adam sentì la presa sul suo sedere mentre le sue sopracciglia si aggrottarono. Delicatamente lentamente si dondolò avanti e indietro meravigliandosi della suzione mentre l'ano di lei si aggrappava al suo cazzo. Si ritirò ancora un po' prima di rimetterlo dentro. Lei cominciò a gemere più forte.

Kate - Oh cazzo... Gesù... uh... ancora un po'... Fuuuck... Dio maledetto sei grande..

Adam ha risposto prendendola quasi completamente fuori e poi rientrando lei ha strillato di nuovo e ha chiesto di più, lui l'ha obbligato e ha iniziato a scoparla prima lentamente e poi più forte prima che se ne rendesse conto, la stava sbattendo nel culo mentre lei gli urlava di farlo. scopala più forte. Entrò nel profondo di lei mentre raggiungeva il suo enorme picco. Non era mai venuta così; era così potente che le ricordò il loro primo orgasmo insieme. Adam poi si tirò fuori e quella fu una sensazione completamente diversa, lasciandole una calda sensazione del suo sperma nel culo.

Adam: Dio, è stato fantastico, stai bene?

Kate - Grazie a Dio non abbiamo vicini qui... È stato... interessante

Adam: Interessante, bello?

Kate - Non voglio ammetterlo... Ma è stato fantastico.

Adam: Perché non vuoi ammetterlo, sono solo io?

Kate: Sai, ho uno strano problema di essere troppo troia e la gente parla delle ragazze che lo fanno come se fossero trasandate.

Adam - Non pensavo fosse trash e poi ti amo. E se fossi un po' troia in camera da letto, vivi solo una volta.

Kate si sollevò sul braccio. Gli sorrise

Kate - Sai, l'ho fatto sapendo che la avevi come fantasia. Non pensavo che mi sarebbe piaciuta, ma volevo renderti felice.

Adam - Sono felice, voglio dire...

Kate: Sai che tua figlia è triste e anch'io non sono felice.

Adamo-Cosa? Perché?...

Kate: Sappiamo perché hai lasciato ciò che ami per noi. Sappiamo che questo ti ha reso triste. Ho elencato quello che le hai detto l'altra sera e lei ti ha inchiodato.

Adam: Pensi che io abbia paura?

Kate: Penso che tu abbia paura che penseremo che sei egoista per essere tornata indietro, per goderti il ​​wrestling nonostante i rischi.

Adam, ma se mi faccio male, dovete convivere entrambi. È facile dire che lo accetti ma la realtà è più dura.

Kate, potresti avere ragione, ma se non torni indietro ti risentirai per questo e per noi... un giorno sarà troppo tardi per vivere i tuoi sogni e ci odierai per questo. Sei triste adesso, ma tra dieci o quindici anni sarai amareggiato.

Adam era perplesso se sarebbe stato amareggiato, doveva ammettere che era una possibilità.

Kate - Per quanto riguarda Alison, hai mai pensato di essere suo padre, il suo modello e il suo eroe?

Adam: Pensi che le piacerebbe che fossi via tutto il tempo?

Kate - No ma penso che preferirebbe che tu fossi felice e forse le piacerebbe essere orgogliosa di te.. Chiediglielo.

Adam - … No proprio ha dieci anni.. Chiediglielo.

Andò a farsi una doccia solo per lasciarlo ai suoi pensieri. Guardò il telefono e non sapeva come chiedere senza renderlo evidente. Fanculo, lo farebbe e basta. Il telefono squillò e suo padre rispose.

Adam - Ciao papà, ascolta, c'è Alison?

Papà: Certo, perché vorresti parlare con questo vecchio idiota eh?

Adam: Scusa, papà, è importante

Papà - Ok, va tutto bene?

Adam: Va tutto bene, devo solo parlare con mia figlia.. Sai?

Papà, so esattamente cosa intendi. Chiamaci più tardi, ok.

Adamo: affare

Alison: Ehi papà, stavo guardando lo spettacolo?

Adamo: come va?

Alison, lo spettacolo?

Adamo - sì?

