Le Sorelle Calzino (Capitoli 9-12)

213Report
Le Sorelle Calzino (Capitoli 9-12)

CAPITOLO NONO

Jeff ci ha lasciati davanti alla casa di Kim intorno alle 8:30 e lei ci ha incontrato sulla porta con indosso una delle soffici vecchie vesti.
“Sono appena uscito dalla doccia ragazze. Vieni nella mia camera da letto, ci cambiamo lì. Phil se n'è appena andato e mi sono quasi dimenticato del tempo!
"Phil se n'è appena andato, eh?" Ho scherzato. "E cosa stavate combinando voi due per aver perso la cognizione del tempo?"
“Stavamo scopando, Mar! Cosa hai pensato?" Kim sorrise a me e Beth e scoppiammo tutti a ridere.
Quando arrivammo nella stanza di Kim, lasciò cadere la vestaglia e rimase lì nuda, lasciando che Beth e io ammirissimo il suo corpicino stretto.
"Benvenuta nel nostro gruppo Beth", sorrise Kim mentre si avvicinava e abbracciava Beth.
Beth tenne tra le braccia la mia migliore amica nuda e sussurrò: "Grazie per averlo
me!"
Kim si protese dietro la testa di Beth e le loro bocche si ritrovarono da molto tempo
bacio pieno di lingua. Mi ha fatto caldo solo a guardarli! Quando finalmente le loro bocche si staccarono l'una dall'altra, entrambi si fissarono con sguardi di lussuria. Se non avessi saputo che di recente erano stati entrambi sessualmente soddisfatti, avrei giurato che sarebbero caduti a terra e avrebbero fatto sesso. Quando si sono separati l'uno dall'altro, il petto di Kim era arrossato e i suoi capezzoli marrone scuro sporgevano dritti. Potevo vedere il contorno dei morsi di Beth che tendevano contro la sua maglietta.
"Wow voi due!" Ho sussurrato. “Era davvero caldo! Accidenti! Penso di essermi bagnato solo guardando voi due!”
“Ti sei bagnato?! Cosa pensi che abbia fatto? Beth ha risposto.
"Mettiamo qualcosa e andiamo in soggiorno", suggerì Kim. "Ho qualcosa da farti vedere! Ho delle cose da metterci".
Kim aveva preparato tre slip bikini, tre magliette a coste e tre paia dei nostri morbidi calzini bianchi. Kim ha iniziato a vestirsi mentre io e Beth ci spogliavamo delle magliette e dei pantaloni della tuta. Kim stava osservando il corpo sexy di Beth.
"Wow Beth, che corpo incredibile!" Kim tubò.
Beth si girò verso me e Kim mentre si infilava un paio di bikini bianchi trasparenti su per le lunghe gambe. Sia Kim che io abbiamo visto il luccichio bagnato della sua fessura della figa pelata prima che si rimettesse le mutandine.
"Voi due siete quelli con i corpi bollenti!" Beth ha risposto. “E di sicuro sai cosa farne. Non vedo l'ora di saperne di più da te. Tutti pensano che voi due siate così bravi con due scarpe... ma siete così sexy. Penso di amarvi entrambi!”
"Siamo sorelle Beth... per sempre!" Le ho detto.
Finimmo di infilarci mutandine, magliette e calzini e andammo in soggiorno.
«Mar, chiudi le porte. Prenderò le tende. Beth, portaci delle cantinette dal frigorifero. I miei genitori non torneranno prima di lunedì, quindi abbiamo la casa tutta per noi!
Ci siamo seduti tutti sul pavimento del soggiorno a bere cantinette, ridere e raccontare storie. Kim voleva sapere tutto quello che avevamo fatto quel pomeriggio, ma soprattutto voleva sapere del cazzo di Jonathon. Beth ha raccontato del cazzo di Jonathon e poi di Jeff. Ho detto a Kim di aver scopato Jeff mentre indossava le calze bianche che mi aveva dato, e poi di aver scopato Jonathon a bordo piscina. Kim ci ha raccontato di aver scopato Phil tutto il pomeriggio. Abbiamo parlato tutti dei nostri morbidi calzini bianchi. Beth ha preso in giro la mia situazione in costume da bagno.
E abbiamo capito come far assumere a Beth la pillola. Sembra che Kim abbia sempre ricevuto una scorta doppia ogni mese in modo da poterne tenere una scorta a scuola nel caso si fosse dimenticata di prendere la pillola a casa. Questo era il piano quando aveva iniziato a prenderli quando aveva quindici anni. Nell'ultimo anno ha appena tenuto la ricetta in più nel cassetto del suo comò. Kim andò nella sua camera da letto e tornò con una scorta di anni e li diede a Beth.
"Dovrai prenderli per tre settimane prima di iniziare a far venire i ragazzi dentro di te", ha detto Kim.
"Ecco, porta con noi il tuo primo stasera." Kim porse a Beth il contenitore rotondo. “Allora prendine uno ogni mattina per tutto il tempo che fai sesso! Scommetto che non vedi l'ora di sentire un ragazzo riempirti di sperma caldo, vero? È il migliore!"
"Non vedo l'ora di ripulirla dopo!" sono scoppiato.
Abbiamo tutti iniziato a ridere mentre Beth ha innaffiato il suo primo contraccettivo con un sorso di cantinetta.
Kim continuava a chiedere a me e Beth del cazzo di Jonathon... quanto era morbido, quanto era duro, quanto era grosso, quanto era grande la sua palla, ecc., ecc. .
"Apetta un minuto!" Sono saltato in piedi e ho preso la mia borsa da palestra. "Ho qualcosa per te Kimmie!"
Frugai nella borsa finché non trovai la gomma piena che Beth e Jon avevano usato. L'ho lanciato scherzosamente a Kim.
"Questa cosa è piena di quasi due pollici!" Kim gridò. "Quante volte è venuto in questo?!"
"Solo una volta!!" Beth e io abbiamo detto allo stesso tempo.
"Dio mio!" strillò Kim. "Beth... mia sorella... devi lasciarmi scopare da me... PER FAVORE!!"
"Vedremo Kim... forse se sei bravo!" Beth sorrise e mi fece l'occhiolino consapevolmente. Beth ed io scoppiammo a ridere.
Ci stavamo tutti divertendo a sederci con quasi niente addosso. Ci toccavamo sempre e ci controllavamo a vicenda i corpi. Ho suggerito che forse dovremmo sbarazzarci tutti delle nostre mutandine. Erano così magri e vedevano attraverso che in realtà non stavano facendo molto comunque. Beth e Kim erano d'accordo, quindi siamo andati via le nostre mutandine.
Beth si alzò per portarci altre cantinette dalla cucina e sia Kim che io la seguimmo fuori dalla stanza con gli occhi.
“La vuoi, vero Kimmie?! ho preso in giro.
"Non quanto te!" Kim ha risposto al fuoco.
“Quando arriva il momento, sorella, facciamola insieme. O forse ci faremo tutti insieme allo stesso tempo. Ho offerto.
"Dio! Non vedo l'ora di andare a letto con voi due stasera. Kim gemette mentre si avvicinava e si sdraiava accanto a me.
“So che Beth è qui, ma facciamolo a vicenda ora. Sono così eccitata... e voglio che tu lecchi lo sperma di Phil da me!" Mi sussurrò all'orecchio.
“Ho lo sperma di Jonathon per te. Perché non mi lecchi? Vengo per te!"

