Fanny Hill: Memorie di una donna di piacere Lettera prima - Parte 7

237Report
Fanny Hill: Memorie di una donna di piacere Lettera prima - Parte 7

Durante la mia visita a Londra per studi dove avevamo una vecchia casa ancestrale, mi sono imbattuto in un tesoro di famiglia. Oltre ad altre cose, ho trovato anche una montagna di libri, diari e appunti nel tesoro che conteneva libri classici, antichi, erotici, romanzi e riviste probabilmente raccolti dai miei antenati. Sono tutti senza tempo e preziosi. Sono una lettura obbligata per tutti gli amanti dell'erotismo. Li condivido su questo sito, goditi la parte 6 della Lettera Prima

-----------------------

MEMORIE DI UNA DONNA DI PIACERE.

Lettera Prima - Parte 7

Allora era pieno giorno. Ero seduto sul letto, i cui vestiti erano tutti strappati, o rotolati via, dall'inquietudine dei nostri movimenti, dal caldo afoso del tempo; né potevo negarmi un piacere che mi sollecitava così irresistibilmente, come questa bella occasione di deliziare la mia vista con tutti quei tesori di bellezza giovanile di cui avevo goduto, e che ora giaceva quasi del tutto nudo, con la camicia affidata a un perfetto fuoco fatuo, di cui il calore della stanza e la stagione mi hanno reso facile riguardo alle conseguenze. Lo osservavo davvero innamorato! e divorai tutto il suo nudo fascino con due soli occhi, quando avrei potuto desiderarne almeno cento, per il pieno godimento dello sguardo.

OH! potrei dipingere la sua figura come la vedo ora, ancora presente nella mia immaginazione trasportata! un'intera lunghezza di una bellezza virile e perfetta in piena vista. Pensa a un viso senza difetti, splendente di tutta la fioritura iniziale e della freschezza primaverile di un'epoca, in cui la bellezza è di entrambi i sessi, e che la prima peluria sul labbro superiore cominciava a malapena a distinguere.

Il socchiudersi del doppio broncio rubino delle sue labbra sembrava esalare un'aria più dolce e più pura di quella che aspirava: Ah! quanta violenza non mi costò astenermi dal bacio tanto tentato!

Allora un collo squisitamente girato, adorno dietro e ai lati di capelli, che giocavano liberamente in riccioli naturali, collegava la sua testa a un corpo dalla forma più perfetta e dalla struttura più vigorosa, in cui tutta la forza della virilità era nascosto e addolcito all'apparenza, dalla delicatezza della sua carnagione, dalla levigatezza della sua pelle e dalla carnosità della sua carne.

La piattaforma del suo seno bianco come la neve, disteso in proporzioni virili, presentava, sulla sommità vermiglio di ogni papilla, l'idea di una rosa sul punto di sbocciare.

Né la sua camicia mi impedì di osservare quella simmetria delle sue membra, quell'esattezza della forma, nella caduta verso i lombi, dove finisce la vita, e comincia il rigonfiamento arrotondato dei fianchi, dove la pelle, liscia, liscia, e bianco abbagliante, brunito sul tratto su carne soda, carnosa e matura, che si increspava e formava fossette alla minima pressione, o su cui il tocco non poteva posarsi, ma scivolava come sulla superficie dell'avorio più lucido .