Alison: Oh Adam sta facendo un ottimo lavoro, ti ha persino fatto il nome dicendo che è migliore anche di te. Ha così torto che i suoi promo sono spazzatura rispetto ai tuoi.

Adam - Forse hai ragione, se non fosse per tua madre sarei pessimo con i promo, ascolta.. ho una domanda complicata per te..

Alison-Ok..

Adam - Mi è stata offerta la possibilità di accettare un lavoro che mi renderebbe felice, ma ciò significa che sarò lontano da te e da tua madre per la maggior parte dell'anno.

Alison: Stai pensando di nuovo al wrestling!?

Adam - beh...

Merda, lo aveva capito subito, voglio dire, ora che ci aveva pensato, era davvero ovvio.

Alison-Papà? Intendo sì. Mi mancherai, ma penso davvero che dovresti seguire il tuo sogno. Sei a posto adesso?

Adam: Sì, tesoro, penso di aver risolto il problema, però non lo dico online.

Alison stava urlando di gioia assoluta prima di sentirla correre a dirlo a suo nonno.

Mamma - Ciao figliolo, tornerai a lottare.

Adam: Penso di sì.. avevo paura che se mi fossi fatto male avrei fatto del male a loro, ma anche loro mi vogliono entrambi.

Mamma: Bene, sei infelice da anni. Va bene anche per te essere felice, sai? Questo è ciò che le famiglie desiderano l'una per l'altra.

Adam: Si vedeva che ero triste?

Mamma – Il postino sapeva che sei triste, in paese tutti conoscono il tuo figlio triste, insomma è ovvio e stai rendendo triste anche quella tua povera moglie.

Adam - Mi farò perdonare... te lo prometto, ciao mamma.

Adam riattaccò e si diresse verso la doccia, dove si mise instancabilmente dietro a Kate.

Kate, stai bene.

Adam: sto bene, più che bene, sono felice.

Kate - Allora?

Adam: Ritornerò, ma ho una condizione..

Kate-Cosa?

Adam: Te lo dirò più tardi, ma per ora farò la doccia e poi ti scoperò senza pietà.

Kate - Ok.. ma uh non credo di poterlo fare.. Sai..

Adamo-Oh? Un po' tenero eh? Ok, niente cose da culo

Finirono di fare la doccia e Adam la prese in braccio e la portò in camera da letto. Ma prima di metterla sul letto se la caricò sulle spalle appoggiandola al muro. Iniziò a leccarle la figa mentre lei gocciolava su di lui. Lei non poteva rilassarsi in quella posizione ma lui non la tenne sollevata a lungo, la abbassò dolcemente ma poi le fece rotolare le gambe indietro dove le attaccò la figa con le dita mentre le leccava il clitoride in modo aggressivo. È venuta con le gambe forti che tremavano. Poi la fece piegare ai piedi del letto ma non era ancora pronto a scoparla. Le massaggiò il seno in un modo che sapeva lei amasse. Poi senza preavviso si abbassò e cominciò a leccarle profondamente il buco della figa da dietro. Kate gemette e venne un po' e lui le diede una piccola leccata all'ano mentre tornava su.

Lui è entrato facilmente nella sua figa fino in fondo e lei gemeva di piacere. Le afferrò le braccia dietro la schiena e cominciò a battere forte. Afferrandole i capelli.

Adam: Prendilo, cazzo, piccola troia.

Kate - oh Dio... cazzo...

All'improvviso si fermò, la tirò fuori e la piegò sul letto con le gambe in aria. Afferrandole le tette in bocca e poi martellandole la figa regolando l'angolo di attacco ad ogni colpo. Poi la sollevò di nuovo dentro di lei e la inchiodò al muro baciandola profondamente e vennero entrambi. Ma non era finita perché le chiese di succhiargli di nuovo il cazzo. Con la sua abilità lui fu presto di nuovo duro e pronto per un'altra sessione, questa volta la mise a quattro zampe sul letto e si alzò dietro di lei concentrandosi solo nel martellarla fino alla sottomissione, lei venne e poi di nuovo. La girò e continuò a spingere il suo cazzo fuori e dentro di nuovo senza pietà. Alla fine arrivò senza fiato per lo sforzo. Dopo aver ripreso fiato per un po', tirò loro la coperta.