Kim mi baciò sulle labbra prima di alzare la mia maglietta e prendere i miei capezzoli nella sua bocca calda. Poi ha fatto scorrere la lingua lentamente lungo il mio stomaco fino a raggiungere il mio cespuglio. Ho allargato le cosce in modo che Kim potesse avere accesso completo alla mia figa. Ho sentito le labbra della mia fica aprirsi e sapevo che aveva una visione completa del mio sesso bagnato.
Kim iniziò a far scorrere la lingua su e giù per la mia fessura mentre Beth tornava in soggiorno. Si è immediatamente avvicinata al luogo in cui io e Kim stavamo facendo sesso e mi ha dato un bacio profondo. Kim alzò lo sguardo per un secondo e lei e Beth si scambiarono rapidamente la lingua. Kim è tornata a mangiare la mia figa dolorante mentre Beth mi succhiava delicatamente i capezzoli tra i denti. Ho appoggiato la mia gamba destra sulla schiena di Kim mentre lei continuava a lavorare la mia figa con la sua lingua esperta e le sue dita.
"Oh amore... dio tu sai come farmi impazzire!" mi sono lamentato. Kim stava succhiando le mie labbra gonfie nella sua bocca e tirandole delicatamente con i denti. Stavo strofinando i fianchi verso la sua bocca e stavo per iniziare a implorarla di leccarmi il clitoride.
Kim era in ginocchio tra le mie gambe aperte con il viso sepolto in profondità nel mio sesso peloso. Beth si era alzata ed era andata dietro Kim in modo da avere pieno accesso alla fessura gocciolante di Kimmie e aveva iniziato a toccarla con entusiasmo. Kim sollevò la testa tra le mie gambe ed emise un gemito basso.
“Oh Beth!... è incredibile! Questo è fantastico... sto mangiando una sorella mentre l'altra mia sorella sta mangiando me! Maria!! Questo è così fottutamente caldo!!” Kim ha quasi urlato.
Kim ha guardato la mia presa inzuppata e ha detto: "Ora fammi assaggiare quei grossi cazzi neri che vengono!" Ha piantato la bocca sul mio clitoride e ha iniziato a succhiarlo dentro e fuori dalla sua bocca.
"Dammi un dito nel culo Kimmie e ti sparo lo sperma di Jon direttamente in bocca!"
Kim si è allungato e mi ha pizzicato il capezzolo destro con forza. Ho gridato e Beth ha allontanato il suo viso lucido dal buco bagnato di Kim per vedere se stavo bene. Quando ha visto la mia faccia e il mio petto arrossati, ha capito che stavo bene e ha ripreso a leccare la dolcezza di Kim.
Kim lasciò andare il mio capezzolo in fiamme e fece scivolare lentamente il dito nel mio stretto buco del culo. Mi sono sentito iniziare a superare il limite proprio mentre lei mi mordeva delicatamente il clitoride duro.
“Oh mio dio Kim... ecco che arriva... oh dio... non fermarti! Oh cazzo……oh cazzo….preparati!”
Ho sentito la mia figa entrare e uscire e i muscoli dello stomaco hanno iniziato a pompare i miei fianchi su e giù mentre esplodevo nella bocca di Kim. Ha tenuto la bocca incollata a me mentre sentivo i miei liquidi sgorgare da me. Ho sentito Kim deglutire e soffocare un po' mentre le davo da mangiare i miei succhi e la crema di Jon. Quando Kim mi ha risucchiato, si è arrotolata sulla schiena e ha allargato le gambe in modo che anche Beth potesse finirla! Aveva la testa appoggiata sul mio manicotto inzuppato mentre entrambi guardavamo la nostra nuova sorella con i calzini mangiare la fica calda di Kimmie.
Guardai Kim mentre accarezzava il corpo di Beth con i suoi morbidi calzini bianchi. La sua faccia arrossata era coperta dalla mia miscela di succhi e i suoi grandi capezzoli marroni si erano chiusi in piccoli bottoni stretti che stavano dritti sul suo petto ansante. I suoi muscoli dello stomaco stavano macinando il suo sesso contro la bocca di Beth.
"Oh dio voi due... sono così fottutamente sexy... Mar... Beth... oh... Lo sperma di Jon aveva un sapore fantastico. Non fermare Beth! Oh!...Fottimi il culo Beth! Ti darò lo sperma di Phil! Ecco fatto... oh... Beth... lo farò per te!" Kim gridò.
Ho visto Beth far scivolare il suo lungo dito nell'umidità di Kim e poi deve averlo fatto scivolare su per il culo perché i fianchi di Kim si staccavano dal pavimento mentre iniziava a raggiungere l'orgasmo più e più volte. Alla fine Beth tirò fuori il viso bagnato tra le gambe di Kim e leccò le labbra. Una Kim esausta era semplicemente sdraiata sulla schiena con le gambe ancora divaricate e il petto ancora ansante.
“Wow….che ottimo sapore!” Beth gemette. "Lo amavo!" I suoi capezzoli neri erano duri come quelli di Kim mentre si arrampicava e dava a Kim un lungo bacio lento. Potevo dire dai loro silenziosi gemiti che entrambi si divertivano a scambiare i liquidi e i sapori nelle loro bocche.
Ho iniziato a diventare estremamente eccitato guardando le mie due sorelle pomiciare davanti a me e la mia mano ha trovato la sua strada verso la mia figa rianimata. Ho fatto scivolare il dito tra le mie labbra gonfie e bagnate e ho scoperto che il mio clitoride era ancora duro. Ho chiuso gli occhi e ho iniziato a jilling fuori. Kim e Beth scesero da terra e si inginocchiarono per poter guardare.
“Oh Kim! Sai cosa accadrà, vero!" mi sono lamentato.
Sia Kim che Beth tenevano uno dei miei piedi coperti da calzini in modo che le mie gambe fossero sostenute e divaricate. Mi stavo sditalinando furiosamente con la mano destra mentre la mia mano sinistra si appoggiava al mio clitoride.
“Guarda Beth! Non ci crederai!” Kim le sussurrò all'orecchio.
Ho guardato le mie due sorelle sexy e ho messo i piedi sulle loro cosce mentre cercavo di accarezzare i loro corpi caldi con i miei morbidi calzini bianchi. Kim si chinò e diede a Beth un altro lungo bacio mentre entrambi mi guardavano mentre mi masturbavo. Entrambi hanno iniziato ad accarezzarmi i piedi e le gambe mentre Kim sussurrava: “Sei così sexy Mar... i tuoi calzini sono così morbidi. Beth e io amiamo scopare nei nostri calzini tanto quanto te. Ai ragazzi piace davvero scoparti quando li indossi, vero?! È perché sembri così sexy e sei un fottuto incredibile, vero? Ti piace scopare, vero?"
Stavo diventando così caldo ascoltando Kim che sapevo che non sarei durato a lungo.
"Sta arrivando... sta arrivando!" Ho sollevato il culo dal pavimento e ho spinto con forza il mio clitoride. “Ohhhhhhhhhhhh!”
Ho sentito il mio sperma iniziare a sparare fuori di me. La mia figa ha avuto un forte spasmo almeno altre tre volte quando ho sentito sia Kim che Beth strillare di gioia.
"Mio dio... mio dio!" Beth gridò: "Guarda il suo sperma!"
"Lei è la nostra piccola squirter!" Kim ha aggiunto. "Lo fa sempre per me!"
"Solo per te piccola, solo per te." Ho aggiunto e sono crollato a terra.
Sia le magliette a coste di Kim che quelle di Beth erano bagnate dal mio sperma e potevo vedere il contorno dei loro splendidi seni contro il materiale sottile e bagnato. Entrambe le mie sorelle si sono sdraiate accanto a me e ci siamo riposati. Le nostre braccia e gambe erano intrecciate mentre cercavamo tutti di avvicinarci l'un l'altro.
Sorelle!