Le sue cosce finemente modellate, e con una florida rotondità lucida che si assottigliava gradualmente fino alle ginocchia, sembravano pilastri degni di sostenere quella bella cornice, in fondo alla quale non potevo, senza qualche residuo di terrore, anche alcune tenere emozioni. , fissa i miei occhi su quella terribile macchina sputafuoco, che non molto tempo prima, con tanta furia aveva rotto, lacerato e quasi rovinato quelle mie parti tenere e tenere, che non avevano ancora finito di bruciare per gli effetti della sua rabbia ; ma guardalo adesso! con la cresta caduta, reclinando la testa vermiglia mezza coperta su una delle cosce, silenzioso, flessibile e in apparenza incapace delle malefatte e della crudeltà che aveva commesso. Poi la bella crescita dei capelli, in riccioli corti e morbidi attorno alla radice, il loro candore, le vene ramificate, l'agile morbidezza del fusto, mentre giaceva di scorcio, arrotolato e rimpicciolito in uno spessore di squob, languido, e nato tra le cosce, per la sua appendice globulare, quel meraviglioso tesoro di dolci natura, che si rivestiva e si increspava nelle uniche rughe che si sa che piacciono, perfezionava la prospettiva; e tutti insieme formavano l'immagine commovente più interessante della natura, e sicuramente infinitamente superiore a quelle nudità fornite dai pittori, dagli statuari o da qualsiasi arte, che vengono acquistate a prezzi immensi, mentre la loro vista dal vivo la vita è difficilmente gustata in modo sovrano da qualcuno tranne quei pochi che la natura ha dotato di un fuoco di immaginazione, calorosamente indirizzato da una verità di giudizio alla sorgente, gli originali della bellezza della composizione ineguagliabile della natura, soprattutto l'imitazione dell'arte , o la portata della ricchezza per pagarne il prezzo.

Ma ogni cosa deve avere una fine. Un movimento fatto da questo angelico giovane, nell'apatia del sonno, rimise la sua camicia e i suoi vestiti in una postura che nascondeva quel tesoro alla vista più lunga.

Allora mi sdraiai, e portando le mani verso quella parte di me, in cui gli oggetti appena visti avevano cominciato a sollevare un ammutinamento, che prevalse sulla loro acutezza, le mie dita ora si aprirono un facile passaggio; ma per molto tempo non ho avuto il tempo di considerare la grande differenza tra la cameriera e la donna ormai finita, prima che Charles si svegliasse e, voltandosi verso di me, mi chiedesse gentilmente come avevo riposato. e appena mi diede il tempo di rispondere, impresse sulle mie labbra uno dei suoi baci ardenti di estasi, che fece saettare una fiamma al mio cuore, che di lì si irradiò in ogni parte di me: e subito, come se avesse orgogliosamente inteso vendicarsi del dopo aver visto di nascosto tutte le sue bellezze nude, lui si toglie le coperte da letto e, sistemandomi il vestito più in alto che può, ha preso il suo turno per rifarsi gli occhi con tutti i doni che la natura aveva elargito alla mia persona; anche le sue mani affaccendate risuonavano intemperanti su ogni parte di me. La deliziosa austerità e durezza dei miei seni ancora acerbi, il candore e la fermezza della mia carne, la freschezza e la regolarità dei miei lineamenti, l'armonia delle mie membra, tutto sembrava confermarlo nella sua soddisfazione per il suo patto: ma , quando, curioso di esplorare la devastazione che aveva fatto nel tenero centro del suo feroce attacco, non solo diresse lì le sue mani, ma con un cuscino messo sotto, mi pose favorevolmente per il suo sfrenato scopo di ispezione; allora, chi può esprimere il fuoco di cui brillavano i suoi occhi, le sue mani brillavano? mentre sospiri di piacere e tenere esclamazioni spezzate erano tutte le lodi che poteva pronunciare. A questo punto, la sua macchina si alzò rigidamente verso di me, sollevò e tirò fuori il lembo della sua camicia, che subito rimuovendo ferocemente, mi fece vedere il suo stato e il suo coraggio più alti: lo sente lui stesso, sembra soddisfatto delle sue condizioni , e, sorridendo amori e grazie, afferra una delle mie mani e la porta, con gentile compulsione, a questo orgoglio della natura e al suo più ricco capolavoro.

Lottando debolmente, non potevo fare a meno di sentire ciò che non potevo afferrare, una colonna del più bianco avorio, meravigliosamente striata di venature azzurre, e che portava, completamente senza cappuccio, una testa del più vivace vermiglio: nessun corno potrebbe essere più duro, o più rigido ; eppure nessun velluto è più liscio e delizioso al tatto; subito guidò la mia mano più in basso, in quella parte, in cui la natura e il piacere mantengono le loro riserve in concerto, fissati e appesi così bene alla radice del loro primo strumento e ministro, che non impropriamente avrebbe potuto essere fermato il loro anche borsellino: lì mi fece sentire distintamente, attraverso la loro morbida copertura, il contenuto, un paio di palle tondeggianti, che sembravano giocare all'interno, e sfuggire a ogni pressione, tranne la più tenera, dall'esterno.