Kate - Sono felice che tu sia felice

Alcune settimane dopo, Steve e Paul, che era l'amministratore delegato dell'azienda, arrivarono a casa loro per discutere e le discussioni andarono bene. Tutti avevano giurato di mantenere il segreto e concordarono un programma di allenamento prima del suo ritorno. La Signora Assassina osservava e Adam le aveva perfino permesso di provare alcune mosse sotto la sua supervisione. Sapeva che lei era sulla strada che aveva intrapreso.

La Confraternita nei mesi precedenti il ​​ritorno era stata particolarmente egregia nel prendere completamente il controllo dello spettacolo, avevano vinto tutti i campionati e stavano rovinando lo spettacolo intenzionalmente. In precedenza avevano ottenuto il controllo dal CEO della ppv. Hanno persino cambiato il nome dello spettacolo in The Brotherhood RAW. È stata la trama più grande degli ultimi anni. Gennaio è arrivato e ci sono stati occasionali segnali di gentilezza dei Fratelli nei confronti di Steve. Poi è stata la notte della rissa. Adam e Kate sono entrati di nascosto, usando una maschera per il trucco completa per evitare di essere scoperti. Nemmeno i lottatori sapevano cosa stava succedendo. Solo all'ultima ora e poi i loro telefoni sono stati tutti portati via.

C'erano 7 membri della confraternita e avevano cospirato per essere i primi 5 partecipanti alla rissa. La folla è ricoperta di alcol e hanno eliminato tutti i partecipanti non appena uscivano, avevano dirottato il secondo spettacolo più grande dell'anno. I fan erano incazzati. Poi all'ingresso numero 10 suonò una strana melodia e Kate uscì sul palco con un microfono.

Steve - Ehi, dolcezze, non so chi sei, ma se vuoi salire sul ring, alzerò sicuramente la fascia d'età dello show.

Kate - Molto divertente Steve… ma sono sicura che non sei stato all'altezza della situazione.

Steve ha provato a rispondere ma il microfono ha smesso di funzionare.

Kate, vedi Steve, hai fatto incazzare da poche a molte persone, persone nel tuo stesso gruppo. Aspetta... non è giusto... Non sono il tuo gruppo... vedi quei Fratelli che hanno chiamato implorandolo di tornare. Poi le luci si spensero e la sua musica partì. Accanto a lui c'era Adam l'Assassino con la maschera addosso. Kate allungò una mano dietro la sua testa e gliela tolse. La folla stava impazzendo e Adam stava cercando di tenere sotto controllo le sue emozioni. Mentre sua moglie gli indicava l'anello. Saltò sul grembiule e sul ring. I campioni del tag team si sono avvicinati a lui, cosa che ha fatto sorridere Steve pensando che fosse al sicuro in numeri. Poi tutti e due gli hanno dato una pacca sulla spalla e, uno dopo l'altro, hanno saltato la corda più alta e sono andati oltre volontariamente finché sono rimasti in tre. Steve e il tallone Adam erano venuti dal Nuovo Giappone. Steve a questo punto chiede di attaccare Adam, invece si fa avanti, abbraccia Adam, il che è stato un altro pop della folla e si elimina. C'era solo Adam sul ring con Steve. Il membro femminile della Confraternita era corso a bordo ring e stava urlando a Steve di prenderlo a calci in culo lanciandogli un bastone da kendo. Kate è salita sul grembiule e ha eseguito su di lei un hurricanrana ben provato con un enorme pop. (questa era la condizione che le aveva posto) Steve ha oscillato Adam si è abbassato e il combattimento era iniziato sul serio, l'hanno pianificato, è iniziata la musica di un altro concorrente, Un ragazzo grosso ma è uscito lentamente con una sedia. Lo fece sedere in cima alla rampa e si mise a guardarlo svolgersi. Ogni partecipante avrebbe seguito l'esempio fino alla conclusione. L'avevano mappato per arrivare a 25 prima che eliminasse Steve con alcuni punti con lui appeso con le dita per il dramma. Kate aveva anche un punto in cui lo respingeva sul grembiule.