CAPITOLO DIECI

Ci siamo riposati solo pochi minuti quando Kim si è districata dalla nostra pila nuda di ragazze adolescenti sessualmente trascorse.
"Devo mostrarti una cosa" ci ha detto mentre si dirigeva verso la sua camera da letto. "Torno subito!"
“Kimmie, veniamo con te. Dobbiamo asciugarci e Beth ha bisogno di una maglietta asciutta!
Kim ha incontrato Beth e me in bagno e ci siamo lavati tutti e abbiamo fatto irruzione nel comò di Kim per magliette asciutte e mutandine del bikini. Indossavamo ancora tutti gli stessi morbidi calzini bianchi che erano diventati il ​​nostro feticcio e marchio di fabbrica. Ovviamente li abbiamo tutti avvolti perfettamente.
"Vado a prendere qualche altra cantinetta e ci vediamo ragazzi in soggiorno." Ho urlato a Beth e Kimmie.
Quando sono tornato da loro, erano già seduti su un grande piumone in mezzo al pavimento. Ho dato loro qualcosa da bere a ciascuno.
"OK, cos'hai di così importante?" Ho preso in giro Kim.
Tirò fuori una busta di foto. Mi ha detto che questa mattina l'ha fatta accompagnare da Phil nella città vicina e che aveva sviluppato le foto dall'appartamento del signor Jameson. Era andata a una macchina di sviluppo di un'ora dove tutto è fatto automaticamente.
"Non volevo che nessuno li vedesse!" esclamò.
"Non lo so... potrebbe essere piuttosto sexy se qualcuno che non conoscevamo li vedesse... e si divertisse!" Ho risposto.
Beth ci ha semplicemente guardato come se non avesse idea di cosa stessimo parlando... perché non lo sapeva!
Kim le spiegò: “Queste sono alcune foto di una piccola avventura che io e Mary abbiamo vissuto ieri sera. Sono piuttosto espliciti... sei sicuro di poter sopportare di guardarli?!” Ha preso in giro Beth.
"Oh, provami!" Beth ridacchiò mentre si chinava e baciava la guancia di Kim.
Kim ci ha consegnato alcune delle foto da guardare. Il primo che avevo mi aveva mostrato sdraiato nudo sul pavimento coperto di sperma di Dave. Il secondo ha mostrato il creampie anale di Kim. Nessuna delle foto mostrava davvero i nostri volti, ma alcune volte mostravano la parte posteriore delle nostre teste. L'unico che potevi riconoscere come Kim ed io eravamo i due che Dave aveva preso quando stavamo davanti a lui nudi.
"Dio mio!" Beth sbottò. "Questo è l'appartamento del signor Jameson?"
"Ci sei stato?!" chiese Kim eccitato.
"Beh, evidentemente le mie sorelle l'hanno fatto!" Beth ha risposto.
Beth ci ha raccontato che due settimane fa era andata dal signor Jameson dopo la lezione per vedere se c'era qualcosa che poteva fare per migliorare il suo grado in Biologia. Se non avesse ottenuto almeno un A- per il semestre, la sua media dei voti scenderebbe al punto in cui potrebbe non ottenere la borsa di studio per il college. Quella borsa di studio era molto importante per lei perché senza di essa sua madre non avrebbe potuto permettersi di mandarla a scuola. Comunque, il signor Jameson aveva detto a Beth che avrebbe dovuto fermarsi al suo appartamento un venerdì sera dopo che aveva finito la partita di basket e che avrebbe avuto un pacchetto di lavoro da farle completare. Se avesse completato il pacchetto, avrebbe facilmente ottenuto una A per il semestre. Ha detto che è andata a casa sua dopo la partita e indossava ancora il suo vestito da ballo che consisteva in un top sportivo nudo sull'ombelico e una gonna corta rossa sopra un paio di collant bianchi.
Suonò il campanello e il signor Jameson aprì la porta e la invitò di sopra. Ha detto che era scalzo e indossava una maglietta e un vecchio paio di jeans. Entrò nel suo appartamento e lui la fece sedere sul divano.
"Ho dovuto tenere le gambe unite molto strette quando mi sono seduto perché le nostre gonne da ballo sono così corte!" disse Beth. "Ma il signor Jameson mi stava davvero adocchiando."
"Ebbene, Cristo Beth, gli dai la colpa?" Kim è saltata dentro. Sembri piuttosto sexy con quel vestito da ballo! Probabilmente ci sono molte erezioni tra la folla quando sei là fuori a mostrare quel corpo!
Beth ha continuato dicendoci che è uscito dalla cucina con un paio di birre e le ha dato una. Non era sicura se dovesse prenderlo o meno perché non voleva che lui la mettesse nei guai. Il signor Jameson le ha assicurato che sarebbe andato tutto bene. Ha detto che poi le ha dato un pacchetto di lavoro spesso quasi due pollici e che voleva che lo finisse prima che avesse finito, il che era di poco più di quattro settimane.
"Gli ho detto che non c'era modo che potessi fare così tanto lavoro in così poco tempo." Beth si lamentò. “Mi ha detto che forse c'era qualcos'altro che potevo fare al posto del pacchetto. Gli ho detto che avrei fatto qualsiasi cosa per ottenere una A! Quando gliel'ho detto, si è alzato in piedi di fronte a me e si è aperto i jeans. Non sapevo cosa fare... ma sapevo cosa voleva.
Il signor Jameson era in piedi di fronte a Beth in attesa che lei alla fine si alzò e gli slacciò i pantaloni e li spinse verso il basso esponendo il suo cazzo che si stava indurendo. Poi le alzò le mani e le disse di alimentarlo.
“L'ho fatto una sega per un po' e poi mi ha detto di togliermi il top. Si è persino abbassato e ha iniziato ad aiutarmi a tirarmelo sopra la testa. Mi ha detto che ero una brava ragazza e che avrei ottenuto una A facilmente! Ecco perché non ho resistito... troppo! Ha giocato con le mie tette mentre io ho ricominciato ad alimentarlo. Poi si chinò e mi succhiò i capezzoli. Il suo cazzo era diventato davvero grosso... non quanto quello di Jon, ma era più grosso. Non sapevo quanto sarebbe andato avanti, ma avrei voluto che mi venisse in mano e che avessimo finito!
Poi il signor Jameson si avvicinò a un tavolino vicino al divano e afferrò una catenella.
“Mi ha succhiato i capezzoli finché non sono diventati duri e sporgenti, poi ha fatto scivolare questa catena d'oro su un capezzolo e ha fatto lo stesso con l'altro. Mi ha davvero tenuto i capezzoli duri, ma mi faceva un po' male quando lo tirava!" Beth ha detto.
“Ho avuto la stessa cosa sulle mie tette Beth! Ecco, guarda questa foto. Le ho consegnato una foto che mostrava chiaramente i miei capezzoli lunghi e duri negli anelli della catena d'oro. “Quando li ha tirati, ho pensato che sarei esploso! In effetti, ho fatto!"
Kim ed io abbiamo iniziato a ridere della mia osservazione, ma Beth è stata seria nel raccontare la sua storia.
"Poi il signor Jameson ha avvicinato la mia faccia al suo cazzo e mi ha detto di iniziare a succhiarlo." sussurrò Beth. "Ho leccato la punta e fatto scorrere la lingua su e giù per l'asta, ma ho pensato che fosse troppo spesso per fargli un pompino... e poi mi ha detto di alzarmi e girarmi."
Beth si alzò dal divano e si voltò. Poi il signor Jameson la piegò in modo che dovette aggrapparsi allo schienale del divano per evitare di cadere. Poi ha tirato giù la sua gonna corta da ballo sulle sue lunghe gambe e Beth ne è uscita. Beth era in piedi nel suo soggiorno con indosso solo i suoi collant bianchi opachi.
“Non indossavo le mutandine sotto perché si vedono quando faccio i miei calci alti. Inoltre mi piace il modo in cui ci si sente sapendo che non c'è quasi niente tra gli occhi di tutti e la mia presa!"
Kim ed io ci siamo guardati e ci siamo limitati a sorridere. Beth era un'esibizionista proprio come noi!
“Poi mi ha girato di nuovo e ha tirato la catena che pendeva tra i miei capezzoli. Sono caduto contro il suo corpo e ho sentito il suo cazzo scivolare tra le mie gambe. Poi mi ha detto che era facile guadagnare una A nella sua classe, continua a fare quello che stavo facendo. Tirò la catena e sentii che i miei capezzoli cominciavano a bruciare. Mi faceva male, ma i miei capezzoli non sono mai stati così duri o sporgenti così lontano... mai!
Beth si chinò e tirò fuori il cazzo duro del signor Jameson tra le sue gambe e iniziò ad accarezzarlo lentamente per renderlo felice. Entrambi si sono seduti di nuovo sul divano e hanno iniziato a baciarsi alla francese.
“La sua lingua mi stava facendo impazzire. Aveva lavorato la sua mano tra le mie gambe e sapevo che poteva sentire la mia umidità attraverso i miei collant. Ho tenuto la mia mano sul suo cazzo e lui mi ha detto di iniziare a succhiarlo. Gli ho messo più che potevo in bocca e ho semplicemente mosso la testa su e giù. L'ho tenuto il più bagnato possibile, ma non volevo davvero che mi venisse in bocca.
Il signor Jameson ha quindi iniziato a tirare i collant di Beth lungo le sue lunghe gambe. Quando le ha superate le ginocchia, gli ha detto di fermarsi.
“Gli ho detto che non poteva scoparmi perché non prendevo la pillola. Ho aperto un po' le gambe e lui mi ha toccato con le dita mentre io continuavo ad accarezzarlo e ogni tanto a succhiarlo. Sapevo che stava iniziando ad avvicinarsi per sparare al suo carico e si alzò e si fermò di fronte a me. Speravo che non me l'avrebbe ficcato in bocca quando è venuto!"
Invece l'ha spinta indietro sul divano e si è masturbato sparando la sua sborra all'esterno della sua fica.
“Quando ha finito, mi ha fatto alzare e tirare su i miei collant senza asciugarmi. Il suo sperma e la mia umidità hanno reso quasi invisibile l'intera area del cavallo dei miei collant. Ero così appiccicoso!”
Poi Beth ha finito di vestirsi dopo essersi tolta i gioielli per i capezzoli. Il signor Jameson si è rimesso i jeans e ha detto a Beth mentre stava per andarsene: "Bene Beth, probabilmente dovrai tornare di nuovo per assicurarti di passare la mia lezione! Probabilmente dovrai portare delle gomme!
"Mi sono sentito male allo stomaco!" Beth gemette. “Pensavo che fosse tutto ciò che voleva e che potevo essere fatto. Immagino che non avrei preso una A a meno che non mi fossi lasciato scopare da lui! Sono corso giù per i gradini e ho iniziato a camminare verso casa, ma ho dovuto fermarmi perché stavo piangendo così tanto. Non per quello che avevo fatto... Ero solo così matto! Non sono mai tornato indietro ma ho superato tutti i miei test e dovrei prendere almeno un B+ per il semestre… almeno lo spero!”
"Che schifo!" Kim ed io abbiamo detto quasi contemporaneamente. "Non preoccuparti Beth, troveremo qualcosa in modo da ottenere quella A!" Avevo già in mente un piano che garantisse a tutti e tre una A per il semestre!