Ma ora questa visita della mia mano morbida e calda, in quelle parti così sensibili, aveva messo ogni cosa in una furia così ingovernabile, che disdegnando ogni ulteriore preludio, e approfittando della mia comoda postura, fece cadere la tempesta dove difficilmente mi aspettavo. , e dove era sicuro di posarlo: subito allora sentii la rigida interserzione tra le cedevoli labbra divise della ferita ora aperta per la vita; dove la ristrettezza non mi sottoponeva più a un dolore intollerabile, e non offriva al mio amante più difficoltà di quelle che accrescevano il suo piacere, nello stretto abbraccio di quella tenera e calda guaina, attorno allo strumento a cui era così deliziosamente adattata, e che, ora rinchiuso in casa, così rimpinzato di piacere, che mi soffocò perfettamente, e mi tolse il respiro: poi le stoccate mortali! i baci senza numero! ognuna delle quali era una gioia inesprimibile! e quella gioia perduta in una folla di benedizioni ancora più grandi; ma questo era un disordine di natura troppo violenta per durare a lungo: i vasi così agitati, e intensamente riscaldati, presto traboccarono, e per quel momento spensero il fuoco: nel frattempo tutto questo divertimento e divertimento si era finora consumato La mattina presto è diventata una sorta di necessità unire colazione e cena in una sola.

Nei nostri intervalli più tranquilli Charles diede di sé il seguente resoconto, tutto vero. Era l'unico figlio di un padre che, avendo un piccolo posto nell'amministrazione fiscale, aveva vissuto troppo con le sue entrate, e aveva dato a questo giovane gentiluomo un'educazione molto scarsa: non lo aveva allevato a nessuna professione, se non quella del disegno. d provvedere a lui nell'esercito, acquistandogli una commissione di guardiamarina; vale a dire, a condizione che potesse raccogliere il denaro, o procurarselo tramite gli interessi, entrambe le clausole erano più da desiderare che da sperare da lui: su nessun piano migliore, tuttavia, di questo, aveva questo Il padre improvvido aveva permesso che questo giovane, che era un giovane di grandi promesse, arrivasse all'età della virilità, o almeno si avvicinasse ad essa, quasi nell'ozio, e inoltre non si era preso la minima cura di dargli nemmeno le comuni premonizioni. contro i vizi della città e i pericoli di ogni genere che vi attendono gli inesperti e gli incauti. Viveva a casa, e con discrezione, con suo padre, che aveva lui stesso un'amante, e per il resto, a condizione che Charles non gli chiedesse soldi, era indolentemente gentile con lui: poteva stare fuori quando lo desiderava. d: qualunque scusa sarebbe servita, e anche i suoi rimproveri erano così lievi, che portavano con sé piuttosto un'aria di connivenza nei confronti della colpa, che qualsiasi serio controllo o costrizione. Ma, per soddisfare le sue richieste di denaro, Charles, la cui madre era morta, aveva, al suo fianco, una nonna che lo adorava e lo aiutava non poco a viziarlo. Aveva una rendita considerevole con cui vivere, e molto regolarmente cedeva ogni scellino che poteva risparmiare, a questo suo tesoro, con non poco dispiacere di suo padre, che era irritato, non che lei in questo modo nutrisse la stravaganza di suo figlio; ma che preferiva Charles a lui, e vedremo troppo presto quale svolta fatale una simile gelosia mercenaria potrebbe operare sul cuore di un padre.

Charles era tuttavia, grazie al generoso affetto di sua nonna, sufficientemente in grado di mantenere un'amante così facilmente contenta come il mio amore rendeva me; e la mia buona sorte, perché così potrò mai chiamarla, mi ha messo sulla sua strada, nel modo sopra raccontato, proprio mentre lui ne stava cercando uno.