Steve lo ha colpito con un superkick oltre le corde eliminandolo ed è atterrato sul tavolo degli annunci, quello è stato il segnale per il resto dei partecipanti di scendere sul ring. Molti gli hanno dato pacche sulle spalle. Mentre entravano. Il volto della compagnia ha puntato verso la scrivania perché lo spot si ripetesse, Adam aveva insistito su questo, si è arrampicato sulle corde e il pubblico si è alzato, ha indicato il pubblico segnalando che li amava e poi ha eseguito un phoenix splash attraverso il suo avversario. E il tavolo. L'ultima persona che ha indicato è stata sua figlia tra la folla in prima fila. Si alzò e facendo l'occhiolino al padre mise la maschera sul viso di sua figlia.

"Grazie Adam" e "ce l'hai ancora" risuonò mentre saliva la rampa. Adam sorrise, era felice.

Storie simili

Bella Lilly

Nota dell'autore: se non sei un fan delle storie in cui la maggior parte dei personaggi ha poca o nessuna morale, per favore non leggere questo. Sei stato avvisato. Vai avanti se questo concetto non ti incuriosisce. Ci sono alcune persone malvagie e incasinate in questa storia. Il figlio sessualmente attivo può essere il minore dei mali. Questa non è una storia d'amore spensierata. Il suo pezzo compagno Juicy J è molto più ottimista e spensierato. Sentiti libero di leggere quella storia (sulla sorella di Lilly) se preferisci quello stile. Questo è anche un racconto a strati con diversi personaggi. Un...

1.2K I più visti

Likes 0

Festa in piscina_(1)

Ehi, tutti, gridò Gene, guardate questo, appena prima di fare una capriola selvaggia dal trampolino nella piscina del suo cortile!!! Il resto della folla gli ha rivolto una finta standing ovation e Tom ha gridato: Darei tre e mezzo a quello, e tutti sono scoppiati a ridere e poi sono tornati a fare conversazione e ad accarezzare i loro drink! Era la solita folla, le quattro coppie che erano state amiche da quando si erano trasferite nella suddivisione vent'anni prima. In estate era il nuoto e il golf, mentre durante la stagione più fredda, era il bowling o le carte, scegli...

1.1K I più visti

Likes 0

Una sorella e l'eroe della sua migliore amica

Questa è la mia prima storia in assoluto, per favore dimmi cosa ne pensi .. Mi chiamo Jack, sono 6'1'' e sono scolpito, voglio dire scolpito, da tutte quelle ore in palestra. A scuola faccio wrestling e sono stato campione dei pesi massimi nei miei ultimi due anni di scuola. Dopo la scuola sono andato a MMA e all'età di 20 anni sono stato campione di MMA. Ho gli occhi azzurri e i capelli castani che tengo corti. Comunque torniamo alla storia. Vivo con mia madre e mia sorella, che ha 3 anni meno di me. Eravamo vicini ma avevamo ancora...

913 I più visti

Likes 0

La storia di Ann parte 2

La storia di Ann parte 2 Ann non era affatto a disagio nel retro di questo veicolo e con gli orgasmi appena avvenuti, insieme a chiunque la stesse succhiando, questo la portò di nuovo a un climax tremante. Le piaceva quando suo marito si contorceva e giocava con i suoi capezzoli, ma quello che amava ancora di più era quando giocava con loro e le succhiava la figa, specialmente il clitoride. Gli uomini che l'avevano presa apparentemente erano molto bravi a dare piacere alle donne. Era sdraiata lì incapace di muoversi ed era così consumata da tre orgasmi piacevoli, quasi di...

870 I più visti

Likes 0

Omegle Chat #1 - Il nonno e Mariah fanno un giro

Nota: sfortunatamente, la storia è incompleta perché la connessione su Omegle è scaduta. Questo è completamente inedito da me. Godere. xxxxxxxxxxxx Sconosciuto: ((donna di 19 anni (può diventare molto, molto più giovane) in cerca di un maschio più anziano per l'incesto RP come mio padre, zio o nonno)) Tu: Quanto sei giovane, schifosa troia? Sconosciuto: ((Qualsiasi valore inferiore a 17 anni, nessun limite)) Tu: Il cazzo del nonno gli è appena cresciuto nei pantaloni. Quando viene a trovarci sua nipote di 11 anni? Sconosciuto: ((Oh okay! Vuoi che ti dia una descrizione!)) Tu: Sì tesoro. Dì al nonno che aspetto hai...