CAPITOLO UNDICESIMO


"Dimentichiamolo per ora", ha detto Kim. “Vieni nella mia stanza e divertiamoci. Ho qualcos'altro che voglio mostrarti. Mar, prendi qualche altra cantinetta per il vino... OK?"
Ho preso le cantinette e sono entrata nella camera di Kim. Quando sono arrivato lì, ho pensato che i miei occhi sarebbero saltati fuori dalla mia testa. Là sul letto di Kim c'erano cinque dildo di gomma di tutti i colori e dimensioni diverse!! Accanto a loro c'erano due bottiglie di lubrificante, un film porno e due o tre riviste porno.
"Che diavolo..." Ho iniziato.
"Li ho ordinati da un annuncio sul retro di una rivista che ho preso a casa di mia sorella", ha spiegato Kim. «Dovevano essere qui per il tuo compleanno la scorsa settimana, ma non sono arrivati ​​qui fino a stamattina. Ho ordinato solo i dildo, tutto il resto che hanno inserito gratuitamente. Ragazzo, sono sicuro che siano venuti quando mia madre se n'era andata. Non riesco a immaginare cosa le avrei detto!!
Sia io che Beth scoppiammo a ridere all'espressione di Kim.
"Probabilmente avrebbe solo pensato .. "Il mio povero piccolo bambino non sta ricevendo abbastanza cazzo in questi giorni!" Beth rise ad alta voce.
Tutti e tre scoppiammo a ridere.
Ognuno di noi ha afferrato una cantinetta e siamo saliti sul letto a guardare i nostri nuovi giocattoli. Due dei dildo avevano all'incirca le dimensioni del cazzo di un ragazzo normale, così ha detto Kim. Uno era blu e uno era color carne. Uno verde era molto più grande e quello nero era enorme. Ho preso quello nero e l'ho passato a Beth ridacchiando.
“Questo è come dovrebbero assomigliare i cazzi neri a Beth! Non quella piccola cosa che Jonathon ha!!” Di nuovo scoppiamo tutti a ridere.
Beth me l'ha strappato.
“Mio dio Kim, questa cosa è grande quanto il mio braccio! Guarda la testa! Sorrise mentre avvolgeva le sue belle labbra carnose attorno ad esso e gemeva.
"Cos'è questo?" Ho chiesto mentre prendevo un altro dildo che doveva essere lungo quasi due piedi con una testa di cazzo a ciascuna estremità.
"È così che due ragazze possono scoparsi a vicenda allo stesso tempo. Vuoi vedere come funziona?" Kim ha preso in giro.
"Beth, facciamogliela vedere!" Kim tubò. Stava iniziando a vedere quello sguardo nei suoi occhi. Kim si alzò in piedi, si tolse le mutandine del bikini e le gettò sul pavimento. Beth si alzò e fece la stessa cosa. Kim tirò fuori un piumino dal letto e lo stese sul pavimento. Lei e Beth si misero sul piumone in ginocchio, di fronte l'una dall'altra. Kim ha preso il dildo e ha lubrificato entrambe le estremità con l'olio di una delle bottiglie sul letto. Me lo porse e disse: "Penso che avremo bisogno di aiuto qui Mar!"
Ho afferrato il giocattolo scivoloso e ne ho posizionato un'estremità vicino alla figa di Kimmie e l'altra estremità mi sono accoccolata accanto alla fessura bagnata di Beth. Ognuno di loro ha iniziato a spingersi lentamente l'uno contro l'altro e centimetro dopo centimetro di ciascuna estremità del cazzo di gomma ha iniziato a scomparire nelle fiche calde di mia sorella! Lentamente, Beth e Kim trovarono un ritmo mentre si dondolavano dolcemente avanti e indietro sulle mani e sulle ginocchia, mantenendo lo strumento che scivolava profondamente nelle fighe dell'altro.
"Oh Beth!" sussurrò Kim. “Dio... è così bello. Continua a fottermi! Ohhhh!
"Dammi più del tuo grosso cazzo Kim!" Beth ha ordinato. “Posso prenderne di più! Bambino più profondo!”