Quanto al suo carattere, la sua dolcezza uniforme lo faceva sembrare nato per la felicità domestica: tenero, naturalmente educato e di buone maniere; non avrebbe mai potuto essere colpa sua, se mai scosse o animosità turbassero una calma che era così qualificato in ogni modo a mantenere o ripristinare. Privo di quelle grandi o splendenti qualità che costituiscono un genio, o che sono adatte a far rumore nel mondo, aveva tutte quelle umili che compongono il merito sociale più morbido: semplice buon senso, valorizzato con ogni grazia di modestia e bonarietà. , lo ha reso, se non ammirato, ciò che è molto più felice, universalmente amato e stimato. Ma poiché nient'altro che la bellezza della sua persona aveva dapprima attirato la mia attenzione e fissato la mia passione, nemmeno allora ero giudice di quel merito interiore, che ebbi in seguito piena occasione di scoprire, e che forse, in quella stagione di vertigine e leggerezza avrebbe toccato ben poco il mio cuore, se fosse stata ospitata in una persona meno delizia dei miei occhi e idolo dei miei sensi. Ma torniamo alla nostra situazione.—

Dopo la cena, che consumiamo a letto nel più voluttuoso disordine, Charles si alzò e, congedandomi con passione per qualche ora, andò in città, dove, dopo aver concordato questioni con un giovane e acuto avvocato, andarono insieme al mio della defunta venerabile padrona, da cui ero fuggito solo il giorno prima, e con la quale lui era deciso a regolare i conti in modo da escludere da quella parte tutti i conti successivi.

Di conseguenza, andarono; ma a proposito, il Templare, suo amico, riflettendo sulle informazioni di Charles, vide il motivo di dare un'altra svolta alla loro visita e, invece di offrire soddisfazione, di pretenderla.

Appena furono fatte entrare, le ragazze di casa si affollarono attorno a Charles, che conoscevano, e fin dall'inizio della mia fuga, e dalla loro perfetta ignoranza del fatto che mi avesse mai visto, non avevano il minimo sospetto che fosse complici della mia fuga, si stavano, a modo loro, facendogli perdonare; e quanto al suo compagno, probabilmente lo presero per un nuovo idiota; ma il Templare frenò presto la loro insolenza chiedendo della vecchia signora, alla quale disse, con un'espressione grave da giudice, che aveva degli affari da fare. fissare.

La signora fu immediatamente mandata a chiamare e, poiché le signore desideravano sgombrare la stanza, l'avvocato le chiese severamente se non lo sapeva, o non aveva ingannato, con il pretesto di assumere come domestica, una giovane ragazza , appena uscito dal paese, si chiama Frances o Fanny Hill, descrivendomi nel modo più particolareggiato possibile dalla descrizione di Charles.

È tipico del vizio tremare davanti alle domande della giustizia: e la signora Brown, la cui coscienza non era del tutto pulita per me, per quanto conoscesse la città, per quanto banale fosse nel superare tutti i pericoli della sua vocazione, non poté fare a meno di allarmarsi per la domanda, soprattutto quando continuò a parlare di un giudice di pace, di Newgate, dell'Old Baily, di accuse per aver tenuto una casa disordinata, di gogna, di carri, e dell'intero processo di quella natura: colei che, probabilmente, immaginava che avessi presentato una denuncia contro la sua casa, sembrò estremamente assente e cominciò a fare mille proteste e scuse. Comunque, per abbreviare, portarono via trionfalmente la mia scatola di cose, che se lei non fosse stata in soggezione, avrebbe potuto discutere con loro; e non solo quello, ma anche l'autorizzazione e l'esenzione da qualsiasi richiesta gravante sulla casa, al costo di non più di una ciotola di arak-punch, il cui piacere, insieme alla scelta delle comodità della casa, veniva offerto , e non accettato. Charles per tutto il tempo si è comportato per caso come compagno dell'avvocato che lo aveva portato lì, poiché conosceva la casa e non sembrava in alcun modo interessato alla questione, ma ha avuto il piacere collaterale di sentire verificato tutto ciò che gli avevo detto. , nella misura in cui i timori di quella sgualdrina le avrebbero permesso di entrare nella mia storia, che, se si può indovinare dalla composizione in cui è entrata così facilmente, non è piccola.