723 I più visti

Likes 0

Oh ora me lo dice!!

Bene, questa è la mia prima storia ed è vera al 100%. Spero di fare del bene per la mia prima volta.. Quindi in passato andavo a casa di mio zio e aveva un figlio che aveva un anno più di me, (avevo circa 12 anni, forse) Era un ragazzo meraviglioso !! Capelli castani e bellissimi occhi azzurri, era circa 5'5 e aveva un bel corpo :). Si chiamava Ryan e io ero innamorato, non all'inizio, ma è cresciuto con me. Abbiamo passato così tanto tempo insieme e anche se ero giovane sapevo cosa volevo ed era LUI! All'inizio non pensavo...

534 I più visti

Likes 0

Mom Eyes The Kids Capitolo nove e dieci

Diana non era sicura se si vedesse, ma si sentiva come se stesse ansimando come un cane mentre si muoveva verso la figlia nuda mentre la ragazza si adagiava in modo così provocatorio sul letto. E dagli sguardi che l'adolescente le lanciava con i suoi occhi sensuali e abbassati, Diana era abbastanza sicura che la ragazza ne fosse entusiasta quanto lei. Diana si sedette sul lato del letto. Il suo piano originale era stato quello di sedurre la ragazza nello stesso modo in cui aveva fatto con Jimmy, iniziando chiedendole quanto spesso Holly si fosse fregata con una preoccupazione genitoriale fraudolenta...

481 I più visti

Likes 0

Daniele Lupo Parte 6

Daniele Lupo Parte 6 Capitolo 10 Ore dopo Daniel e il resto del suo Cadre entrarono nella radura per trovare la Famiglia Moses. Mal, il capofamiglia, fece come aveva detto Will e iniziò il suo racconto senza tralasciare nulla. Daniel lesse il biglietto che Will aveva lasciato. Tre dei soldati più vicini alla taglia delle ragazze hanno dato loro pantaloni e magliette extra. Il caporale Chivey fu incaricato di scortarli a Fox Wood. Scelse due uomini e partì con la famiglia. Gli era stato anche dato l'ordine di contrarre la pozione Mistress per mettere alla prova le donne e intraprendere l'azione...

452 I più visti

Likes 0

Kathy White, puttana della spazzatura (parte 12)

Questa piccola storia è tanto sporca quanto sarà per me. So che alcune persone lo leggeranno e ne saranno totalmente disgustate, ma vorrei davvero che non lo facessero. Se trovi che cagare, pisciare e scoreggiare ti eccita, o anche in qualche modo leggermente divertente, allora continua a leggere e divertiti, ma se non ti piace totalmente il pensiero che qualcuno ingerisca escrementi per piacere sessuale, per favore vai altrove. Katie e Ivan. (Una storia scat davvero sporca.) Kathy ha terminato il suo turno in ospedale alle 22:00 ed era nello spogliatoio quando ha controllato il telefono. Aveva ricevuto un messaggio da...

295 I più visti

Likes 0

L'eredità di Pete (capitolo 8-9)_(0)

Santo cielo che era caldo da morire! Una voce roca venne dalla porta facendo guardare tutti e tre sul letto. Lee e Bree stavano nudi, i loro panni sul pavimento. I succhi scorrevano lungo le gambe, entrambi avevano le mani bagnate per essersi stimolati a vicenda. Entrambi respiravano pesantemente. Non intendevo spiare, ma pensavamo di aver sentito qualcosa, poi è diventato abbastanza poi abbiamo sentito Amy. Abbiamo avuto modo di vedere come Pete ha iniziato a metterglielo davvero. Sono stupito che l'abbia preso. Non sei l'unico! Quando ha spinto dentro solo la testa ho pensato che mi sarei spaccato! Ha fatto...

1.8K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.