Mi stavo davvero eccitando guardando loro due che lo facevano. Le loro magliette erano scivolate su ed entrambe le loro tette piene ondeggiavano avanti e indietro con il loro dondolo. I loro buchi del cazzo avevano ingoiato così tanto del dildo che i loro culi a volte si toccavano quasi. La pelle splendidamente abbronzata di Kim sembrava esotica contro il colorito scuro di Beth. I loro morbidi calzini bianchi si toccavano le gambe a vicenda. Stavano entrambi gemendo mentre continuavano a macinare i loro culi l'uno verso l'altro.
Kim appoggiò la testa sulle braccia mentre continuava a scopare Beth. Mentre lo faceva, il suo culo spuntava in aria. Ho subito colto l'occasione per allargare le sue guance e darle una bella leccata nel buco del culo. Kim gemette ad alta voce mentre infilavo la lingua nella sua porta sul retro.
"Mangiami il culo Mary... Oh dio lo adoro!" Kim sgorgò.
"Io a Mary... Pleeaassee!" pregò Beth.
Ho tirato fuori la lingua dal culo di Kimmie e ho allargato il culo di Beth. Il suo buco nero si era rilassato e si era aperto mostrandomi il suo rosa acceso. Ho fatto scivolare la lingua nel culo di Beth e ho iniziato a parlarle più profondamente che potevo. Beth lo adorava!
“Leccami il culo! O si! Questo è tutto….ohhhhh!”
Continuavo a passare avanti e indietro tra gli stronzi di Beth e Kim. Entrambi si erano spalancati, quindi non ho avuto problemi a far scorrere la lingua dentro di loro. Il dildo a doppia estremità che scivolava dentro e fuori dalle loro fighe stava emettendo un suono fottuto molto sexy e potevo sentire l'odore di una combinazione di sudore, lubrificante, succo di figa e culo... è stato travolgente. Mi sono fermato un minuto dal dare a mia sorella il lavoro sul bordo e ho afferrato i dildo blu e color carne dal letto. Ho messo rapidamente alcune gocce di lubrificante in ciascuno dei loro buchi del culo spalancati e ho fatto scivolare un dildo in ciascuno dei loro culi.
"Oh cazzo!" Hanno gridato nello stesso momento in cui ho spinto i cazzi di gomma nelle loro porte posteriori. Ho iniziato a far entrare e uscire i dildo dai loro culi mentre continuavano a scoparsi a vicenda con il lungo dildo nero che riempiva le loro fighe fradicie. Succo di figa e lubrificante fuoriuscivano da entrambi i loro buchi e scorrevano lungo le loro cosce mentre si appoggiavano ai giocattoli bloccati nei loro buchi.
"Sono così pieno!" Beth gridò. "Oh cazzo Mary... il mio culo... non ce la faccio più!"
"Ti piace farti scopare il culo nero da tua sorella bianca... non stronzo!" Le ringhiai mentre spingevo il dildo il più lontano possibile nel suo culo. "Ti scoperò il tuo bel culo nero finché non urlerai!"
"Maria! Sto venendo!" Kim gridò. Le ho agitato il culo con il dildo blu e l'ho vista iniziare ad inarcare la schiena e premere contro il culo di Beth.
"Oh mio dio... oh mio dio" gemette Beth. "Eccomi anche io!"
Beth e Kim hanno iniziato a lottare l'una contro l'altra così forte che mi ha sorpreso. Ognuno di loro aveva preso metà del grosso dildo nero nelle loro fighe e si stavano pompando culo a culo a vicenda. Ho tappato i loro culi con i dildo finché ho pensato che stessero per esplodere. Quando stavano per venire, ho tirato fuori i dildo dai loro buchi del culo e ognuno di loro ha fatto un forte rumore di risucchio mentre i culi stretti di Beth e Kim si lasciavano andare con esitazione. Grosse gocce di lubrificante e sperma di culo fuoriuscivano e scorrevano lungo la parte posteriore delle loro cosce. Entrambi i loro corpi sudati si irrigidirono e smisero di respirare per un momento mentre i loro orgasmi scuotevano i loro corpi. Alla fine, entrambi fecero respiri profondi ed emisero gemiti bassi e sessuali. Ho allungato una mano tra i loro culi e ho afferrato il dildo mentre entrambi cadevano in avanti sul pavimento. Kim strisciò a quattro zampe finché non trovò Beth e si sdraiò accanto a lei. Entrambi si avvolsero le braccia e le gambe l'una intorno all'altra e iniziarono a baciarsi dolcemente. Li ho coperti con un altro piumino e ho dato loro un cuscino. Mi inginocchiai e diedi un bacio a entrambi.
“Voi due rilassatevi ora. Sei così bello!" Ho sussurrato.
Entrambi sorrisero e chiusero gli occhi.
Ho preso il dildo verde e il film porno dal letto e mi sono diretto verso il soggiorno. Ho preso una cantinetta per il vino lungo la strada, ho inserito il film e mi sono seduto sul divano. Ho lanciato un afgano su di me perché indossavo solo maglietta, mutandine e calzini. Guardai l'orologio sopra il televisore e fui sorpreso che fossero solo le undici passate da poco.
Ho bevuto un lungo sorso di cantinetta e ho apprezzato la sua dolcezza. Prima di mettermi a mio agio, ho deciso che avrei fatto meglio ad alzarmi e a lavarmi le mani e il viso. Ho deciso di usare il bagno fuori dalla stanza di Kim e mentre andavo in bagno, ho afferrato i dildo che stavamo usando e li ho portati al lavandino. Finché stavo lavando i piatti, ho pensato che avrei potuto anche lavare i giocattoli. Li ho lavati tutti con acqua calda e sapone e sono rimasto sorpreso da quanto mi stavo eccitando giocando con loro! Immagino di essere stato un po' geloso di non essere stato io a suonare!! Dopo averli risciacquati, li ho adagiati su un asciugamano in modo che potessero asciugarsi e mi sono lavato le mani e il viso con acqua calda e sapone. Ho fatto scorrere velocemente lo spazzolino di Kim intorno alla mia bocca solo per togliere i pochi pubi di Kim e il sapore dei loro culi fuori dalla mia bocca! Sulla via del ritorno attraverso la stanza di Kim verso il soggiorno, ho controllato quelle delle mie due sorelle. Il piumino si era alzato esponendo il culo di Kim. Riuscivo a vedere debolmente una scia color ambra di tutto ciò che stava fuoriuscendo dal suo buco del culo che gocciolava sul suo culo stretto sul piumone su cui erano sdraiate lei e Beth. Lei e Beth avrebbero fatto meglio la doccia prima di fare altro sesso stasera, e avremmo dovuto fare un po' di bucato in più!!
Mi sono buttato sul divano e ho iniziato a guardare il film. Riguardava una ragazza di nome Kelly che era andata al college. Stava saltellando in giro con una gonna corta e calze bianche con un maglione attillato e senza reggiseno. Aveva un sorriso assassino e lunghi capelli biondi e stava facendo sesso con ogni ragazzo che incontrava.
L'unica scena che mi è davvero piaciuta è stata quando era al piano di sopra in una stanza con due ragazzi del college arrapati. L'avevano spogliata fino alle calze bianche e lei stava cercando di soddisfarle entrambe allo stesso tempo con la sua bocca e la sua figa. Uno dei ragazzi la stava scopando da dietro mentre lei succhiava il cazzo dei suoi coinquilini. So che era solo un film, ma sembrava davvero che si stesse divertendo! Poi si è seduta sopra uno dei ragazzi con il suo cazzo dentro di lei mentre il suo compagno di stanza la scopava nel culo. Quei due ragazzi le stavano davvero dando un bel lavoro e mi stava facendo eccitare e bagnare!
Mi sono sfilato le mutandine umide e le ho lasciate cadere sul pavimento. Ho allargato un po' le cosce e lentamente ho cominciato a sgonfiare. In pochi minuti, le mie dita gocciolavano con i miei succhi. I grabbed the green dildo and was surprised that it really felt a lot bigger than it looked. The head of it was the size of a golf ball, but I was going to try to satisfy myself with it anyway.
I lay down on the couch so I could keep watching the porn movie, and spread my legs a little further apart. I held the dildo in my right hand and gently began rubbing the head of it against my wet snatch and was surprised when I felt it easily slip in between my hairy lips. I pulled the afghan off of me as I was getting plenty warm!!
Kelly in the movie was getting fucked in a locker room by a well hung football player who hadn’t even taken off his uniform. I closed my eyes and imagined it was me getting laid instead of her! I was sliding the dildo in and out of me as my hips started to move up and down to meet the thrusts. The rubber cock was filling me up perfectly, but I needed more. I reached down with my left hand and my fingers quickly found my hardening clit and I began rubbing it in little circles as I slid the dildo deeper and deeper into my wet pussy. I certainly didn’t need any lubrication as my cunt was oiling up the dildo plenty!
If I pushed the rubber cock far enough inside of me, it rubbed against the back of my pussy and when I slowly slid it out, it dragged across my g-spot making me quiver and making my nipples hard. I looked up at the video and Kelly was sitting backwards on some guy and was bouncing up and down on his cock as she had another guy’s rod halfway down her throat! I was really fantasizing about doing two guys at one time now!
I knew I was going to make myself cum soon. I kept pumping myself with my right hand as I reached under my tee shirt and caressed my firm tits. My nipples were hard and sticking straight out. I closed my eyes and pinched my nips as I thrust the dildo as deep into me as I could. I felt it cumming. I raised my hips off of the couch and plunged the big rubber toy deep into my box as I let out a little moan. I felt my orgasm start deep inside of me and then rush to get out. I put my left hand back on my clit and pressed hard as my orgasm continued to rock my body. My thighs were clamped down on my right hand as I held the fake cock deep inside of me while I shook. I felt myself squirt out just a small amount of cum and it ran between my legs to my ass. After what seemed like minutes, I finally began to relax and could finally spread my thighs far enough apart so I could slide the long dildo out of my used cunt. I let out a rather loud sigh as I felt its length finally pop out of me.
Suddenly I heard Kim and Beth start cheering and clapping. They had crawled into the living room and had been sitting in the darkness by the doorway watching me the whole time.
“We woke up and couldn’t figure out where all the moaning was coming from. We thought it was the porno, but then we saw you on the couch and….well, we just loved watching you get off!” Beth admitted.
Kim walked to the couch and sat on the floor next to me.
“Want me to clean you up a little baby?” she whispered as she turned my body on the couch so my open legs gave her complete access to my dampness. Kimmie gently covered my pussy lips with her mouth and began running her tongue up and down my sensitive slit. She paused for a moment and stuck her tongue into me as far as she could go and wiggled the tip of it against the moist walls of my cunt. I looked over at Beth and she had picked up the green dildo and was licking my juices off of its length.
Kim licked me noisily until she finally pulled away and brought her shiny face close to mine. She gave me a long kiss and explored my mouth with her tongue.
“God, I love to eat you Mar!” Kim gushed. “C’mon girls….lets go shower off!”
“Good idea Kimmie. I’ glad you two didn’t ask me to clean either of you up!” ho riso. “Who knows what’s leaking out of your butts!”
We all cracked up laughing on our way to the shower.
“I had better bring this along,” Beth said. “Kim’s mom would have a heart attack if she found this under the couch!” she giggled as she grabbed the dildo off of the couch and bent over to pick my panties up off of the floor.