Continua. alla parte 8

-----------------

Appunti;

1. Durante la mia visita a Londra per studi dove avevamo una vecchia casa ancestrale, mi sono imbattuto in un tesoro di famiglia. Oltre ad altre cose, ho trovato anche una montagna di libri, diari e appunti nel tesoro che conteneva libri classici, antichi, erotici, romanzi e riviste probabilmente raccolti dai miei antenati. Sono tutti senza tempo e preziosi. Sono una lettura obbligata per tutti gli amanti dell'erotismo.

2. Gli autori originali della maggior parte di queste storie/lettere o articoli sono morti da tempo o sono anonimi.

3. Memorie di una donna di piacere, popolarmente conosciuta come Fanny Hill, è un romanzo erotico del romanziere inglese John Cleland pubblicato per la prima volta a Londra nel 1748. Scritto mentre l'autore era detenuto in una prigione per debitori a Londra, è considerato "il primo originale inglese" pornografia in prosa e la prima pornografia a utilizzare la forma del romanzo". È uno dei libri più perseguitati e vietati della storia.

Il libro esemplifica l'uso dell'eufemismo. Il testo non contiene "parole sporche" o termini scientifici espliciti per le parti del corpo, ma utilizza molti espedienti letterari per descrivere i genitali. Ad esempio, la vagina viene talvolta chiamata "la bocca degli inferi", che è anche un esempio di spostamento psicologico.

Storie simili

Famiglia di proprietà - CH3: Non si torna indietro

Questa è la continuazione della storia di una famiglia che si sottomette al vicino nero. Se non ti piacciono le storie su gay, interrazziali, incesto, bestialità o sesso giovanile, per favore vai avanti. Se ti piacciono questi argomenti, divertiti. Apprezzo le critiche COSTRUTTIVE. I due giorni successivi furono molto simili. Ho lavorato a casa di Ty imparando i suoi investimenti e migliorando il suo sistema di archiviazione, se così si può chiamare un sistema. Da quello che ho potuto dire è entrato in denaro lasciatogli da un membro della famiglia mentre era al college. Ha lavorato in una scuola superiore dall'altra...

1.5K I più visti

Likes 0

Bella Lilly

Nota dell'autore: se non sei un fan delle storie in cui la maggior parte dei personaggi ha poca o nessuna morale, per favore non leggere questo. Sei stato avvisato. Vai avanti se questo concetto non ti incuriosisce. Ci sono alcune persone malvagie e incasinate in questa storia. Il figlio sessualmente attivo può essere il minore dei mali. Questa non è una storia d'amore spensierata. Il suo pezzo compagno Juicy J è molto più ottimista e spensierato. Sentiti libero di leggere quella storia (sulla sorella di Lilly) se preferisci quello stile. Questo è anche un racconto a strati con diversi personaggi. Un...

1.2K I più visti

Likes 0

Festa in piscina_(1)

Ehi, tutti, gridò Gene, guardate questo, appena prima di fare una capriola selvaggia dal trampolino nella piscina del suo cortile!!! Il resto della folla gli ha rivolto una finta standing ovation e Tom ha gridato: Darei tre e mezzo a quello, e tutti sono scoppiati a ridere e poi sono tornati a fare conversazione e ad accarezzare i loro drink! Era la solita folla, le quattro coppie che erano state amiche da quando si erano trasferite nella suddivisione vent'anni prima. In estate era il nuoto e il golf, mentre durante la stagione più fredda, era il bowling o le carte, scegli...

1.1K I più visti

Likes 0

Una sorella e l'eroe della sua migliore amica

Questa è la mia prima storia in assoluto, per favore dimmi cosa ne pensi .. Mi chiamo Jack, sono 6'1'' e sono scolpito, voglio dire scolpito, da tutte quelle ore in palestra. A scuola faccio wrestling e sono stato campione dei pesi massimi nei miei ultimi due anni di scuola. Dopo la scuola sono andato a MMA e all'età di 20 anni sono stato campione di MMA. Ho gli occhi azzurri e i capelli castani che tengo corti. Comunque torniamo alla storia. Vivo con mia madre e mia sorella, che ha 3 anni meno di me. Eravamo vicini ma avevamo ancora...