CHAPTER TWELVE

“It’s still pretty early,” I informed. “Maybe we should get cleaned up and go check to see what’s going on at Jeff’s house.
“Phil said he was going out there too.” Kimmie said. “I guess they were just going to sit around and drink all night! Phil said Jeff’s parents weren’t coming back until late tomorrow. They should be pretty well wrecked by now!”
“I’ll go” Beth added in. “Maybe we can play a trick or something on them!”
We were all kind of in and out of the shower at the same time. Somehow we all managed to get soaped up and rinsed off without anyone slipping or falling down! We giggled and talked constantly. No one was even concerned that we were all naked. I think we just expected that whenever we were around each other it was normal to be naked and horny. We were all constantly checking each other out and judging by our nipples, pretty excited to be around each other!
We all threw on little sweat pant shorts and long sleeve sweatshirts. Beth and I pulled our damp hair into ponytails and Kim just fluffed her short hair up with a brush. We threw some extra clothes into my bag in case we went swimming or just needed some dry clothes and headed out to Kim’s old car and piled in. It only took a few minutes to get to Jeff’s from Kim’s house and we parked about a block away on a side street. If we were going to pull off any pranks, we didn’t want them to hear us pulling in.
We walked the short distance to the house and walked around to the back so we could look right into the big pool room. Phil, Jeff and Jon were sitting around a table by the pool playing cards. We could tell by the pile of beer cans that they had put down quite a few! Kim was about to go up and knock on one of the big picture windows when we heard a car come up the driveway.
“Who’s that?” Kim asked us. “It’s almost 1:00 in the morning!”
“Shhhhhhh” Beth whispered. “Let’s wait and see!”
We heard the doorbell ring and Jeff just yelled out, “C’mon in! We’re by the pool!”
About twenty seconds later I thought all of our jaws would hit the ground as Jill Peterson came walking down the steps into the pool room.

“Been waiting long for me boys?” lei chiese. “I’m certainly ready for you guys!”
“What the hell is that slut doing here?” Kim whispered.
We started giggling at Kim’s outburst.
“I am not sure,” Beth said. “But I think she’s going to do all of our boyfriends!”
Jill did look good. Her dirty blond hair hung loosely around her face. She had on a really short pair of denim cutoffs and was evidently braless under the light blue denim work shirt she wore over a tight white and blue tee shirt. She wore her trademark opaque white knee socks and a pair of heeled clogs. Her tanned skin looked great against the light colored clothes. She definitely had the attention of the three boys.

“I’m glad you called earlier Jeff!” Jill gushed with a big smile. “And we have all night? Oooooo!”
Jill slid off her work shirt and tossed it to the floor as she walked over to where the three boys were playing cards and leaned over Jeff and crushed her tits against his back.
“Well who wants to be first? How about you Phil? I’m always ready for you!” Jill teased.
She stood up and peeled the skin tight tee shirt up over her head. Her full breasts poured out as she nonchalantly tossed the tiny light pink piece of cotton on top of her other shirt.
“Look at her nipples!” Beth whispered loudly. “What the….”
“She’s got puffy nipples,” Kim answered. “Guys love ‘em. They cover almost the whole front of her tit. Wait until they get hard. They get huge!”
Jill took Phil over to the couch and before she sat all the way down, Phil quickly had his mouth covering her left nipple. Jill tossed her head back and moaned. Jill laid back on the couch and let Phil work over her puffy nipples for at least five minutes. The whole time it looked as though she was about to have an orgasm. Finally Phil pulled his mouth away from her tits. When she spread her legs apart we could see a noticeable wet spot in the crotch of her panties!
“Oh my god!” Beth squealed. “Look at her those…!”

Jill’s huge nipples had turned a beautiful deep pink color and had spread out to cover the whole tip of each of her firm tits. They looked so hot!
Jill pushed her hips off the couch and slid her cutoffs and orange colored cotton panties down her long legs and onto the floor. Her blond bush was perfectly trimmed and her swollen pussy lips matched the color of her nipples. She kicked off her clogs and stood in front of Phil wearing only those white opaque knee socks. Phil slid his swim trunks off and his cock sprung up.
“Christ!” Kim whispered. “She looks so hot I want to fuck her!”
“Shhhhhhh.” Beth cooed. “Listen”
We could barely hear what they were saying, but we could hear most of it because the boys had left the screen door open.
Jill reached out and stroked Phil’s hard on as she laid back down on the couch.
“Gimme your cock Phil!” Jill told him. “I need it now!”
She lay on the couch with her right leg draped over the back and her left leg hanging off the edge with her left foot on the floor. She put a large pillow behind her head.
“Geeez Phil! Fuck her or I will” Kim whispered as we all started giggling.
Phil crawled between Jill’s long legs and she grabbed his prick and pulled to her slit. Phil pushed his hips toward Jill’s and immediately started fucking her. Jill had her eyes closed as she ground her hips up to meet Phil’s thrusting. Phil was playing with her tits when we heard her tell him,
“Cum in me Phil! Come on…..shoot your load!” lei ha chiesto.
They had only been doing it for about three or four minutes when Phil grunted and pumped his load.
“He always cums quick” Kim added. “But he can do it all night long!”
“Who could last long with that fucking you?” Ho sussurrato.
Jill just lay back, relaxed as could be, while Phil pulled his dick out of her cunt.
“That feel good baby?” lei tubò. “Just like always?!”
“You know you’re the best fuck ever Jill!” Phil told her. “It’s always fantastic!”
Jill loved hearing that and gave him a big sexy smile. She reached down and pulled her white cotton bikinis out of her cutoffs and used them to wipe her pussy dry. When she finished, she tossed them back to the floor and stood up.
In the meantime, Phil stood up and walked over to the hot tub where he pulled his swim trunks back on and slid into the warm water.
Jill walked up behind Jeff and ran her hands all over his chest while she pressed her hot naked body against his back.
“Your turn now Jeffy.” Jill cooed in his ear. “Time for me to give you what your do-good, cherry cheerleader girlfriend won’t give you!”
Jeff stood up and followed Jill back to the couch. She promptly sat down in front of him and slid his wet suit down to his ankles. As he stepped out of them, Jill reached out and guided Jeff’s hardening cock into her mouth. She quickly got him hard as she took his whole length down her throat while she fondled his nut sack.
“I can’t believe I’m going to watch him fuck that slut!” Ho sussurrato. “He’s never putting that thing back in me!”
Kim giggled. “Shhhhhh Mar. Listen!”
“I don’t know why you just don’t be my boyfriend again.” Jill told him as she looked up at him with her huge blue eyes. “We fuck all the time and I know you still love me. We were each other’s first….remember the summer before our freshman year? Out by the lake? You never forget your first!”
“My god!” Beth giggled. “She’s been fucking him since she was fourteen!”
“I guess she’s had quite a head start on the rest of us, huh? Kimmie added.
Jill laid back on the couch and spread her legs like she had before. She pulled Jeff’s dick to her used pussy and it slid in easily. Jill moaned as Jeff began his deep thrusts.
“Oh Jeff….I love it the best when you do me!” Jill groaned. “Fuck me hard if you want to! I bet Mary Lambert doesn’t beg you to fuck her like I do!”
Jill had wrapped her long knee sock covered legs around Jeff’s hips and she was letting him plug her with his long, hard strokes. We could see her firm breasts quiver each time his hips pounded into hers. She had her arms wrapped around his neck and was kissing and biting his neck as he hammered away at her. We could see that Jill’s face and chest were starting to flush a beautiful pink color as she let her head fall back to the couch.
“Pump me full Jeff! I’m going to cum with you!” Jill moaned as she continued to grind her hips into Jeff’s weight.
“Here it comes baby……ohhhhhh…” Jeff moaned as he released his hot cream deep into Jill’s pussy.
“Fuck me Jeff….oh that’s it….harder…..harder…..oh yessssssss……ohhhhhhh fuck!” Jill cried out as she climaxed.
Their bodies shuddered and they both relaxed. Jill slid her long legs from around Jeff’s back and he pushed himself off of her.
“Wow Jill….it just always gets better and better!” Jeff said.
“I know baby……you belong to me…..forever!” Jill returned.
"Oh!" Kim gushed. “I think I got wet just watching that.”
"Anche a me!" Beth and I almost said at the same time.
It felt kind of funny watching my supposedly boyfriend just get his brains fucked out, but it sure was kind of exciting.
Jill wasn’t done. She gently wiped her pussy with her already soiled panties and tossed them back to the floor. As Jeff pulled his suit back on and made his way over to join Phil in the hot tub, Jill stood up and started to make her way over to Jonathon. Her swollen pussy lips were bright pink and shiny with a mix of cum. Her nipples had gotten a very dark pink color and she looked incredibly sexy as she crossed the room. The white opaque knee socks looked fantastic against her tanned body. I wondered if she could ever be considered a “sock sister”. Kim must have been thinking the same thing.
“Do you like those Mar? Better than ours?” Kimmie whispered.
“They’re different. I like them….but maybe not more. They wouldn’t be as soft….or soak up as much!” ho riso.
Jill pulled Jon up to his feet and pulled him towards the couch.
“Time for you to give me some dessert Jonny. I like hot chocolate dick!” Jill said sexily.
“I’ll give you what you want you little white whore!” Jonathon kidded back. “I’m gonna stretch that white girl pussy of yours until you beg me to stop!”
Jonathon stepped out of his suit and Jill pushed him onto his back on the couch. She straddled him and reached down and started stroking his rising cock.
“Oh my god!” Kim gushed. “Look at his dick! And you two fucked that? God I want a turn!”
Jill wiggled the tip of Jon’s hard-on between her dripping pussy lips and slowly sat down on him. She took his entire length in one downward stroke!
I looked over and Kim and Beth’s eyes were open wide and staring at what they had just seen.
“Holy shit! I can’t believe it!” Beth said. “That white girl can really fuck!”
Kim and I burst out giggling.
Jill was laying down on Jonathon slowly pumping her hips up and down, her pussy swallowing Jonathon’s entire shaft with each downward thrust. She looked extremely hot laying on Jon’s dark body. Her blonde hair was hanging down, covering his chest and her lighter skin and white knee socks stood out against his darkness. Jill alternated between sucking on Jon’s tongue and biting and licking his nipples as he pumped his prick in and out of her.
“Fuck me big boy!” lei sussurrò. “I can take your big, black cock any time. Now give it to me!”
Jon reached out and grabbed Jill’s hips and pulled her down tight against his thrusting. Jill threw her head back and let out a loud moan but never missed a beat with her fucking motion. Suddenly she put her right foot on the floor and pulled herself completely off of his throbbing shaft. She quickly bent down and started giving him a wet sloppy blow job. She pulled her mouth off of his cock and jacked him off with her right hand while she stared at him sexily.
“Let me get on the bottom Jonny boy so you can get that horse cock in me all the way!” Jill growled.
She swallowed his cock once more with her mouth and pulled him off the couch. She laid down where he had been and spread her legs widely.
“Now fuck this white girl like you know she likes it!” Jill ordered.
Jill looked like she needed to fuck bad. Her face and chest were flushed with her excitement. Her puffy nipples had swollen until they were dark pink. Her breathing was kind of shallow and rapid. She had her right leg over the back of the couch and kept her left foot on the floor. Her pussy lips were dark pink and spread apart. She reached down with her right hand and toyed with her clit as she pulled Jon’s cock toward her waiting hole with her left hand.
Jon’s dick slid into Jill’s wet slit right up to the base. Jill quickly wrapped her white opaque knee sock covered legs around Jon’s waist and crossed them at the ankle. Jill stretched her arms out over her head as Jon worked her nipples over with his teeth and tongue….making her moan out loud.
“God Mar….I think I’m going to cum just from watching them!” Kim whispered hoarsely. “I’m not sure which one of them I’d want to fuck more!”
Jon was taking long, slow strokes in and out of Jill’s cunt. We could see at least four inches of his dark rod as he would pull it out of her and then slam it back in. Jill just kept going “uhh!....uhh!” as she took his meat right up to his balls. Jill had her eyes partially closed and was digging her fingernails into Jon’s chest and pinching his nipples as her body shook with his pounding.
“You’d think she’d be getting pretty sore….wouldn’t you?” I asked my sisters.
“It looks like she could go all night…..geeez!” Kimmie answered.
Beth just kept staring at what was going on in front of her. It looked like she had tears in her eyes, but she wasn’t crying. I think she was pissed!
“OK…black boy….start fucking me so I cum!” Jill hissed.
She dug her heels into his back and started bucking her hips off of the couch.
“Jon…I’m so close…..pump me full….do it….ohhhhhhhhh!” Jill moaned as she started her orgasm.
Jon pushed himself fully on top of Jill’s bucking body.
“Take this in your little white cunt!” Jon grunted as he started filling her hole with his hot cream. “Uhhhhhhhhhh!”
Jill’s heels were pounding on Jon’s back as she wanted to get more and more of him into her.
“Deeper……deeper…..that’s it! Oh!" and Jill’s body stiffened and then completely relaxed.
They laid together for another half a minute before Jill let her legs fall to each side of Jon’s body and he pulled himself out of her.
“I want to clean her up!” Kimmie whispered.
“Not as much as I do!” Sono ritornato. “Wow, think how good that would taste!”
Jill was catching her breath while Jon stood up and pulled his shorts back up. She found her white cotton panties and wiped her pussy once more with them before dropping them to the floor. Then she did something that took us all by surprise.
While all three of the boys were lounging in the hot tub, Jill quickly squatted down behind the couch just out of their sight…. but clearly in ours! We watched in awe as she started to pump her stomach muscles in and out until Jon’s, Jeff’s and Phil’s cum began to leak out of her just fucked snatch!
“She’s making a creampie with the guy’s jizz!” Kimmie almost said outloud. “My god….look at all of it leak out of her!”
Jill was looking down at her pussy as she continued to push the thick cream slowly out from between her spread legs. She had a satisfied smile on her face as she watched the cum slide out from between her swollen lips and drip into a puddle on the floor. After a few seconds, she wiped a few remaining drops off her shiny pussy lips with her finger and quickly licked her finger clean.
Jill stood up and slid her white knee socks off and dropped them on top of her soaked panties. She walked over to the pool and was about to dive in. She looked fantastically sexy as she pranced around naked, considering she had just spent the last half an hour or so fucking the three hottest senior boys in school.
“Well? Did you boys have a good time? Why don’t you join me in the pool while I cool myself off?” Jill asked.
All three boys came to her like a magnet. Jill dove in and swam across to one side of the pool where she floated on her back. We couldn’t see her but she had to look gorgeous floating on her back with her shiny wet skin and her hard nipples still pointing straight up.
"Maria. Do you still have that used rubber in your bag?” Beth asked.
“I think its back in there…..why?” Mi chiedevo.
“I’ll be right back!” Beth said, and then she took off.
"Dove sta andando?" Kim asked.
“I don’t know….I don’t think she is very happy though!”
After about ten minutes, Jill climbed out of the pool and her wet body looked magnificent.
C’mon you guys….lets raid the kitchen. I’ve worked up quite an appetite!” Jill giggled as she wrapped a towel around herself.
The boys pulled themselves out of the pool and grabbed towels and followed her.
“Well….let’s go!” I offered.
“Just a minute.” Kim said excitedly.
She suddenly slid the screen deck door open and shot across the room and grabbed Jill’s panties and knee socks. She came back through the open door and said,
“Now we can go!”
“Kimmie, you are crazy!” I gushed as I closed the screen door tightly.
“Let’s go find Beth.” She said as we stood up and began walking back around the house. “Do you feel that?”
I giggled, “Oh my god, yes!”
The gentle wind of the night blowing on us as we walked made our wet pussies feel cold. I think both Kim and I were pretty soaked.
“Here, you hold these” she handed Jill’s white knee socks to me. “I’ll hold onto these!”
“I don’t have any pockets Kimmie”
“Do like this” Kimmie said as she folded Jill’s used panties into a small bunch and stuck them down her shorts. I folded her socks together into a small square and slid them inside the crotch of my panties. I was surprised how silky they felt.
“God Kimmie! Jill would die if she knew what we were doing!” Risi.
We heard a car door open quietly in the driveway and we ran around to look. Jill was driving her dad’s brand new sports car and she had it parked in the shadows of Jeff’s driveway.
“Sis! Come here!” Beth whispered loudly.
We ran over to the car and Beth had opened the door slightly. She had reached inside and was squeezing the used condom from her and Jonathon’s fuck session as hard as she could.
“What are you…”
Just then the rubber burst open and sprayed Jon’s cum all over the inside of Jill’s dad’s new car.
“Let’s get out of here!” Kimmie said excitedly.
We all ran down the driveway giggling and felt safe once we got to the street. I looked back and saw that Jill’s car was sitting kind of funny in the driveway.
“What’s wrong with her car?” Ho chiesto.
“It looks like she has two flat tires!” Kimmie answered.
“I guess someone must have let the air out of her tires.” Beth whispered sheepishly. “Serves her right for fucking our boyfriends!”
“Relax Beth. You’ll get over it!” Kimmie told her. “Besides, we’ve all been fucking other guys! You can’t have it both ways!”
“I guess your right Kim.” Beth admitted. “Sorry if I acted stupid!”
“It’s OK sis! Jill deserves it!” Le ho detto.
“Christ Beth….that was hilarious when you popped that rubber inside of her car!” Kim laughed out loud.
“Let’s get going girls, we can have more fun at home!” Kimmie told us as she started back to the car.
When we got to the car we all piled into the front seat.
“Wait a minute.” Kimmie said.
She slid her shorts and panties off and pulled on Jill’s cum soaked bikinis that she had grabbed before we had left.
“Oh my god!” lei tubò. “These are just soaked with cum!”
“Here…you might as well have the whole outfit!” I said as I handed her Jill’s white opaque knee socks that I had stuffed down my panties.
Kim pulled her shorts back on and took the socks from me. She quickly slid them up her legs.
“Mar, what’s this wet spot on these?” Kimmie kidded me.
“Hey, I got just as wet as you guys did watching that show!” I giggled back.
“I would have loved to have been Jill tonight” Kim gushed as she started the car.
“I know I couldn’t have taken that much cock!” Ho ammesso. “Could you guys? Jonathon was really pounding her…and she took every inch…and she came at least twice!”
“I don’t know about you two, but I sure would have given it a try!” Kim added.
“I’d like to fuck a couple of guys at once but not with those big cocks. I’d get to sore!” I confessed.
“You mean more like a couple of freshman boys?” Kim kidded.
“That would have been fun Kim and you know it! They would have gone all night and done anything I asked! How much fun would that be?” ho riso.
"Concordo." Beth joined in. “I think it would be fun if we got some younger guys together and took turns fucking them! It would be fun to be in complete control of them…and Mary’s right, I bet they could go all night!’
“OK, OK…” Kim said. “We’ll do it as soon as we get the chance. Young boys!! You two are nuts!”