913 I più visti

Likes 0

La storia di Ann parte 2

La storia di Ann parte 2 Ann non era affatto a disagio nel retro di questo veicolo e con gli orgasmi appena avvenuti, insieme a chiunque la stesse succhiando, questo la portò di nuovo a un climax tremante. Le piaceva quando suo marito si contorceva e giocava con i suoi capezzoli, ma quello che amava ancora di più era quando giocava con loro e le succhiava la figa, specialmente il clitoride. Gli uomini che l'avevano presa apparentemente erano molto bravi a dare piacere alle donne. Era sdraiata lì incapace di muoversi ed era così consumata da tre orgasmi piacevoli, quasi di...

870 I più visti

Likes 0

Il migliore amico di mio fratello_(0)

Mio fratello Lance aveva quattro anni più di me, il che significava che aveva una grande quantità di simpatici amici. Avevo appena compiuto 16 anni e adoravo i ragazzi, i loro occhi erano sempre fissi sulle mie tette 36 D e sulla mia figura snella. Avevo lunghi capelli neri e grandi occhi castani. Mio fratello e la maggior parte dei suoi amici erano al college. Aveva un amico dalla scuola media, TJ. All'inizio era un ragazzo goffo, ma quando è andato al liceo è cresciuto in se stesso. Ha iniziato a fare sport e il suo corpo ha continuato a migliorare...

830 I più visti

Likes 0

Ora cosa devo fare?

Sono cresciuto in una città di medie dimensioni, una famiglia della classe media e per lo più al riparo dalla vita della grande città di Chicago, a poche ore di distanza. Non facevamo rave party e orge, ma ovviamente li sapevamo. Ero la più grande di tre anni e sempre molto protettiva nei confronti della mia sorellina. La mia famiglia e io abbiamo cercato di tenerle lontano dalla realtà della vita cittadina il meglio che potevamo. Il mondo mi si è davvero aperto quando sono andato al college alla Northwestern University. Ho trovato le tentazioni della grande città di droghe, orge...

686 I più visti

Likes 0

Omegle Chat #1 - Il nonno e Mariah fanno un giro

Nota: sfortunatamente, la storia è incompleta perché la connessione su Omegle è scaduta. Questo è completamente inedito da me. Godere. xxxxxxxxxxxx Sconosciuto: ((donna di 19 anni (può diventare molto, molto più giovane) in cerca di un maschio più anziano per l'incesto RP come mio padre, zio o nonno)) Tu: Quanto sei giovane, schifosa troia? Sconosciuto: ((Qualsiasi valore inferiore a 17 anni, nessun limite)) Tu: Il cazzo del nonno gli è appena cresciuto nei pantaloni. Quando viene a trovarci sua nipote di 11 anni? Sconosciuto: ((Oh okay! Vuoi che ti dia una descrizione!)) Tu: Sì tesoro. Dì al nonno che aspetto hai...

723 I più visti

Likes 0

Legare papà

Prima sei entrato e mi hai detto che volevi insegnarmi del mio corpo, poi mi hai baciato. Hai giocato con i miei seni e il mio gattino. Mi hai fatto sentire così bene. Ma non sono riuscito a vedere il tuo cazzo. Ho deciso che avrei preso in mano la situazione... Ho deciso che avrei aspettato finché non ti fossi addormentato. Sapevo dove teneva alcuni dei suoi giocattoli. Non sono così dolce e innocente come sembro. Ho preso delle manette, dei ceppi e una benda dalla tua scorta. Come ripensamento, ho afferrato un bavaglio. Mi sono intrufolato nella tua stanza. Eri...

597 I più visti

Likes 0

Oh ora me lo dice!!

Bene, questa è la mia prima storia ed è vera al 100%. Spero di fare del bene per la mia prima volta.. Quindi in passato andavo a casa di mio zio e aveva un figlio che aveva un anno più di me, (avevo circa 12 anni, forse) Era un ragazzo meraviglioso !! Capelli castani e bellissimi occhi azzurri, era circa 5'5 e aveva un bel corpo :). Si chiamava Ryan e io ero innamorato, non all'inizio, ma è cresciuto con me. Abbiamo passato così tanto tempo insieme e anche se ero giovane sapevo cosa volevo ed era LUI! All'inizio non pensavo...

534 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.