Storie simili

JJ: Riunione con papà

Stava guardando un film nel seminterrato, la luce blu tremolante gli faceva sembrare un po' alieno il viso. La mamma l'aveva mandata fuori dalla stanza di famiglia, stava passando una specie di serata del vino con le sue amiche. A papà di solito piaceva essere lasciato solo durante le serate del vino della mamma... qualcosa sui livelli di estrogeni troppo alti. Sapeva che quel giorno era un po' scontroso, ma era passato così tanto tempo da quando le aveva prestato attenzione. I suoi amici erano al campo estivo ed era annoiata e sola. Si avvicinò al divano e si appoggiò allo...

1 I più visti

Likes 0

Ranchland - (Il vero) Capitolo 3

Mi scuso per aver postato male il primo capitolo 3. Dovrò smettere di farlo nelle prime ore del mattino. Per rimediare a quella cazzata, sto lavorando a un quarto capitolo, che posterò appena possibile. ___________________________________________________________________________________ Ranchland - (Il vero) Capitolo 3 Era tardo pomeriggio quando Ben e Amy tornarono alla casa di Ranchland. Amy aveva applicato più della crema anti-prurito che aveva dato un po' di sollievo a Ben, e combinata con molti bagni freddi per ridurre il calore nella sua pelle ustionata, la sua scottatura solare si era trasformata nella pelle secca e desquamata della guarigione. Amy ridacchiò mentre guardava...

411 I più visti

Likes 0

La mia prima esperienza gay_(2)

Introduzione Era venerdì sera ed ero seduto a casa a guardare il porno come al solito. Quando ho deciso di guardare Craigslist, cosa che di solito facevo perché mi eccitavo così tanto da tutti i cazzi là fuori che avevano bisogno di succhiare. Stasera finirebbe per essere un po' diverso dalla maggior parte delle sere però. Ho finito per bere da pochi a molti e pubblicare la mia aggiunta che non avevo mai fatto prima. Ho pubblicato il mio annuncio dicendo che ero 26 bianco in buona forma e cercavo un bel cazzo grosso da succhiare. Ora a questo punto della...

309 I più visti

Likes 0

Onore del dovere

Ho sentito la brezza fredda sfiorarmi il viso e le ginocchia bruciarmi i polpacci mentre prendevo velocità correndo lungo il marciapiede. Solo a circa un miglio e mezzo da casa mia stavo appena iniziando la mia corsa notturna, felice che l'estate fosse tornata. Odiavo gli inverni perché passavo più tempo in palestra o mi allenavo durante le ore più calde della giornata. L'unica cosa brutta era che mi sentivo un po' dispiaciuta per averlo pensato, niente di brutto e divertente sarebbe mai successo mentre correndo a tarda notte. Ho vissuto nello Utah per l'amor di Dio! Ero in congedo medico anticipato...

487 I più visti

Likes 0

La storia di Robert Capitolo 12

Dopo il ballo (((Suoneria))) (((Suoneria))) Un forte squillo invadente mi investì, presi il telefono, aggrovigliato in bambine nude. Ciao? Buongiorno Robert Marcus disse allegramente, Sveglia le ragazze di Erik e mandale dal loro nonno che hanno una giornata di preparazione da fare, e unisciti a me sul balcone per un caffè. Abbiamo un po' di logistica da coprire”. Ho gentilmente dato di gomito e baciato gli angioletti svegliandoli tirandoli su dal letto. Hanno raccolto i loro abiti come ho trovato una veste. Alicia, Tawny, Sam e Shelly si sono rotolati nel mio punto caldo ormai assente e hanno continuato a sonnecchiare...

411 I più visti

Likes 0

Serata di poker con sorella parte 4

Per i temi, voglio mettere e altro. Ma, lo prometto, nessun maschio su maschio. Voi stronzi siete fortunati. non riuscivo a dormire. Devo andare al lavoro tra 3 ore, quindi spero che tu ne sia grato! LOL Se non hai letto la parte 1 e 3 (2 è facoltativa e non consigliata per i finti di cuore), probabilmente ti perderai. Questa è una storia di Brother Sister Taboo con un'età superiore a 18 anni. Se ti fa piacere fammi sapere, e cercherò di scrivere di più. Qualsiasi commento o suggerimento per ulteriori scritti è il benvenuto. Molto di ciò che è...

473 I più visti

Likes 0

DEMONE

E stai fuori! Sono stato buttato fuori dall'unico posto che chiamo casa. Questa volta, probabilmente non tornerò strisciando da Rebecca. So benissimo che ho fatto una cazzata a sceglierla, e non c'è ritorno da questo. Posso almeno prendere i miei vestiti? Ho chiamato dal marciapiede, ma l'unica risposta che ho ricevuto è stata una porta sbattuta. Probabilmente li avrebbe venduti comunque. Dannazione. Ho spintonato con le tasche della giacca, cercando di trovare le chiavi della mia macchina sportiva. Trovando le chiavi nella tasca sinistra dei pantaloni, ho avviato la macchina e ho cominciato a partire. Non volevo sapere, né mi interessava...

451 I più visti

Likes 0

Fantasia di schieramento

Voglio raccontarvi tutto del mio schieramento in Turchia. Ero solo e non avevo voglia di fare come tutti gli altri ragazzi. Sai parlare con le ragazze dello stato sperando di poter organizzare qualcosa per quando tornerò. Ero in una stanza con 8 ragazzi in 4 letti a castello e volevo trovare qualcuno che fosse di stanza qui con la propria stanza. Forse anche una casa. Così sono andato al gruppo di vendita in giardino su Facebook e ho iniziato a cercare un amico nell'elenco dei membri. Chissà, forse conoscevo qualcuno qui. Bene, mi sono imbattuto in una ragazza di nome Lily...

457 I più visti

Likes 0

SEI UNA DONNA MOLTO EMOZIONANTE LIZ

Indossava una mia camicia nera, tacchi alti e il suo profumo preferito. La maglietta era appoggiata sulle sue spalle e completamente aperta mostrando il suo corpo lussureggiante e i capezzoli eretti. Aveva le sue magnifiche gambe spalancate mentre si dava piacere con un vibratore su mia richiesta. Lo sguardo sul suo viso mostrava che si stava ovviamente divertendo mentre guardavo. Il giorno prima mi aveva telefonato chiedendomi se avevo dei lavori che poteva fare per aiutarmi a pagare alcune bollette. In passato aveva fatto richieste simili e io l'avevo pagata per stirare e pulire. Questa volta le ho detto che sarei...

466 I più visti

Likes 0

I miei desideri, bisogni e desideri

Non ti vedo di persona da oltre quindici anni, ma ti vedo nei miei sogni giorno e notte. Penso all'unica notte che abbiamo passato insieme e a come voglio rimediare. Ero giovane e inesperto quando eravamo insieme quella notte. Non sapevo cosa fare, quindi non ho fatto niente. Voglio cancellarlo dalla tua memoria e crearne uno nuovo con te, che ti farà sorridere ogni volta che ci pensi. Voglio te. Ho bisogno di te. Desidero davvero stare con te. Ho questo blocco mentale che mi impedisce di lasciarmi andare e di godermi appieno il sesso. Non ho ancora avuto il mio...

502 I più visti

Likes 1

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.